Paolo VI, la scuola e l’educazione. Convegno sabato 19 (ore 15.30) al Centro Pastorale diocesano

Evento organizzato dalla la sezione Uciim (Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi) di Cremona in collaborazione con Diocesi di Cremona, Ufficio di Pastorale Scolastica, Cif e Aimc
image_pdfimage_print

In apertura dell’anno associativo, la sezione Uciim (Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi) di Cremona, organizza e propone una riflessione sul tema “Montini (Paolo VI) La Scuola e l’Educazione”. Il Convegno avrà luogo sabato 19 ottobre 2019, nella Sala “Spinelli” del CPD “Maria Sedes Sapientiae” di via Stenico, con inizio alle ore 15,30. Dopo l’introduzione del presidente Fabrizio Lanfredi e la presentazione di Franco Verdi, moderatore, interverranno sul tema il prof.Gianenrico Manzoni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore sede di Brescia e la prof Maria Silvia Mussi, presidente emerita della sezione.

Il tema del Convegno si qualifica per almeno due motivi: riproporre il valore di servizio ecclesiale e culturale dell’associazionismo professionale dei docenti, non solo come luogo di elaborazione e di sintesi tra Fede e Vita, ma, oggi, come condizione oppositiva all’individualismo senza legami che isola i docenti, consegnati a solitudine educativamente infeconda, attingendo alla testimonianza di Maestri – secondo motivo – che hanno segnato la riflessione pedagogica a fondamento del principio e del lavoro educativo, senza del quale la Scuola tradisce la sua missione.

La locandina

Nella vicenda, insieme cristiana e civile, di Giovanni Battista Montini, poi papa Paolo VI, il tema dell’Educazione ebbe un significato tutt’altro che marginale e ha ricevuto un’attenzione costante in tutte le stagioni della sua vita. La pedagogia montiniana è ispirata da una visione antropologica che nell’esperienza religiosa e nell’apertura alla trascendenza riconosce un elemento necessario e una condizione irrinunciabile per il pieno compimento umano. Ma al tempo stesso evita con cura ogni assorbimento affrettato e superficiale dell’esperienza umana nella sfera religiosa, per riconoscerle al contrario la sua consistenza propria e la sua autonomia. Questa visione della vocazione e del destino umano costituisce la radice dell’impegno dei credenti in campo educativo e quest’ ultimo diviene uno dei luoghi nei quali è possibile vedere la forza umanizzante di cui il messaggio evangelico  è portatore e che, nel corso dei secoli, ha segnato la storia dei popoli.

Il convegno, che è organizzato in collaborazione con Diocesi di Cremona, Ufficio diocesano di Pastorale Scolastica, Cif, Aimc, è aperto a tutti gli interessati; ai docenti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione ad attività formative, valido per il computo dell’aggiornamento.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail