Tornano le messe a Viadana: da Pentecoste una celebrazione “riservata” a famiglie e ragazzi

image_pdfimage_print

A Viadana e Buzzoletto, le celebrazioni feriali e festive tornano negli orari e nelle chiese consueti, con accessi contingentati in base alle capienze. Al fine di suddividere un po’ le presenze, e anche per iniziare a ricostruire il gruppo e permettere finalmente ai più giovani di rivedersi, a partire da Pentecoste sarà celebrata una messa riservata ai soli bambini, ragazzi e adolescenti (con genitori): primo appuntamento alle 18 di domenica 31 maggio, sotto la tettoia dell’oratorio di Castello. Entrata e uscita da via Lisbona, con mascherine.


«Non tutte le nubi si sono sciolte – scrive il parroco don Antonio Censori alla comunità – ma in cielo sta tornando il sereno. Con speranza guardiamo all’estate e godiamoci la ripresa degli incontri che alimentano la gioia di vivere, tra cui l’eucarestia domenicale. Ne sentiamo il bisogno, e ringraziamo il Signore per questo grande dono».
Gli orari delle messe feriali: alle 7.30 presso le suore di San Pietro, alle 9 in San Rocco, alle 18 in San Pietro e alle 18.30 in Castello. Le messe festive: il sabato alle 18 in San Pietro e alle 18.30 in Castello; la domenica alle 8 e alle 10 in San Pietro (con l’Adorazione e i Vespri alle 17), alle 9 in San Martino, alle 10.30 e 18.30 in Castello, alle 11.15 a Buzzoletto e alle 11.30 in Santa Maria.
Per ogni chiesa è stata individuata una capienza massima di fedeli (che comunque dovrebbe essere sufficiente per coprire gli accessi): 150 a Castello, 100 a San Pietro, 80 a Santa Maria, 75 a San Martino e 60 a Buzzoletto. Il solo ingresso sarà il portone centrale, mentre si uscirà dalle porte laterali. Ci si dovrà sedere sui segnaposti nei banchi o sulle sedie, rispettando le distanze; e, per uscire, si dovranno attendere le indicazioni del sacerdote. Chi farà la Comunione, esclusivamente sulla mano, la attenderà al proprio posto in piedi.

Riccardo Negri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail