Negli oratori anche quest’anno sarà una “Estate di carità”

Sostenendo il progetto “Amici di San Charbel” in aiuto a 5mila famiglie con bambini letteralmente ridotte alla fame
image_pdfimage_print

Anche quest’anno torna per gli oratori la proposta di una “Estate di carità” perché possiamo davvero fare nuove tutte le cose. L’iniziativa suggerita quest’anno dalla Federazione Oratori Cremonesi guarda al Libano e alla Siria attraverso il progetto “Amici di San Charbel”, che interviene, con una azione caritativa mirata e assolutamente garantita nella sua destinazione ed efficacia, nella drammatica situazione che questi Paesi stanno vivendo.

In particolare, come si sa, la Siria vive una guerra devastante; il Libano, dopo che è stato dichiarato il default, attraversa una drammatica crisi economica, finanziaria e sociale.

Il progetto sostiene, fornendo pacchi contenenti generi alimentari e kit igienici, 5000 famiglie con bambini, letteralmente ridotte alla fame.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla diretta collaborazione con i Padri Maroniti Libanesi, che operano in loco.

Tutti possono offrire il proprio contributo con donazioni (detraibili) sul conto corrente IT95D0515611400CC0540006620 intestato a Fondazione Madre Rosa Gozzoli Onlus, con causale “Progetto Amici di S. Charbel”.

 

Il video-testimonianza di don Federico Celini di ritorno da Siria e Libano

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail