Separati e in nuova unione, l’incontro di preghiera saltato diventa occasione di meditazione per tutti (DOWNLOAD)

Il gruppo di accompagnamento diocesano ha deciso di mettere a disposizione la traccia di preghiera: "Un modo come comunità diocesana per condividere il cammino con questi nostri fratelli e sorelle"
image_pdfimage_print

Lunedì 4 maggio, così come i prossimi 6 aprile e 2 marzo, a Cremona, Caravaggio e Viadana avrebbero dovuto svolgersi gli incontri di preghiera per persone separate, divorziate e in nuova unione. L’epidemia lo impedisce, ma senz’altro l’essere Chiesa non viene fermato dal virus. «Siamo infatti uniti – spiegano gli accompagnatori – nel camminare in questa sofferenza che ci fa ammutolire, sentiamo il sostegno della preghiera degli altri e per gli altri, vediamo anche tanto bene e sappiamo che Gesù, che ha camminato sulla via della croce condividendo ogni dolore, ci è vicino da Risorto e cammina con noi».

In questo senso arriva la proposta di valorizzare lo schema di la traccia di preghiera che era stata predisposta per l’incontro di marzo per invitare l’intera diocesi a un’occasione di riflessione e per approfondire il proprio incontro con Dio.

«Il trovare un momento, magari proprio stasera (4 maggio, ndr), per utilizzarla per la preghiera personale o familiare – spiegano gli organizzatori – può essere un modo come comunità diocesana per condividere il cammino con questi nostri fratelli e sorelle e cogliere come insieme siamo chiamati ad ascoltare il Maestro e a rispondergli nella particolarità della nostra vita, fatta di gioie, sofferenze, successi, fallimenti. L’ascolto condiviso e la preghiera reciproca possono essere una prima modalità di quella integrazione cui il Papa ci invita in Amoris Laetitia riferendosi alle persone separate, divorziate ed in nuova unione».

In questo periodo gli incontri sono sospesi ma si ricorda a chi vive queste situazioni che se desiderasse riprendere il proprio cammino di fede o interrogarsi sulla situazione affettiva che sta vivendo può telefonare al 370-3677183 o scrivere a separatiedivorziati@diocesidicremona.it.

Traccia dell’incontro di marzo

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail