News

image_pdfimage_print

Santa Rita, dal 13 maggio la Novena nella chiesa di via Trecchi a Cremona
Venerdì 21 maggio alle 18 la solenne Eucaristia presieduta dal vescovo Antonio Napolioni nel ricordo del pio transito della Santa

Dopo il lockdown dello scorso anno, si torna a celebrare a Cremona la festa di santa Rita da Cascia presso la Rettoria delle Ss. Margherite e Pelagia, più comunemente conosciuta appunto come chiesa di Santa Rita. Un appuntamento particolarmente sentito dai cremonesi e che sarà preparato dal 13 al 20 Maggio con la Novena: ogni giorno alle 17.30 la recita del Rosario e a seguire, alle 18, la Messa con supplica a Santa Rita. Nella chiesa di via Trecchi 11 il culmine delle celebrazioni sarà naturalmente nell’anniversario della morte della Santa, con la celebrazione di venerdì 21 maggio, alle 18, presieduta dal vescovo di Cremona, mons. Antonio Napolioni. Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Motu Proprio: il catechista non è solo un volontario, ma un testimone che fa risuonare la Parola
L'incaricato diocesano per la Pastorale catechistica don Luigi Donati Fogliazza commenta l'istituzione del ministero di catechista da parte di Papa Francesco

È stato presentato stamattina in una estesa conferenza stampa il Motu proprio di Papa Francesco Antiquum ministerium che istituisce formalmente il ministero di Catechista.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Il vescovo al Santuario della Misericordia di Castelleone: con Maria andiamo verso gli altri con la «fretta dell’amore» (FOTO e VIDEO)
Monsignor Napolioni ha presieduto la Messa nell'anniversario delle apparizioni

Questa mattina il vescovo Antonio Napolioni, ha presieduto la Messa nel Santuario della Madonna della Misericordia di Castelleone in occasione del 510° anniversario delle apparizioni della Vergine alla contadina Domenica Zanenga. Il Santuario, costruito tra il 1513 e il 1521, sorge infatti sul luogo delle quattro apparizioni avvenute nei giorni 11, 12, 13, e 14 maggio del 1511.

Continue reading »

Maria Acqua Simi

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Con il Motu Proprio “Antiquum ministerium” il Papa istituisce il ministero di catechista
«È necessario - scrive il Santo Padre - riconoscere la presenza di laici e laiche che in forza del loro battesimo si sentono chiamati a collaborare nel servizio della catechesi»

Il ministero di catechista, antico come la Chiesa, è essenziale anche oggi,  in una “cultura globalizzata” che ha bisogno di laici impegnati nell’evangelizzazione per “contribuire alla trasformazione della società attraverso la penetrazione dei valori cristiani nel mondo sociale, politico ed economico”. Lo scrive il Papa nella lettera apostolica in forma di Motu Proprio “Antiquum ministerium”, con la quale istituisce il ministero di catechista, che ha radici evangeliche, come attestano le lettere di San Paolo e l’inizio del Vangelo di Luca.

Continue reading »

M. Michela Nicolais

(Fonte: AgenSir)

Facebooktwittermail

49ª Settimana sociale. Mons. Santoro: “Promuovere dialogo ad oltranza con tutti purché si porti avanti il bene dei popoli”
“Non possiamo prescindere dall’emergenza sanitaria e dai volti di coloro che stanno soffrendo a causa del Covid e dell’inquinamento ambientale: la ‘minaccia’ del virus e quella dell’inquinamento sono connesse, anche per le conseguenze economiche e, quindi, sul lavoro”, dice l’arcivescovo di Taranto al Sir

“Custodire le nostre terre. Salute, ambiente, lavoro”: è stato il tema al centro del convegno promosso, il 17 aprile, ad Acerra ed è molto vicino a quello della prossima Settimana sociale che si svolgerà a Taranto, dal 21 al 24 ottobre: “Il Pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro e futuro. #tuttoèconnesso”. Delle problematiche ambientali e lavorative e delle prospettive sul futuro, senza dimenticare l’emergenza sanitaria e sociale in atto, parliamo con l’arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro, presidente del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane sociali. Continue reading »

Gigliola Alfaro

(Fonte: AgenSir)

Facebooktwittermail

Per le Giornate FAI di Primavera apre a Cremona Casa Ferraroni
Le visite nel palazzo dell'Opera Sant'Omobono sabato 15 e domenica 16 maggio: obbligatoria la prenotazione

Dopo un lungo periodo di restrizioni riaprono i luoghi della cultura e con essi tornano le Giornate FAI di Primavera per sensibilizzare i cittadini alla bellezza e alla conoscenza del patrimonio culturale. Tra i luoghi aperti a Cremona il 15 e 16 maggio, oltre al Teatro Ponchielli e a Palazzo Fodri, sarà visitabile per la prima volta Casa Ferraroni, piccola e inedita curiosità neoclassica in via Gerolamo da Cremona 49, immobile dell’Opera Sant’Omobono. Costituita da tre salette con una straordinaria decorazione pittorica, ricca di vedute, sculture dipinte e grottesche è riferita a Giuseppe Manfredini, forse in collaborazione con Francesco Ferrari. Si tratta di una grande occasione colta dalla Delegazione FAI di Cremona che consentirà ai visitatori di poter scoprire un tassello davvero interessante della tradizione pittorica cremonese a cavallo tra Sette e Ottocento. Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Lunedì a San Camillo il ricordo del beato Rebuschini
Padre Enrico operò presso la casa di cura di via Mantova dal 1899 sino alla morte, avvenuta il 10 maggio 1938

Lunedì 10 maggio si celebra la memoria liturgica del beato Enrico Rebuschini: camilliano, vero apostolo della carità, elevato agli onori degli altari da Giovanni Paolo II il 4 maggio 1997. Il suo nome e la sua opera sono indissolubilmente legati alla città di Cremona dove visse per quasi quarant’anni alleviando sofferenze materiali e spirituali di centinaia di persone che hanno varcato la soglia della clinica San Camillo di via Mantova. Quest’anno a causa della situazione pandemica non si celebrerà in modo solenne la memoria liturgica nella piccola chiesetta della clinica dove sono conservate le spoglie mortali del beato, per il quale però non mancherà l’attenzione e la preghiera. Continue reading »

Matteo Lodigiani

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail