«La vita si fa storia», un talk per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni

Venerdì alle 21 sui canali diocesani una trasmissione con Nataša Govekar, responsabile della Direzione teologico-pastorale del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, la giornalista Maria Acqua Simi, e don Marco d'Agostino, biblista e Rettore del Seminario diocesano
image_pdfimage_print

“La vita si fa storia”. Quanto le parole diventino vere nel quotidiano lo stiamo misurando – anche drammaticamente – in questi giorni, nei quali la “normalità” di gesti e scelte scrive pagine inedite nell’esistenza di ciascuno. Lo sanno bene anche i comunicatori di professione e tutti gli utenti che attraverso i media si nutrono di storie, di personaggi e di trame. E lo sa – non da oggi – anche la Chiesa, custode di una “buona notizia” raccontata nei secoli e capace persino di salvare la vita.


“La vita si fa storia”: è questo il titolo del messaggio che papa Francesco ha indirizzato per la 54^ Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si celebrerà domenica prossima 24 maggio. Una ricorrenza che, con ogni probabilità, nelle comunità cristiane troverà tiepida accoglienza anche per la serie di coincidenze che si sovrappongono nella stessa data, dal punto di vista liturgico e per le novità del culto riaperto ai fedeli.

Eppure, a pensarci, mai messaggio fu più azzeccato da proporre oggi ai credenti, spesso inconsapevoli consumatori di abbondanti dosi di “narrazioni” non sempre innocue. Un invito a recuperare il dovere del racconto della realtà, di cui farci reciprocamente dono nel tempo della comunicazione compulsiva, della verità fluida, del protagonismo emotivo. Lo dice bene nel suo messaggio il Papa, quando nello stesso titolo rimarca (citando il libro dell’Esodo): “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria”.

Perché il bene non vada perduto, perché non prevalgano le distorsioni della verità o, peggio, la rassegnazione al silenzio imposto dalle convenienze. E soprattutto perché credenti ed comunità imparino di nuovo l’arte della narrazione della fede ad un mondo spesso distratto ma non sempre ostile o avverso all’annuncio cristiano.

Per approfondire pastoralmente il tema e preparare l’imminente Giornata Mondiale l’Ufficio diocesano Comunicazioni Sociali propone di condividere uno spazio di incontro e dialogo sul portale diocesano e sui canali social della Diocesi.

Venerdì 22 maggio alle 21 appuntamento con la prof.ssa Nataša Govekar, responsabile della Direzione Teologico-Pastorale del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, Maria Acqua Simi, giornalista e collaboratrice dell’informazione diocesana, don Marco d’Agostino, biblista e Rettore del Seminario diocesano di Cremona.

Gli ospiti, in collegamento con lo studio del Centro di produzione televisiva diocesano TRC, saranno intervistati da don Enrico Maggi, incaricato diocesano per la pastorale delle comunicazioni sociali. E il “talk” può essere utilmente segnalato a quanti nelle comunità cristiane vivono il loro servizio del Vangelo mettendo a frutto passione e competenza per la comunicazione.


(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail