Archivi della categoria: Debora Donnini

image_pdfimage_print

Il Papa apre il Sinodo: non è una convention ecclesiale ma un evento di grazia

Si è disposti “all’avventura del cammino” condividendo le vicende dell’umanità o si preferisce rifugiarsi nelle scuse del “non serve” o del “si è fatto sempre così”? È la domanda che il Papa pone nella Messa di apertura del Sinodo sulla sinodalità, nella Basilica di San Pietro.  Presenti circa 3mila persone, fra cardinali, vescovi, sacerdoti, religiosi e laici. Incontrare, ascoltare, discernere sono i tre verbi che Francesco offre alla riflessione … Continua a leggere »

I giovani di Economy of Francesco riflettono su energia e agricoltura

Al via la prima di quattro MasterClass legate all’agroalimentare e alla produzione di energia. Intervento di due giovani donne delle popolazioni indigene dell’America Latina

Lo sguardo è rivolto al nuovo incontro mondiale di giovani economisti e imprenditori di The Economy of Francesco che si terrà il prossimo ottobre, dopo quello del novembre 2020. Proseguono, dunque, iniziative che puntano a dare un’anima all’economia, nell’ottica di un’ecologia integrale. Quella di cercare delle proposte diverse sulle tematiche legate all’agricoltura e all’energia è l’impegno di quattro MasterClass organizzate da giovani di The Economy of Francesco in collaborazione con il World Food Forum, una rete globale indipendente, creata e guidata dai giovani, per trasformare i sistemi agroalimentari e raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Al via, oggi, il primo di questi incontri su cui si sofferma, nell’intervista, Maurizio Pitzolu, membro del comitato centrale di The Economy of Francesco e coordinatore dei Villaggi agricoltura e giustizia, energia e povertà, che sottolinea come si sia voluto trovare un tavolo di discussione comune con tanti altri giovani che condividono pensieri simili. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

“Me l’aspettavo!”: l’audiolibro dedicato a don Puglisi

L’iniziativa che racconta del sacerdote ucciso dalla mafia nel 1993, è a cura di Caritas Italiana e Rete Europea Risorse Umane

Don Giuseppe Puglisi “educando i ragazzi secondo il Vangelo li sottraeva alla malavita, e così questa ha cercato di sconfiggerlo uccidendolo. In realtà, però, è lui che ha vinto, con Cristo Risorto”. Per capire appieno la portata della missione del sacerdote palermitano sono illuminanti queste parole pronunciate da Papa Francesco all’Angelus del 26 maggio del 2013, il giorno dopo la beatificazione di Puglisi, ucciso in odium fidei nel 1993 dalla mafia. A 25 anni da quell’omicidio, nel 2018 lo stesso Papa Francesco si era raccolto in preghiera a Palermo, davanti al medaglione di bronzo sul punto dove è caduto il sacerdote. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

La difficile strada della conciliazione lavoro-maternità

In Italia, nel 2019, 37mila lavoratrici madri hanno lasciato volontariamente il proprio posto di lavoro, secondo i dati dell'Ispettorato nazionale del lavoro. Ne parla nell'intervista Giorgio Graziani, segretario confederale Cisl con delega a Donne e Giovani

Che le donne siano il perno fondamentale della vita delle famiglie, dei figli, del welfare, lo dimostrano, anche se indirettamente, i dati diffusi dall’Ispettorato del Lavoro: nel 2019, in Italia, il 73% delle dimissioni volontarie sono state presentate da donne. Un impegno importante quello delle donne e delle madri, che va però sostenuto e riconosciuto. I dati dell’INL ci dicono infatti che l’anno scorso più di 37mila lavoratrici madri hanno lasciato il lavoro, il 60 per cento in attesa del primo figlio o dopo la nascita. Dati che da soli disegnano senza possibilità di fraintendimento la difficoltà di conciliare il lavoro e la cura della famiglia, in particolare dei figli. La fascia d’età più coinvolta è fra i 29 e i 44 anni. È come quindi se una donna che ha figli fosse costretta spesso quasi ad una scelta ineluttabile. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

Il Papa: gli Stati proteggano la famiglia e la Chiesa la aiuti – VIDEO DEL PAPA

La preoccupazione per le difficoltà che oggi vivono le famiglie e l’amore profondo per la cellula fondamentale della società guidano l'intenzione di preghiera del Papa nel mese di luglio

“La famiglia ha bisogno di essere protetta”. È a partire da questo sguardo nitido sulla realtà che si leva l’accorato appello del Papa a pregare, a luglio, per la famiglia che nel mondo di oggi affronta “tanti pericoli”, “il ritmo della vita, lo stress”. Tanti i problemi che oggi hanno le famiglie e non a caso nel video in spagnolo, Francesco accenna alle questioni legate alla convivenza quotidiana come che “a volte i genitori dimenticano di giocare con i propri figli”.

Continua a leggere »

Debora Donnini
TeleRadio Cremona Cittanova
Facebooktwittermail

Le nuove eroine del Terzo Millennio

Supportare le madri nel loro ruolo materno e anche di lavoratrici. Ne parla nell’intervista la vicepresidente del Forum delle Associazioni Familiari, Emma Ciccarelli, in vista della festa della mamma

“La mamma è sempre la mamma”, dice un motto popolare che, come molti detti, nasconde verità profonde e un sentire comune non così banale. Anche perchè è il futuro stesso del mondo che passa dall’apertura alla vita di tante donne, che regalano così alla società coloro che un domani ne saranno i protagonisti. La festa della mamma, una ricorrenza laica che, dapprima festeggiata l’8 maggio, è stata poi fissata in Italia nella seconda domenica di maggio. Non si può non notare che cade nel mese mariano di maggio e che l’8 maggio sia proprio la festa della Madonna del Rosario di Pompei. Una festa che quest’anno ricorre mentre nel mondo imperversa l’epidemia da Coronavirus e in alcuni Paesi riprendono, con prudenza, alcune attività. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

La fede e la Donna più amata nella storia dell’arte

Evocata costantemente dal Papa e presente in tante preghiere e richieste di aiuto in questa pandemia, l’immagine della Vergine Maria è senz'altro figura di ispirazione per generazioni di artisti. Dell’importanza della rappresentazione della Madonna ci parla in una intervista l’artista Francesco Astiaso Garcia

Da sempre, in tutto il mondo, nei momenti di grande sofferenza, i fedeli hanno levato gli occhi alla Madre, alla Vergine Maria. Non a caso assieme al Crocifisso di san Marcello al Corso, il Papa ha voluto invocare l’aiuto di Dio, nel pieno della pandemia da coronavirus, alla presenza anche dell’immagine di Maria Salus Popoli Romani, così legata all’intercessione nei momenti difficili della Città. Già prima, l’11 marzo, in occasione della Messa celebrata dal cardinale vicario Angelo De Donatis, presso il Santuario della Madonna del Divino Amore, Papa Francesco aveva inviato un videomessaggio con la sua preghiera alla Vergine, affidando la Città, l’Italia e il mondo alla protezione della Madre di Dio, “come segno di salvezza e di speranza”. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

Quei Promessi Sposi che ci parlano oggi

“Manzoni mi ha dato tanto”. Così Papa Francesco nel 2013 parlò del suo interesse per “I Promessi Sposi”, letti da lui più volte e richiamati anche in questo periodo. Il grande classico della letteratura italiana, ambientato in un periodo di pestilenza, tratteggia infatti l’umanità con grande attualità

“L’amore è intrepido”. Queste parole rivolte dal cardinale Federico Borromeo a don Abbondio nel chiedergli conto dei motivi per i quali non avesse celebrato il matrimonio di Renzo e Lucia, illuminano di una luce sfolgorante la missione dei cristiani di ieri e di oggi, chiamati ad essere come agnelli in mezzo ai lupi, sapendo che soffrire per la giustizia “è il nostro vincere”. Del resto, è tutto il discorso che il cardinale rivolge al curato del paesino in provincia di Lecco, a renderlo evidente con un rimprovero dal sapore cristiano, cioè una chiamata alla conversione, come in fondo sono tutti I Promessi Sposi, un mirabile affresco dell’animo umano in situazioni estreme, che conosciuti per il ruolo centrale che vi ha la Provvidenza, sono anche una scossa per ciascuno a riconoscerla e cooperare con essa. Nel rileggerli, nel tempo dell’emergenza da Coronavirus, non possono che balzare agli occhi quelle affinità che si scatenano nell’animo umano e nelle società quando vengono colpite da un flagello che si trasmette da un essere umano all’altro, costringendo, quindi, o a barricarsi nell’accusa  o, al contrario, a aprire il cuore e per quel che si può a scommettere la propria vita per gli altri, non ubbidendo all’iniquità, come dice sempre il Cardinale a don Abbondio, quell’iniquità che comanda “trasgressione e silenzio”. Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail

Il Papa: il presepe è un’immagine artigianale di pace

Se la nostra vita rinasce, è davvero Natale. Lo ricorda Papa Francesco all'udienza generale del 18 dicembre in Aula Paolo VI, concentrandosi sull'importanza di fare il presepe

Il presepe porta il Vangelo nei posti in cui si vive: nelle case, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze.  È il senso profondo del presepe per la pace, per la famiglia, per cambiare la nostra vita, assieme all’esortazione a realizzarne uno nelle proprie abitazioni, al centro della catechesi di Papa Francesco all’udienza generale in Aula Paolo VI. (Ascolta il servizio con la voce del Papa) Continua a leggere »

Debora Donnini
VaticanNews
Facebooktwittermail