Caravaggio, i fedeli tornano a Messa e il Santuario si prepara per la festa dell’Apparizione del 26 maggio

Iniziata la novena verso la celebrazione dell'anniversario. Monsignor Ferrari spiega orari e misure di sicurezza per consentire la partecipazione
image_pdfimage_print

Da oggi, lunedì 18 maggio, anche la basilica di Santa Maria del Fonte di Caravaggio torna ad accogliere i fedeli per la celebrazione dell’Eucaristia. Il santuario si è preparato a dovere, anche e soprattutto in vista delle celebrazioni del 588° anniversario dell’Apparizione della Vergine a Giannetta.

«Le messe vengono celebrate secondo i soliti orari – spiega monsignor Amedeo Ferrari, rettore di Santa Maria del Fonte – e così anche il Santo Rosario mentre le confessioni sono state spostate nelle stanze del centro di Spiritualità. Ci sarà sempre qualcuno che disciplinerà gli ingressi facendo in modo che venga mantenuto il distanziamento fra le persone (è vietato spostare le sedie) e che vengano osservate tutte le disposizioni del governo in materia di prevenzione dei contagi da coronavirus prese in accordo con la CEI. In basilica la capienza è di 200 posti e c’è tutto quanto è stato indicato dal decreto del presidente del consiglio dei ministri. I fedeli hanno l’obbligo di accedere con mascherine e guanti».

Durante la novena dell’Apparizione, da oggi fino a sabato (23 maggio), le messe vengono celebrate alle 6.30 (con pensiero e supplica), alle 8,30, alle 10 e alle 16 mentre alle 17 è previsto il Santo Rosario con supplica. Domenica 24 le messe saranno sei: alle 7 (con pensiero e supplica), alle 8,30, alle 10, alle 11, alle 16 e alle 17,30. Quella delle 11 sarà celebrata dal vescovo Antonio Napolioni.

Alle 15, recita del Rosario. Lunedì 25, vigilia dell’Apparizione, messe alle 6,30 (con pensiero e supplica), alle 8,30, alle 10 e alle 16. Alle 17 recita del Rosario mentre alle 21 si terrà la veglia dell’Apparizione.

Il 26 maggio è dato per scontato che giungeranno al santuario più di 200 persone: «Ecco perché – precisa il rettore – in occasione della ricorrenza è già previsto che, sia con il sole che con la pioggia, le funzioni religiose saranno tenute nel piazzale esterno, che, ovviamente, permetterà la partecipazione di un maggior numero di fedeli potendo ospitare fino a 1.000 persone. La statua della Madonna sarà portata sotto il porticato della basilica di modo che non si debba entrare al suo interno per vederla».

Le messe sono in programma alle 6,30 alle 8,30 e alle 10 e nel pomeriggio verrà recitato il Rosario in maniera continuativa fino alle 17, ora in cui si farà memoria dell’Apparizione.

Monsignor Ferrari nei giorni scorsi si è relazionato con il sindaco di Caravaggio Claudio Bolandrini e con le forze dell’ordine. È stato approntato un piano organizzativo che prevede accessi presidiati da personale comunale e da quello del santuario, uscite ed entrate separate con percorsi a senso unico in modo che i flussi di gente non si incrocino. Ci si potrà sedere solo sulle sedie precedentemente disposte con le necessarie distanze di sicurezza e le persone non potranno liberamente circolare sul piazzale.


Luca Maestri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail