HOME PAGE  |   CALENDARIO PASTORALE  |   AREA DOWNLOAD  |   LINK UTILI  |   ORARI MESSE  |   CONTATTI



ANNO PASTORALE 2015
dvd conte
adorazione
AGENDA
     25/10
     ore09.00
Secondo convegno su Bonomelli
     25/10
     ore15.00
Incontro del Vescovo con gli operatori della pastorale della salute
     26/10
     ore15.30
Ingresso di don Loda Ghida a Malagnino
     27/10
     ore09.30
Convegno sui beni culturali
     01/11
     ore11.00
Pontificale di Tutti i Santi
   
Chiesa Cremonese
   Storia della diocesi
   Cronologia dei Vescovi
   Proprio diocesano
Vescovo
   Biografia
   Stemma
   Omelie
   Interventi
   Agenda
   Segreteria
Diocesi
   Curia vescovile
   Organismi consultivi
   Zone Pastorali e Parrocchie
   Santuari
   Istituzioni diocesane
   Aggregazioni ecclesiali
Persone
   Vescovi d'origine cremonese
   Sacerdoti diocesani
   Diaconi diocesani
Vita Consacrata
   Ist. Relig. Maschili
   Ist. Relig. Femminili
 
  Tribunale Ecclesiast.
Regionale Lombardo
  Casa della Comunicazione
  Centro Pastorale Diocesano
  Seminario Vescovile
  Ufficio Catechesi
  Ufficio Pastorale Familiare
  Ufficio Pastorale Scolastica
  Ufficio Pastorale
della Salute
  Ufficio Pastorale
del Turismo
  Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici
  Monastero Domenicano
  Monastero
della Visitazione

Economo diocesano
 
 
 
 
presso Curia Vescovile
piazza Sant'Antonio Maria Zaccaria, 5 - 26100 Cremona
Tel. 0372-495011   -   Fax 0372-495017
 
 
 
Al fine di favorire e garantire che la gestione dei beni economici di natura ecclesiastica sia attuata nella logica di una autentica comunione e nello spirito di fattiva collaborazione e di massima trasparenza (cfr. costituz. sin. 547 e 552), l’Economato diocesano ha il compito di coordinare l’attività degli Uffici di Curia che hanno competenza in materia economico-amministrativa. L’Economo diocesano, per gli Uffici del settore amministrativo, svolge ruolo analogo a quello dei Delegati episcopali.
 
L’economo diocesano coadiuva il Vescovo per tutto ciò che attiene ai problemi e alle attività economico-amministrative della diocesi. Ricopre anche l’incarico di Direttore della “Opera di religione S. Omobono”. In ragione del proprio ufficio non può ricoprire il ruolo di Responsabile in altri enti o istituzioni dipendenti dall’Ordinario diocesano o altro Ufficio della Curia diocesana.
In particolare, sotto l’autorità dell’Ordinario diocesano e secondo le modalità indicate dal Consiglio diocesano per gli affari economici:
  • amministra i beni della diocesi (ad esempio: offerte, tasse, cassa comune, beni mobili e immobili intestati all’ente diocesano), i fondi diocesani non autonomi, i depositi e i beni strumentali;
  • sulla base delle entrate della diocesi, pone in atto le spese che il Vescovo o altri, da questi legittimamente incaricati, abbiano ordinato;
  • predispone alla fine dell’anno sulla base delle scritture contabili e dei dati di inventario in suo possesso, il bilancio consuntivo delle entrate e delle uscite della diocesi che presenta al Vescovo e, entro il mese di marzo, al Consiglio diocesano per gli affari economici (costituz. sin. 66,7; 557,2);
  • compila entro la fine dell’anno solare, secondo le indicazioni del Vescovo e sulla base dei dati in suo possesso e delle previsioni di spesa fornite dagli Uffici di Curia e dalle Opere diocesane, la bozza di bilancio preventivo che verrà poi predisposata in via definitiva dal Consiglio diocesano per gli affari economici;
  • fornisce al Consiglio diocesano per gli affari economici e, per quanto di competenza al Collegio dei Consultori, tutte le informazioni necessarie per l’espletamento dei compiti che sono loro propri (costituz. sin. 553);
  • effettua studi, su richiesta dell’autorità competente, in materia contabile, finanziaria, economica e patrimoniale relativamente alle operazioni e/o alle organizzazione ed enti che fanno capo all’ente diocesi.
 
All’Economo compete esercitare, per conto del Vescovo e con il supporto tecnico dell’Ufficio amministrativo, il compito di vigilanza sugli enti soggetti, specie le parrocchie. Pertanto:
  • ne tratta i vari problemi amministrativi;
  • ne esamina i bilanci consuntivi e predispone la relazione annuale da presentare al Vescovo e al Consiglio diocesano per gli affari economici;
  • attua la visita quinquennale sui beni patrimoniali di tali enti; tale visita, da condursi in spirito di collaborazione ecclesiale con i rispettivi titolari e consigli di amministrazione, è finalizzata a prendere visione dell’effettiva situazione dell’ente, delle sue strutture, delle sue esigenze di trasformazione e di aggiornamento e delle sue risorse economiche, così da aiutare i responsabili nella redazione di un piano d’intervento ragionato e fattibile (costituz. sin. 562); di tale visita dà ragione al Vescovo, al Collegio dei Consultori e al Consiglio diocesano per gli affari economici;
  • segue con attenzione in collaborazione con i rispettivi Vicari di Zona, la situazione degli immobili degli enti ecclesiastici, in particolare le case canoniche, soprattutto nel momento del trasferimento dei Parroci, o nell’ambito del piano di ridistribuzione del Clero, nella costituzione di piccole comunità presbiterali, e ne segue le fasi di attuazione (costituz. sin. 566);
  • verifica, di intesa con l’Ufficio dei beni culturali, la redazione e l’aggiornamento delgi inventari dei beni patrimoniali mobili ed immobili (costituz. sin. 564);
  • prende visione della situazione economica delle parrocchie nei momenti di vacanza e nei passaggi di titolarità.
 
Per lo svolgimento dei compiti a lui affidati, l’Economo si avvale della specifica collaborazione dei seguenti Uffici:
  • Ufficio ragioneria e Cassa unica che, sotto la guida di un Responsabile, si qualifica come strumento tecnico per le operazioni contabili;
  • Ufficio amministrativo che, sotto la guida di un Responsabile, si qualifica come strumento per l’esercizio delle funzioni di vigilanza in campo amministrativo sugli enti sottoposti all’Ordinario diocesano.
 
L’Economo diocesano ha inoltre il compito di coordinare e promuove l’attività degli altri Uffici e organismi di Curia che hanno competenze in ambito amministrativo, in particolare: l’Ufficio assistenza e pensioni clero, la Commissione per la costruzione delle chiese nuove, il Servizio per la promozione al sostegno economico alla Chiesa.

L’Economo diocesano è nominato dal Vescovo, sentiti il Collegio dei Consultori e il Consiglio diocesano per gli affari economici.
 
 
(Regolamento della Curia Diocesana, Titolo III, artt. 75-80)
 

 

redazioneportale@diocesidicremona.it
Diocesi on air
PAPI
 


MailingList

feed rss

facebook

Liturgia


Media
 
 
 
La Vita Cattolica Avvenire
 
In Evidenza

ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
CALENDARIO GIORNATE MONDIALI E NAZIONALI
Tutte le date e i messaggi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona