A Fiesco un sistema per partecipare alla Messa in sicurezza prenotando il proprio posto

L'iniziativa del parroco don Marino Dalé: «Un modo semplice per evitare che si creino code e assembramenti»
image_pdfimage_print

Il posto a messa? Si prenota. Questa la decisione della parrocchia di San Procopio Martire per evitare – secondo le indicazioni del protocollo sottoscritto da Cei e governo – assembramenti alla riapertura delle messe ai fedeli, prevista a partire dal 18 maggio.

«Ogni venerdì – spiega il parroco don Marino Dalè – pubblico un bollettino settimanale, che si chiama Vox Dei, Vox Populi, nel quale do le indicazioni sulla vita della parrocchia. Sul prossimo bollettino pubblicherò la planimetria della nostra chiesa con le sedie numerate e darò le indicazioni per prenotare il proprio posto via whatsapp, telefono o facebook, oppure da me direttamente». Questo varrà per le messe domenicali e dei giorni festivi (che sono due, alle 8 e alle 10,30 ma don Marino sta valutando di aggiungerne una terza, pomeridiana) mentre per le messe dei giorni feriali, vista l’ipotetica affluenza, le prenotazioni non servono.

«Questo sistema è stato pensato per andare più che altro incontro agli anziani, per non rischiare che una volta arrivati in chiesa debbano tornare a casa per mancanza di posti».

Basterà indicare la messa cui si vuole partecipare ed il numero della sedia (ci sono 42 posti). «Praticamente funziona come al cinema ed è l’unico sistema per non far venire in chiesa la gente inutilmente e non creare assembramenti. Alcune celebrazioni – conclude don Marino – saranno invece al cimitero, e quindi libere e senza prenotazione».

Già collocati i numeri sulle sedie ed i dispositivi per disinfettare le mani. «Al posto dell’acqua benedetta –prosegue don Marino – abbiamo già messo i dispenser per l’erogazione del gel disinfettante. La Comunione sarà distribuita con delle pinzette ed io indosserò i guanti».

 

 

Luca Maestri

(Fonte: TeleRadio Cremona Cittanova)

Facebooktwittermail