HOME PAGE  |   CALENDARIO PASTORALE  |   AREA DOWNLOAD  |   LINK UTILI  |   ORARI MESSE  |   CONTATTI



ANNO PASTORALE 2015
dvd conte
adorazione
AGENDA
     01/11
     ore11.00
Pontificale di Tutti i Santi
     01/11
     ore15.30
Ingresso di don Celini a Sospiro
     02/11
     ore11.00
Messa del Vescovo per i defunti
     02/11
     ore15.00
Preghiera del Vescovo al Cimitero di Cremona
     03/11
     ore21.00
Incontro operatori pastorale familiare zone nove, dieci e undici
   
Chiesa Cremonese
   Storia della diocesi
   Cronologia dei Vescovi
   Proprio diocesano
Vescovo
   Biografia
   Stemma
   Omelie
   Interventi
   Agenda
   Segreteria
Diocesi
   Curia vescovile
   Organismi consultivi
   Zone Pastorali e Parrocchie
   Santuari
   Istituzioni diocesane
   Aggregazioni ecclesiali
Persone
   Vescovi d'origine cremonese
   Sacerdoti diocesani
   Diaconi diocesani
Vita Consacrata
   Ist. Relig. Maschili
   Ist. Relig. Femminili
 
  Tribunale Ecclesiast.
Regionale Lombardo
  Casa della Comunicazione
  Centro Pastorale Diocesano
  Seminario Vescovile
  Ufficio Catechesi
  Ufficio Pastorale Familiare
  Ufficio Pastorale Scolastica
  Ufficio Pastorale
della Salute
  Ufficio Pastorale
del Turismo
  Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici
  Monastero Domenicano
  Monastero
della Visitazione
MESE MISSIONARIO
Gli "Amici del Brasile"
approdano anche in Congo
nel 20esimo di fondazione
L'annuncio ufficiale
al Giorno del Signore
in onda con orari variati

Da quasi 40 anni in Brasile per sostenere l’educazione delle giovani generazioni e, negli ultimi tempi, anche per la formazione degli insegnanti. Una missione tenuta viva dall’Associazione “Amici del Brasile”, nata su ispirazione di don Arnaldo Peternazzi, “fidei donum” in quelle terre dal 1975 al 1987. Nel ventennale dell’associazione una importante novità: l’avvio di una missione anche in Africa, nella Repubblica Democratica del Congo. Proprio questi progetti sono al centro della puntata del “Giorno del Signore” in onda nel fine settimana, con alcune variazioni di orario rispetto alla consueta programmazione.

Gli orari del Giorno del Signore il 1° e 2 novembre

 


26-28 NOVEMBRE - CARAVAGGIO
La «tre-giorni» di formazione
per i sacerdoti cremonesi
Focus su «La risorsa
educativa della liturgia»

 
Si terrà dal 26 al 28 novembre presso il Centro di Spiritualità del Santuario di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio il corso residenziale per il clero cremonese. Quest'anno è stato scelto il tema: «La risorsa educativa della liturgia».
 


FESTIVAL MERULA
Sabato 1° novembre
nella chiesa di S. Pietro al Po
l'attesa esibizione
di Jean-Claude Zehnder
considerato tra i più grandi
organisti del mondo

 
Il Festival Organistico Internazionale 'Tarquinio Merula' – organizzato dalla Scuola diocesana di musica sacra «Dante Caifa» e dall’associazione« Marc’Antonio Ingegneri» con il prezioso supporto della Fondazione Giovanni Arvedi-Luciana Buschini – riprende il suo percorso attraverso il territorio cremonese, alla scoperta di strumenti di eccezionale valore, sabato  1° novembre, con l’attesa esibizione di Jean-Claude Zehnder. Il musicista svizzero, considerato tra i migliori organisti al mondo, sarà protagonista nella chiesa di San Pietro al Po, a Cremona, ai tasti dell’organo Fratelli Lingiardi 1877. Una data consigliata non solo agli amanti del genere sacro, ma a tutti i cultori della grande musica. Martedì 4 novembre la rassegna si sposterà nel Duomo di Casalmaggiore, dove Lorenzo Bonoldi metterà alla prova l’organo Bossi e Nipoti 1862 restaurato da Giani nel 2010.

 

Archivio:



PROVVEDIMENTI VESCOVILI
Don Maggi è ufficialmente
parroco anche di Roggione
Don Carraro nominato
collaboratore a S. Michele

 
Altri due provvedimenti di mons. Dante Lafranconi sono stati annunciati nei giorni scorsi. Anzitutto con decreto in data 21 ottobre il Vescovo ha nominato ufficialmente don Enrico Maggi, attuale parroco di Pizzighettone, Gera di Pizzighettone e Regona, parroco della «Beata Vergine del Roggione» in Roggione di Pizzighettone. Il provvedimento non è cosa nuova: il presule, infatti, aveva già incontrato lo scorso 4 settembre i fedeli delle cinque parrocchie che compongono il comune di Pizzighettone per annunciare la costituzione di una nuova unità pastorale guidata appunto da don Maggi che sarà affiancato dal vicario don Andrea Lamperti Tornaghi e dal collaboratore don Andrea Bastoni.
 


29 OTTOBRE
On line il terzo incontro
di don Bruno Bignami
dedicato al pensiero
e alle opere di Mazzolari

 
La Fondazione Mazzolari ha proposto un ciclo di tre incontri per conoscere e approfondire la figura del famoso parroco di Bozzolo da parte di guide turistiche, volontari della Fondazione stessa, studiosi e appassionati di questa figura di prete cremonese. Tutte le relazioni sono tenute dal presidente don Bruno Bignami presso la sala polivalente di via Matteotti 5 di Bozzolo.

Ascolta il primo incontro dell'8 ottobre

Ascolta il secondo incontro del 15 ottobre

Ascolta il terzo incontro del 29 settembre

 


CASALMAGGIORE
Una mostra in Santa Chiara
su don Carlo Gnocchi
il sacerdote ambrosiano
padre dei mutilatini

 
È stata presentata mercoledì 29 settembre presso l'auditorium dell'Oratorio Maffei di Casalmaggiore la mostra «Con avida, insistente speranza» dedicata all'avventura di don Carlo Gnocchi, il sacerdote ambrosiano «padre dei mutilatini», che è stato beatificato in piazza del Duomo a Milano il 25 ottobre 2009 dinanzi a 50.000 persone. A presentare l'iniziativa il dottor Emanuele Brambilla della «Fondazione Don Gnocchi», una struttura al servizio dei più fragili (disabili, anziani non autosufficienti, malati terminali, pazienti in stato vegetativo ...), con 29 Centri raggruppati in otto Poli territoriali attivi in nove Regioni, con circa 3700 posti letto ed oltre 5 mila operatori. La mostra potrà essere visitata dal 1° al 4 e dall'8 al 9 novembre presso la chiesa di San Chiara (via Formis 4 a Casalmaggiore) dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. È possibile prenotare visite guidate per singoli, gruppi e classi di scuola telefonando ai numeri 338 9453760 - 342 6220651.
 


OTTOBRE MISSIONARIO
Il racconto di padre Borghesi
saveriano in Amazzonia
L'11 ottobre scorso
ha festeggiato il 45°
di ordinazione sacerdotale

 
A pochi giorni dalla chiusura del mese missionario giunge alla nostra redazione una lunga mail di padre Giuseppe Borghesi, originario di Scandolara Ravara, che proprio l'11 ottobre scorso ha festeggiato 45 anni di sacerdozio. «Ho 72 anni - scrive il religiose - e da 54 faccio parte della Congregazione Saveriana. Prima di entrare nella famiglia di mons. Conforti ho frequentato il seminario diocesano. Sono stati sette anni molti belli, pieni di allegria e grande entusiasmo: li ricordo sempre con molta nostalgia. È tra le camerate di quel grande stabile di via Milano che è nata la voglia di raggiungere nazioni lontane dove Gesù non era ancora stato annunciato».

Archivio:



NUOVI PARROCI
Sabato 1° novembre a Sospiro
l'ingresso di don Federico Celini
Alle 15.30 la Messa col Vescovo

 
Si insedierà nel pomeriggio di sabato 1° novembre, solennità di Tutti i Santi, don Federico Celini, nuovo parroco di Sospiro, Tidolo, San Salvatore e Longardore. La celebrazione d’ingresso avrà inizio alle 15.30 dalla cappella di San Giacinto (copatrono di Sospiro), da dove partirà la processione verso la parrocchiale. Insieme al Vescovo e al nuovo parroco ci saranno anche i collaboratori don Giacomo Ghidoni e don Matino Morstabilini e alcuni altri sacerdoti: invitati, in particolare, quanti hanno prestato servizio in passato o sono originari del paese.
 


NEL MESE DI NOVEMBRE
Lunedì 3 a Casalmaggiore
il primo dei quattro incontri
del Vescovo con gli operatori
della pastorale familiare

 
Si svolgerà la sera di lunedì 3 novembre a Casalmaggiore la prima delle quattro serate di incontro nelle interzone tra il Vescovo e gli operatori della pastorale familiare. In questo anno, infatti, mons. Lafranconi ha deciso di concentrare l’attenzione sulla verifica di tre settori pastorali fondamentali: la famiglia (a novembre), la pastorale giovanile (a gennaio) e la catechesi (a marzo). Primo ambito sotto esame, dunque, la famiglia, con i percorsi di preparazione al matrimonio, la cura delle giovani coppie e l’accompagnamento educativo dei figli da 0 a 6 anni, i gruppi di famiglie, senza tralasciare l’attenzione ai i separati, divorziati e risposati.
 


AZIONE CATTOLICA LOMBARDA
Mercoledì 12 novembre
a Sotto il Monte
Giornata di studio per preti
sull'accompagnamento spirituale

 
Mercoledì 12 novembre, presso la casa del pellegrino di Sotto il Monte, in provincia di Bergamo, si terrà il convegno regionale degli assistenti di Azione Cattolica dedicato all'accompagnamento spirituale. Promossa dall'associazione ambrosiana la giornata di studio avrà inizio alle 10 con la preghiera, alle 10.30 inizierannoi lavori che avranno come momento centrale la relazione di mons. Claudio Stercal (docente di spiritualità presso la Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale). Successivamente ci sarà spazio per il confronto in piccolo gruppi. Alle 13 è prevista la conclusione. I sacerdoti che lo desiderano, subito dopo il pranzo, potranno visitare alcuni luoghi dove visse Giovanni XXIII. Iscrizioni entro il 5 novembre.
 
 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Presenze oltre le aspettative
al convegno del 27 ottobre
per professionisti e sacerdoti
Sotto la lente l'iter dei progetti

 
L’incontro che lunedì 27 ottobre si è tenuto presso il Centro pastorale diocesano di Cremona, rivolto sia ai sacerdoti che ai professionisti (restauratori, architetti, geometri, ingegneri) che operano nel settore dei beni culturali, ha visto una partecipazione al di là delle attese. Infatti il numero dei presenti è stato di circa centoventi persone, alcune delle quali costrette a presenziare senza la possibilità di sedersi. L’occasione dell’incontro è scaturita da una necessità concreta: realizzare tra professionisti, parroci e Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici un rapporto di più stretta interazione così che sia facilitato il rilascio della dichiarazione di congruità per l’iter di autorizzazione da parte delle competenti Soprintendenze.

Photogallery

 


APPUNTAMENTI
Le celebrazioni eucaristiche
presiedute dal Vescovo
il 1° e il 2 novembre
su Cremona 1 e in streaming

 
Sono diverse le celebrazioni liturgiche mons. Dante Lafranconi presiederà tra il 1° e il 2 novembre, in occasione della solennità di Tutti i Santi e della Commemorazione di tutti i fedeli defunti.
 


24 OTTOBRE
Don Bruno Bignami relatore
al Salone del Gusto di Torino
sull'agricoltura familiare
minacciata dalle multinazionali

 
C’era un pezzo di diocesi di Cremona al Salone del gusto di Torino nell’edizione che si è appena chiusa. Da una parte la ditta viadanese Palm di Primo Barzoni si è distinta per il suo marchio che produce bancali nel rispetto ecologico della filiera del legno; dall’altra don Bruno Bignami presente al tavolo dei relatori della conferenza internazionale che si è tenuta venerdì 24 ottobre alle ore 12 presso la sala rossa della Fiera del Lingotto. L’intervento del sacerdote cremonese, teologo morale e presidente della Fondazione Mazzolari di Bozzolo, ha dato il via ad un ampio dibattito sul tema della giornata dell’alimentazione 2014, dedicato per l’appunto all’agricoltura familiare, che nel mondo oggi produce l’85% delle derrate alimentari. A introdurre i lavori nell’aula gremita di persone provenienti da ogni parte del mondo è stato il leader e fondatore del movimento Slow food, Carlo Petrini. L’ideatore della fiera Terra Madre ha espresso il sogno di una sorta di «foodstock del cibo» capace di vedere i giovani come protagonisti della produzione e della lavorazione delle materie prime legate al cibo.

 


DOMENICA 26 OTTOBRE
Al Bosco ex Parmigiano
il card. Giovanni Basttista Re
per il 150° della parrocchiale
Incontro con le autorità locali

 
Le celebrazioni per il 150° anniversario di erezione e consacrazione della chiesa parrocchiale di Bosco ex Parmigiano hanno avuto il loro momento più solenne e significativo domenica 26 ottobre con la presenza del cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi e della Pontificia commissione per l'America Latina. È stata una giornata di grande festa per la comunità di San Gioacchino guidata da don Alberto Mangili.
 
 


FEDERAZIONE ORATORI
Due proposte per giovani
Sei agili schede su temi
fondamentali della fede
e serate di lectio divina

 
Due nuove iniziative di forte connotato spirituale sono state predisposte dalla Federazione Oratori Cremonesi per i giovani. Anzitutto sono state pubblicate sei agili schede (in formato digitale e cartaceo) che trattano di sei temi fondamentali dell'esperienza cristiana: confessione, vocazione, preghiera, Messa, Parola e guida spirituale.
 


LUNEDì 27 IN VATICANO
Francesco elogia Benedetto:
«Grande Papa per intelligenza,
amore alla Chiesa e all'uomo,
per virtù e religiosità»

 
«Un grande Papa». Così il Santo Padre Francesco ha definito il suo predecessore, Benedetto XVI, intervenendo lunedì 27 ottobre alla plenaria della Pontificia Accademia delle Scienze. «Mentre cadeva il velo dal busto, che gli Accademici hanno voluto in segno di riconoscimento e gratitudine, un’emozione gioiosa si è fatta viva nella mia anima», ha esordito il Papa, che era presente quando è stato inaugurato il busto marmoreo del Papa emerito davanti alla sede dell’Accademia, nella Casina Pio IV. «Questo busto rievoca agli occhi di tutti la persona e il volto del caro Papa Ratzinger», ha detto il suo successore: «Rievoca anche il suo spirito: quello dei suoi insegnamenti, dei suoi esempi, delle sue opere, della sua devozione alla Chiesa, della sua attuale vita monastica».
 


24 - 26 OTTOBRE
Convegno nazionale a Salerno
sulla precarietà giovanile
Il bilancio di Mattia Cabrini
tra i partecipanti ai lavori
in rappresentanza di Cremona

 
Leggere la precarietà, lasciarsi convertire da essa e individuare strategie per rendere i laici autori di un cambiamento autentico nella società. Questi sono stati i passaggi che hanno guidato l'itinerario del convegno CEI dal titolo "Nella Precarietà, la Speranza" tenutosi a Salerno dal 24 al 26 ottobre 2014. La prima particolarità è data dal fatto che il convegno è nato dalla collaborazione di tre commissioni episcopali: per i problemi sociali e il lavoro, per la famiglia e i giovani, e per il laicato. «Una sinergia - ha spiegato il card. Bagnasco nel suo messaggio augurale - che si spera possa essere replicata anche a livello locale».  All'evento erano presenti 400 delegati pastorali provenienti da 118 diocesi italiane, tra cui 7 vescovi e 80 sacerdoti. Per la diocesi di Cremona ha partecipato Mattia Cabrini in rappresentanza dell'ufficio diocesano per la pastorale giovanile. Pubblichiamo un suo interveto che sintetizza i lavori.
 


26 OTTOBRE - MALAGNINO
L'ingresso di don Loda Ghida
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Nella società come testimoni
gioiosi della fede cristiana»

 
Testimoniare l’amore del Signore diventando nella società un segno gioioso e convinto della propria fede. Queste le priorità che il vescovo Lafranconi ha indicato alle comunità di Malagnino e al nuovo parroco, don Antonio Loda Ghida, in occasione del suo insediamento ufficiale avvenuto nel pomeriggio di domenica 26 ottobre nella chiesa di San Michele Sette Pozzi.

Omelia di mons. Lafranconi         Saluto di don Loda Ghida

Photogallery:   parte 1   parte 2

 
Gli altri ingressi:
 


25 OTTOBRE - SALA PUERARI
Il pensierio di Bonomelli
sul rapporto Chiesa-mondo
On line gli interventi
del convegno di studi

 
Sabato 25 ottobre nella sala Puerari del museo civico di Cremona si è tenuta la seconda giornata di studi dedicata alla memoria del vescovo Bonomelli: volutamente un luogo “civico” per trattare i temi bonomelliani più laici, ossia il suo rapporto con il mondo all’interno del complesso e teso rapporto che Chiesa e Stato italiano dopo la presa di Porta Pia. Bonomelli viene eletto vescovo proprio l’anno successivo, quando la fine del potere temporale dei papi portò al non expedit e ad una stagione difficile nei rapporti con il mondo: sono queste le prospettive che hanno guidato le tre relazioni. Al convegno, moderatore dal giornalista de "La Provincia" Giampiero Goffi, ha partecipato anche il Vescovo Lafranconi che, all'inizio, ha portato il suo saluto.

Photogallery

 


24 OTTOBRE
«Castità non è castrazione»
Café teologico a S. Imerio
Intervento del prof. Spimpolo
sui rapporti pre-matrimoniali

 
Al primo incontro del Café teologico, nella serata di venerdì 24 ottobre, presso l’oratorio cittadino di Sant’Imerio, il dott. Giuseppe Spimpolo, laureato in filosofia e insegnante, ha intrattenuto i giovani  presenti rispondendo alla domanda scottante: «I rapporti prematrimoniali aiutano la coppia?». In pratica quando due ragazzi si amano, vivono una relazione importante e pensano di sposarsi per costruire una famiglia insieme, quanto può influire sulla loro relazione avere rapporti sessuali?
 
Audio:
 


PROPOSTA DELL'UNITALSI
Il modulo formativo
per i giovani degli oratori
in vista dei pellegrinaggi
di Loreto e di Lourdes

 
Da qualche tempo l’Unitalsi, conscia delle potenzialità spirituali ed educative delle sue proposte, invita gli oratori a prendere in seria considerazione la possibilità di far partecipare i loro ragazzi ai pellegrinaggi regionali di Loreto (nel mese di maggio 2015) e a Lourdes (ai primi di agosto 2015). Non una semplice vacanza o un viaggio da pellegrino, ma un’esperienza da vivere in prima persona come volontario a fianco degli ammalati e degli anziani.
 
 
 


25 OTTOBRE - IN SEMINARIO
Il Vescovo agli operatori
della pastorale della salute:
«La malattia è provocazione
ma anche grande opportunità»

 
Oltre trecento persone, molte delle quali ministri straordinari della Comunione, hanno partecipato sabato 25 ottobre, in Seminario, all'incontro del Vescovo con gli operatori della pastorale della salute. Alle 15 il presule, affiancato dal responsabile di questo settore don Maurizio Lucini, ha offerto una meditazione sul senso della malattia e sul ruolo e identità di quanti, mandati dalla Chiesa, fanno visita agli ammalati. Successivamente il presule ha presieduto i Vespri e ha istituito 208 ministri straordinari della Comunione (145 laici e 63 religiosi) dei quali 31 nuovi (13 laici e 18 religiose). In totale i ministri che operano in diocesi sono 304 (216 laici e 89 religiose). Il mandato dura tre anni e ogni volta deve essere rinnovato.
 
 
 


MUSICA E TEOLOGIA
Cattedrale gremita venerdì sera
per il concerto della Ruggiero
On-line la prolusione
di mons. Alberto Franzini

 
Musica e teologia in Cattedrale. Non ci poteva essere titolo più azzeccato per la serata di venerdì 24 ottobre nel duomo di Cremona. La stupenda voce di Antonella Ruggiero, cantante che si è fatta conoscere al grande pubblico ai tempi dei Matia Bazar, accompagnata dalle note del Mascioni sapientemente suonato dal maestro Fausto Caporali ha emozionato il numerosissimo pubblico presente, catturato anche dalla profonda riflessione offerta a metà concerto da mons. Alberto Franzini. Seconda parte musicale con il Coro della Cattedrale e il Quartetto Bazzini.

Saluto di mons. Franzini          Prolusione di mons. Franzini

Photogallery:   parte 1     parte 2     parte 3

 


24 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«Un libro che percorre la storia
della Chiesa e della società»
Presentato dal prof. Galimberti
il libro di Massimo Marcocchi

 
«Un libro che non solo percorre la storia della Chiesa di questi ultimi cinquant'anni, ma dell'intero nostro Paese». Inizia con parole piene di commozione e di riconoscenza il sindaco Gianluca Galimberti la presentazione del libro «Laici dopo il Concilio» (edito da Morcelliana) del prof. Massimo Marcocchi, storico del Cristianesimo, figura di punta del laicato cattolico e «amico e maestro» del primo cittadino di Cremona. L'incontro, promosso dall'ufficio per le comunicazioni sociali, da diocesidicremona.it e dalla libreria Paoline e moderato da don Claudio Rasoli si è tenuto venerdì 24 ottobre al Centro Pastorale e ha visto la partecipazione di un buon gruppo di persone. Nelle prime file anche il prof. Marcocchi che al termine dell'intervento di Galimberti ha voluto ringraziare dell'evento, salutare i tanti amici presenti e sottolineare che il volumetto - una raccolta di scritti di varie epoche - non vuol essere un «cahier de doléance» intriso di pessimismo, ma costituire piuttosto un invito alla riflessione, alla discussione e alla speranza. Marcocchi ha voluto ricordare in modo particolare Giovanni Battista Montini, uno dei suoi «maestri» più citati nel testo e, ora, finalmente e giustamente, «Beato».
 
 
 


RIVOLTA D'ADDA
Percorsi per i giovani
delle Suore Adoratrici
Tra le novità un itinerario
per fidanzati e giovani coppie

 
Con il nuovo anno pastorale riprendono i cammini per giovani proposti su tutto il territorio diocesano dalle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento che proprio presso la Casa Madre di Rivolta d’Adda hanno aperto una nuova struttura (Comunità accoglienza) per quanti desiderano conoscere maggiormente la spiritualità dell'istituto, condividendo con le suore tempi di preghiera, servizio e fraternità. Tra le novità di quest’anno anche un  percorso per fidanzati e giovani coppie. Nel ricco calendario di “Il centRo x Uno” (slogan scelto per l’edizione 2014/2015) non mancano naturalmente le ormai tradizionali opportunità di spiritualità, formazione e servizio, con anche la possibilità di un’esperienza missionaria in Africa.
 


23 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«La Chiesa di Papa Francesco?
Gioiosa e sempre in uscita»
L'Evangelii Gaudium
spiegata da don Marco Sozzi

 
Un'esortazione apostolica programmatica e dalle conseguenze importanti che spinge tutte le comunità cristiana sparse sulla terra a passare dalla «semplice amministrazione» ad «uno stato permanente di missione». Questa è l'Evangelii Gaudium di papa Francesco presentata da don Marco Sozzi, officiale del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, durante l'incontro di giovedì 23 ottobre al Centro Pastorale diocesano. A pochi giorni dalla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale la serata ha voluto essere occasione per ritrovare piste di riflessione e di azione missionaria a partire dal magistero del Pontefice argentino.
 
 
 


23 OTTOBRE
Le esequie di mons. Elio Testa
celebrate in Cattedrale:
Il Vescovo Lafranconi:
«Contento di essere prete»

 
«Un prete veramente prete. Contento di esserlo e sempre pronto a manifestarlo apertamente con grande gioia e senso di gratitudine al Signore che lo aveva chiamato». È questo il ritratto di mons. Elio Testa che il vescovo Lafranconi ha tracciato durante le solenni esequie celebrate in Cattedrale giovedì 23 ottobre. L'anziano sacerdote, classe 1923, era deceduto lunedì 20 presso l'Ospedale Maggiore dove era ricoverato da alcuni giorni per l'aggravarsi delle sue condizioni. Il rito funebre è stato concelebrato da una quarantina di sacerdoti, tra di essi anche don Albino Aglio, parroco emerito di Sant'Imerio, unico compagno di ordinazione vivente di mons. Testa. Presente anche l'Unitalsi con i labari della Sezione Lombarda e della Sottosezione di Cremona: tra i molti fedeli presenti nel massimo tempio cittadino spiccavano le divise bianche delle dame e quelle blu dei barallieri. Molti anche i parrocchiani della Beata Vergine di Caravaggio che lo ebbero come guida forte e sicura per 29 anni.

Ascolta l'omelia di mons. Lafranconi

Photogallery delle esequie

L'annuncio della scomparsa

 


UFFICIO DI PASTORALE GIOVANILE
Intervento di don Arienti:
«Notte di Halloween?
Negli oratori si dia spazio
alla festa dei Santi»

 
Da diversi anni la vigilia dei Santi è attraversata dal richiamo ad Halloween. Da tempo si conoscono origini e caratteri di una ricorrenza che poco o nulla ha a che fare con la sensibilità cristiana sulla morte e con la fede nella risurrezione. Dal punto di vista del costume Halloween assomiglia più ad un carnevale autunnale, giocato sulle corde dell’emozione e del divertimento macabro. Altra è la considerazione che i cristiani esprimono sulla morte e sulla vita oltre la morte, posta non sotto la condizione del privato o del terribile, ma nelle mani del Signore della vita. In più la solennità liturgica dei Santi, che celebra con cuore allargato in un unico abbraccio i tanti fratelli anonimamente santi e martiri per la verità, la carità e la speranza, rimanda ad uno spazio di luce e di  comunione, mentre non evoca per nulla presenze spettrali e terribili. In tal senso gli oratori sono invitati a non alimentare la confusione lasciando spazio a serate e a tema “streghe” o simili. Il tutto nel rispetto della libertà di ciascuno, ma anche degli oratori stessi che come spazi educativi cristiani non si confondono con la pubblica piazza o con la moda del momento.
 


AC E ZONA VII
«Prove di uscita»
Percorso per adulti e giovani
Al via il 26 ottobre
all'oratorio di Vescovato
con don Paolo Arienti

 
Stimolati dall'invito di papa Francesco ad oltrepassare il proprio recinto ecclesiale per andare incontro agli uomini di oggi, l'Azione Cattolica cremonese e la zona pastorale settima promuovono una serie di incontri di formazione per adulti e giovani caratterizzati dal suggestivo ed eloquente slogan: «Prove di uscita». Primo appuntamento sarà domenica 26 ottobre alle 15.30 presso l'oratorio di Vescovato: don Paolo Arienti, docente di teologia e responsabile dell'ufficio di pastorale giovanile, terrà una riflessione dal titolo «Rimanere, andare, gioire: una Chiesa in uscita che evangelizza».
 


DOMENICA 19 OTTOBRE
Il rapporto parrocchia-famiglia
approfondito da don Bonetti
nel convegno interzonale
a San Giovanni in Croce

 
Domenica 19 ottobre 2014 San Giovanni in Croce ha subito la pacifica “invasione” di circa un centinaio di famiglie. Proprio questa parrocchia del Casalasco ha ospitato il convegno annuale di pastorale familiare delle Zone IX, X e XI. Tema “Famiglia e Parrocchia verso il futuro”, un argomento più che mai attuale in questi giorni in cui si è tenuto il Sinodo Straordinario a Roma. Relatore d’eccezione è stato don Renzo Bonetti che ha parlato a un’assemblea attentissima della bellezza e della forza della famiglia
 


INTERVISTA
Nel 1970 don Tonino Bini
fu consacrato da Paolo VI:
«Esser ordinati da un beato?
Richiede un impegno maggiore»

 
Il giorno della beatificazione di Papa Paolo VI è stato molto speciale per don Tonino Bini, sacerdote mantovano classe 1942 (è originario di Cividale) oggi in servizio presso il Santuario di Caravaggio, che proprio da Papa Montini fu ordinato sacerdote il 17 maggio 1970. Un fatto allora inaspettato che oggi assume un valore ancor più particolare. Ne abbiamo parlato proprio con don Tonino.
 


CONCLUSA LA PRIMA TAPPA
Il Sinodo sulla famiglia
rilancia una Chiesa
che non teme di confrontarsi
con le sfide del mondo d'oggi

 
«Ora abbiamo ancora un anno per maturare, con vero discernimento spirituale, le idee proposte e trovare soluzioni concrete a tante difficoltà e innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare; a dare risposte ai tanti scoraggiamenti che circondano e soffocano le famiglie». Con queste parole il Papa ha concluso il suo intenso e appassionato discorso - l’unico, dopo le parole pronunciate in apertura - al termine del Sinodo straordinario sulla famiglia. Salutato da cinque minuti di applausi, a conclusione di due settimane di lavoro, Francesco ha ricordato ai padri sinodali che c’è ancora un anno - da qui alla celebrazione del Sinodo ordinario sulla famiglia (4-25 ottobre 2015) – per lavorare sulla “Relatio Synodi”, il documento finale di questa prima tappa del percorso sinodale, che è stata votata nel suo complesso dalla maggioranza dei 181 padri sinodali presenti, con qualche astensione.
 


18 OTTOBRE - CATTEDRALE
Veglia missionaria in Duomo
Letto un drammatico messaggio
di padre Vittorio Bongiovanni:
«Nonostante il virus dell'Ebola
non abbandoniamo la gente»

 
C’è una missione da compiere in terre lontane, in quelle periferie del mondo che nessuno vuole frequentare e c’è una missione da svolgere nelle strade della propria vita quotidiana, fra quelle «periferie esistenziali» che conducono l’uomo alla marginalità e alla disperazione. Si è giocato su questi due aspetti la veglia di preghiera in preparazione alla Giornata missionaria mondiale che il vescovo Lafranconi ha presieduto sabato 18 ottobre in Cattedrale. Oltre al presule ha preso la parola, per una testimonianza, padre Matteo Rebecchi, da 15 anni in Indonesia. Fino al 2006 il suo impegno pastorale è stato nelle isole Mentawai, a Sumatra Occidentale; quindi il trasferimento a Jakarta, dove ora è impegnato in una casa di formazione per i saveriani indonesiani e nel dialogo interreligioso. Drammatica la testimonianza di padre Vittorio Bongiovanni – letta dalla cognata -: il religioso bozzolese insieme a padre Brioni e altri 29 confratelli saveriani si trova in Sierra Leone dove si sta espandendo in maniera preoccupante il virus dell’Ebola. La veglia è stata animata con il canto dalle corali di Cingia de' Botti e Motta Baluffi dirette da Filippo Marsella e accompagnate all'organo da Pier Paolo Vigolini.

Photogallery della serata

Audio:

 


CONVEGNO SCHOLAE CANTORUM
«Un canto di lode che nasce
dal silenzio di contemplazione»
L'invito del Vescovo ai cantori
con il grazie per il loro servizio

 
«Tanto quanto amate il canto amate anche il silenzio». È un vera e propria richiesta quella che il vescovo Lafranconi ha rivolto ai cantori riuniti nel pomeriggio di sabato 18 ottobre nella chiesa di San Sigismondo per l’annuale convegno diocesano delle scholae cantorum. «Silenzio» che per il Presule significa canti sommessi in determinati momenti della celebrazione, per una vera sintonia con la liturgia; ma anche silenzio di preghiera. «Vi prego, vi supplico – ha detto il Vescovo - aiutateci a pregare bene!». Ad aprire il pomeriggio la relazione di mons. Giuseppe Liberto, direttore emerito della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”. Al termine del canto dei Primi Vespri presieduti dal Vescovo a tutti i partecipanti è stato offerto il libretto della “Messa breve per assemblea, coro e organo” composta dal cremonese Federico Mantovani.

Relazione di mons. Liberto            Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery

 


18 OTTOBRE - CARAVAGGIO
Inaugurata dal Vescovo Dante
la nuova sede del 'Conventino':
«Sempre più stretta l'alleanza
tra la scuola e le famiglie»

 
Nella mattinata di sabato 18 ottobre si è svolta  la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della scuola primaria cattolica «il Conventino», che, si è trasferita nello stesso plesso della scuola media paritaria «La Sorgente» in via Guzzasete a Caravaggio. Molte le autorità civili e religiosi che hanno voluto rendere omaggio all’importante ruolo educativo che queste istituzioni svolgono da molti anni sul territorio. L’incontro si è aperto con un breve e simpatico spettacolo offerto dai piccoli scolari, che indossando un paio di guanti bianchi, hanno allietato i presenti con un’allegra canzone. Dopo una breve presentazione delle due realtà formative, da parte della preside prof. Genny Scaperrotta, la parola è passata alle autorità presenti: suor Anna Monia Alfieri, presidente regionale FIDAE (Federazione Istituti Di Attività Educativa); mons. Angelo Lanzeni arciprete parroco di Caravaggio e presidente della cooperativa “don Leone Leoni” che gestisce le due scuole; Riccardo Formento, presidente della Fondazione “don Pidrì e don Pierino”; il dottor Achille Ferri in rappresentanza della dirigenza BCC di Caravaggio”;  Giuseppe Prevedini, sindaco di Caravaggio e il vescovo Lafranconi.

Photogallery dell'inaugurazione

Ascolta l'intervento del Vescovo Dante

La presentazione dell'inaugurazione e delle scuole

 


17 OTTOBRE - CARITAS CREMONESE
Una serata di condivisione
alla Casa dell'Accoglienza
per far sì che la povertà
«torni a fare notizia»

 
La Giornata mondiale per la lotta alla povertà sembra un’ovvietà, qualcosa che in tempo di crisi non meriti attenzione: il focus rischia sempre di spostarsi solo sui fatti di cronaca o di politica italiana. La povertà infatti, come accade anche per altri fenomeni  costantemente presenti nel tessuto sociale, rischia di non fare notizia. Tutti invece conosciamo le grandi difficoltà che molte famiglie stanno affrontando, in tutto il mondo, in alcuni casi peggiorando ulteriormente le condizioni già precarie di una vita fatta di stenti.
 
 


17 OTTOBRE - TEATRO MONTEVERDI
Il Vescovo Dante in visita
alla mostra sul gioco d'azzardo:
«Cristiani più impegnati
nella prevenzione educativa»

 
Grande soddisfazione è stata espressa venerdì 17 ottobre dal Vescovo Lafranconi dopo la visita alla mostra interattiva dedicata alle ludopatie promossa dall'ASL cremonese presso il Teatro Monteverdi di via Dante. Il presule, accompagnato da don Antonio Pezzetti, direttore di Caritas cremonese, è stata accolto dal direttore generale dell'ASL Gilberto Compagnoni, da quello sanitario dottor Raffaello Stradoni, da quello amministrativo dottor Giuseppe Albini e dalla direttrice dell'ASL sociale Paola Mosa. Presente anche Giuseppe Ungari del Ser.D., don Giuseppe Salomoni presidente della cooperativa "La Zolla" che gestisce il personale e il prof. Battistini del Politecnico che si è occupato della formazione "matematica" delle guide. «Questa mostra - ha commentato il presule - ha un alto valore educativo perchè permette di capire che l'azzardo è un'illusione che estranea da se stessi e dagli altri. La comunità cristiana deve giocare un ruolo importante sia dal punto di vista educativo sia come stimolo agli amministratori perchè facciano leggi che pongano limiti sempre più ferrei a questa piaga».
 

Il Vescovo Lafranconi con le giovani guide della mostra

 


CARITAS CREMONESE
A fronte della crisi 860mila euro
messi a disposizione in diocesi
Il "Sostegno a vicinanza"
raccontato nel report lombardo

 
Anni di forte crisi economica, ma anche di grande generosità. Il dato emerge dal volume “Crisi economica e Caritas Lombarde: progetti, storie e interventi” presentato giovedì 16 ottobre presso la Curia ambrosiana. A livello regionale nei quattro anni della crisi le Caritas hanno messo a disposizione oltre 30 milioni di euro per quanti hanno perso il lavoro, sperimentando anche nuove forme di aiuto: inserimenti lavorativi, microcredito, una rete più capillare di centri di ascolto. Diocesi per diocesi tutto è stato riepilogato nella pubblicazione presentata a Milano e che presenta anche la situazione cremonese, dove la Caritas diocesana ha messo a disposizione più di 860mila euro.
 


ZONA PASTORALE III
Al via la Scuola di preghiera
per giovani 18/30enni
e la Scuola della Parola
promossa dall'Azione Cattolica

 
Due cammini di spiritualità al via con il mese di ottobre nella zona pastorale terza. Venerdì 10 ottobre all’oratorio Sirino di Soresina prenderà avvio la “Scuola di preghiera” per 18/30enni; martedì 14 la proposta itinerante di lectio divina per giovani e adulti con la “Scuola della Parola” promossa dall'Azione Cattolica.

Locandina della Scuola di preghiera      Locandina della Scuola della Parola

 


PROPOSTA DIOCESANA
«Quando vedo te»
Il percorso dei giovani
dell'Azione Cattolica
Primo incontro il 26 ottobre
a Sant'Agata-Sant'Ilario

 
«Quando vedo te». Questo il titolo del percorso che anche quest’anno l’Azione Cattolica vuole proporre ai giovani di tutta la Diocesi. Visto l’interesse di chi ha partecipato gli anni precedenti, si è pronti a partire con un percorso formativo coraggioso per offrire un momento di crescita, non solo personale, ma comunitaria, anche perché questa modalità acquista valore aggiunto per ogni persona che sceglie di mettersi in gioco e partecipare.
 


AC ZONA DIECI
Tre incontri sulla donna
in ambito biblico e teologico
Primo incontro il 17 ottobre
con la prof. Paola Bignardi

 
Tre serata, nella zona pastorale decima, promosse dall'Azione Cattolica, per approfondire l'identità femminile sia in ambito biblico sia teologico. «La si chiamerà donna» il tema di fondo del percorso che ha avuto inizio venerdì 17 ottobre, alle 21, all'oratorio di Spineda con la prof. Paola Bignardi, ex presidente nazionale di Azione Cattolica, che ha trattato il tema: «Il carisma femminile nella Chiesa». Giovedì 6 novembre, all'oratorio di Bozzolo, sarà la volta della prof. Ilaria Vellani, docente di filosofia presso la facolta teologica dell'Emilia Romagna, che approfondirà: «Il pensiero femminile oggi». Infine venerdì 24 novembre, alle 21, all'oratorio di Spineda, la biblista prof. Antonella Anghinoni terrà una conferenza dal titolo: «La donna nella Scritutta: ritratto biblico».
 


5 OTTOBRE - PIAZZA SAN PIETRO
Gli studenti del liceo Vida
a Roma a distribuire Bibbie
Il bilancio di don D'Agostino:
«Bella esperienza di Chiesa»

 
Sabato 4, domenica 5 e lunedì 6 ottobre, con un gruppo di 45 studenti del Liceo Vida, la preside, Roberta Balzarini e la segretaria della scuola, Anna Gozzoli, aiutato dai 4 seminaristi di propedeutica di Cremona (Alberto, Andrea, Claudio e Francesco) sono stato a Roma, in occasione dell’apertura del Sinodo della famiglia e in particolare abbiamo “aiutato” Papa Francesco a distribuire la Bibbia (Edizione San Paolo per il centenario della famiglia paolina) in Piazza San Pietro. A margine di questa esperienza mi sento di condividere tre riflessioni.
 


NEL RICORDO DI BONOMELLI
Migliaia di migranti a Cremona
per il pellegrinaggio regionale
Il Vescovo: «La solidarietà
seme di pace e fraternità»

 
Un arcobaleno di colori con un’armonia di lingue e tradizioni, segno visibile di quello «unico popolo, fatto di tutti i popoli della terra, di cui Dio si prende cura». Si può riassumere così il pellegrinaggio dei migranti lombardi che domenica 5 ottobre si è svolto a Cremona. In tarda mattinata un momento di preghiera e riflessione nel parco del Vecchio Passeggio, poi la Messa in Cattedrale presieduta del Vescovo che ha ricordato le vittime delle migrazioni, con un invito alla solidarietà, per poter gettare «semi di pace, concordia, comunione e fraternità per tutti gli uomini». “Chiesa senza frontiere madre di tutti” lo slogan della giornata, incentrata sulla figura del vescovo Geremia Bonomelli nel centenario della morte.

Contributi audio (mp3):

Photogallery:

 


CAMPANE DEL TORRAZZO
Precisazione di don Bonazzi:
«Nessun allarmismo
Ridotta la durata del suono
per motivi precauzionali»

 
Pubblichiamo una nota di mons. Achille Bonazzi, responsabile dell'ufficio diocesano per i beni culturali, a proposito del suono delle campane del Torrazzo.

In rapporto a un articolo apparso lunedì scorso sulla stampa locale, ritengo doveroso, soprattutto nei confronti della cittadinanza - poiché il simbolo della nostra città interessa tutta la cittadinanza -, chiarire alcuni aspetti, a fronte di insinuazioni infondate create esclusivamente per suscitare timori. Anzitutto - nonostante apparisse in fondo all’articolo il mio nome - le notizie riportate non provengono dal sottoscritto: è stato dato credito a informazioni fornite da altri, facilmente identificabile, che non ha partecipato né ai lavori realizzati a partire dall’anno 2000 né all’attuale monitoraggio. Pertanto va affermato che il ritmo attuale del suono delle campane del Torrazzo non ha subito modifiche in quest’ultimo periodo, ma è rimasto invariato da almeno trent’anni. Se qualcuno ha nostalgia del passato per sentirne l’armonia mentre opera nei pressi, si scontra con altri che invece lo ritengono fastidioso e ne vorrebbe il silenzio.

 


15 OTTOBRE - PALAZZO CITTANOVA
La denuncia di Mario Adinolfi:
«C'è una deriva culturale
che tende a ridurre
la persona a semplice merce»

 
Palazzo Cittanova affollato, nella serata di mercoledì 15 ottobre, per l'incontro con Mario Adinolfi, ex parlamentare del Partito Democratico, blogger di successo e fondatore di «Voglio la mamma», circoli sparsi in tutto Italia che mirano a contrastare, con le armi del confronto e della testimonianza, i matrimoni e le adozioni omosessuali, il triste fenomeno dell'utero in affitto, l'aborto e l'eutanasia. Adinolfi, ospite del circolo "Voglio la mamma" di Cremona-Mantova, del Centro culturale Sant'Omobono, del Movimento per la Vita e dell'ufficio diocesano di pastorale familiare, è stato introdotto dal giornalista cremonese Cristiano Guarneri che ha evidenziato la necessità di una battaglia culturale per aiutare le persone a riscoprire il vero senso della vita e della dignità dell'uomo.
 
Audio:
 
 


EMERGENZA MALTEMPO
Raccolta fondi promossa
da Caritas Cremonese
per le popolazioni alluvionate

 
Anche Caritas Cremonese mobilitata a seguito delle alluvioni che hanno colpito il Nord Italia: aperta una sottoscrizione per aiutare le popolazioni colpite dal maltempo e per le quali Caritas Italiana ha già messo a disposizione deumidificatori e pompe di calore. Azioni che si sono affiancate a quelle delle Caritas locali che da subito hanno assicurato beni di prima necessità oltre a volontari per collaborare a spalare il fango.
 


MARTEDì 14 OTTOBRE
L'incontro del vescovo coi fedeli
di Pescarolo e Pieve Terzagni
Le due comunità entrano
nell'unità pastorale di Vescovato

 
Dopo la partenza di don Francesco Castellini, le due comunità parrocchiali di Sant'Andrea Apostolo in Pescarolo e San Giovanni Decollato in Pieve Terzagni entreranno a far parte dell'unità pastorale che già comprende Vescovato, Ca' de Stefani, Binanuova e Gabbioneta. L'annuncio ufficiale è stato dato dal vescovo Dante durante un affollato incontro nella chiesa del Lazzaretto a Pescarolo, tenuto la sera di martedì 14 ottobre. Il presule, accompagnato dal delegato per la pastorale don Irvano Maglia e dal vicario della zona settima don Claudio Rubagotti, era attorniato dai sacerdoti che compongono l'èquipe presbiterale della nuova grande unità pastorale e che fanno vita in comune nella casa parrocchiale di Vescovato: il moderatore mons. Attilio Arcagni, i parroci in solido don Paolo Maria Tomasi e don Paolo Arienti, il vicario don Marco Bosio e il collaboratore don Bernardino Orlandelli. Prima dell'intervento chiarificatore di mons. Lafranconi ha preso la parola Enea Casali, rappresentante delle due piccole comunità, per illustrare la situazione pastorale.
 
 


ZONE 1 E 2
Lunedì 20 ottobre
al santuario di Caravaggio
parte il percorso biblico
condotto da don Compiani
sul libro dell'Apocalisse

 
Prenderà il via lunedì 20 ottobre a Caravaggio il corso di familiarizzazione con la Sacra Scrittura promosso dalle Commissioni catechesi delle zone pastorali prima e seconda. Il percorso, che si articolerà tra ottobre e novembre con quattro incontro comuni e due nelle interzone, è rivolto in particolare a catechisti e operatori pastorali, giovani e adulti. Relatore il biblista cremonese don Maurizio Compiani, che a fine maggio guiderà il pellegrinaggio in Terra Santa proposto proprio ai partecipanti del corso.
 


11 OTTOBRE - SEMINARIO
Il convegno «Io amo la scuola»
Silvano Petrosino:
«Educare significa aiutare
ad allargare gli orizzonti»

 
«Per molti insegnanti, entrare in classe ogni mattina per aiutare ogni ragazzo a crescere è più uno scopo di vita che una professione. È per questo che guardo con estremo interesse le tematiche affrontate oggi, così interessanti quanto fondamentali per ognuno di noi». È con un sincero augurio di buon lavoro che il Provveditore agli Studi di Cremona Francesca Bianchessi ha aperto sabato 11 ottobre nel Seminario di via Milano il convegno «Io amo la scuola» dedicato ad insegnanti ed educatori promosso dagli uffici diocesani per la pastorale giovanile, familiare e scolastica.

Photogallery del convegno

Contributi audio (mp3):

 


NOTA DI DON ROBERTO ROTA
Forte appello a continuare
ad andare in Terra Santa
anche per sostenere i cristiani
A marzo col vescovo Dante
il pellegrinaggio diocesano

 
Pubblichiamo integralmente una nota di don Roberto Rota, responsabile del Segretariato diocesano pellegrinaggi, sull'importanza di continuare a partecipare a viaggi in Terra Santa. Oltre ad essere un importante aiuto spirituale e anche una imprescindibile forma di sussistenza per le popolazioni locali, soprattutto cristiane, che sempre più stanno diminuendo. Proprio dal 26 febbraio al 5 marzo 2015 la Chiesa cremonese, con il suo vescovo Dante, si farà pellegrina nei luoghi in cui il Figlio di Dio si è fatto uomo.

La situazione del Medio Oriente è da sempre precaria: i paesi che lo compongono sono a prevalenza arabi ma con sostanziali e profonde differenziazioni sia religiose sia politiche: alcuni schierati con l'Occidente (come l'Arabia Saudita e la Giordania), altri contrapposti a motivi di intricate vicende storiche, economiche e sociali, che spesso sfociano in guerre sanguinose, come quella che si sta combattendo in Siria e di cui nessuno oggi parla più.

 


ZONA TERZA
Nella chiesa di Casalmorano
celebrazione unitaria
per dare ufficialmente inizio
al nuovo anno pastorale

 
Celebrazione unitaria di inizio anno pastorale la sera di martedì 30 settembre nella chiesa parrocchiale di Casalmorano alla presenza del Consiglio pastorale della Zona pastorale terza, degli operatori pastorali e dei fedeli delle diverse comunità insieme ai propri sacerdoti. «Una modalità decisamente insolita – ha esordito il vicario zonale, don Antonio Bandirali – senza la presenza, a cui ci eravamo abituati, del nostro Vescovo che, in occasione del pellegrinaggio diocesano di domenica scorsa, ci ha tuttavia sollecitato a un anno di riflessione e di verifica dei percorsi pastorali». 

Photogallery

 


27 SETTEMBRE IN CATTEDRALE
Don Bertoni ordinato diacono
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Come Cristo sarai per sempre
servo umile e obbediente»

 
Servizio generoso al popolo cristiano e obbedienza piena alla volontà di Dio e al proprio Vescovo, celibato come segno di una consegna definitiva al Signore e umiltà come filo conduttore del proprio ministero nella Chiesa. Sono queste le caratteristiche del diacono che mons. Dante Lafranconi ha rimarcato durante la solenne ordinazione di don Alessandro Bertoni, classe 1977, originario di Roggione di Pizzighettone. La liturgia, concelebrata da una cinquantina di sacerdoti, si è svolta sabato 27 settembre in una Cattedrale gremita di fedeli, provenienti soprattutto dalla comunità di origine di don Alessandro, ma anche da quelle dove ha svolto il proprio servizio pastorale durante gli anni di formazione. Presenti anche alcuni fedeli di Vicomoscano, Casalbellotto, Fossa Caprara e Quattrocase: le quattro parrocchie dove don Bertoni eserciterà il proprio servizio diaconale fino al 13 giugno quando sarà ordinato sacerdote. I canti sono stati proposti dal Coro della Cattedrale insieme alla Schora cantorum di Roggione diretti dal maestro don Graziano Ghisolfi e accompagnati all’organo dal maestro Fausto Caporali.

Omelia del Vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery:

 


CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI
Da settembre in Seminario
i percorsi di discernimento
Ideato un nuovo itinerario
per gli adolescenti

 
Riprendono con qualche novità le iniziative proposte dal Centro diocesano vocazioni, guidato da don Marco d’Agostino, per aiutare ragazzi e giovani a vivere un cammino di verifica e discernimento sulla propria vita. Accanto ai percorsi “Corri avanti” per i 18enni, “Chi cerca è trovato” per i giovani e “Svitati per Dio” per gli adolescenti, quest’anno vi sarà anche la possibilità di un ulteriore “Cammino vocazionale adolescenti”. Non manca poi la proposta mensile di adorazione a S. Girolamo.
 


12 OTTOBRE - MIRABELLO
Folla alla conclusione
dell'Anno Mirabellese
col rettore della basilica
di S. Antonio di Padova

 
Un ampio squarcio di sole, dopo giornate uggiose e grigie, ha ridato i caldi colori dell’autunno per contornare la festa di una comunità piccola, per numero di abitanti, ma dove si può ancora assaporare un supplemento di calore umano e di entusiasmo per una celebrazione sentita, preparata da un anno giubilare e sfociata in un abbraccio semplice e onesto al proprio patrono: S. Antonio di Padova.  E così Mirabello Ciria, domenica 12 ottobre, ha celebrato i primi 150 anni dell’istituzione della sua Parrocchia. Era una domenica di ottobre del 1864 quando è iniziato ufficialmente il cammino di una comunità assurta a rango di parrocchia, arricchita subito, ai primi di novembre, dal battesimo di una bambina, come ha ricordato all’inizio della processione il parroco don Antonio Bandirali: da quel momento è cominciata la storia ordinaria e ricca di una piccola realtà ecclesiale nella quale si è misurato il dono dell’annuncio del Vangelo, la celebrazione dell’Eucarestia, il contorno di vicende umane gioiose e tristi, la testimonianza di vite laboriose e semplici, ma ricche di pietà in grado di trasmettere per generazioni la fede.
 

L’apertura dell’Anno Mirabellese con il vescovo Dante



ASS. FAMIGLIA BUONA NOVELLA
Anche a Cremona una scuola
di «Counselling Professionale»
Presentazione ufficiale
il 4 ottobre a Cascina Moreni

 
Il prossimo gennaio prenderà il via a Cremona una nuova proposta formativa, rivolta a quanti operano nel campo delle relazioni sociali (insegnanti, educatori, operatori sociali e sanitari). Si tratta della «Scuola di Counselling Professionale Sintema», un’esperienza nata a Bergamo 8 anni fa e che approda in diocesi grazie all’Associazione «Famiglia Buona Novella». Per far conoscere meglio questa singolare iniziativa, la mattina di sabato 4 ottobre, si terrà un «open day» presso Cascina Fabio Moreni, in via Pennelli 5 a Cremona.
 
Le iscrizioni sono aperte fino al 30 novembre 2014.  Per richiedere telefonare al numero 338 6276786, o scrivere all'indirizzo info@famigliabuonanovella.it. Informazioni dettagliate si possono su www.sintema.it.


I DATI 2013/2014
Oltre l'84% degli studenti
segue l'ora di religione
Don Anselmi (ufficio scuola):
«Puntiamo a fare laboratori
di cultura e umanità»

 
Saranno 172 gli insegnanti di religione (di questi 45 sacerdoti) che il prossimo anno scolastico opereranno nelle scuole – statali e paritarie – presenti sul territorio diocesano. Un servizio culturale fondamentale anche a fronte del numero degli alunni che si avvalgono dell’ora di religione: 38.751 tra bambini e ragazzi. Minima la flessione registrata tra il 2013 e il 2014: il calo è stato dell’1%. E proprio in questi giorni l'ufficio diocesano di pastorale scolastica, diretto da don Claudio Anselmi, sta procedendo alle nomine dei docenti, anche attraverso degli incontri personali attraverso i quali ricordare gli aspetti fondamentali del proprio servizio alla scuola e alla comunità cristiana.
 


SABATO 14 GIUGNO - CATTEDRALE
Don Bottesini ordinato prete
Il vescovo Dante nell'omelia:
«Ministro di misericordia
e segno di comunione»

 
Ministro di misericordia e servo della comunione. Su questi due fulcri essenziali don Matteo Bottesini, giovane diacono di Fontanella, dovrà costruire la propria identità sacerdotale. L’invito è venuto dal vescovo Lafranconi durante la liturgia di ordinazione che si è svolta nel pomeriggio di ieri in una Cattedrale colma di fedeli, soprattutto giovani. Presenti una cinquantina di sacerdoti, tra di essi il vicario generale mons. Mario Marchesi, i superiori del Seminario (il rettore don Trevisi, il direttore spirituale don Margini e il vicerettore don D'Agostino) e il parroco della comunità di origine, don Libero Salini, visibilmente emozionato. I seminaristi diocesani, compagni di don Matteo per un tratto significativo di cammino, hanno assicurato il servizio liturgico sotto l'abile regia del cerimoniere vescovile don Flavio Meani. L'intero rito è stato tramesso in diretta su Cremona1 e sul nostro portale grazie alla sinergia tra Teleradio Cremona e l'ufficio diocesano per le comunicazioni sociali.
 

Photogellery:   parte1   parte2   parte3   parte4   parte5

LA PRIMA MESSA A FONTANELLA

 


SOSTEGNO ALLA CHIESA
Nella parrocchie volontari
che sensibilizzino sull'8xmille
Ecco le destinazioni
dei contributi del 2013

 
Tempo di crisi e di risorse che si assottigliano, eppure aumentano le offerte per il sostentamento dei sacerdoti: ben il 3,7%. Il dato è emerso in un recente convegno tenuto a Bari e durante il quale si è fatto il punto sulla generosità degli italiani verso la comunità ecclesiale. «Dopo un lungo periodo di diffidenza e di distacco - afferma don Massimo Calvi, responsabile del servizio diocesano per il sostegno economico alla Chiesa – i fedeli si stanno riavvicinando ai loro pastori e questo è certamente dovuto anche all’impegno di trasparenza e di essenzialità portato avanti da Papa Francesco». Ma sono ancora tante le cose che gli italiani non sanno (o non hanno capito) su questo argomento: da qui l’idea di individuare degli operatori volontari che nelle parrocchie possa aiutare a fare chiarezza. A cominciare dal fatto che porre la propria firma nella casella dell’8xmille non comporta alcun aumento delle imposte.

La ripartizione in diocesi dei contributi dell'8xmille per il 2013



IL PUNTO
Nuove forme religiose
presenti in diocesi

Con «nuove forme religiose» si definisce una serie di movimenti provenienti in parte dalle cosiddette «religioni storiche». L’espressione corregge la dicitura, purtroppo ancora usata, di «sette». Si può applicare il termine «setta», che ha una connotazione negativa, solo a quelle esperienze che vanno contro le norme e le leggi fondamentali dei diritti della persona e della società. In questo senso solo certi gruppi satanici possono essere denominati tali.

TURISMO
Nuove norme per gite
e pellegrinaggi

La legge italiana regola, in virtù del federalismo, attraverso le leggi regionali l'attività turistica, alla quale sono soggette le parrocchie, gli oratori e ogni associazione o gruppo riconducibile alla realtà ecclesiale quando organizzano pellegrinaggi, viaggi, escursioni e soggiorni. La distinzione è d’obbligo per le caratteristiche e le finalità delle differenti iniziative. La normativa a cui fare riferimento, per quanto riguarda l’aspetto turistico, è la legge regionale 15 del 16 luglio 2007.

SCUOLA
Paritarie: contributo
all'educazione

Nel biennio che la Chiesa cremonese dedica alla scuola, un capitolo importante riguarda gli istituti cattolici o di ispirazione cristiana. Una presenza importante che nel corso dei secoli è stata assicurata dagli istituti religiosi e che ora vede protagonisti molti altri enti, tra i quali anche la diocesi.

TRIBUNALE
L'intervista a
don Massimo Calvi

I vescovi lombardi, riuniti per la sessione invernale al santuario di Caravaggio, hanno esaminato l'attività del tribunale ecclesiastico regionale, il quale si occupa soprattutto di nullità matrimoniali. A don Massimo Calvi, vicario giudiziale della nostra diocesi, abbiamo posto alcune domande su questo tema.

PASTORALE GIOVANILE
SU WWW.OTRINUOVI.IT

«Stento a crederci»:
On-line tutte le trasmissioni

Con la puntata dal titolo “Ma tu preghi ancora?”, andata in onda il 10 novembre sul nostro portale, si è conclusa la proposta di “STento a crederci”, il ciclo di trasmissioni web mensili ideato per i giovani in occasione dell’Anno della Fede da Focr, Ucs e Trc.

LA RIFLESSIONE
DI DON FRANZINI

Perché la Chiesa deve interessarsi di "politica"
È un’obiezione, o una domanda, che ricorre spesso oggi nel pubblico dibattito, anche nel nostro territorio: perché mai la Chiesa si interessa di politica? E su quali basi può legittimare i suoi interventi in campo sociale e politico? Non è forse altro il suo compito?

 

redazioneportale@diocesidicremona.it
Diocesi on air
PAPI
 


MailingList

feed rss

facebook

Liturgia


Media
 
 
 
La Vita Cattolica Avvenire
 
In Evidenza

ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
CALENDARIO GIORNATE MONDIALI E NAZIONALI
Tutte le date e i messaggi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona