“Parlarne fa bene”, consulenze gratuite al Ccf di Viadana

Il Centro di consulenza familiare riceve su appuntamento per persone e famiglie colpite dal Covid-19
image_pdfimage_print

Il Centro di consulenza familiare Ucipem lancia l’iniziativa “Parlarne fa bene”: un sostegno psicologico gratuito offerto alle persone e alle famiglie colpite da Covid-19.


Gli operatori, in queste settimane, hanno già avuto modo di raccogliere sentimenti, pensieri e preoccupazioni dei cittadini contagiati dal coronavirus: la paura di morire e di non rivedere più i propri cari, il pensiero fisso della famiglia distante, la solitudine imposta dal ricovero ospedaliero o dall’isolamento domiciliare, i postumi della malattia con la necessità di reimparare a respirare, a parlare, a camminare. «Questa esperienza – nota il Centro di consulenza – ha lasciato in molti tracce di dolore e ansia, e creato una frattura con la vita precedente». Se ne può uscire; ma l’aiuto di un esperto, in grado di leggere le dinamiche interiori, indirizzare gli sforzi e suggerire metodi di auto-aiuto, può risultare quanto mai prezioso.
Le consulenze offerte dal centro Ucipem sono gratuite: per maggiori informazioni le persone interessate possono contattare il numero 0375 781436 (lunedì e giovedì dalle 15 alle 19, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12). Gli incontri si svolgeranno su appuntamento nella sede di via Garibaldi 52 a Viadana, ma sono possibili anche colloqui telefonici.
Nel pieno dello tsunami che aveva investito gli ospedali, nelle settimane scorse il centro Ucipem si era già messo a disposizione della comunità per fornire sostegno psicologico a distanza agli operatori sanitari. Sono stati attivati inoltre gruppi di sostegno psicologico per chi ha perso un proprio caro a causa del Covid-19, e momenti di confronto per aiutare le persone ad affrontare il confinamento domestico.
Il Centro di consulenza famigliare è una onlus fondata anni fa su impulso delle parrocchie del territorio viadanese, con l’obiettivo di sostenere i singoli e le famiglie che stanno attraversando un momento di difficoltà. Lo staff si compone di volontari che dispongono di competenze professionali negli ambiti di riferimento: consulente famigliare, psicologi, psichiatra, assistente sociale, pedagogista, legale, educatrice, ostetrica, assistente spirituale.

Riccardo Negri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail