Nel Duomo di Casalmaggiore lettura drammatizzata della Passione

Una celebrazione della Domenica delle Palme davvero speciale quella che si è tenuta il 14 aprile nel Duomo di Casalmaggiore. Dopo la benedizione dei rami di ulivo nel cortile interno all’oratorio Maffei, cuore dell’azione liturgica è stata la lettura drammatizzata della Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo il Vangelo di san Luca, affidata dal parroco Rubagotti a un gruppo tanto inusuale quanto motivato di speciali parrocchiani.

Se lo scorso anno era stata una sacra rappresentazione della Passione tenuta all’esterno della chiesa di san Francesco ad attirare i fedeli, per l’apertura della Settimana Santa 2019 la  Commissione Evangelizzazione del Consiglio pastorale ha deciso di proporre alla comunità una lettura animata del Vangelo delle Palme, che permettesse ai presenti di sentirsi maggiormente partecipi nell’ascolto e coinvolti nella riflessione personale.

Con la collaborazione alla regia del prof. Gian Carlo Roseghini e alla lettura di giovani e meno giovani tra cui un talentuoso Sebastiano Fortugno – che ha dato voce alle parole di Cristo – si sono alternate battute individuali e parti corali, che sono state possibili grazie alla disponibilità di un gruppo eterogeneo di parrocchiani convinto che “uniti in Gesù si fanno piccole e grandi cose”. Venti minuti di “alto livello” come li ha definiti il parroco don Claudio Rubagotti al temine della Messa.

Ha contribuito alla buona riuscita della celebrazione anche la presenza della Schola Cantorum del Duomo di Casalmaggiore diretta dal maestro Eugenio Negri.