• SEPARATE… MA NON DIVISE: DODICESIMO CAPITOLO

    “Ivi nella preghiera s’acquista quell’occhio il cui limpido sguardo ferisce di amore lo Sposo e la cui trasparente purezza permette di vedere Dio… Ivi Dio concede in ricompensa ai suoi atleti la mercede desiderata per il lavoro della lotta, cioè la pace che il mondo non conosce e il gaudio nello spirito santo… questa è... Leggi tutto →

    SEPARATE… MA NON DIVISE: UNDICESIMO CAPITOLO

        “L’Angelo si fermò… tenendo in mano un turibolo d’oro e gli fu data gran copia d’incenso. E salì il fumo degli aromi dalla mano dell’Angelo al cospetto del Signore”. Dalla Liturgia   Il decreto del Concilio Vaticano II sulla Liturgia e la sua applicazione nella Istitutio Generalis dell’Ufficio divino, hanno posto in luce... Leggi tutto →

    SEPARATE… MA NON DIVISE: DECIMO CAPITOLO

    “La celebrazione della Messa Conventuale sia il centro della Comunità. Infatti il memoriale della morte e della Risurrezione del Signore è il vincolo della carità fraterna e la fonte prima dell’ardore apostolico”. Dalle Costituzioni delle Monache dell’Ordine dei Predicatori   Tanti, fermandosi pensosi davanti all’edificio silenzioso e impenetrabile del Monastero, forse si chiedono: come si... Leggi tutto →

    Mese di maggio in compagnia di…

    Alla processione della Salve Regina, quando i frati cantavano: “…Et Jesum, benedictum fructum ventris tui, nobis post hoc exilium ostende… …mostraci dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno,” la Vergine con in braccio il Figlio ancora in tenera età, lo mostrava a tutti e a ciascuno dei frati con molta gioia. Da... Leggi tutto →

    SEPARATE… MA NON DIVISE: NONO CAPITOLO

    “…ti farò mia sposa per sempre: nell’amore e nella misericordia, ti farò mia sposa fedele”. (Os 2, 21-22)   ‘Vennero le nozze dell’Agnello ed egli preparò la sua Sposa’ (Ap 19, 7). Sì, veramente Gesù ha preparato la novizia per il giorno della sua Professione Solenne (definitiva) con cui la unisce per sempre a sé... Leggi tutto →

    Cristo è risorto! Alleluia, Alleluia!

      I seguaci di Mosè immolavano l’agnello pasquale una volta all’anno, nel quattordicesimo giorno del primo mese, verso il tramonto. Noi invece, uomini della nuova alleanza, che celebriamo tutte le domeniche la nostra pasqua, ci saziamo sempre del corpo del Salvatore, sempre comunichiamo al sangue dell’Agnello, sempre cingiamo i fianchi dell’anima nostra di castità e... Leggi tutto →

    Da “Patris Corde” di Papa Francesco – 2° parte

       San Giuseppe era un carpentiere che ha lavorato onestamente per garantire il sostentamento della sua famiglia. Da lui Gesù ha imparato il valore, la dignità e la gioia di ciò che significa mangiare il pane frutto del proprio lavoro.   Il lavoro diventa partecipazione all’opera stessa della salvezza, occasione per affrettare l’avvento del Regno,... Leggi tutto →

    Da “Patris Corde” di Papa Francesco – 1° parte

      Con cuore di padre: così Giuseppe ha amato Gesù, chiamato in tutti e quattro i Vangeli «il figlio di Giuseppe».   Ebbe il coraggio di assumere la paternità legale di Gesù, a cui impose il nome rivelato dall’Angelo: «Tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati» (Mt 1,21). Come... Leggi tutto →