Casa Paola apre le porte ai profughi ucraini

A Rivarolo del Re, Casa Paola, la struttura di accoglienza dell’associazione La Tenda di Cristo, fondata dal camilliano padre Francesco Zambotti, ha aperto le proprie porte a una famiglia giunta il 1° marzo dall’Ucraina. Tania, vedova da qualche anno, con i figli di 17 e 14 anni ha lasciato Ternopil, città di 220 mila anime a 200 km dal confine rumeno e a 450 da Kiev, e dopo oltre 30 ore di autobus è giunta in Italia, dove da parecchio tempo vive la nonna Yaroslava. Proprio lei era stata ospitata, anni fa, nella struttura di padre Zambotti. Ora vi è provvisoriamente tornata per sostenere e fare ambientare i familiari, che non parlano l’italiano.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto “Un Ponte di Solidarietà con l’Ucraina” dell’Associazione La Tenda di Cristo che, oltre ad aver iniziato ad accogliere i profughi, sta anche raccogliendo generi di prima necessità da mandare in Ucraina. Per questo l’associazione rinnova a tutti un appello alla solidarietà con contributi che possono essere garantiti anche attraverso donazioni sul sito internet www.latendadicristo.it/come-aiutarci/ucraina.