Monsignor Angelo Staffieri accolto tra i canonici del Capitolo

La celebrazione di insediamento nel pomeriggio di martedì 8 settembre in Cattedrale
image_pdfimage_print

Più che un onore un servizio. È con questo atteggiamento che monsignor Angelo Staffieri intende il suo nuovo incarico di canonico del Capitolo della Cattedrale, cui è entrato a far parte a tutti gli effetti nel pomeriggio di martedì 8 settembre, nella festa della Natività della Beata Vergine Maria. Una ricorrenza di particolare significato – come ha ricordato nel suo saluto – nel segno della devozione alla «Vergine Santa», con un affettuoso pensiero alla sua infanzia, con i pellegrinaggi al Madonnino della Manna e l’ordinazione avvenuta in questo tempio dedicato all’Assunta.

L’insediamento di mons. Angelo Staffieri tra i membri del Capitolo della Cattedrale ha avuto luogo alle 17.30 nel transetto meridionale della Cattedrale di Cremona, scelto per permettere di svolgere, garantendo il distanziamento, il rito che solitamente si svolge nella sagrestia del Capitolo.

Accompagnato dai canonici mons. Libero Salini e mons. Pietro Bonometti, dopo la lettura del decreto di nomina da parte del cancelliere vescovile mons. Marino Reduzzi e la vestizione con gli abiti propri del Capitolo, il nuovo canonico ha recitato la Professione di fede prestando giuramento di fedeltà allo statuto e al regolamento del Capitolo davanti al presidente mons. Ruggero Zucchelli, suo compagno di Messa.

Dopo la foto di gruppo, i canonici hanno celebrato l’Eucaristia delle 18, presieduta da monsignor Zucchelli, al termine della quale il neo canonico ha rivolto un saluto a tutti i presenti, tra i quali i familiari e gli ex parrocchiani di Sesto, con il sindaco Francesco Maria Viccardi, presenti al suo insediamento.

Il pomeriggio si è concluso, pur nel distanziamento, con un momento di festa nel cortile dell’Oratorio Silvio Pellico, residenza del nuovo canonico.

Photogallery dell’insediamento

 

Profilo del nuovo canonico

Classe 1946, originario di Formigara, mons. Staffieri è stato ordinato sacerdote il 24 giugno 1972, iniziando il proprio ministero come vicario a Cremona nella parrocchia di S. Sebastiano. Nel 1985 è stato nominato parroco di Fengo. Nel 1997 il trasferimento, sempre come parroco, a Sesto Cremonese assumendo anche gli incarichi di amministratore parrocchiale di Luignano (dal 1998 al 2000) e Crotta d’Adda (nel 2008).

Avendo accettato la sua rinuncia a parroco di Sesto (effettiva dal 1° settembre) mons. Napolioni l’ha nominato canonico effettivo del Capitolo della Cattedrale di Cremona.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail