Sabato 16 ottobre a Cremona la Veglia diocesana per l’avvio del Sinodo: inizio suddivisi per zone pastorali in tre chiese della città e conclusione comunitaria con il vescovo in Cattedrale

Domenica 10 ottobre Papa Francesco ha ufficialmente aperto il Sinodo universale che, la settimana successiva, avvia i cammini sinodali a livello diocesani. In questo contesto nella serata di sabato 16 ottobre il vescovo Antonio Napolioni presiederà a Cremona la veglia diocesana, cui sono invitate tutte le comunità parrocchiali insieme ai propri sacerdoti, i gruppi e le associazioni ecclesiali, insieme agli istituti di vita consacrata. La convocazione diocesana sarà anche occasione per vivere comunitariamente il mandato missionario ai due laici in partenza per il Brasile come “fidei donum” nella parrocchia Gesù Cristo Risorto di Salvador de Bahia.

La serata di preghiera prenderà avvio alle 21 in tre chiese cittadine, dove i fedeli sono invitati a ritrovarsi in base alle zone pastorali di provenienza: a San Pietro al Po le zone pastorali 1 e 2, a S. Abbondio la zona 3 e a S. Michele le zone 3 e 4. A introdurre la riflessione sarà un passaggio del documento preparatorio del Sinodo dei Vescovi sulla necessità di vivere una autentica comunione e camminare insieme.

Proprio per questo, dopo l’invocazione dello Spirito, i partecipanti saranno invitati a mettersi in cammino verso la Cattedrale, unendosi ai fratelli degli altri territori diocesani. Ad accogliere i fedeli sarà il vescovo Antonio Napolioni che, alla porta del Duomo, aspergerà la gente durante l’ingresso.

La celebrazione, animata con il canto in Cattedrale dal coro Psallentes di Soresina e il coro Saint Michel della comunità francofona africana, proseguirà meditando alcuni altri passaggi del documento preparatorio del Sinodo sino alla chiamata di Gloria Manfredini e Marco Allegri, i due laici in partenza per il Brasile come “fidei donum”. Saranno proprio loro a proclamare alcuni passi del Vangelo e a ricevere, dopo l’omelia, il mandato missionario, ricevendo dal vescovo il crocifisso e un cero simbolo della loro testimonianza che rimarrà anche come come segno visibile sia in Cattedrale che nella parrocchia di Salvador de Bahia.

Prima della benedizione finale, dopo un breve richiamo al percorso del cammino sinodale, il Vescovo consegnerà a ogni gruppo parrocchiale, associazione o famiglia religiosa un segno del Sinodo: un manifesto che potrà accompagnare l’intera fase diocesana.

La veglia diocesana – dal momento dell’ingresso in Cattedrale – sarà trasmessa in diretta sui canali web della diocesi e in tv su Cremona1 a partire dalle 21.15 dopo le rubriche diocesane Giorno del Signore (ore 20.30) e Chiesa di Casa (ore 21).

 

Scarica la locandina della veglia

 

Scarica e condividi il post social:

 

 

“Vivremo un decennio interamente sinodale”, proposta CEI di far redigere gli Orientamenti pastorali “all’intero popolo di Dio”

Il Papa apre il Sinodo: non è una convention ecclesiale ma un evento di grazia

Sinodo, Papa Francesco: “Non bisogna fare un’altra Chiesa, bisogna fare una Chiesa diversa”