Incontro delle famiglie, il Papa propone un evento diffuso. Anche la Diocesi di Cremona pronta a rispondere (VIDEO)

Papa Francesco ha invitato sacerdoti e famiglie a collaborare per organizzare incontri nelle diocesi e nelle parrocchie di tutti i continenti
image_pdfimage_print

Il decimo Incontro Mondiale delle Famiglie presenta una formula inedita. Assumerà una dimensione “multicentrica e diffusa”. Roma sarà la sede principale, ma negli stessi giorni ogni diocesi potrà promuovere un incontro locale per le proprie famiglie e per le comunità. Ogni famiglia del mondo potrà essere protagonista. «Tutti potranno partecipare – sottolinea il Papa nel videomessaggio – anche coloro che non potranno venire a Roma». Tutti, dice ancora, potranno essere attivi e creativi.

«Laddove sia possibile, invito, perciò, le comunità diocesane a programmare iniziative a partire dal tema dell’Incontro utilizzando i simboli che la Diocesi di Roma sta preparando. Vi chiedo di essere vivaci, attivi, e creativi, per organizzarvi con le famiglie, in sintonia con quanto si svolgerà a Roma. Si tratta di un’occasione preziosa per dedicarci con entusiasmo alla pastorale familiare: sposi, famiglie e pastori insieme. Coraggio, dunque, cari Pastori e care famiglie, aiutatevi a vicenda per organizzare incontri nelle diocesi e nelle parrocchie di tutti i continenti. Buon cammino verso il prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie!»

Anche la Diocesi di Cremona attraverso l’attività coordinata dall’Ufficio di Pastorale Famiiare si prepara a rispondere con gioia all’invito del Papa  insieme al Vescovo Antonio e a tutte le persone coinvolte nella pastorale familiare: «Ci piacerebbe – spiegano i coniugi Dainesi, incaricati diocesani -, per valorizzare tutte le risorse territoriali e rendere ancor più diffuso l’evento, proporre incontri a livello zonale coinvolgendo con momenti di preghiera e di festa. Ma al di là delle scelte diocesane – concludono – che matureremo, ci sembra bello sottolineare l’invito fatto da Papa Francesco ai Pastori e alle Famiglie nell’aiutarsi “aiutarsi a vicenda” nel preparare questo appuntamento. Un bel richiamo anche in chiave Sinodale».

L’amore familiare

Il tema del prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie è legato all’amore familiare, come vocazione e via di santità. L’evento è organizzato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e dalla diocesi di Roma e si svolgerà nel sesto anniversario di Amoris Laetitia  e a quattro anni da Gaudete et ExsultateL’obiettivo dell’incontro è quello di rileggere Amoris Laetitia alla luce della chiamata alla santità di Gaudete et exsultate, a partire dalla consapevolezza che l’amore coniugale e familiare rivela il dono prezioso del vivere insieme. “La presenza del Signore – si legge nell’esortazione apostolica postsinodale Amoris Laetitia – abita nella famiglia reale e concreta, con tutte le sue sofferenze, lotte, gioie e i suoi propositi quotidiani”. “La spiritualità dell’amore familiare – si sottolinea in questo documento – è fatta di migliaia di gesti reali e concreti. In questa varietà di doni e di incontri che fanno maturare la comunione, Dio ha la propria dimora. Questa dedizione unisce «valori umani e divini, perché è piena dell’amore di Dio. In definitiva, la spiritualità matrimoniale è una spiritualità del vincolo abitato dall’amore divino”. “Ci sono molte coppie di sposi sante – si legge inoltre nell’esortazione apostolica Gaudete et exsultate in cui ognuno dei coniugi è stato strumento per la santificazione dell’altro.

Lode al Signore per il grande dono della famiglia

In vista del decimo incontro Mondiale delle Famiglie è stata recentemente presentata la preghiera ufficiale che accompagna questo atteso evento. “Pregare – ha detto in quell’occasione il cardinale Kevin Joseph Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita – è un modo per entrare nel vivo dell’Anno Amoris Laetitia e della preparazione dell’evento di Roma. Tante famiglie e tante comunità – ha aggiunto il porporato – da tempo attendevano di potersi incamminare, almeno spiritualmente, verso Roma. La preghiera le accompagnerà e le aiuterà a cogliere il messaggio dell’incontro”. La preghiera, composta in occasione del decimo Incontro Mondiale delle Famiglie, scaturisce da una profonda gratitudine nei confronti del Padre celeste per il grande dono della famiglia, luogo privilegiato delle relazioni d’amore nonché di preghiera, come ha dimostrato anche l’esperienza della pandemia.

Preghiera ufficiale per il X Incontro Mondiale delle Famiglie 22-26 giugno 2022

Padre Santo,
siamo qui dinanzi a Te
per lodarti e ringraziarti
per il dono grande della famiglia.

Ti preghiamo per le famiglie consacrate nel sacramento delle nozze,
perché riscoprano ogni giorno la grazia ricevuta
e, come piccole Chiese domestiche,
sappiano testimoniare la tua Presenza
e l’amore con il quale Cristo ama la Chiesa.

Ti preghiamo per le famiglie
attraversate da difficoltà e sofferenze,
dalla malattia, o da travagli che Tu solo conosci:
sostienile e rendile consapevoli
del cammino di santificazione al quale le chiami,
affinché possano sperimentare la Tua infinita misericordia
e trovare nuove vie per crescere nell’amore.

Ti preghiamo per i bambini e i giovani,
affinché possano incontrarti
e rispondere con gioia alla vocazione che hai pensato per loro;
per i genitori e i nonni,
perché siano consapevoli
del loro essere segno della paternità e maternità di Dio
nella cura dei figli che, nella carne e nello spirito,
Tu affidi loro;
per l’esperienza di fraternità
che la famiglia può donare al mondo.

Signore, fa’ che ogni famiglia
possa vivere la propria vocazione alla santità nella Chiesa
come una chiamata a farsi protagonista dell’evangelizzazione,
nel servizio alla vita e alla pace,
in comunione con i sacerdoti ed ogni stato di vita.

Benedici l’Incontro Mondiale delle Famiglie.

Amen

 

Amedeo Lomonaco

(Fonte: VaticanNews)

Facebooktwittermail