Bellaguarda, festeggiati con il Vescovo i cento anni

Monsignor Napolioni ha sollecitato la comunità a riconoscere cosa “fa” parrocchia: un invito ad andare all’essenziale, alle cose belle, a ciò che è vivo, alla dimensione missionaria
image_pdfimage_print

La parrocchia di Santa Maria Maddalena in Bellaguarda, nel Viadanese, compie cento anni. Festeggiati sabato 21 dicembre con la Messa solenne presieduta dal vescovo Antonio Napolioni.

La liturgia è stata concelebrata dal parroco don Davide Barili, dal collaboratore don Maurizio Germiniasi, dall’ex parroco in solido don Paolo Tonghini e da don Giuseppe Bernardi Pirini, originario proprio di questa comunità. All’altare anche Luigi Lena, diacono permanente della zona pastorale V. La celebrazione è stata animata dalla corale parrocchiale diretta da Barbara Morelli.

Nell’omelia monsignor Napolioni ha invitato i fedeli a imparare a «distinguere la cornice dal quadro»: a riconoscere cioè cosa “fa” parrocchia, cosa costruisce la comunità cristiana. Un invito ad andare all’essenziale, alle cose belle, a ciò che è vivo, alla dimensione missionaria.

All’inizio della Messa, gli Scout di Viadana avevano consegnato una lampada con la “luce di Betlemme”.

Per l’occasione, il grande presepio allestito davanti all’altare era adornato dalle foto storiche dei parrocchiani (raccolte nei mesi scorsi per una mostra), idealmente in adorazione davanti al Bambino.

Dalla volta pendevano cento stelle d’argento, ritagliate nella carta dai bimbi della scuola materna “Marina Grassi” a simboleggiare il secolo di vita della comunità (ventuno delle quali d’oro, una per ciascuno degli scolaretti stessi).

All’offertorio, tra i doni portati all’altare, anche una copia del volume “Bellaguarda dalla preistoria ai nostri giorni”. Curata da Luigi Cavatorta (conservatore del museo civico di Viadana), la pubblicazione raccoglie le genealogie delle famiglie storiche del paese, redatte da Andrea Buoli. Il libro era stato presentato pubblicamente domenica 15: ne sono già state vendute oltre cento copie, che hanno raggiunto anche i bellaguardesi non più residenti, addirittura fin negli Stati Uniti, in South Dakota e Colorado (per chi fosse interessato ad avere una copia del volume è possibile contattare il 347-3093448).

Domenica 5 gennaio, chiusura dei festeggiamenti in chiesa alle 17 con il concerto della corale dell’unità pastorale e del coro voci bianche diretti da Francesco Azzolini.

L’oratorio di Santa Maria Maddalena fu eretto nelle campagne viadanesi attorno alla metà del Seicento, per volontà del possidente Pietro Romani. All’epoca il paese era ricompreso nella parrocchia di San Matteo delle Chiaviche; venne eretto a parrocchia autonoma (comprendente anche Valle di Casalmaggiore) il 6 dicembre 1919. La chiesa attuale venne poi edificata nel 1937; l’antico oratorio, in seguito adibito ad asilo e ambulatorio, è oggi inglobato nella sede del circolo Acli.

Photogallery

Riccardo Negri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail