“Giovani in cammino”: il nuovo percorso per i giovani “dentro e attorno l’Oratorio”

Dopo anni di onorato servizio, cambia il formato degli inserimenti giovani in Oratorio patrocinato e finanziato da Regione Lombardia. “Giovani insieme” diventa “Giovani in cammino” e il focus si articola in un’ottica di azioni progettuali. Ci si sposta così dalla “sola” assunzione di uno o più giovani all’idea più complessiva di una azione progettuale dentro e fuori l’Oratorio, nella valorizzazione di ambiti e competenze diverse.

L’idea centrale che ispira il progetto, parte dal sostegno alle iniziative di contrasto al disagio giovanile che da sempre vedono gli Oratori protagonisti, perché eredi del metodo preventivo di salesiana memoria e perché in prima linea nella cura e nell’accompagnamento dei ragazzi.

Nascono così 150 azioni progettuali sul territorio lombardo, attivabili da settembre 2020 a agosto 2021, previa presentazione della documentazione necessaria alla Federazione Oratori (entro il 31 agosto 2020) che, come per le altre diocesi, raccoglierà le richieste e le ordinerà secondo criteri di pertinenza progettuale: piano finanziario, rete, coerenza progettuale, distribuzione sul territorio, alleanze su focus pastorali ed educativi locali…

“Giovani in cammino” veste tre direzioni specifiche che si declinano in altrettanti grappoli di azioni progettuali, da scegliersi in base alle esigenze locali:

GIOVANI INSIEME: in continuità con gli anni passati, ma dentro un format progettuale che non isola la figura e non la schiaccia sulla sola assunzione, la prima pista stimola l’aggregazione giovanile attraverso l’inserimento all’interno degli oratori lombardi di giovani, maturazione di competenze attraverso un percorso formativo ed esperienziale, aumento dell’offerta quantitativa e qualitativa di iniziative realizzate sul territorio dedicate alla prevenzione di possibili situazioni di disagio giovanile.

GIOVANI IN CAMPO: la seconda linea sviluppa progetti e azioni in sinergia con le risorse sportive soprattutto delle società oratoriane, puntando sulla qualità delle relazioni che proprio lo sport può far emergere quale linguaggio di efficacia educativa.

Sarà strategico creare azioni progettuali in sinergia con gli educatori sportivi e quanti si occupano di accogliere i ragazzi e inserirli in percorsi di attività sportiva.

GIOVANI IN FORMAZIONE: prevede azioni formative mirate alle competenze, alla prevenzione e all’accompagnamento dei più giovani, anche grazie all’applicazione delle tecnologie che nei mesi scorsi abbiamo impiegato per la scuola, la catechesi e altri aspetti formativi.


Leggi l’approfondimento e scarica i materiali sul sito focr.it