Come tenere la tiroide in salute? 
Mercoledì incontro a Cremona Welfare, presso il Civico 81

Ci sono dei corretti stili di vita che possono aiutare a preservare la nostra tiroide? La risposta è: assolutamente sì. «E sono importanti», assicura l’endocrinologo Luigi Cerri. Dall’alimentazione alle abitudini quotidiane, fino all’apporto di minerali fondamentali come iodio e selenio. Se ne parlerà in un incontro gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, organizzato dal Poliambulatorio Cremona Welfare. L’appuntamento è per mercoledì 19 febbraio alle ore 18.15 presso la sala conferenze del Civico 81 di Cremona, in via Bonomelli 81.

Il dottor Cerri presenterà le buone pratiche per prendersi cura della propria tiroide, ghiandola che ricopre un ruolo fisiologico estremamente importante, poiché influenza direttamente lo sviluppo scheletrico e cerebrale, partecipa alla regolazione del metabolismo e alla crescita della persona in generale. L’endocrinologo sarà a disposizione per rispondere a dubbi e domande della cittadinanza sulle patologie tiroidee che risultano in aumento.

Il 50-60% della popolazione generale, infatti, presenta noduli di piccole dimensioni all’esame ecografico, mentre nel 5% dei soggetti i noduli tiroidei sono palpabili. L’ipotiroidismo è presente in forma lieve in quasi il 5% della popolazione e arriva al 10% nella donna sopra i 60 anni. L’ ipertiroidismo franco colpisce fino al 2-3% delle donne e raggiunge una prevalenza del 4-6% nelle forme più lievi. I soggetti più a rischio per le alterazioni della funzione tiroidea sono donne in gravidanza e persone sopra i 60 anni.




Dal 14 al 16 febbraio il Vescovo in visita a Cicognara, Cogozzo e Roncadello

Nel prossimo fine settimana la Visita pastorale farà tappa nell’Unità pastorale “Beata Vergine delle Grazie”, formata dalle parrocchie di Cicognara, Cogozzo e Roncadello.La giornata di venerdì 14 febbraio, che si aprirà con un momento di accoglienza e preghiera nella chiesa di Roncadello, sarà anzitutto alla visita del vescovo Antonio Napolioni ai malati nelle case. Nel pomeriggio in oratorio incontro dedicato ai bambini e agli operatori del DopoScuola. Seguiranno, nella chiesa di Cogozzo, i vespri (alle 18.30) e l’incontro con i genitori e i catechisti (alle 21).

A caratterizzare la giornata di sabato, dopo l’incontro con il Consiglio pastorale, sarà l’evento che nella chiesa di Cicognara vede invitato l’intero mondo produttivo locale, imprenditori, commercianti, artigiani e agricoltori chiamati a confrontarsi sulle parole e gli insegnamenti di don Primo Mazzolari, che qui fu parroco. Nel pomeriggio l’incontro con i giovani delle parrocchie. Mentre in serata a Roncadello momento di confronto con i volontari del gruppo Fiume.

La mattinata di domenica si aprirà alle 8 con le Lodi mattutine a Cicognara, per vivere poi a Cogozzo (ore 10.30) l’Eucarestia unitaria presieduta dal vescovo a conclusione della Visita pastorale, che vedrà come ultimo momento informale di condivisione il pranzo in oratorio aperto a tutta la comunità.




Dal 7 al 9 febbraio, il Vescovo incontra le parrocchie di Bozzolo e San Martino dall’Argine

Da venerdì 7 a domenica 9 febbraio, la Visita pastorale del vescovo Antonio Napolioni farà tappa in territorio mantovano per l’incontro con le comunità di Bozzolo e San Martino dall’Argine.Si inizia venerdì con la Messa alla casa di riposo di S. Martino e la successiva visita nelle abitazioni di alcuni ammalati. Dopo il pranzo con i sacerdoti dell’unità pastorale, il pomeriggio a Bozzolo sarà dedicato ai giovani del catechismo, ai catechisti e ai genitori accompagnatori. In serata, infine, l’ incontro con i Consigli pastorali presso la casa “Piccola Betania”.

Nella mattinata di sabato, invece, il Vescovo farà visita alla casa di riposo di Bozzolo e incontrerà i ragazzi del catechismo di S. Martino. Nel pomeriggio sarà all’ospedale di Bozzolo per un incontro con lo staff medico e con gli ammalati. In serata, nella casa parrocchiale di Bozzolo, con il locale gruppo Scout.

Domenica 9 febbraio alle 10.30 nella chiesa di Bozzolo il vescovo presiederà la Messa conclusiva, seguita dal pranzo comunitario offerto in oratorio dove i parrocchiani potranno porgere il proprio saluto a monsignor Napolioni a conclusione della visita pastorale.




Domenica 2 febbraio a Palazzo Cittanova incontro con la fondatrice di Dominus Production

Domenica 2 febbraio, Giornata Nazionale per la Vita, tra le iniziative promosse dalla Zona Pastorale 3 che riunisce le parrocchie cittadine, c’è anche l’incontro “C’è vita al cinema?” che vedrà l’intervento della dott.sa Federica Picchi, fondatrice e presidente di Dominus Production. Appuntamento alle 16.30 presso palazzo Cittanova.

Dominus Production è una casa di produzione e distribuzione cinematografica, nonché una casa editrice e discografica con la missione di diffondere prodotti ad alto valore artistico e culturale, con un profondo contenuto etico ed educativo. In un momento storico in cui la cultura sembra avere un peso marginale rispetto all’intrattenimento commerciale, Dominus Production ha deciso di investire cospicuamente per diffondere storie vere di umana virtù.

A distanza di 7 anni dalla sua nascita, Dominus Production ha distribuito in Italia film di grande spessore etico e valore artistico, come Cristiada, Marie Heurtin, God’s not dead, God’s not dead 2, Il missionario, Il risveglio di un gigante e molti altri ora in programmazione, tra cui Una canzone per mio padre ispirato alla storia vera del cantante Bart Millard e al suo cammino interiore che lo ha portato alla scrittura del grande successo “I can only imagine”, e Unplanned, pellicola che racconta la storia vera quella della presa di coscienza della direttrice di maggior successo della clinica abortiva più importante degli Stati Uniti, la Planned Parenthood, che comprende la grande menzogna nascosta dietro al “diritto” all’aborto.

Al momento Dominus vanta un network di più di 300 sale cinematografiche con cui collabora. Dominus ora è anche casa editrice, casa discografica e distributore home video con più di 2500 rivenditori in tutta Italia.




Venerdì 24 gennaio a Cremona il ricordo di Madre Agata Carelli

Nel pomeriggio di venerdì 24 gennaio, alle 16, presso il cimitero di Cremona sarà ricordata la figura di madre Agata Carelli, indimenticabile suora “scomoda” attenta ai poveri. E’ stata insegnante di filosofia, preside della scuola canossiana, fondatrice della prima comunità per tossicodipendenti, del “Gruppo Incontro” e del Centro studi sulla condizione giovanile. Fino alla morte è stata un preziosissimo riferimento e aiuto per poveri, emarginati, malati, reclusi e persone senza speranza.Nell’occasione del 27esimo anniversario della morte della, che ricorre appunto il 24 gennaio, il “Gruppo Incontro”, onlus dal 1978 attiva nel disagio ed emarginazione giovanile, invita coloro che l’hanno conosciuta e le hanno voluto bene per un momento commemorativo sulla sua tomba.




“Festa dei popoli e dell’ambiente” il 26 gennaio a Viadana

Organizzato dalla Comunità Laudato si’ di Viadana, si svolge, presso la cooperativa Palm W&P (via Codisotto, 8, Buzzoletto – Viadana, MN), la Festa dei popoli e dell’ambiente, occasione di contatto e condivisione con altre culture e di riflessione sul tema dell’ambiente. Appuntamento fissato per domenica 26 gennaio alle 15.30.Dopo le introduzioni e la presentazione del progetto “Campagna nazionale 60 milioni di alberi” di Poggio Rusco per la piantumazione e l’adozione di alberi, interverranno  Paolo Bergamaschi, che spiegherà gli obiettivi del “Green deal europeo”, e Primo Barzoni , che introdurrà il “Manifesto per una economia a misura d’uomo contro la crisi climatica”.

Si tratta di un’iniziativa sociale che prevede la partecipazione diretta di giovani provenienti dal mondo immigrazione, attraverso un intermezzo tratto dallo spettacolo “Dai, raccontami una storia…e la storia ricominciò.”, e la testimonianza dell’esperienza del progetto di accoglienza di richiedenti asilo di Reggio Emilia.

L’incontro si concluderà con un buffet di degustazioni multietniche.

Per ulteriori informazioni, contattare telefonicamente il 3491296429 o il 3478004683.

Scarica la locandina dell’evento




“Solo cose belle” domenica al Maristella per TDS

Domenica 19 gennaio, alle 18.30, a Cremona, presso l’oratorio del Maristella, si terrà un nuovo incontro del percorso diocesano “Traiettorie di sguardi”. Nel corso della serata – dal titolo “Solo cose belle – lo scandalo del plurale” – sarà proposto l’omonimo film, una commedia italiana uscita nei cinema lo scorso maggio e incentrata sul tema dell’accoglienza e dell’incontro con l’altro e il diverso.

Il lungometraggio di Kristian Gianfreda racconta di una realtà dura da accettare per la gente di un borgo romagnolo assai diffidente nei confronti del “diverso”: ecco dunque innescarsi reazioni a catena, condite da sospetti, lacrime, risate che fanno venire alla luce la bellezza dell’accoglienza e l’importanza della solidarietà.

Ospiti della serata Francesca Benzi e Primo Lazzari, membri dell’associazione Papa Giovanni XXIII, realtà fondata da don Oreste Benzi nel 1968 e da allora attiva nella lotta all’emarginazione e alla povertà.

Sono invitati tutti i giovani della città e della diocesi.

Al termine dell’incontro seguirà anche una cena condivisa.

Brochure del percorso




Misano di Gera d’Adda, proseguono gli appuntamenti dedicati ai giovani della zona I

Domenica 19 gennaio, all’oratorio di Misano di Gera d’Adda, i giovani della zona pastorale 1 sono attesi per il terzo incontro dedicato ai 19/30enni. Un percorso che quest’anno vede al centro dell’attenzione la Christus Vivit di papa Francesco. Con “Giovani Dislocati” sarà data voce a una esperienza di fuorisede della diocesi di Milano che vede, ogni anno, tanti giovani che dai loro paesi e dalle loro parrocchie si spostano per questioni di studio e di lavoro.

Mettendosi in ascolto di Angela Moscovio, membro della commissione del progetto “Fuorisede”, si proverà a capire quanto un giovane porti con sé le proprie radici, quanto riesca ad inserirsi e a trovare una nuova comunità nel paese in cui si trasferisce.

L’appuntamento è per le ore 19.45 per l’apericena insieme, sempre occasione di condivisione e incontro.

Locandina dell’evento




Dal 10 al 12 gennaio il Vescovo in visita pastorale alle parrocchie cittadine di S. Agata, S. Agostino e S. Ilario

Inizierà dalle parrocchie cittadine di S. Agata, S. Agostino e S. Ilario il primo anno della visita pastorale del Vescovo tra le comunità cristiane della diocesi. Prima tappa dal 10 al 12 gennaio presso tre comunità parrocchiali della città che si apprestano a costituirsi in Unità pastorale.

Ascoltare, in particolare i giovani, sostenere l’annuncio del Vangelo e accompagnare e definire il processo  di costituzione dell’Unità pastorale sono gli obiettivi della visita indicati al Vescovo Napolioni nell’incontro preparatorio del 24 settembre scorso, durante il quale le parrocchie hanno elaborato come centrale l’attenzione alla realtà della famiglia (genitori, figli, nonni).

Venerdì 10 Gennaio il Vescovo incontrerà in mattinata alcuni ammalati nelle case e nel pomeriggio – dopo il pranzo con i sacerdoti – saluterà i ragazzi seguiti per il supporto scolastico e le loro e famiglie nell’oratorio di via Chiara Novella, salutando poi gli anziani nelle case al rientro dal Centro diurno e le famiglie residenti nel condominio solidale di via G.B. Trotti.

Alle ore 18.30 saranno le tre comunità parrocchiali ad accogliere nella chiesa di Sant’Agata monsignor Napolioni, prima dell’incontro nel teatro parrocchiale con i Consigli pastorali e degli affari economici. La prima giornata di visita si concluderà con la cena in via Chiara Novella e con l’ascolto in oratorio di adolescenti e giovani.

Sabato 11 Gennaio, alle 9, il Vescovo si recherà in visita presso “Casa Ozanam” in via Milazzo e presso le strutture residenziali in via Cattaro e via Piave. Alle 15.30 appuntamento con le coppie che rivestono nelle parrocchie incarichi pastorali: accompagnatori dei genitori nei gruppi di Iniziazione cristiana e dei genitori con figli da 0 a 6 anni, i responsabili di Azione Cattolica e del Cammino Neocatecumenale. L’incontro si svolgerà nella forma del “laboratorio”: a gruppi, i presenti si confronteranno su alcune idee e proposte che il Vescovo porrà alla loro attenzione; a seguire (17.30) presiederà un incontro di preghiera e riflessione con tutte le famiglie nella chiesa di Sant’Ilario.

La visita si concluderà domenica 12 Gennaio alle ore 10 presso la chiesa di Sant’Agostino, dove il Vescovo presiederà la Messa della comunità durante la quale si leggerà il Decreto costitutivo dell’Unità pastorale e con il pranzo comunitario aperto a tutti i residenti nell’Oratorio di via Breda.

 




Pizzighettone racconta il suo patrono: fino al 18 gennaio le iniziative dedicata a San Bassiano

Avrà luogo sabato 11 gennaio alle ore 21 nella chiesa di San Bassiano in Pizzighettone l’evento “Pizzighettone racconta il suo patrono”, che ripercorrerà la storia del patrono di Pizzighettone attraverso giochi di luce, narrazioni e immagini suggestive accompagnate dal Coro Monteverdi, diretto dal maestro Marco Molaschi, e dalle note del grande organo Amati, suonato dall’organista Domenico Spelta.I testi delle narrazioni, attinti da uno scritto del XVIII secolo rielaborati dalla prof.ssa Rita Bernocchi e interpretati da voci diverse, animeranno in forma inconsueta la serata ambientata in questo splendido monumento ricco di arte, storia e fede e ci riporteranno indietro nei secoli facendoci meglio conoscere San Bassiano che dal XII secolo è patrono del paese.

La serata, a ingresso libero, introduce la settimana dedicata alle celebrazioni per i 1700 anni dalla nascita del santo patrono, che vedrà i seguenti altri eventi.
Il 18 e 19 gennaio si terrà nella Casamatta n° 1 della Cerchia muraria la mostra a ingresso libero “Bassiano: un uomo, un santo”, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Nella serata di sabato 18 gennaio alle ore 21, sempre nella chiesa di San Bassiano, ci sarà il concerto della Banda di Pizzighettone. Domenica 19 alle 10.30 la messa solenne in onore del patrono e, nel pomeriggio, sono in programma alle 14, alle 15 e alle 16 le visite guidate alla chiesa di San Bassiano, animate dagli attori de “Le Stanze di Igor”.

Locandina dell’evento