“Fake News” e servizio all’informazione: con Francesco Ognibene si ricorda il patrono dei giornalisti

L’appuntamento che ogni anno celebra con i giornalisti locali la memoria del Patrono san Francesco di Sales – liturgicamente il 24 gennaio – è stato invece convocato la mattina di lunedì 29, presso il Centro Pastorale di Cremona. Con il Vescovo Napolioni  i responsabili e gli addetti ai mezzi della comunicazione diocesana, professionisti di Cremona e provincia, rappresentanti degli Uffici Stampa di organizzazioni del territorio. E pure un gruppo di studenti maturandi del Liceo paritario “Vida” di Cremona.

Il Vescovo Antonio, che per impegni pastorali ha potuto essere presente solo per un saluto iniziale, ha guidato la preghiera introduttiva.

Intervento del Vescovo –  introduzione alla preghiera

L’incontro, promosso dall’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali, ha dato l’opportunità per una seria riflessione su uno degli aspetti più problematici dell’informazione: la faticosa verifica della veridicità delle notizie e l’impegno dei giornalisti ad essere “custodi della realtà”, oltre ogni strumentale falsificazione degli eventi, soprattutto dopo l’avvento degli strumenti digitali di comunicazione e l’estendersi delle reti sociali.

L’attenzione alle cosiddette “Fakes News” – vale a dire la disinformazione pianificata per interessi particolari – è il tema scelto da papa Francesco per la prossima Giornata Mondiale per le comunicazioni sociali, che si celebrerà nella Chiesa universale il prossimo 13 maggio, festa dell’Ascensione.

“La verità vi farà liberi” (Gv 8,23). Notizie false e giornalismo di pace è il titolo del Messaggio promulgato il 24 gennaio scorso. Lo ha commentato con vigore e profondità il caporedattore di Avvenire, Francesco Ognibene, approfondendo il senso di una professione votata ad offrire a lettori e fruitori dei media un solido approccio alla verità dei fatti.

Dopo l’appassionata relazione del giornalista, un breve dibattito ha offerto spunti di riflessione sulle trasformazioni in atto nel panorama informativo, sul destino della comunicazione a stampa, su pregi e limiti dell’universo digitale.

Introduzione di don Enrico Maggi, responsabile Ufficio diocesano Comunicazioni sociali

Relazione di Francesco Ognibene

 

Photogallery

 

Il messaggio del Papa per la prossima Giornata delle comunicazioni

 

Profilo di Francesco Ognibene

Caporedattore, ad Avvenire dal 1991, Ognibene si occupa al Desk centrale di bioetica, informazione religiosa e pagine diocesane, mass media, giovani. Cura dal 2002 la pagina settimanale Portaparola, sulla cultura, la comunicazione e la pastorale, e dal 2005 segue la pagina settimanale Giovani-Gmg. Sempre dal 2005 è responsabile dell’inserto “è vita” del giovedì. Ha seguito sul campo convegni ecclesiali nazionali, Giornate mondiali della gioventù, Settimane sociali dei cattolici ed eventi ecclesiali. Nel 2002 ha coordinato il progetto di ridisegno editoriale e grafico di Avvenire. Nato a Roma nel 1964, è laureato in Scienze politiche all’Università Cattolica, è sposato dal 1995 e padre di tre figlie.