Archivi della categoria: Dalle associazioni

image_pdfimage_print

I cattolici italiani e lo sviluppo delle casse rurali: iniziative a Bozzolo e Crema nel segno di don Mazzolari

L'iniziativa, promossa dalla Fondazione intitolata a don Primo in collaborazione con la Banca Cremasca e Mantovana, il 17 settembre presso la sala civica di Bozzolo e il 20 ottobre a Crema

La Fondazione Don Primo Mazzolari di Bozzolo, in collaborazione con la Banca Cremasca e Mantovana, organizza sabato 17 settembre, dalle ore 10 alle 13, presso la sala civica di Bozzolo, il convegno “Gli uomini hanno bisogno di pane. Don Primo Mazzolari, i cattolici italiani e lo sviluppo delle casse rurali”. L’iniziativa, che sarà replicata il 20 ottobre a Crema, verte sul rapporto tra don Primo Mazzolari e la Cassa rurale di Bozzolo e nasce dal desiderio della Banca Cremasca e Mantovana, che è erede della Cassa Rurale di un tempo, di celebrare il rapporto della cassa rurale, da cui l’attuale banca discende, con la figura di Mazzolari, tanto importante per il territorio quanto attivo nel dare vivacità all’attività economica della sua terra. Continua a leggere »

Sara Pisani
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

“Fiera delle competenze”, il Vescovo ha chiuso l’evento regionale delle squadriglie scout ospitato a Cremona

  Guarda la photogallery completa «Quando anche io ero scout come voi mi ripetevano sempre che un reparto che canta è un reparto che cammina. E vorrei ricordare in questa giornata due scout che hanno camminato tanto da aver già raggiunto la destinazione: Maurizio e Stefania». Con questa riflessione il vescovo di Cremona Antonio Napolioni ha salutato i tanti ragazzi delle squadriglie scout Agesci della … Continua a leggere »

Al Maristella una serata nel ricordo del card. Martini

L'evento promosso dalle Acli provinciali in occasione del decimo anniversario della scomparsa del gesuita che fu arcivescovo di Milano

Venerdì 9 settembre, alle ore 21, presso la parrocchia dell’Immacolata Concezione, nel quartiere Maristella di Cremona, le Acli provinciali hanno ricordato il cardinal Carlo Maria Martini in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa. L’incontro, che ha visto la partecipazione di un folto pubblico, è stato introdotto dalla proiezione di “Carlo Maria Martini, un uomo di Dio”, docu-film di Salvatore Nocita del 2013, e da alcune riflessioni di Marisa Rosa, responsabile alla vita cristiana della Presidenza Acli. Continua a leggere »

Sara Pisani
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Acli, il 9 settembre a Cremona il ricordo del cardinale Carlo Maria Martini

Organizzato per i dieci anni dalla sua scomparsa, l'evento ripercorrerà il suo magistero e approfondirà il suo rapporto con le Acli

Venerdì 9 settembre, alle 21, presso la chiesa parrocchiale dell’Immacolata Concezione (via Agresti 3), nel quartiere Maristella di Cremona, le Acli provinciali ricordano il cardinal Carlo Maria Martini, in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa. Continua a leggere »

Sara Pisani
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

“Alta moda in mostra”, il 9 settembre a San Giovanni in Croce iniziativa a sostegno della Tenda di Cristo

L'evento, promosso da Casa Paola, si terrà dalle 18 alle 23 presso il "Bistrot Zia Nena" di via Palvarino

“Casa Paola”, realtà dell’associazione “Tenda di Cristo”, organizza per venerdì 9 settembre “Alta moda in mostra”, esposizione di 40 abiti da cerimonia estivi e invernali, di svariate taglie e fattezze, che saranno illustrati e messi a disposizione di chi vorrà provarli, per una sfilata informale. Continua a leggere »

Sara Pisani
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

In occasione della Festa del creato e delle creature, l’associazione “Comunità Laudato si’ – Oglio Po” ha organizzato domenica 4 settembre, presso il centro di spiritualità “Piccola Betania” di Bozzolo, un momento di riflessione e convivialità interreligiosa.

Don Elio Culpo, fondatore di “Piccola Betania”, ha dato il benvenuto ai presenti a partire dall’icona posta all’ingresso della comunità, che rappresenta l’incontro di Gesù con Marta e Maria secondo il vangelo di Giovanni.

«La prima ecologia – ha dichiarato don Culpo – è la capacità di accoglierci l’un l’altro. L’accoglienza fa parte del mistero di Dio fatto uomo. Dove c’è desiderio di incontrarsi c’è Dio».

La riflessione è stata poi condotta da don Roberto Fiorini, consulente teologico di parte cattolica del Segretariato attività ecumeniche, che si è soffermato su alcuni passaggi del documento di Papa Francesco per il Tempo del Creato di quest’anno.

«La conversione ecologica – ha spiegato don Fiorini – passa dai singoli, dalla comunità e dall’associazionismo. Tutti insieme per dare voce a questa terra». E ha proseguito: «Le reti locali che entrano in comunicazione tra loro possono costruire una vera resistenza politica rispetto alle scelte concrete da fare, per dare risposta all’appello di Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’, rimasto tuttora inascoltato. Dobbiamo pertanto sostenere queste forme di incontro che rappresentano un altro modo di essere umani, che è poi il modo giusto di essere umani».

All’iniziativa ha partecipato anche una rappresentanza della comunità Sikh di San Giovanni in Croce e dell’istituto religioso buddista italiano Soka Gakkai.

Sara Pisani
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Mcl, ad Assisi il percorso formativo e spirituale

L'evento, alla presenza del card. Zuppi e di don Bruno Bignami, ha segnato l'avvio del percorso verso il 50° anniversario di fondazione del Movimento

Si è svolto a Assisi, nella città di San Francesco, nei giorni 1, 2 e 3 settembre, il percorso formativo e spirituale nazionale del MCL (Movimento Cristiano Lavoratori) dal titolo “Identità e dialogo nella terra di Francesco”, tappa di ripartenza del Movimento dopo la pausa estiva e quest’anno fortemente orientato al prossimo traguardo del 50° anniversario di fondazione, che sarà festeggiato in tutti i territori il prossimo 8 dicembre. Alla 3 giorni in terra umbra era presente anche una delegazione MCL del territorio di Cremona-Crema-Lodi rappresentata dal presidente Michele Fusari  (membro del Comitato esecutivo nazionale) e dall’assistente ecclesiastico don Angelo Frassi. Continua a leggere »

Facebooktwittermail

Le voci dei giovani cremonesi volontari al Meeting: «Per noi un’esperienza di incontro»

Si è concluso da pochi giorni alla Fiera di Rimini il 43° Meeting per l’Amicizia tra i Popoli. Il titolo dell’edizione 2022 “Una Passione per l’uomo” riprende un intervento di don Luigi Giussani del 1985: «Il cristianesimo non è nato per fondare una religione, è nato come passione per l’uomo». Ed è proprio questa l’esperienza testimoniata da alcuni ragazzi cremonesi che hanno partecipato all’evento come volontari.

Ciò che ha colpito Gaia, cremonese universitaria, è stato lo stupore negli occhi delle persone, durante una serata di canti. Seduta alle “Piscine Est” della Fiera in una pausa dal suo lavoro come hostess, racconta: «Ieri, alla serata di canti che abbiamo organizzato, c’era tantissima vita – e aggiunge sorridendo – però, non per merito mio». Un “surplus” di vita, non del tutto spiegabile come esclusivo prodotto della buona volontà di chi si è messo all’opera: contagio di vita e unità che i tanti giovani che hanno offerto il loro impegno hanno riconosciuto come un dono di cui essere grati. Basta pensare ai dialoghi nati tra ospiti o visitatori di nazionalità, fede, convinzioni o schieramenti politici diversi. In questi cinque giorni, ci si è allenati a riconoscere nell’altro una risorsa buona per la propria vita. Anche nella semplicità di un incontro fortuito o nel più umile dei “servizi”, al Meeting «ogni secondo è occasione per un incontro»: lo afferma Paolo, giovane cremonese che indossa una maglia viola per contraddistinguere il suo compito di parcheggiatore.

Mostre, convegni, spettacoli: qualsiasi proposta del Meeting intercetta il “desiderio di felicità, di bene, di verità e di giustizia che abita nel cuore di ognuno”. È la mission dell’evento, come viene esplicitato nel sito ufficiale della Fondazione.

Ciò non significa che il lavoro sia privo di difficoltà: «Se l’anno scorso il Meeting è stato per me una rinascita, quest’anno mi sono stati messi davanti i miei limiti» afferma Chiara, anche lei di Cremona, vestita con la t-shirt gialla del settore ristorazione. Aggiunge sorridendo: «Eppure, c’è qualcuno che mi vuole così».  Si può arrivare dopo un anno faticoso e si può arrivare carichi del proprio limite, sicuri che ci sarà qualcuno pronto ad accoglierti, «anche persone con cui non hai mai parlato» dice Chiara.

Dunque, un luogo di incontro, accoglienza e soprattutto gratuità, come testimoniano i ragazzi di Cremona lì presenti. Nei cinque giorni del Meeting, tra mostre, convegni e spettacoli, tutti, compresi i nostri ragazzi, hanno potuto riconoscere quella “passione per l’uomo” con forza richiamata dal fondatore del movimento di Comunione e Liberazione don Luigi Giussani. Come riporta il sito della Fondazione, il Meeting di Rimini, andando a scomodare tanti ambiti della cultura, vuole essere “il luogo fisico in cui sperimentare come l’esperienza della fede cristiana vissuta sia capace di incontrare e valorizzare ogni tentativo umano che collabora positivamente al destino di ogni uomo”.

Matilde Gilardi
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail