Camminare come famiglia nel tempo Ordinario, alla luce della Parola, online la riflessione dei coniugi Cariani (VIDEO)

Sarà disponibile sul sito diocesano il video di riflessione, proposto dall'Ufficio diocesano di pastorale Famigliare, che annuncia anche una nuova formula "digitale" per la Giornata delle famiglie 2021
image_pdfimage_print

Il tempo di Natale sta per terminare e ci stiamo preparando ad entrare nel tempo ordinario, il tempo della ricchezza del quotidiano nel quale cogliere la presenza di Dio nelle mille occupazioni ed incontri che riempiono la nostra giornata. È il tempo nel quale vivere l’esperienza cristiana attraverso i gesti feriali, nella vita di famiglia, nel lavoro, nella carità…, accompagnati da Parola ed Eucarestia vissute comunitariamente la domenica.

Ma cosa significa per una famiglia vivere questo tempo ordinario? È solo un tempo di monotona ripetitività, di stress? Come la Parola lo illumina?

Da domenica 10 alle 21 sarà disponibile online nell’area formazione del portale diocesano (link diretto alla sezione dedicati ai contenuti dell’Ufficio famiglia) la riflessione dei coniugi Antonio e Raffaella Cariani che aiuterà ad entrare in questo periodo e a coglierlo come una occasione per riscoprire quanto di straordinario in esso avviene attraverso una riflessione online dal titolo Camminare come famiglia nel tempo Ordinario, alla luce della Parola.

Come sempre questa testimonianza resterà a disposizione per poter essere riascoltata come coppia, proposta ad amici o utilizzata in attività pastorali.

L’Ufficio di Pastorale Familiare proporrà una riflessione di coppia sulla Parola anche in Quaresima e nel tempo di Pasqua per aiutare ad interpretare in chiave familiare, alla Sua luce, il tempo che viviamo.

Fin da ora anticipiamo che l’annuale giornata delle famiglie quest’anno sarà sostituita da iniziative online che saranno trasmesse dal portale diocesano dal 28 febbraio e culmineranno con una serata insieme al Vescovo il 7 marzo alle 21. Tema di quest’anno sarà “La famiglia luogo di cura e di speranza”.

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail