In visita alla Cattedrale con guide speciali

Giovedì 24 ottobre la prima serata organizzata dal Centro psico–sociale dell’ospedale di Cremona. Il 21 novembre il secondo appuntamento
image_pdfimage_print

«Ci piace pensare che la cultura non ha barriere, anzi le deve abbattere». Con queste parole il vescovo Napolioni spiega il sostegno della diocesi all’iniziativa «Nuova luce su ArteAssieme» promossa dall’Azienda Socio–Sanitaria Territoriale di Cremona con la collaborazione di target Turismo e associazione Come Together.

Il progetto propone un percorso di visite guidate uniche, organizzate da un gruppo di utenti, volontari, familiari, operatori del Centro Psico Sociale di Cremona, Esperti in Supporto tra Pari e guide turistiche professionali all’interno della Cattedrale di Cremona. Il primo appuntamento – sold out – è stato giovedì, e i partecipanti hanno ammirato i capolavori cinquecenteschi del Duomo sotto una luce nuova – come spiega ancora il vescovo – «con lo sguardo di chi racconta l’arte non per mestiere ma per passione».
Uno sguardo che abbraccia la bellezza degli affreschi e quella dell’attenzione alla cura, in un percorso che fa dell’arte un medium potente per favorire l’inclusione sociale e il benessere delle persone interessate da un problema di salute mentale. Il percorso è iniziato con lo studio degli affreschi attraverso cui le guide hanno potuto condividere riflessioni consapevoli, profonde e leggere, interpretando le opere attraverso il loro vissuto che ha dato vita a chiavi di lettura insolite e dense di significato. «Per l’Asst di Cremona – spiega il direttore generale Giuseppe Rossi – questo progetto è un autentico esempio di come si possa fare assieme e con ottimi risultati. Istituzioni, operatori sanitari, pazienti, volontari e cittadini sono qui accomunati dal desiderio di offrire la propria competenza ed esperienza per intraprendere percorsi terapeutici sempre più integrati e soprattutto umanistici. Attraverso l’arte, infatti, è stato possibile entrare in contatto con l’altro, con la città e soprattutto con la conoscenza di sé». Un dialogo che ha trovato espressione nel confronto con il pubblico e con un luogo di comunità: «La Cattedrale – aggiunge il vescovo – da sempre è patrimonio spirituale e culturale che appartiene a tutta la città di Cremona, che così racconta la fede cristiana, raggiungendo tutti, dai piccoli ai grandi, deboli, fragili o forti che siano».

La seconda e ultima serata del progetto «Nuova luce su ArteAssieme» è in programma per giovedì 21 novembre. La partecipazione richiede una prenotazione (le visite sono a numero limitato) che è possibile effettuare fino ad esaurimento posti contattando l’agenzia Target Turismo ai numeri 0372 407081 e 347 6098163, oppure scrivendo una e–mail a arteassieme@targetturismo.com.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail