Per l’Assunta a Vescovato l’arte dei Madonnari

Iniziativa singolare e alternativa quella proposta dal Comune di Vescovato, in collaborazione con la Parrocchia di San Leonardo, per restare in questo periodo di emergenza “ancora e sempre uniti”. L’idea è di accogliere per ventiquattr’ore, e solo per un gruppo ristretto, i Madonnari esuli dall’annuale concorso che si tiene a Grazie di Curtatone e che, per evitare assembramenti, quest’anno è stato sospeso.

Proprio a Vescovato vivono infatti due maestre madonnare storiche del noto concorso, Michela Vicini e Ornella Zaffanelli, che, con l’amico e collaboratore di sempre Paturzo Menotti, dalle 18 di venerdì 14 alle 18 di sabato 15, solennità all’Assunzione di Maria, occuperanno (pacificamente, si intende) via XXI Febbraio, strada antistante alla chiesa di San Leonardo, e qui lasceranno il segno del loro passaggio. Tre immagini sacre dal tema e dalla tecnica assolutamente liberi, nonostante il soggetto sia naturalmente un soggetto religioso ex voto.

Le opere saranno visibili fino alle 20 del sabato e poi, una volta fotografate, saranno diffuse tramite i social. Dopodiché, come da tradizione, verranno calpestate dai pedoni e scompariranno, piano piano, sotto il traffico delle auto che si rimpossesseranno della via. Per tornare, forse, in una nuova forma, il prossimo anno e diventare un appuntamento fisso per chi vorrà visitare la Vescovato dell’arte sacra di strada.

L’evento è aperto al pubblico, con la raccomandazioni di distanziamento e utilizzo delle misure di sicurezza anti-Covid.