Giorno dell’ascolto, il programma della due-giorni di formazione a Caravaggio

Una sosta in cui chiedere proprio alla Parola di Dio di farci guardare con sapienza nel cuore, nella vita, nella Chiesa, nel mondo. Si preannuncia così la due giorni residenziale in programma dal pomeriggio di venerdì 11 settembre a quello di sabato 12 presso il Centro di spiritualità del Santuario di Caravaggio, occasione di formazione specifica in vista del “Giorno dell’ascolto” che caratterizzerà l’avvio del nuovo anno pastorale. Destinatari privilegiati sono i sacerdoti diocesani insieme ai componenti del Consiglio pastorale diocesano, oltre ai parroci moderatori di unità pastorali e i laici membri degli organismi di partecipazione. Ufficializzato il programma del corso, che sarà guidato dal vescovo Antonio Napolioni e don Antonio Torresin, parroco e formatore nella Chiesa di Milano.

Il ritrovo è fissato per le ore 17 di venerdì 11 settembre presso il Centro di spiritualità del Santuario di Caravaggio. Dopo la preghiera del Vespro (ore 17.45) si entrerà nel vivo della proposta con la relazione di don Torresin su come riscoprire l’essenziale dell’essere discepoli-missionari. Dopo la cena si proseguirà in assemblea riflettendo su come la forzata sosta in casa abbia costretto a una relazione più stringente e meno frettolosa con gli altri, con noi stessi, con Dio, riscoprendo la centralità della Parola di Dio. Ma anche su come si è reagito alle difficoltà e come si è potuto continuare a sentirsi comunità, come si sono coltivate le relazioni, avendo più tempo e meno organizzazione, interrogandosi se è stata colta la possibilità di vivere con più verità, spiritualità e leggerezza.

La mattinata di sabato inizierà in Santuario con la recita delle Lodi e la Messa (ore 8.30), proseguendo poi dalle 9.30 con l’esperienza di ascolto della Parola guidata dal Vescovo. Dalle 10.30 sarà quindi lasciato spazio per una rilettura critica dell’esperienza fatta: verifica personale, in gruppo e confronto assembleare. Dopo il pranzo, alle 14.30 don Marco d’Agostino proporrà una riflessione di “Criteriologia per un approccio corretto alla Parola”, interrogandosi poi su come proporre e vivere il “Giorno dell’ascolto” nelle parrocchie e unità pastorali: progettualità, possibili attuazioni e modalità concrete a cura di don Torresin. Il termine della due giorni è prevista per le 16 con le conclusioni affidate al Vescovo.

All’inizio del nuovo anno pastorale ogni parrocchia o unità pastorale, infatti, è invitata a scegliere un giorno della settimana in cui ritrovarsi intorno alla Parola di Dio: i sacerdoti e i loro collaboratori, il Consiglio pastorale parrocchiale e gli adulti e giovani più motivati e disponibili. Un’occasione non per fare erudizione biblica, ma per diventare insieme discepoli-missionari, che condividono l’esperienza umana e le sue domande, l’ascolto del Signore e la scoperta della verità, fino agli orizzonti della preghiera, della lode, della carità, della missione. Sarà questo il “Giorno dell’ascolto”, da enfatizzare magari rinunciando all’Eucaristia feriale (che i sacerdoti possono celebrare tra loro o in contesti particolari, per esempio nelle Rsa o presso qualche infermo), e mettendo da parte altre forme di catechesi parrocchiale degli adulti.

Per aiutare e accompagnare il “Giorno dell’ascolto” il Vescovo offrirà ogni settimana una brevissima traccia introduttiva, basata sul Vangelo domenicale, da cui trarre la domanda su cui confrontarsi.

Per iscriversi alla due giorni formativa di Caravaggio dell’11 e 12 settembre è necessario inviare via e-mail all’indirizzo pastorale@diocesidicremona.it il modulo di iscrizione debitamente compilato. Quota di partecipazione 30 euro. È necessario portare la Bibbia.

Lettera di invito                       Locandina

 


Clicca sull’immagine per scaricare e condividere il post social