1

“Giovani IN cammino”, l’oratorio di Pandino protagonista su Radio Marconi

Sono 150 i progetti complessivamente portati avanti quest’anno negli oratori lombardi grazie al bando “Giovani IN cammino”, proposto anche sul territorio diocesano da Odielle (Oratori Diocesi Lombarde) grazie agli stanziamenti di Regione Lombardia (Assessorato allo Sviluppo Città metropolitana, Giovani e Comunicazione), con l’obiettivo di stimolare l’aggregazione giovanile attraverso la tradizionale presenza educativa degli oratori. L’obiettivo di “Giovani IN cammino” è di ripensare il sistema educativo delle parrocchie con discernimento pastorale e creatività, ponendosi in ascolto dei giovani e valorizzando le loro risorse. In questo contesto gli oratori rappresentano più che mai un ponte fra la strada e la Chiesa, uno strumento pastorale rivolto a tutti i giovani chiamato a conoscere ed approfondire vecchie e nuove forme di disagio.

Il progetto è raccontato nell’omonima rubrica radiofonica di Radio Marconi, emittente radiofonica della Diocesi di Milano, che nella quinta puntata ha dato spazio anche a una delle esperienze in atto in Diocesi di Cremona. In particolare protagonista è stato l’oratorio di Pandino, dove il progetto “Giovani IN cammino” si ramifica in altre due proposte: “Giovani IN campo” e “Giovani IN formazione”, come ha spiegato il vicario don Andrea Lamperti Tornaghi. 

«L’obiettivo del progetto “Giovani IN campo” è quello di favorire, attraverso il linguaggio dello sport, al dinamica dell’inclusione, per un settore e una fascia di età sempre più portati alla dispersione», ha spiegato il sacerdote durante l’intervista. E ha aggiunto: «L’altro progetto, invece, vede il coinvolgimento di un giovane, nato e cresciuto in parrocchia, che negli anni ha sviluppato competenze a livello informatico. Attraverso il suo coinvolgimento e un’azione di coordinamento a lui affidata vengono svolte alcune attività di educazione e formazione giovanile riguardante il mondo digitale». Laboratori di coding, videomaking, video-editing e non solo; progetti di informatica e comunicazione, finalizzati anche all’organizzazione delle attività della parrocchia e dell’oratorio.

Collaborazione e inclusione sono dunque i cardini di questi progetti, ai quali, nei prossimi mesi, se ne aggiungerà un altro: «Un progetto che prevede il coinvolgimento, in un rapporto intergenerazionale, dei giovani adolescenti, che saranno tutor di quelle persone che anagraficamente potrebbero corrispondere ai loro nonni, in un percorso di alfabetizzazione digitale».

Ascolta il podcast della puntata