Natale solidale: 3000 kg di cibo garantito dagli agricoltori per le famiglie in difficoltà

Cento pacchi alimentari, donati dagli agricoltori di Coldiretti, attraverso la rete Campagna Amica, sono stati consegnati a parrocchie, oratori, realtà religiose e di volontariato della provincia di Cremona
image_pdfimage_print

Coldiretti Cremona in campo per donare un Natale solidale. Cento pacchi alimentari, donati dagli agricoltori di Coldiretti, attraverso la rete Campagna Amica, sono stati consegnati mercoledì 23 dicembre a parrocchie, oratori, realtà religiose e di volontariato della provincia di Cremona. Tremila chilogrammi di cibo italiano di alta qualità (pasta, latte, passata di pomodoro, riso, formaggio, olio…), affidati a sacerdoti e volontari, affinché siano consegnati nei prossimi giorni alle famiglie del territorio, messe alla prova dall’emergenza sanitaria ed economica in atto.

Le consegne sono iniziate nella mattinata, in un “viaggio solidale” proseguito per l’intera giornata, con tappe in vari comuni del territorio, da Cremona a Casalmaggiore, da Soresina a Credera Rubbiano, da Grumello Cremonese a Pieve d’Olmi.  In ogni tappa dirigenti e funzionari di Coldiretti Cremona erano presenti per affidare personalmente il cibo ai sacerdoti e alle religiose del territorio, ringraziando tutti loro per l’impegno e la sensibilità con cui quotidianamente si prodigano in aiuto delle persone più bisognose.

A Cremona, presso l’oratorio della parrocchia del Cattedrale, alla consegna dei pacchi solidali era presente il direttore di Coldiretti Cremona Paola Bono, che ha affidato a monsignor Attilio Cibolini i prodotti degli agricoltori italiani, destinati alle famiglie cremonesi.

«E’ un impegno che abbiamo preso con la nostra comunità: quello di essere vicini alle persone che più duramente pagano il prezzo della crisi che stiamo vivendo. Con la seconda ondata di contagi e le nuove chiusure, tante famiglie si sono trovate in una condizione di precarietà. Ed è dovere di ciascuno di noi fare la propria parte, ognuno per quello che può. Nel contempo, scegliendo e donando prodotti dell’agricoltura italiana, sosteniamo il lavoro degli agricoltori del nostro territorio, che con tenacia tengono fede all’impegno di garantire cibo per tutti» sottolinea Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona.

«Coldiretti è una forza al servizio della comunità – rimarca Paola Bono, direttore di Coldiretti Cremona –. Siamo convinti che l’Italia debba e possa ripartire proprio dai  campi, dal lavoro degli agricoltori, che sono in prima linea per rispondere ai bisogni delle famiglie e di chi purtroppo è rimasto indietro per colpa della pandemia. E’ questa anche l’occasione per sottolineare il prezioso impegno delle parrocchie, di tanti comuni, di tante realtà caritative che con il loro quotidiano servizio danno risposte vere e concrete ai bisogni della nostra gente. Gli agricoltori della Coldiretti sono, con orgoglio, al loro fianco».

Facebooktwittermail