In viaggio sulle rotte della fede

Intervista a don Roberto Rota in vista delle prossime mete, tra pellegrinaggi e occasioni di turismo religioso
image_pdfimage_print

Il pellegrinaggio diocesano del 2019, presieduto dal vescovo Napolioni, porterà (dal 2 all’8 settembre) un gruppo di cremonesi a percorrere le strade della Grecia seguendo la predicazione di San Paolo: da Filippi a Tessalonica e Atene, da Corinto fino a Micene e ad Epidauro, dove sorge uno dei più grandi teatri antichi. Così, i luoghi dove la nascente religione cristiana incontrò la cultura classica – nel viaggio organizzato dall’Ufficio per la pastorale del turismo con ProfiloTours – diventano occasione per conoscere e approfondire l’esperienza cristiana nella tradizione ortodossa greca.

«L’idea – spiega il responsabile dell’Ufficio don Roberto Rota – è quella di incontrare esperienze cristiane che, pur non essendo in piena comunione con la Chiesa di Roma, hanno radici comuni alla tradizione cattolica».

Accanto all’incontro con la Chiesa orientale, con le sue liturgie e la sua caratteristica arte iconica, ci sarà anche un momento di incontro con l’arcivescovo di Atene. Non è un caso se il titolo del programma annuale proposto dall’Ufficio è “Orizzonti di fede”.

 

Pellegrinaggi e turismo religioso

«C’è una differenza – spiega però don Rota – tra pellegrinaggi e turismo religioso. Chi parte per un pellegrinaggio è mosso da forti motivazioni di fede. Parte verso una meta significativa per la propria crescita spirituale e in questo caso dopo la decisione di partire e il viaggio in sé, anche il ritorno diventa parte essenziale: rientrare a casa rinnovato nella fede è la ragione stessa dell’esperienza».

Una dimensione spirituale che assume invece caratteristiche diverse nel viaggio turistico: «Nella nostre proposte non manca mai il riferimento alla fede cristiana, ma in questo caso è il viaggio a suscitare interesse e apertura. Così, promuovendo una cultura del turismo, la specificità dei nostri viaggi è lo sguardo con cui invitiamo a guardare le bellezze artistiche e naturali del mondo: uno sguardo che può stimolare la ricerca nella fede, diventando un vero e proprio strumento di evangelizzazione».

 

India e Polonia

Uno scopo che orienta le scelte delle mete, sempre rivolte alla conoscenza di luoghi e di testimoni capaci di raccontare la bellezza dell’esperienza cristiana fiorita dentro culture e tradizioni anche lontane: così il viaggio in India (dal 18 al 29 novembre) diventerà occasione per osservare e conoscere la cultura e le tradizioni legate a induismo e buddismo, ma soprattutto per fare esperienza diretta della carità, legata al ricordo di Madre Teresa di Calcutta e oggi continuata dalle sue suore, riconoscibili dall’abito bianco, profilato di azzurro. In Polonia (23 al 30 settembre), invece, il gruppo cremonese riscoprirà le origini di Papa Giovanni Paolo II e dell’esperienza di cristianesimo sociale di Solidarność, ma potrà anche «interrogarsi – osserva don Rota – su come un Paese che nella sua storia ha conosciuto più di altri la fatica della libertà, costruisca oggi ostacoli per la libertà degli altri attraverso nuove forme di integralismo politico e di chiusura».

Ogni viaggio è un’occasione, dunque, per conoscere e riflettere. E per farlo insieme, attraverso la partecipazione a un gruppo sempre più unito e affiatato, anche nella ricerca di nuovi percorsi di fede: «La nostra identità cristiana – conclude il responsabile dell’Ufficio – oggi è messa in forte discussione nel nostro occidente secolarizzato e anche noi troppo facilmente rischiamo di dimenticarla; per questo proprio il confronto con altre tradizioni ed altre culture offre un’occasione per recuperarla e per ritrovarne la autentica bellezza».

 

Pellegrinaggio a Caravaggio

All’inizio del nuovo anno pastorale, domenica 22 settembre 2019 si svolgerà il consueto pellegrinaggio diocesano al Santuario di S. Maria del Fonte presso Caravaggio con la Messa presieduta dal vescovo Antonio Napolioni.

 

Viaggi ed eventi

Sul sito www.profilotours.it sono costantemente aggiornate le proposte di viaggi e pellegrinaggi organizzati dall’Ufficio diocesano con il supporto logistico dell’agenzia turistica ProfiloTours

 

Per le parrocchie

L’Ufficio diocesano è a disposizione di parrocchie e associazioni per l’organizzazione di gite e pellegrinaggi secondo le normative vigenti.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail