Oratori e sport: dall’11 luglio ammesse le discipline “di contatto”

Nuova ordinanza regionale che reintroduce la possibilità di svolgere attività sportive che prevedono contatto fisico
image_pdfimage_print

Nel costante aggiornamento ed adeguamento delle misure di sicurezza che riguardano i luoghi di ritrovo arriva una nuova ordinanza della Regione Lombardia che introduce nuove norme sulla pratica sportiva. Una novità che riguarda da vicino anche gli oratori del territorio.

Dall’11 luglio 2020, infatti, anche in Lombardia le attività sportive che prevedono contatto fisico, come da ordinanza 579 del 10 luglio. Le modalità sono indicate in modo rigoroso dall’allegato 1 dell’Ordinanza.

Si parla espressamente di attività sportiva (allenamenti e gare) e non di gioco libero. Attenzione a non ignorare il senso delle norme consentendo tutto: il gioco di contatto come il calcio è possibile solo entro le norme indicate, ispirate alla necessità di tener tracciati gli eventuali contatti. La norma del distanziamento non è abrogata, ma è stata data una forma disciplinata alle attività sportive che prevedono un eventuale contatto fisico. Sarà dunque possibile aprire gli impianti sportivi (campi da calcio e basket ad es.) nell’ottemperanza di queste attenzioni:

  1.  adeguata informazione all’accesso degli impianti sportivi
  2. rilevazione della temperatura corporea agli atleti
  3. registrazione dei presenti e conservazione dell’elenco per 14 giorni
  4. consegna dell’autocertificazione Covid in cui si dichiara – come per altro – di non aver avuto sintomi.

L’Oratorio è tenuto anche a dedicare una grande attenzione al corretto utilizzo degli spogliatoi. Se non è possibile garantire il rispetto della norma, è bene chiedere agli atleti di fare cambio indumenti sportivi e doccia a casa). E’ possibile dunque permettere il gioco di squadra all’interno dei cortili dell’oratorio solo nel rispetto della normativa igienico sanitaria vigente. Le norme sulle attività, il distanziamento e le altre attenzioni sanitarie per i centri estivi non sono mutate. Al termine dell’utilizzo tutti gli strumenti e le attrezzature sportive vanno igienizzate.

In caso di strutture concesse a terzi, è bene utilizzare il documento di liberatoria già pubblicato e che può essere recuperato cliccando qui .

Sul sito focr.it tutti gli aggiornamenti

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail