Archivi della categoria: News

image_pdfimage_print

Federazione oratori, dal 28 ottobre il pellegrinaggio per gli adolescenti a Barcellona. Ecco come partecipare

Don Fontana: «Opportunità per riconvocare e ricompattare il gruppo dei ragazzi che terminata l'estate solitamente si disperde un po’». Iscrizioni entro il 30 settembre

Dopo il grande raduno italiano degli adolescenti in Piazza san Pietro con Papa Francesco dello scorso aprile, il cui ricordo è ancora vivido negli oltre 300 partecipanti dalle parrocchie della diocesi, ecco un nuovo invito che la Federazione oratori propone agli adolescenti: un viaggio-pellegrinaggio a Barcellona, in programma dal 28 ottobre al 1° novembre. Una città, un viaggio, una realtà significativa da incontrare, per sperimentare concretamente che il cammino di fede si fa insieme, come esperienza forte di gruppo, come esperienza bella perché capace di tenere unite la serietà della ricerca di fede, la serenità della gita e l’occasione di approfondire conoscenze e legami. Continua a leggere »

TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Sinodo: pubblicata dalla CEI la sintesi finale della fase diocesana

E' online la Sintesi della fase diocesana del Sinodo 2021-2023 sul tema “Per una Chiesa sinodale: Comunione, partecipazione e missione”

È online la Sintesi nazionale della fase diocesana del Sinodo 2021-2023 “Per una Chiesa sinodale: Comunione, partecipazione e missione” che la Presidenza della CEI ha consegnato il 15 agosto alla Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi. Il Sinodo è inteso come un processo sinodale e culminerà nel 2023 con la fase universale, preceduta da quella continentale.
Il documento, disponibile online (SCARICA QUI), dà sinteticamente conto del percorso compiuto nell’anno pastorale 2021-2022, dedicato all’ascolto e alla consultazione capillare del Popolo di Dio. Questo primo “step” è stato armonizzato, per volere dei Vescovi, con il Cammino sinodale delle Chiese che sono in Italia, che sta interessando sempre di più i diversi territori con proposte e progetti. La Sintesi, dunque, offre anche una panoramica del primo anno di Cammino sinodale, che fino al 2025 sarà strutturato in tre momenti: fase narrativa (2021-2022 e 2022-2023); fase sapienziale (2023-2024); fase profetica (2025).
Sono 200 le sintesi diocesane e 19 quelle elaborate da altri gruppi per un totale di più di 1.500 pagine, pervenute alla Segreteria Generale della CEI a fine giugno.
“Non si è semplicemente parlato di sinodalità – viene riportato nella Sintesi –  ma la si è vissuta, facendo i conti anche con le inevitabili fatiche: nel lavoro dell’équipe diocesana – presbiteri, diaconi, laici, religiosi e religiose insieme, giovani e adulti, e con la presenza partecipe del Vescovo –, nell’accompagnamento discreto e sollecito delle parrocchie e delle realtà coinvolte, nella creatività pastorale messa in moto, nella capacità di progettare, verificare, raccogliere, restituire alla comunità”, rileva la Sintesi evidenziando che “l’esperienza fatta è stata entusiasmante e generativa per chi ha accettato di correre il rischio di impegnarvisi: in molti contesti ha contribuito a rivitalizzare gli organismi di partecipazione ecclesiale, ha aiutato a riscoprire la corresponsabilità che viene dalla dignità battesimale e ha lasciato emergere la possibilità di superare una visione di Chiesa costruita intorno al ministero ordinato per andare verso una Chiesa ‘tutta ministeriale’, che è comunione di carismi e ministeri diversi”.
Nella parte centrale, il documento presenta i dieci “nuclei” attorno a cui sono state organizzate le riflessioni emerse dalle sintesi diocesane: ascoltare, accogliere, relazioni, celebrare, comunicazione, condividere, dialogo, casa, passaggi di vita e metodo.
“La loro pluralità – viene precisato – non rappresenta un limite da superare, attraverso un’operazione di omogeneizzazione o di gerarchizzazione, ma contribuisce a custodire il fondamentale pluralismo dell’esperienza delle Chiese in Italia, con tutta la varietà di accenti e sensibilità da cui sono attraversate e di cui sono portatrici”.

«La consultazione sinodale ha messo in luce l’importanza di vivere la prossimità nella pluralità delle situazioni di vita e di condizioni che abitano un territorio: le persone costituiscono la vera ricchezza delle comunità, ciascuna con il suo valore unico e infinito. Non si tratta di pensare che chi è parte della comunità ecclesiale debba fare uno sforzo di apertura verso chi rimane sulla soglia. Piuttosto, l’accoglienza è un cammino di conversione per dare forma nella reciprocità a una comunità fraterna e inclusiva che sa accompagnare e valorizzare tutti. Questa consapevolezza consente di superare la distinzione “dentro/fuori”».

Il discernimento sulle sintesi diocesane e l’elaborazione dei dieci nuclei hanno permesso di individuare alcune priorità che, con l’obiettivo di alimentare e sostenere il Cammino sinodale delle Chiese in Italia in comunione con il processo in corso a livello universale, si è scelto di raggruppare lungo tre assi, definiti “cantieri sinodali”: quello della strada e del villaggio (l’ascolto dei mondi vitali), quello dell’ospitalità e della casa (la qualità delle relazioni e le strutture ecclesiali) e quello delle diaconie e della formazione spirituale. Questi cantieri potranno essere adattati liberamente e ogni Chiesa locale potrà aggiungerne un quarto che valorizzi una priorità risultante dal percorso compiuto lungo il primo anno.
“Quella del cantiere – ricorda la Sintesi – è un’immagine che indica la necessità di un lavoro che duri nel tempo, che non si limiti all’organizzazione di eventi, ma punti alla realizzazione di percorsi di ascolto e di esperienze di sinodalità vissuta, la cui rilettura sia punto di partenza per le successive fasi del Cammino sinodale nazionale”.
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

“Giovani IN cammino”, torna il progetto regionale dedicato alla vita negli oratori

Destinata ai ragazzi dai 14 ai 25 anni, l'iniziativa si pone come opportunità per valorizzare la progettazione e realizzazione di interventi educativi. Adesioni entro il 30 settembre 2022

È stato confermato anche per l’anno 2022/2023 il progetto regionale Giovani IN cammino, per il quale le parrocchie della diocesi di Cremona possono presentare domanda di adesione entro il prossimo 30 settembre.

Saranno 150 (di cui almeno 8 in diocesi di Cremona) le azioni progettuali rivolte ai giovani dai 14 ai 25 anni che verranno realizzate all’interno degli oratori lombardi, grazie alla collaborazione tra Odielle e Regione Lombardia – Assessorato allo Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione.

Il progetto “Giovani IN cammino” si pone come opportunità per valorizzare il protagonismo dei giovani nella vita e nelle attività degli oratori, in modo particolare nella progettazione e realizzazione di interventi educativi e iniziative che abbiano per destinatari gli stessi giovani, ma anche gli adolescenti a partire dai 14 anni.

Le nuove azioni progettuali da realizzare in oratorio o sul territorio dovranno essere rivolte in particolare al contrasto del disagio adolescenziale e giovanile e intercettare minori fra i 14 e i 17 anni e giovani fino ai 25 anni. La logica del progetto vuole che per realizzare queste azioni progettuali siano ingaggiati soprattutto dei giovani (maggiorenni) che potranno impegnarsi anche dal punto di vista professionale. Anche per l’anno 2022-2023, possono essere attivati progetti per la presenza educativa in oratorio, lo sport, la formazione, la vita comune dei 20-30enni.

 

Le quattro linee progettuali

Giovani INsieme punterà alla stimolazione dell’aggregazione giovanile incoraggiandone il protagonismo attraverso l’inserimento di giovani nelle attività dell’oratorio, come presenza educativa stabile e continuativa.

Giovani IN campo valorizzerà lo sport come strumento generativo di risorse favorendo la pratica sportiva in collaborazione con le numerose società sportive presenti negli oratori lombardi.

Giovani IN formazione attiverà percorsi formativi per orientarsi in un contesto sociale sempre più complesso con lo scopo di essere sostegno per lo sviluppo di capacità personali e sociali attivate in contesti di condivisione e di responsabilità.

Giovani INdipendenti farà vivere ai giovani forme nuove, quotidiane e comunitarie di autonomia e di primo distacco dalla famiglia con l’obiettivo di rispondere alle profonde trasformazioni dei bisogni abitativi delle giovani generazioni.

 

Presentazione delle domande

Nella fase di progettazione, che si concluderà entro il 30 settembre 2022, le parrocchie presenteranno le proprie proposte di azioni progettuali che dovranno concludersi entro il 31 agosto 2023. Le proposte possono essere presentate da parrocchie, enti ecclesiastici civilmente riconosciuti o soggetti giuridici le cui attività sono assimilabili a quelle degli oratori.
Per maggiori informazioni su modalità e tempistiche si rinvia al testo del progetto “Giovani IN cammino” e in ogni caso ad un confronto con Federazione Oratori Cremonesi per un aiuto nella progettazione e nella presentazione della domanda.

Per ogni singola azione progettuale realizzata dalle parrocchie è previsto un contributo da parte di Regione Lombardia di € 3.750,00, a fronte di spese rendicontate per € 6.000,00.

Le domande sono da presentare online a questo link (è necessario disporre di un indirizzo di posta elettronica di gmail.com). Si aprirà un modulo da compilare con i dati della parrocchia e la descrizione del progetto (qui è possibile vedere in anteprima le domande a cui occorrerà rispondere). Al termine del modulo sarà chiesto di caricare un file con la domanda compilata e firmata dal legale rappresentante (il parroco), qui si può scaricare la bozza da copiare e compilare su carta intestata.

La diocesi di Cremona ha a disposizione 8 progetti da poter presentare e la scelta sarà effettuata dalla Federazione oratori al termine della raccolta di tutte le domande. L’ordine di arrivo delle domande non è un criterio di valutazione, verranno finanziati i progetti più promettenti e pertinenti, tenendo conto della continuità con progetti avviati in precedenza, dell’equità di distribuzione degli aiuti su tutta la diocesi e della condivisione con i cammini diocesani e le prospettive di pastorale giovanile della diocesi.

TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Don Giansante Fusar Imperatore è il nuovo vicario zonale per la Zona I

Il parroco di Caravaggio assume l'incarico ricoperto dal 2017 da don Marco Leggio

Monsignor Giansante Fusar Imperatore, parroco della parrocchia “Santi Fermo e Rustico martiri” di Caravaggio, è il nuovo vicario zonale per la Zona Pastorale I, che include le venticinque parrocchie dell’area bergamasca della diocesi di Cremona. Con l’incarico affidatogli dal vescovo Antonio Napolioni e già operativo, don Fusar Imperatore ricopre ora l’incarico di coordinamento pastorale della Zona 1 che dal 2017 era affidato a don Marco Leggio, parroco di Agnadello.

 

Biografia del nuovo vicario zonale

Mons. Giansante Fusar Imperatore, nato a Romanengo nel 1956, è stato ordinato il 21 giugno 1980. Ha iniziato il proprio ministero come vicario parrocchiale a Viadana. Dal 1984 al 1990 è stato vicerettore del Seminario vescovile; dal 1990 al 2002 segretario vescovile. Nel 2002 è stato nominato parroco di Bozzolo e dal 2008 era parroco della parrocchia “Santa Maria Immacolata e San Zeno” in Cassano d’Adda. Dal settembre 2021è parroco della parrocchia “Santi Fermo e Rustico martiri” in Caravaggio. 

TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Il vescovo alla Messa per la Regina del Po: «Il futuro del nostro piccolo pianeta è legato alla convivenza fraterna»

Guarda qui la gallery completa «Solo la sete di giustizia, di vita e di verità intercetta il dono di Dio» questo il forte appello di mons. Antonio Napolioni durante l’Eucarestia celebrata sulle rive del Po durante la tradizionale celebrazione dell’Assunta. La festa mariana della Madonna di Brancere, nonostante la siccità che ha impedito la tradizionale processione di barche sul Po con la statua della Madonna, … Continua a leggere »

Con Maria un nuovo volto di Chiesa. Veglia della Assunta con il Vescovo a Caravaggio

Ancora una volta la suggestiva cornice del Santuario Santa Maria del Fonte di Caravaggio illuminato ha accolto alcune centinaia di fedeli che si sono riuniti la sera del 14 agosto per celebrare la veglia nella solennità dell’Assunzione di Maria Vergine al cielo. La presenza del vescovo Antonio e di una decina di sacerdoti ha contribuito a dare solennità alla preghiera vigilare che, tra AveMaria sgranate, … Continua a leggere »

Visita pastorale, da gennaio le nuove tappe

Concluso il ciclo di incontri nella Zona 3, il programma prevede eventi in tutte le altre zone della Diocesi

Dopo la conclusione del programma delle visite nelle parrocchie della Zona 3, nella città di Cremona, che si è svolto nella prima parte del 2022, il Vescovo proseguirà il cammino sul territorio della Visita pastorale “Gesù per le strade” nel nuovo anno pastorale. Il ciclo di visite che, a differenza dell’ultimo anno, sarà itinerante per tutte le altre quattro zone pastorali, prenderà il via nel fine settimana 13-15 gennaio con il primo appuntamento nella Zona 2 presso la parrocchia Ss. Giovanni Battista e Biagio di Romanengo. Continua a leggere »

Matteo Cattaneo
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Festival della Missione a Milano, dal 29 settembre al 2 ottobre

Ghilardi: «Utile per conoscere il mondo missionario più da vicino, è un evento che guarda ai giovani, propedeutico anche alla Giornata mondiale della gioventù del 2023»

A cinque anni dalla prima edizione, dal 29 settembre al 2 ottobre si svolgerà a Milano il secondo Festival della Missione. L’evento, in programma a cavallo tra i due mesi, farà anche da apripista agli eventi dell’ottobre missionario. La scelta della location è il risultato di un percorso di valutazione promosso dalla Conferenza episcopale lombarda, dopo che, in seguito all’edizione di Brescia del 2017, il festival si è trasformato da evento diocesano a evento nazionale coordinato da un consiglio direttivo del Festival della Missione. Continua a leggere »

Matteo Cattaneo
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Lavori in corso: ecco la “mappa” dei cantieri nella diocesi di Cremona

Gaiardi: «Sono diversi e in diversi stati di avanzamento: alcuni appena avviati, altri si avvicinano alla conclusione»

Numerosi, in questo periodo, i lavori di restauro e ristrutturazione nelle chiese e nelle parrocchie della diocesi di Cremona. «I cantieri sono diversi e in diversi stati, alcuni appena avviati, altri si avvicinano alla conclusione», spiega don Gianluca Gaiardi, incaricato diocesano per l’Ufficio per l’edilizia di culto. Presentiamo, dunque, sulla scia delle parole di don Gaiardi, una mappatura dei cantieri attualmente aperti sul territorio diocesano. Continua a leggere »

Matteo Cattaneo
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Pausa estiva, le date di chiusura degli Uffici diocesani

Per quanto riguarda la Curia di Cremona, nella prima metà di agosto chiuderanno sia la sede del Palazzo vescovile che il Centro pastorale diocesano

Come ogni anno gli uffici della Curia di Cremona, sia quelli presso il Palazzo vescovile di piazza Sant’Antonio Maria Zaccaria sia quelli con sede presso il Centro pastorale diocesano di Cremona in via Sant’Antonio del Fuoco 9A, osserveranno un periodo di chiusura estiva. Continua a leggere »

TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail