Il 12 dicembre a San Luca la Messa natalizia per il mondo universitario

Nella chiesa cittadina la celebrazione per studenti, docenti, dirigenti e personale delle sedi cremonesi. Una riflessione sulle prospettive pastorali aperte dalla crescita della presenza universitaria
image_pdfimage_print

Promossa dall’Ufficio diocesano della Pastorale universitaria, giovedì 12 dicembre alle 18, nella chiesa di S. Luca di Cremona (via Trento Trieste 1) sarà celebrata la S. Messa Natalizia per il Mondo Universitario.

L’iniziativa, la prima nel suo genere, si rivolge agli studenti, ai docenti, ai dirigenti e al personale non docente che operano in ambito universitario. Si tratta per Cremona di una presenza significativa e costantemente in crescita. Accanto a molti giovani cremonesi che frequentano università di altre città, crescono al contempo in modo considerevole anche le iscrizioni ai quattro Atenei presenti a Cremona: il Politecnico di Milano, il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali (Università di Pavia), l’Università Cattolica S. Cuore (di Milano) e l’Università di Fisioterapia e infermieristica e il corso di laurea in Assistenza sanitaria (Università degli Studi di Brescia).

Aumentano anche quanti, italiani e stranieri, scelgono la nostra città per intraprendere o completare il proprio curriculum di studi attraverso corsi e master che le università mettono in campo. Se da un lato ciò è conforme al carattere di mobilità degli studi e interscambio culturale voluto e incentivato dall’Unione europea, dall’altro è sicuramente lusinghiero che una piccola città come Cremona sappia attrarre sempre più presenze con un’offerta formativa diversificata e di valore come quella proposta dai nostri Atenei. Nell’anno 2018-2019 sono stati ben 1511 gli universitari iscritti nelle quattro sedi universitarie cremonesi: di essi 879 residenti fuori provincia, 70 gli stranieri. Numeri di tutto rispetto, a cui vanno aggiunti il personale docente e non docente, con un impatto che richiede risposte a livello logistico, spazi, trasporti, servizi… un indotto non trascurabile.

Il “fenomeno Università” investe anche la comunità cristiana: lo sguardo va a giovani che stanno costruendo il loro domani, entro un’esperienza, quella dell’università appunto, che li spinge ad orizzonti più vasti, entro un sapere che interpella e plasma. Un’esperienza in cui spesso si maturano scelte definitive, che caratterizzano la vita di ciascuno. E’ campo straordinario: una realtà un po’ caotica ed eterogenea, segnata da evidenti fragilità e confusioni, ma immensamente ricca di opportunità, capace di speranza e di impensabili generosità. Il Vescovo esorta tutti: «Il Vangelo, è sempre giovane, e feconderà i campi del sapere e dell’agire umano, se con intelligenza umile e creativa lo apriremo anche in Università». Al tempo stesso non possiamo dimenticare che sono proprio i volti di questi giovani e di questo mondo che spingono la nostra Chiesa a interrogarsi e, alla luce del Vangelo, a ricomprendere prima di tutto se stessa.

Avvicinandosi il Natale, la S. Messa per il Mondo Universitario vuole unire il mondo accademico in una comune preghiera per quanti, con lo studio o con il lavoro, sono impegnati in questo ambiente cruciale per lo sviluppo del sapere e del bene dell’uomo.

Don Maurizio Compiani

Incaricato dioc. della Past. Universitaria

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail