Intorno all’opera

image_pdfimage_print

Intorno all’opera/14 – La Madonna di Caravaggio
La patrona della diocesi attribuita al Massarotti aprirà il percorso del Museo Diocesano

A restauro non ancora ultimato sono evidenti le cicatrici che il tempo ha creato, soprattutto quella lasciata dalla candela accesa troppo vicino alla tela, senza rispettare il doveroso “distanziamento sociale” e che ha quasi prolungato il piccolo ramoscello fiorito al centro della composizione nel rivolo d’acqua che separa le due donne coinvolte, il più evidente segno iconografico che identifica la scena rappresentata. Altre invece sono state rimosse, come le piccole stelle poste a corona sul capo della Signora, che impropriamente erano state incollate come un rabberciato patchwork.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/13 – Stanze della segnatura apostolica: l’incendio di Borgo
Un altro capolavoro di Raffello nell'anno del 500°

Ancora Raffaello, in questo anno a lui dedicato. Nelle sontuose stanze della Segnatura apostolica, dove i famosi affreschi della “scuola d’Atene” o della “Disputa intorno al Sacramento” la fanno da padrone, l’artista urbinate raffigura il drammatico incendio di Borgo nella città di Roma.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/12 – Tersicore e Ganimede di Palazzo Mina-Bolzesi ostaggi alle Gallerie d’Italia
Per i due capolavori prestati alla mostra Canova-Thorvaldsen, si prolunga a causa del covid il soggiorno milanese

Due ragazzi cremonesi ostaggi a Milano a causa del covid, nonostante la fase 2 sia già iniziata e l’incontro con i congiunti e gli affetti stabili siano permessi. Le due sculture che la nostra diocesi ha prestata alle Gallerie d’Italia per la mostra “Canova – Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna”, sospesa a causa della pandemia, anche il suo smantellamento e la riconsegna delle opere ai prestatori non è ancora stata possibile.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/11 – Il Risorto del Bertesi
Piccolo capolavoro barocco custodito nel Museo Berenziano del Seminario di Cremona

Sinceramente non mi è mai piaciuto più di tanto immaginare un Risorto di questo genere, l’arte Barocca ci racconta un Cristo trionfante che nessuno ha mai visto. Vittorioso a suo modo, con quel balzo in alto che lo enfatizza. Assomiglia ad un atleta posto sul gradino più alto del podio olimpico, esultante per la medaglia conquistata. Qui è quasi un nuotatore che ha eseguito il migliore dei tuffi e che è riuscito a realizzare l’impresa impossibile a tutti gli altri.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/10 – Cena in Emmaus
L'intensità di Caravaggio nel riconoscimento del Signore

La Cena in Emmaus, è considerata la sintesi emotiva del linguaggio intenso di Caravaggio, in realtà sono due le opere che il Merisi dipinge, la più famosa è certamente quella conservata a Londra, dove i gesti sono enfatizzati. Il momento che Caravaggio rappresenta è l’attimo nel quale i due pellegrini comprendono la vera identità del terzo viandante, tanto che uno allarga le braccia, e non solo per accentuare la profondità prospettica del dipinto, ma per alludere alla croce, mentre l’altro discepolo sulla sinistra, che con un gesto di foga, sposta la seggiola sulla quale è seduto sembra rompere la tela con il gomito, tanto che anche la sua giubba si lacera.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/9 – Chiesa di Dio Padre Misericordioso
Un inno alla misericordia nell'architettura della chiesa realizzata a Roma da Richard Meier

Cose all’Italiana, doveva essere pronta per il grande Giubileo del 2000 la Chiesa di Dio Padre Misericordioso, alle porte di Roma, nel popoloso quartiere Tor Tre Teste. La consacrazione posticipata al 2003. Tre vele bianche, che l’architetto di fama internazionale Richard Meier ha pensato. Una barca, la Chiesa, con tre vele: quelle le Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Un gioco di luce. Il bianco delle pareti, cemento autopulente della ditta bergamasca Italcementi, tecnologia all’avanguardia. Le vetrate che fanno passare tutta la luce possibile. Un inno alla Misericordia.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/8 – La Madonna dei Pellegrini di Caravaggio
Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, "Madonna dei Pellegrini", olio su tela , databile al 1604-1606, Basilica di Sant'Agostino a Roma

Caravaggio dipinge quest’opera quando i pellegrini potevano percorrere le strade polverose delle vie che conducevano alle grandi mete spirituali: Roma, Gerusalemme, Santiago. Non erano certo dei runner che con fisici più o meno atletici sfidavano le minacciose restrizioni sociali che prevedono il distanziamento fisico più che sociale, ma erano poveracci, nel vero senso della parola, senza particolari e sofisticati equipaggiamenti: smartphone, calcolatori elettronici di contapassi o di calorie, ma una semplice borraccia, un cappello a falde larghe per ripararsi dal sole cocente di mezzogiorno, un bastone per la difesa dagli animali randagi, più che per il sostegno, bisaccia se qualcosa poteva contenere oltre che al tozzo di pane, mantello che faceva da coperta e ombrello.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/7 – Il Risorto
Pieter van Aelst su cartone di Raffaello, "Il Risorto", arazzo, Cappella Sistina, Città del Vaticano (1519)

Ricollocati solo per una settimana alla fine di febbraio del 2020, periodo peggiore non poteva esserci: è stato come tornare indietro di 500 anni, alla notte di Santo Stefano del 1519, quando, a Raffaello ancora vivo – ma sarebbe morto pochi mesi dopo a soli 37 anni – vennero appesi alle pareti della Cappella Sistina i primi sette arazzi realizzati a Bruxelles dalla bottega del tessitore Pieter van Aelst su cartoni del pittore urbinate.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/6 – Il Crocefisso di Scandolara Ravara
Uno dei più antichi crocifissi presenti nella nostra diocesi

Uno dei più antichi crocifissi presenti nella nostra diocesi. Forse anche per questo ci appare così provato. Protagonista suo malgrado di alterne e complesse vicende ora è in attesa dell’ultimo restauro prima della definitiva ri-esposizione ai fedeli della diocesi.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail

Intorno all’opera/5 – La chiesa del cimitero di Bergamo
La compassione per i defunti nelle opere di Longaretti e Brolis

Due semplici cose. La mia famiglia mi ha insegnato fin da piccolo ad onorare i propri defunti. Ogni quindici giorni, quando ero piccolo con i genitori e i miei fratelli andavamo dalla nonna materna a Bergamo, ma prima era obbligatoria la visita al cimitero monumentale, li era sepolto il nonno Pietro e gli altri parenti della mamma. Era diventata una cosa bella.

Continue reading »

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail