Nella Giornata del Creato l’invito a una vera transizione ecologica. Ecco le proposte nelle zone

“Occorre contrastare, presto ed efficacemente, quel degrado socio-ambientale che si intreccia con i drammatici fenomeni pandemici di questi anni”. Ne sono convinti i vescovi italiani, che nel messaggio per la 16ª Giornata nazionale per la Custodia del Creato, che si celebra il 1° settembre, inseriscono l’appuntamento nel cammino verso la 49ª Settimana Sociale dei cattolici italiani, che avrà per titolo “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro. #tuttoèconnesso”. “L’epoca che stiamo vivendo è piena di contraddizioni e di opportunità”, l’esordio del messaggio. E ancora: “La strada che conduce a Taranto richiede a tutti un supplemento di coinvolgimento perché sia un percorso di Chiesa che intende camminare insieme e con stile sinodale”. Da qui l’appello per «una vera transizione ecologica che arrivi a modificare alcuni presupposti di fondo del nostro modello di sviluppo».

Il messaggio per la Giornata è stato elaborato dai Vescovi delle due Commissioni, per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, e dell’Ecumenismo e il dialogo. Il messaggio dei Vescovi (.pdf)

La celebrazione nazionale sarà ospitata quest’anno dalla diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza, nei giorni 4 e 5 settembre. Ma anche in Diocesi di Cremona non mancano iniziative che, promosse dalle diverse zone pastorali, accompagneranno tutto il mese di settembre valorizzando il “Tempo del Creato” (dal 1 settembre al 4 ottobre) voluto da papa Francesco per sottolineare l’importanza e l’urgenza di curare la “casa comune” nell’anno dedicato all’enciclica Laudato si’.

Gli incontri zonali sono promossi dalle singole comunità cristiane con un invito alla partecipazione da parte delle istituzioni civili e anche dei gruppi impegnati per la cura e la tutela dell’ambiente che già nei singoli territori operano sulle questioni ambientali e climatiche. Inoltre, compatibilmente con lo svilupparsi della situazione pandemica, l’intento è quello di proseguire durante tutto l’anno pastorale l’approfondimento di queste tematiche con ulteriori incontri.

Durante i momenti di riflessione e formazione saranno presenti alcuni esperti di realtà operanti in diversi settori, dall’agricoltura all’allevamento fino ad arrivare alle riserve naturali e ai temi del recupero dei materiali secondo la logica dell’economia circolare, che porteranno la loro testimonianza di realtà che già concretamente operano sul territorio diocesano secondo delle logiche dell’ecologia integrale indicata nell’enciclica di Papa Francesco.

 

Materiali utili

 

Di seguito il programma predisposto nelle cinque zone pastorali della diocesi di Cremona.

 

Zona 1 – Camminare in una vita nuova

L’appuntamento nella Zona pastorale 1 è per sabato 25 settembre, dalle 16, a Cassano d’Adda con un momento di preghiera presso la base scout in via Colognesi. Ad aiutare la riflessione sarà l’economista Giacomo Bailetti che approfondirà i temi della cura del creato e dell’economia alla luce dell’enciclica Laudato si’. Ci sarà poi un momento di riflessione curato da Davide Geroldi, studente specializzato sui temi dell’economia circolare, dal titolo “Economia circolare ambiente e clima: Cosa cambia per noi? Cosa possiamo fare?”. Al termine dell’incontro, prima dell’aperitivo solidale conclusivo, ci sarà inoltre la testimonianza dei Rudaroli di Pandino, un gruppo di ragazzi impegnati a mantenere pulito il loro paese.

Scarica la locandina della Zona 1

 

Zona 2 – A.A.A. agricoltura, allevamenti ambiente 

L’incontro per la zona pastorale 2 è previsto nel pomeriggio di sabato 25 settembre presso Villa Manna Roncadelli di Grumone (frazione di Corte de’ Frati) con un momento di approfondimento sui temi dell’agricoltura e dell’allevamento sostenibile insieme all’importante tema della biodiversità. L’appuntamento è a partire dalle 15. Dopo un momento iniziale di preghiera (ore 15.30), si guarderà al tema della biodiversità nel territorio attraverso il racconto dell’esperienza dei volontari e delle guardie del Parco dell’Oglio. Al centro della riflessione il recupero delle biodiversità nelle vecchie culture della vite e l’interrogativo se con le nuove tecnologie sia possibile un’agricoltura sostenibile. Per le 17.30 sono previste le conclusioni cercando di capire come continuare l’attenzione all’ambiente e la cura del creato nel territorio. Partecipazione con green pass e mascherina.

Scarica la locandina dell’evento di Corte de’ Frati

Un ulteriore appuntamento nel pomeriggio di sabato 18 settembre alla Isla de Burro di Zanengo con momento di riflessione e preghiera per la salvaguardia della casa comune: leggi per saperne di più.

Scarica la locandina dei due venti della Zona 2

 

Zona 3

Sabato 25 settembre, dalle 15.30 presso il parco delle ex Colonie Padane di Cremona, si terrà l’ormai tradizionale momento di preghiera e riflessione. L’incontro inizierà con un momento di preghiera che avrà come filo conduttore il messaggio per la Giornata del Creato. Quindi, mentre per i bambini e i ragazzi sarà proposto un grande gioco liberamente ispirato al racconto “L’uomo che piantava alberi”, a cura dei Gruppi Scuot Cremona2 e Cremona3, per gli adulti la riflessione proseguirà con alcune testimonianze sul tema della transizione ecologica. Interverranno realtà sociali e produttive del territorio: cooperativa sociale Nazareth, associazione No Spreco, cooperativa sociale Il Calabrone, ditta Bio.C e l’Amministrazione comunale sulla gestione rifiuti. L’evento si concluderà con un momento di merenda per i ragazzi e un aperitivo per gli adulti (prenotazione obbligatoria entro il 20 settembre telefonando al 347-4810421, costo 10 euro singoli, 15 per le coppie).

Scarica la locandina della Zona 3

 

Zona 4 – Di acqua e di altri racconti

Un primo incontro si è già svolto domenica 29 agosto con la processione e la benedizione del fiume, a Castelfranco sull’Oglio, alla presenza del vescovo Antonio Napolioni [leggi il resoconto]. Un secondo momento di preghiera sarà domenica 5 settembre a Piadena con la Messa delle 11 presieduta da don Maurizio Lucini, coordinatore diocesano dell’area pastorale “Nel mondo con lo stile del servizio”. Nel pomeriggio seguirà un momento di approfondimento a Pontirolo (ore 17) con la presentazione del libro “L’acqua e/è la vita” del professore Riccardo Groppali, cui saguirà (alle 18) la testimonianza di di Mina Bettinotti, volontaria dell’associazione AsSOS Africa di Cremona, che parlerà dei problemi legati alla carenza di acqua [leggi il resoconto].

Scarica la locandina della Zona 4

 

Zona 5 – Veglia di preghiera

Per la Zona pastorale 5 è in programma una veglia di preghiera presso la parrocchia di Bozzolo nella serata di mercoledì 22 settembre alle ore 21: tutte le parrocchie sono invitate a partecipare.

Scarica la locandina della Zona 5

 

I vescovi per la Giornata del Creato: “Insieme” è la parola chiave per costruire il futuro