Il Vescovo in visita alle Rsa di Casalmorano e San Bassano

Continua la serie di visite del vescovo Antonio Napolioni nelle case di riposo del territorio diocesano. Nel pomeriggio di lunedì 1° giugno è toccato alla Fondazione Istituto Vismara De Petri onlus di San Bassano (in foto) e alla Fondazione Villa Sacro Cuore-Coniugi Preyer di Casalmorano.Pressoché identica in entrambe le strutture la modalità della visita: accoglienza, preghiera nella chiesetta e saluto agli ospiti dal cortile.

A San Bassano il Vescovo, accompagnato dal suo segretario don Flavio Meani, è arrivato alle 15, accolto dal presidente don Mario Dellacorna, dal Consiglio d’amministrazione, dal direttore Maria Grazia Ventura e da parte del personale. Agli operatori il Vescovo ha ricordato anche la sua condizione di malato da coronavirus: “Quando fui mandato a Cremona come vescovo – ha detto – pensavo di condividere con questa terra un’alluvione. Mai avrei pensato di condividere una pandemia”. Dopo il ringraziamento agli operatori sanitari per quanto fatto e per quanto stanno facendo tuttora, il saluto agli ospiti, dal cortile.

Alle 16.30 Napolioni si è spostato alla Fondazione Villa Sacro Cuore di Casalmorano dove ha trovato ad accoglierlo un gruppo di persone formato fra gli altri dal parroco don Adriano Veluti con i collaboratori don Giuseppe Bernardi Pirini e don Giuliano Valiati, dal presidente del CdA Virgilio Galli e dalla direttrice Pinuccia Galli. Nel momento di preghiera in cappella, trasmesso nelle stanze degli ospiti, il Vescovo ha commentato il brano di vangelo che narra dell’incontro fra Gesù ed Anna e Simeone, esempio di anziani che trovano nell’incontro con il Signore una fonte di gioia. Poi, dal cortile, il saluto gli ospiti, portati nella sala ricreativa, ai quali ha augurato salute e salvezza.