Ufficio per la Pastorale della salute

image_pdfimage_print

L’Ufficio per la pastorale della salute, coordinata da un Responsabile e coadiuvato dalla Commissione per la pastorale sanitaria, ha il compito di studiare e approfondire i problemi e le urgenze pastorali connessi con il mondo della sanità.

In particolare:

  • abituare le comunità cristiane, soprattutto attraverso i consigli pastorali parrocchiali e zonali, a individuare i bisogni emergenti della popolazione in campo sanitario e aiutarle a prendere coscienza e a maturare una sensibilità affinata per i malati fisici o psichici, i tossicodipendenti, gli anziani soli e non autosufficienti, gli handicappati e gli emarginati per ragioni di salute fisica o psichica;
  • formare gli operatori sociosanitari di ogni livello, soprattutto attraverso le specifiche associazioni, a un autentico spirito di servizio;
  • promuovere nelle parrocchie e nelle zone il volontariato in campo sanitario e assistenziale, anche con forme di cooperative di servizio;
  • rivolgere particolare impegno alla difesa della vita in tutte le sue fasi, dal concepimento fino al suo naturale compimento;
  • tenere un assiduo contatto con i cappellani degli ospedali o di istituzioni affini;
  • promuovere la celebrazione della Giornata mondiale del malato;
  • favorire la presenza dei cristiani negli organismi di partecipazione previsti dal servizio sanitario a livello locale;
  • promuovere il confronto e la collaborazione tra le associazioni, movimenti, gruppi o istituzioni di ispirazione cristiana operanti nel campo specifico della sanità;
  • curare i rapporti con gli enti pubblici e con le realtà associative di altra ispirazione.

Per adempiere i propri compiti, l’Ufficio tiene rapporti di collaborazione con la Caritas diocesana.

(Regolamento della Curia Diocesana, Titolo III, art. 59)