Nuovi incarichi per quattro sacerdoti

Si tratta di don Emilio Bellani, don Bruno Grassi, don Massimo Macalli e Giovanni Battista Aresi
image_pdfimage_print

A parziale integrazione e correzione delle nomine annunciate il 30 maggio u.s., il Vescovo ha provveduto in data odierna ad alcuni nuovi mandati ai sacerdoti.

 

Don Emilio Bellani rientra dal Brasile, dove il progetto Bahia continuerà ad essere portato avanti da don Davide Ferretti, affiancato nel prossimo anno da due giovani laici cremonesi. Don Bellani è nominato collaboratore parrocchiale di Santa Maria Immacolata e San Zeno, Annunciazione, Cristo Risorto, San Pietro apostolo (Cascine San Pietro) in Cassano d’Adda. Risiederà a Cascine San Pietro.

Don Bellani, classe 1953, originario di Castelleone, laureato in Pedagogia, è stato ordinato il 25 giugno 1977. Ha iniziato il proprio ministero come vicario a Cremona, nella parrocchia di San Bernardo; nel 1980 il trasferimento, sempre come vicario in città, nella parrocchia “Ss. Nazaro e Celso in S. Giuseppe” al Cambonino. Nel 1984 ha iniziato il suo ministero fuori diocesi, prima come cappellano dell’Istituto don Gnocchi di Milano e successivamente, dal 2000, con l’incarico di direttore del Collegio della Guastalla a Monza. Dal 2010 era in Brasile, come “fidei donum”, a servizio della parrocchia Gesù Cristo Risorto di Salvador de Bahia.

 

Don Bruno Grassi collaboratore parrocchiale dei Santi Fermo e Rustico martiri in Caravaggio

Don Grassi, classe 1968, originario di Casalmaggiore, è stato ordinato il 19 giugno 1993. È stato vicario a Rivarolo Mantovano (1993-1998), a S. Pietro al Po in Cremona (1998-2002) e Vailate (2002-2005). Dal 2005 al 2015 è stato nominato parroco di Calvatone, Romprezzagno e Tornata. Successivamente ha ricoperto l’incarico di collaboratore parrocchiale di Belforte, Commessaggio e Gazzuolo. Dal 2018 era collaboratore parrocchiale a Bozzolo.

 

Don Massimo Macalli parroco in solido dei Santi Gervasio e Protasio martiri in Dosolo, San Matteo apostolo in San Matteo delle Chiaviche, Sant’Agata in Villastrada, Santo Stefano in Cavallara, Nostra Signora di Lourdes e San Ludovico in Sabbioni di S. Matteo, Santa Maria Assunta in Correggioverde. Risiederà a San Matteo delle Chiaviche.

Don Macalli, classe 1975, originario di Covo, è stato ordinato il 17 giugno 2000. È stato vicario a Casalbuttano (2000-2008), nella parrocchia Cristo Risorto di Cassano d’Adda (2008-2011) e a Calcio (2011-2014). Nel 2014 il trasferimento, come collaboratore parrocchiale, a Dosimo, Persico e Quistro. Parrocchie di cui nel 2018 è stato amministratore parrocchiale, insieme a quelle di Gadesco, Pieve Delmona e San Marino, di cui sino ad oggi è stato parroco in solido.

 

Don Giovanni Battista Aresi collaboratore parrocchiale della Beata Vergine di Caravaggio in Cremona. Risiederà in Seminario Vescovile.

Don Aresi, classe 1960, originario di Fornovo San Giovanni, ordinato sacerdote il 23 giugno 1984 è stato inviato a Roma dove ha ottenuto la licenza e la laurea magistrale in Filosofia. Rientrato in diocesi nel 1987, ha insegnato in Seminario, continuando oggi l’incarico di docente presso gli Studi teologici riuniti dei seminari di Cremona, Crema, Lodi e Vigevano e l’Istituto superiore di Scienze religiose “S. Agostino”. Parroco di Romprezzagno e Tornata dal 1994 al 2005 e collaboratore parrocchiale a Pandino dal 2005 al 2006, dal 2013 era collaboratore a Misano Gera d’Adda.

 

 

Nuovi mandati pastorali: ecco tutte le nomine

Capitolo della Cattedrale, don Carlo Rodolfi nominato canonico

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail