A Paderno Ponchielli il “Digital Grest 20.20”

Ogni mattino giochi e intrattenimenti trasmessi sul canale youtube della parrocchia
image_pdfimage_print

Organizzare il Grest questa estate non è possibile? Ecco allora quello multimediale. La proposta arriva dalla parrocchia di Paderno Ponchielli che ha ideato il “Digital Grest 20.20”, avvalendosi degli strumenti tecnologici, che tanto sono stati utilizzati nei mesi della pandemia.

«Dal momento che, per vari motivi conseguenti all’emergenza coronavirus non è stato possibile organizzare il canonico Grest – spiega il parroco don Claudio Rasoli – quest’anno per coinvolgere gli adolescenti ed offrire un servizio alla fascia d’età compresa fra le scuole elementari e le scuole medie, abbiamo pensato a quello che abbiamo denominato Digital Grest 20.20 che è iniziato il 17 giugno. Proponiamo ogni mattina, dalle 10 alle 11, giochi e intrattenimenti vari trasmettendo sul canale youtube della parrocchia di San Dalmazio, da noi molto utilizzato, su cui sono stati trasmessi i Rosari, dove vengono trasmesse le funzioni religiose e dove c’è, ad esempio, una sezione dedicata al catechismo, una agli eventi e una all’organo della nostra chiesa (che è piuttosto pregiato essendo un Inzoli del 1873)».

Il “Digital Grest 20.20” va in onda dal sagrato della parrocchiale e dura un’ora. Si può interagire con gli animatori grazie a whatsapp, al numero 339-3930312, che è il modo più veloce, oppure grazie alla pagina facebook della parrocchia o tramite e-mail all’indirizzo digitalgrest@gmail.com.

«Il nostro intendimento – prosegue don Rasoli – era soprattutto quello di coinvolgere gli adolescenti, che sono una dozzina e che presentano i giochi e le attività ma che soprattutto li preparano, lavoro non semplice. Una ventina i bambini ed i ragazzi che hanno aderito alla proposta. Per loro ci sono laboratori di vario genere, c’è, ad esempio, la rubrica Scopri il tuo paese con interviste a persone del luogo e c’è la preghiera. Andremo avanti questa settimana e anche la prossima».

Luca Maestri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail