Un anno di Riflessi, prima candelina per il magazine online

Un mensile online dallo stile sobrio e innovativo, accolto con curiosità e accompagnato dall'impegno di giovani collaboratori che ora guardano a nuove sfide
image_pdfimage_print

Riflessi compie un anno.
Nel maggio 2019 faceva infatti il suo debutto sulla scena della comunicazione territoriale il mensile digitale prodotto da TRC, la società editrice che gestisce i contenuti informativi della Diocesi di Cremona.


Il cammino è iniziato da… “Terra”, il primo titolo a cui – fino ad oggi – ne sono seguiti altri nove: ogni mese un tema sviluppato attraverso la ricerca di punti di vista innovativi e il racconto della realtà attraverso testi e immagini con l’intento di scoprirne gli aspetti più sorprendenti.
Un cammino che si è arricchito, reportage dopo reportage, di argomenti, ma soprattutto di incontri: con le storie che abbiamo raccontato, con i tanti che hanno conosciuto il magazine e hanno condiviso parte di questo primo tratto di cammino. Da lettori o da collaboratori.
Così Riflessi taglia un primo traguardo, guardando però al futuro. Dopo i primi dieci numeri, centomila pagine lette e decine di migliaia di persone raggiunte attraverso il sito riflessimag.it e le pagine social (Facebook e Instagram), dopo centinaia di interviste, reportage, riflessioni, servizi fotografici, video ritratti, rubriche… l’avventura continua.

Riflessi Magazine

parole. immagini. personeil tuo nuovo magazine onlinedal 10.05.19

Pubblicato da Riflessi Magazine su Venerdì 3 maggio 2019

 

In molti hanno avvicinato il “giornale” con curiosità, magari attratti dalla novità dell’impianto grafico e dalla cura nella ricerca dell’immagine (caratteristica essenziale di questo progetto editoriale), tanti altri l’hanno conosciuto attraverso i social, grazie alle condivisioni degli amici, e ne hanno apprezzato la cura, lo stile di scrittura, la ricerca.
Ora la sfida è quella di continuare a crescere e cercare nuove parole, nuove immagini e nuove persone, sempre con uno stile sobrio ed elegante, ma nello stesso tempo giovane e innovativo. Una sfida che Riflessi accetta con un entusiasmo che dopo questo primo anno continua a crescere, con la sua piccola redazione, ma con una rete di amici e collaboratori – molti i giovani professionisti che hanno condiviso il progetto e hanno deciso con energia di farne parte – che ne rendono possibile la realizzazione e che lo rendono – per noi – così speciale.
L’augurio per questo primo anno di Riflessi Magazine, è dunque quello di continuare, magari con qualche novità che continui a farlo crescere, senza perdere – anzi, coltivando – la passione che ha acceso un’idea e ha reso possibile condividerla.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail