Verso il rinnovo del Consiglio presbiterale diocesano: le elezioni anche online

Si sono aperte il 3 settembre e proseguiranno per tutto il mese le votazioni per il rinnovo del Consiglio presbiterale diocesano in carica per il quinquennio 2021-2026. In modo inedito le elezioni si stanno svolgendo con una doppia modalità: anche a fronte della situazione sanitaria in atto e delle stringenti normative in vigore, i sacerdoti potranno scegliere tra la tradizionale scheda cartacea e quella di tipo digitale, grazie al sistema di votazione elettronica garantito da un’azienda certificata del settore.

Nella prima metà del mese un primo turno elettorale permetterà di individuare un’ampia rosa di possibili candidati eleggibili, tramite cinque schede elettorali divise in base all’età anagrafica dei presbiteri. Nella seconda metà di settembre, poi, si terrà l’elezione effettiva dei membri del nuovo Consiglio.

La procedura di votazione è gestita dalla Cancelleria vescovile, che è a disposizione dei sacerdoti per ogni necessità o chiarimento rispetto alla procedure di voto.

Accanto alla modalità telematica è stata comunque garantita la formula più tradizionale per quanti non volessero o potessero utilizzare questa nuova modalità: per loro il riferimento sono i vicari zonali, cui ci si dovrà rivolgere per il ritiro del materiale necessario al voto.

Il Consiglio presbiterale diocesano è un vero e proprio organismo di comunione che, come senato del vescovo, lo coadiuva, a norma del diritto, nel governo della diocesi, per promuovere nel modo più efficace il bene del popolo di Dio affidato alle sue cure.