“Per non dimentic-arti”, dal 24 al 27 gennaio la mostra realizzata dai ragazzi dello Ial di Cremona

in occasione della Giornata della Memoria, l’istituto IAL Lombardia sede di Cremona, propone una mostra dal titolo “Per non dimentic-arti” che si terrà nella ex chiesa del Foppone a Cremona dal 24 al 27 gennaio.

L’iniziativa si inserisce nel progetto del viaggio “In treno per la memoria con Cgil Cisl e Uil” che avrà che tema lo sport. Tale evento si svilupperà in tre fasi. La prima fase avrà il suo culmine proprio nella mostra che si terrà nella chiesa di S.Facio a Cremona, meglio conosciuta come Foppone, nei giorni dal 24 al 27 gennaio.

“Per non dimentic-arti” fa riferimento esplicito alla giornata della memoria e alla necessità che certi avvenimenti non vengano dimenticati e quel “arti” sottolinea lo spirito e il linguaggio con cui la mostra vuole comunicare: forme espressive ideate dagli studenti.

Studio e preparazione al viaggio vero e proprio. Studio e preparazione dei ragazzi che si documenteranno sulle vicende di una pagina tra le più nere della storia del secolo scorso. Non a caso in concomitanza col la ricorrenza della “giornata della memoria” l’allestimento vuole portare a conoscenza dei visitatori come la Shoah fu un evento che colpì tutti gli aspetti della vita degli uomini anche ad esempio lo sport.

Attraverso le biografie di sportivi, allestimenti multimediali, fotografie e disegni si mostreranno vite spezzate e condizionate da quell’evento drammatico che ebbe culmine con la deportazione nei campi di sterminio. Verrà poi realizzato un allestimento che metterà in relazione il passato con alcuni episodi più recenti di intolleranza nello sport.

Alcune opere saranno esposte appositamente incompiute perché rimandano alla seconda fase: il viaggio.

Alcuni degli studenti insieme ad altri 700 coetanei, ma anche pensionati e lavoratori dal 26 al 29 marzo saranno in visita ad Auschwitz e Birkenau con il “Treno per la memoria” di Cgil, Cisl e Uil Lombardia. La comunità viaggiante partirà dal Binario 21 della stazione centrale di Milano il 26 marzo, per farvi ritorno il 29. Nei giorni di permanenza a Cracovia si visiterà la città soffermandosi in alcuni punti particolarmente significativi, per prepararsi ad affrontare la visita ai campi di Auschwitz e Birkenau. Domenica 29 marzo al Kino Kuòw si terrà il meeting per la condivisione delle ricerche, delle esperienze e delle testimonianze. Quindi, la partenza per il ritorno a Milano.

Il viaggio sarà l’occasione per realizzare le opere mancanti della mostra.

La terza fase sarà quella della restituzione e del ritorno alla vita di tutti i giorni.

Verrà riproposta la mostra, presumibilmente nel mese di maggio, arricchita degli elementi e dell’esperienza che il viaggio avrà portato nella vita dei ragazzi.

La mostra è stata realizzata dagli studenti del corso “Operatore grafico multimediale” e “Operatore alla riparazione veicoli a motore e carrozzeria”, coadiuvati da un team di docenti e professionisti.
Durante le giornate di apertura della mostra sono anche previste visite guidate, gestite dagli alunni che lo scorso anno hanno partecipato al viaggio “Treno della Memoria”.

L’evento si realizza grazie al contributo e collaborazione del Comune di Cremona – il progetto è inserito all’interno del Bando Cultura Partecipata 2020 –  Cisl, Cgil SPI, Diocesi di Cremona e Libreria il Convegno di Cremona.

Scarica la cartolina-invito