1

Madonna della Misericordia, a Castelleone iniziata la novena

Per la celebrazione del 508° anniversario delle apparizioni della Madonna della Misericordia alla veggente Domenica Zanenga, la parrocchia di Castelleone ha iniziato martedì 2 maggio la novena che durerà fino al 10 maggio e che prevede ogni giorno una Messa alle 6.30 e una alle 21. La celebrazione eucaristica serale è dedicata in modo particolare alle famiglie: infatti i diversi gruppi catecumenali avranno il compito di rendere più partecipata e coinvolgente la celebrazione.

Sabato 11 maggio, giorno anniversario della prima delle apparizioni, il programma delle celebrazioni prevede alle 9.30, dopo un momento di preghiera nella chiesa parrocchiale, la processione verso il Santuario alla presenza del vescovo Antonio Napolioni. Sarà lo stesso Vescovo che alle 11 presiederà la Messa solenne, concelebrata dai sacerdoti nativi e da quanti in Castelleone hanno svolto il loro ministero.

La giornata proseguirà alle 15.30 il Rosario con benedizione eucaristica; alle 17 vespro, con adorazione e benedizione eucaristica. Alle 19 Messa presieduta dal parroco, don Giambattista Piacentini.

Nei giorni seguenti si succederanno altre celebrazioni: domenica 12 maggio, alle 10, Messa per anniversari dei matrimoni (25°/40°/50°/60°) e alle 16, benedizione bambini; lunedì 13 maggio, alle 16 celebrazione per gli ammalati e gli anziani, mentre alle 21 sarà celebrata la Messa con benedizione degli automezzi e dei veicoli; martedì 14 maggio, alle 21, processione aux flambeaux da piazza Fondulo al Santuario, canto del Te Deum e benedizione eucaristica; mercoledì 15 maggio, alle 17, sarà celebrata una Messa di suffragio in memoria dei benefattori defunti.

Le celebrazione per le apparizioni della Madonna della Misericordia coinvolgono anche le parrocchie circonvicine con i loro pellegrinaggi: hanno iniziato Gombito, San Latino, Formigara, Cornaleto e San Bassano mercoledì 1° maggio, proseguirà Trigolo domenica 5 maggio e chiuderà Corte Madama domenica 12 maggio.

Durante l’intero mese di maggio nei diversi quartieri e nelle frazioni di Castelleone si reciterà il Rosario e venerdì 31 maggio, alle 21, processione da piazza Fondulo al Santuario a conclusione del mese mariano.

 

Le apparizioni della Vergine

Nei giorni 11, 12, 13 e 14 maggio del 1511, la Madonna, presentatasi come Madre della Misericordia, apparve alla veggente Domenica Zanenga chiedendo che si digiunasse per alcuni giorni, che si facesse penitenza dei peccati, che si pregasse Dio, chiedendo perdono del male compiuto, che si rispettasse il riposo festivo e che si costruisse una chiesa chiamandola S. Maria della Misericordia.

Queste le parole della Vergine: «Alzati, Domenica, non temere! Io sono la Madre di misericordia. Tutti preghino Dio e facciano penitenza dei loro peccati. Troppo è offeso il Signore. Assicura tutti che io non mancherò mai di intercedere per i peccatori pentiti e di ottenere per loro perdono e misericordia. Si facciano pubbliche preghiere e rigorosi digiuni nei giorni di mercoledì, venerdì e sabato. Siano santificati e non profanati i giorni di festa. È mio desiderio che si costruisca in questo luogo una chiesa e sia chiamata Santa Maria della Misericordia».

 

La storia del Santuario

Nel 1513 iniziarono i lavori per la costruzione del santuario, su disegno di Agostino de Fondulis. Il tiburio fu ultimato nel 1525 e il campanile nel 1575. La statua della Madonna fu scolpita dallo scultore Giovanni Paolo Maltempo nel 1560, e solo recentemente è riapparsa nella sua semplice bellezza, complice il restauro del ricco e sontuoso abito ottocentesco. Diverse e importanti le opere d’arte conservate al suo interno, come varie sono state le vicende religiose e architettoniche del santuario, se ne ricordano due: nel 1866 l’incoronazione della statua della Beata Vergine della Misericordia (evento ricordato alla seconda domenica di settembre) e l’allungamento di una campata della chiesa nel 1910.