Nei venerdì di Quaresima la “pausa digiuno” in Cattedrale

Preghiera, digiuno e carità caratterizzano il cammino della Chiesa verso la Pasqua nel tempo della Quaresima. Da questa consapevolezza prende forma a Cremona l’iniziativa promossa dall’unità pastorale Sant’Omobono nei venerdì di Quaresima, durante i quali la Cattedrale, in maniera straordinaria, rimarrà aperta anche durante la pausa pranzo, con orario continuato, per permettere, a quanti lo vorranno, di vivere un momento di preghiera. Dalle 12.30 alle 14 sarà esposto il Santissimo Sacramento per l’adorazione personale e dalle 13.15 sarà anche offerta una meditazione sul Vangelo del giorno.

«Vorremmo offrire la possibilità di occupare con la preghiera il tempo solitamente dedicato al pranzo – spiega il rettore della Cattedrale, monsignor Attilio Cibolini – consentendo l’accesso alla Cattedrale anche in un orario solitamente di chiusura, riprendendo ciò che prima del Covid si faceva nella chiesa sussidiaria di San Girolamo. Ognuno potrà decidere se partecipare all’intero momento di adorazione o fermarsi in preghiera solo per un tempo più limitato».

Adorazione e preghiera, ascolto e riflessione della Parola, ma anche carità. «Abbiamo chiamato questa iniziativa “Pausa digiuno” – spiega il sacerdote – con un legame al progetto proposto quest’anno in diocesi per la Quaresima di carità. Sarà infatti possibile donare quanto idealmente risparmiato digiunando per poter offrire un pasto ad anziani e persone sole, costrette a vivere un’altra Pasqua in fragilità e solitudine».

La prima e l’ultima meditazione sulla Parola saranno tenute dal vescovo Antonio Napolioni, mentre negli altri venerdì le riflessioni saranno a cura dei sacerdoti dell’unità pastorale cittadina che comprende le parrocchie di S. Maria Assunta in Cattedrale, Sant’Imerio e San Pietro al Po.

Scarica la locandina