Collegio dei Consultori

Il Collegio dei Consultori, composto da sei presbiteri scelti dal Vescovo diocesano nell’ambito dei membri del Consiglio Presbiterale, presta aiuto al Vescovo nell’amministrazione dei beni diocesani, delle persone giuridiche a lui soggette, e altri compiti a lui affidati dal Vescovo, con precipua attenzione alle finalità pastorali.

Dura in carica cinque anni e svolge i compiti che gli sono affidati dal diritto canonico. Il Collegio è presieduto dal Vescovo o, per mandato speciale, dal Vicario generale.
Composizione, compiti e modalità di funzionamento sono ulteriormente definiti e precisati nell’apposito Regolamento emanato dal Vescovo (costituz. sin. 061).

Per l’opportuno coordinamento dell’attività del Collegio dei consultori e del Consiglio per gli affari economici, il Vescovo avrà cura di nominare la medesima persona all’Ufficio di segretario dei due organismi, con facoltà di sceglierla anche fuori dai loro componenti. Le pratiche di competenza comune, in linea di principio, saranno esaminate previamente dal Collegio dei Consultori per un giudizio più specificamente pastorale (sostituz. Sin. 064,5-6).

(Regolamento della Curia Diocesana, Titolo III, art. 26-27, 31)

 

Composizione del Collegio 2012/2017

prorogato al 2018

 

Presidente:
  • Calvi don Massimo, Vicario Generale (per mandato speciale del Vescovo)

 

Membri:
  • Bariselli don Vittore
  • Brambilla don Giulio
  • D’Agostino don Marco
  • Fontana don Francesco
  • Pezzetti don Antonio
  • Spreafico don Andrea

 

Segretario:
  • Mascaretti don Antonio