Il 12 marzo a Buzzoletto preghiera interreligiosa per la pace

È proprio quando la pace e l’armonia sono più minacciate che si avverte maggiormente il loro immenso valore e la necessità di adoperarsi in ogni modo per ristabilirle. Ecco perché le comunità Laudato si’ di Viadana e Marcaria, insieme ai rappresentanti delle tre principali religioni monoteiste – quella cristiana, quella musulmana e quella ebraica – hanno indetto una celebrazione interreligiosa nel giorno di sabato 12 marzo alle 16, presso la sala multifunzione della cooperativa Palm W.& P. onlus, situata in via Codisotto 8 a Buzzoletto (Viadana), nel Mantovano, per pregare insieme, invocando la pace e l’armonia con il creato.

«Deve esserci un impegno condiviso – spiegano gli organizzatori – per salvare la pace, che è il supremo bene in questo momento storico: pace fra gli uomini, pace fra le nazioni, pace con il pianeta. Le minacce alla sopravvivenza umana sono intrecciate tra di loro. “Tutto è connesso” su questa Terra, ci ha ricordato Papa Francesco nella Laudato si’. Per questo è fondamentale l’impegno di tutti, osando anche gesti coraggiosi. La guerra deve diventare un tabù, perché come affermò Papa Giovanni XXIII è “aliena alla ragione”, cioè una follia».

Al termine della celebrazione, dopo un momento conviviale, sarà distribuito ai presenti un alberello da piantare come segno di speranza nel futuro e di cura e cooperazione con il creato e si raccoglieranno tra i presenti le offerte che saranno devolute alla Caritas cremonese per il sostegno e l’accoglienza dei profughi ucraini (il codice Iban per eventuali bonifici è il seguente: IT 74 E 03069 11400 100000061305).

Scarica qui la locandina