Servizio civile e alternanza scuola lavoro, giovani protagonisti con il Movimento Cristiano Lavoratori

image_pdfimage_print

È iniziata ufficialmente da qualche giorno l’ormai consolidata esperienza dell’anno di servizio civile nelle strutture del Movimento Cristiano Lavoratori di servizi alla persona con la presenza dei ragazzi che il movimento sul territorio continua negli anni ad intercettare agganciando quest’anno il progetto dal titolo “Assistiamo al cambiamento” riguardante il protagonismo giovanile nel vivere attivamente  la transizione ecologia, ambientale e digitale che è in atto a livello globale ma che riguarda anche tutti nel proprio specifico;  temi cari inoltre alla Chiesa italiana che saranno oggetto di riflessione e discussione anche durante la 49ª edizione della settimana sociale dei cattolici italiani in programma a Taranto nel prossimo mese di ottobre.

Gesti concreti di attenzione e disponibilità del MCL verso la fascia più giovane della popolazione che, attraverso possibilità come queste, entra in contatto con dinamiche, contesti e luoghi lavorativi supportando in prima linea il  team dei collaboratori del MCL nello sviluppo quotidiano dell’operatività. I ragazzi e le ragazze che stanno vivendo l’anno di servizio civile al MCL sono Giulia, Marwan, Hajar, Julia,  Jessica, Manuela, quattro nella struttura di Crema e due in quella di Spino d’Adda: abbracciano provenienze, lingue d’origine e culture diverse confermando il ruolo del Movimento come generatore di dialogo e di inclusione sociale attraverso lo sviluppo della propria azione associativa.

Parallelamente continua anche l’esperienza dell’alternanza scuola lavoro tramite il sempre più proficuo rapporto instaurato in questi anni con le agenzie educative del territorio che segnalano profili di giovani disponibili ad essere presenti nelle strutture operative del MCL per approcciarsi al mondo del lavoro.

«Siamo molto contenti di essere diventati un punto di riferimento qualificato per i giovani che in questi anni ci continuano a contattare per rapportarsi con il “sistema MCL” – racconta il presidente MCL del territorio Michele Fusari – in quanto una delle più importanti mission del nostro Movimento è quella di star vicino al mondo giovanile e inserirlo alla conoscenza del mondo del lavoro facendo sentire vivi, attivi e protagonisti proprio loro, i nostri giovani ! Il progetto del servizio civile di quest’anno dal titolo “assistiamo al cambiamento” racconta di come tutto il MCL vuole davvero che siano loro i protagonisti su tematiche di grande impatto che riguarderanno la vita di tutti. Ci confermiamo così corpo intermedio molto attento a “fare rete” e a cogliere tutte le opportunità che enti pubblici o privati mettono a disposizione per stare vicino alle fasce giovanili della popolazione, con un particolare ringraziamento alle scuole superiori del nostro territorio che hanno capito di poter contare su di noi nell’alleanza strategica per i ragazzi che coniuga educazione e azione».

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail