Barnabiti, la solennità di sant’Antonio Maria Zaccaria si apre nel ricordo di suor Luisa Dell’Orto

Si apre, lunedì 4 luglio, presso la chiesa di San Luca, a Cremona, il programma in preparazione alla memoria di sant’Antonio Maria Zaccaria, cremonese fondatore dell’ordine dei Chierici regolari di san Paolo e patrono secondario della Diocesi di Cremona, che ricorre il 5 luglio.

La giornata di lunedì 4 luglio sarà caratterizzata dall’esposizione dell’Eucarestia nella chiesa di San Luca con l’adorazione continuata dalle 8.30 fino alle 17.30, quando vi sarà il canto dei Primi Vespri. A seguire, alle 18, la celebrazione eucaristica che terminerà con la supplica e la venerazione della reliquia del santo.

Alle 21 del 4 luglio la recita del Rosario, che sarà occasione per ricordare suor Luisa Dell’Orto, religiosa della comunità delle Piccole Sorelle del Vangelo di Charles de Foucauld, sorella del barnabita padre Giuseppe Dell’Orto, uccisa sabato 25 giugno a Port-au-Prince, capitale di Haiti, dove viveva a vent’anni dedita soprattutto al servizio dei bambini di strada. La preghiera del Rosario meditato avverrà con l’utilizzo dei testi di Charles de Foucault, fondatore delle Piccole Sorelle del Vangelo.

Martedì 5 luglio, invece, i barnabiti cremonesi ricorderanno la solennità del proprio fondatore a San Luca nelle Messe delle 7.15 e delle 8, alle quali seguirà la recita della supplica per gli ammalati e la venerazione della reliquia del santo. Alle 17.30 il canto dei Secondi Vespri, seguita, alle 18, la Messa presieduta dal novello sacerdote barnabita, padre Giacomo Maria Sala. La serata si concluderà con l’apericena nel chiostro di San Luca.

 

Sant’Antonio Maria Zaccaria

Antonio Maria Zaccaria nacque a Cremona nel 1502. Dopo gli studi di medicina all’università di Padova, rientrò a Cremona dove si diede a una intensa vita spirituale e caritativa. Ordinato sacerdote nel 1528, continuò a predicare la Parola di Dio e a promuovere il rinnovamento della vita cristiana tra i fedeli. Nel 1530, a Milano, con alcuni compagni diede inizio alla Congregazione dei Chierici Regolari di san Paolo, chiamati Barnabiti dalla chiesa di san Barnaba presso la quale si stabilirono. Pochi anni dopo fondò anche l’Istituto delle Suore Angeliche e la Società dei Coniugati. Tutta la sua attività ebbe come modello la vitalità apostolica di san Paolo, l’amore a Cristo crocifisso e all’Eucaristia. Morì a Cremona il 5 luglio 1539, consumato dalla fatica, a soli 37 anni. Canonizzato da Leone XIII nel 1897, il vescovo Giovanni Cazzani il 12 dicembre 1917 lo proclamò patrono secondario della diocesi, del clero e delle associazioni giovanili cattoliche.

 

Approfondimento su sant’Antonio Maria Zaccaria

Messale        Lezionario        Liturgia Ore

 

Comunità dei Barnabiti in lutto per l’uccisione ad Haiti di suor Luisa Dell’Orto