HOME PAGE  |   CALENDARIO PASTORALE  |   AREA DOWNLOAD  |   LINK UTILI  |   ORARI MESSE  |   CONTATTI



IRC
ANNO PASTORALE 2015
adorazione
AGENDA
     29/03
     
S. Messa delle Palme
   
Chiesa Cremonese
   Storia della diocesi
   Cronologia dei Vescovi
   Proprio diocesano
Vescovo
   Biografia
   Stemma
   Omelie
   Interventi
   Agenda
   Segreteria
Diocesi
   Curia vescovile
   Organismi consultivi
   Zone Pastorali e Parrocchie
   Santuari
   Istituzioni diocesane
   Aggregazioni ecclesiali
Persone
   Vescovi d'origine cremonese
   Sacerdoti diocesani
   Diaconi diocesani
Vita Consacrata
   Ist. Relig. Maschili
   Ist. Relig. Femminili
 
  Tribunale Ecclesiast.
Regionale Lombardo
  Casa della Comunicazione
  Centro Pastorale Diocesano
  Seminario Vescovile
  Ufficio Catechesi
  Ufficio Pastorale Familiare
  Ufficio Pastorale Scolastica
  Ufficio Pastorale
della Salute
  Ufficio Pastorale
del Turismo
  Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici
  Monastero Domenicano
  Monastero
della Visitazione
  PAPI
Banner Quaresima 2015

PALASPORT DI CREMONA
«Vale la pena di fare tutto
per amore degli altri»
Il Vescovo Dante ai giovani
alla veglia delle Palme

«Vale la pena di fare tutto per amore degli altri». È questo l’invito che il vescovo Lafranconi ha rivolto ai giovani presenti, nel pomeriggio di sabato 28 marzo, al palazzetto dello sport di Cremona per la consueta veglia delle Palme. Lo ha detto facendo riferimenti anche del tutto personali, come quando ha raccontato del proprio anello episcopale, fatto con un grammo delle fedi nuziali di 50 sposi. Una veglia aperta con una serie di testimonianze e proseguita con la lunga e silenziosa adorazione eucaristica, per concludersi, infine, con la consegna dei rami di palma. Dopo la cena al sacco la seconda parte, di spettacolo e festa.

Riflessione del Vescovo       Ringraziamento di mons. Lafranconi

Photogallery:

 


MUSEO DEL VIOLINO
Nel pomeriggio del 1° aprile
l'attesa inaugurazione
della mostra degli arazzi
della Cattedrale di Cremona
Intervento di mons. Bonazzi

 
Dopo l’esposizione tenutasi in Santa Maria della Pietà dall’aprile al luglio 1987, gli arazzi della Cattedrale di Cremona vengono di nuovo esposti al pubblico nel loro insieme, dopo qualche sporadica apparizione in Battistero o in Cattedrale in occasione del restauro di alcuni di essi. L’occasione è data dall’imminenza dell’apertura di EXPO 2015. L'inaugurazione si terrà mercoledì 1° aprile, alle ore 17, alla presenza del vescovo, mons. Dante Lafranconi, nelle sale espositive del Museo del Violino.
 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Predisposto un regolamento
che disciplina la riproduzione
delle immagini dei beni
di proprietà ecclesiastica

 
Un regolamento con le disposizioni per la riproduzione delle immagini di beni di proprietà ecclesiastica. È il testo che, approvato dalla Conferenza Episcopale Lombarda, disciplinerà anche in Diocesi di Cremona l’utilizzo di fotografie e video relative ai beni culturali ecclesiastici di proprietà di enti e istituzioni ecclesiali della Diocesi. Obiettivo del regolamento è quello di salvaguardarne non solo il valore storico-artistico, ma soprattutto quello religioso.

Il testo integrale del regolamento



CREMONA - 26 MARZO
Tanti segni di speranza
nella Messa pasquale
del Vescovo in carcere
Cresimato uno dei detenuti

 
È nel segno della speranza, auspicata nelle parole e manifestata con alcuni gesti, che nel pomeriggio di giovedì 26 marzo, nel carcere cittadino, è stata vissuta la consueta celebrazione in vista della Pasqua alla presenza del vescovo Lafranconi. Un appuntamento ormai atteso che quest’anno, però, è stato contraddistinto da alcune eccezionalità: la Cresima di uno dei detenuti e il ricordo della tragedia che lo scorso dicembre ha coinvolto la famiglia di uno degli ispettori della polizia penitenziaria, con la premiazione della dottoressa intervenuta sul luogo dell’incidente e a cui si deve la vita del piccolo Tommaso.

Omelia del Vescovo (mp3)         Photogallery

 


ACLI DI CREMONA
Le radici evangeliche
della nonviolenza
lunedì 30 marzo alle 18.30
al centro dell'incontro
con don Bruno Bignami

 
Alle radici della nonviolenza evangelica: “Tu non uccidere”. Questo il titolo dell’incontro in programma nel pomeriggio di lunedì 30 marzo (ore 18.30) presso la sede provinciale delle Acli di Cremona, in via Cardinal Massaia 22. Interverrà il sacerdote e teologo cremonese don Bruno Bignami, incaricato per la formazione spirituale delle Acli e presidente della Fondazione “Don Primo Mazzolari” di Bozzolo.
 


DIOCESI
On-line l'ultima catechesi
del vescovo Lafranconi
Dopo le famiglie la riflessione
insieme ad alcuni giovani

 
È andata in onda giovedì sera sul nostro portale l'ultima preghiera quaresimale con il Vescovo. Scaletta un po' differente dai precedenti appuntamenti: in studio non una famiglia, ma alcuni giovani, che hanno dialogato con mons. Lafranconi.

Riguarda tutte le puntate:



26 MARZO AL MUSEO DEL VIOLINO
Serata di musica e solidarietà
con il violinista Milenkovic
e il pianista Scaramuzza
Il ricavato devoluto a favore
delle famiglie bisognose

 
È stata una serata di grande musica che ha potuto mettere in luce due giovani talenti e nello stesso tempo aiutare le famiglie bisognose della città. L’appuntamento è stata la sera di giovedì 26 marzo presso l'Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino di Cremona per il Concerto benefico promosso dalla Diocesi di Cremona, insieme al Comune di Cremona e alla Fondazione Arvedi Buschini con il contributo di numerosi sponsor. L'intero incasso della serata sarà devoluto in beneficenza a famiglie individuate dal Comune e dalla Diocesi di Cremona.

Photogallery

 


AGENDA EPISCOPALE
Il programma completo
della Settimana Santa
con le liturgie presiedute
nella Cattedrale di Cremona
dal vescovo Dante Lafranconi

 
Di seguito il calendario della celebrazioni della Settimana Santa presiedute nella Cattedrale di Cremona dal vescovo mons. Dante Lafranconi. Primo appuntamento il 29 marzo, nella Domenica delle Palme. Le principali celebrazione in diretta sul nostro portale e su RCN; veglia e Pontificale di Pasqua anche in tv su Cremona 1 (canale 211).
 


CREMONA
Via libera della Giunta comunale
al rinnovo del protocollo
con la Federazione Oratori
con tavolo di coprogettazione

 
Via libera della Giunta comunale di Cremona alla bozza del protocollo d’intesa da stipularsi, anche quest’anno, tra il Comune di Cremona (Settore Politiche Educative, Piano Locale Giovani, Istruzione e Sport) e la Federazione Oratori Cremonesi. Obiettivo la progettazione, realizzazione e implementazione di interventi di politiche attive di supporto e accompagnamento dedicate ai giovani della città. Per entrare nei dettagli del protocollo d’intesa sarà aperto un tavolo di coprogettazione. La durata del protocollo è fissata sino al 30 settembre 2016.
 


SU LA VITA CATTOLICA
Le priorità in tema di famiglia
tra coppie di fatto e matrimonio
Sul settimanale diocesano
lunga intervista a don Nevi
dell'Ufficio di Pastorale familiare

 
Famiglia, matrimonio e unioni di fatto. Sono questi i temi sui quali il settimanale diocesano “La Vita Cattolica” del 26 marzo pone l’attenzione nelle due pagine di “In primo piano”. Prendendo spunto dal dibattito aperto in Comune, a Cremona, interviene, con una lunga intervista, don Giuseppe Nevi, responsabile diocesano per la Pastorale familiare.
 


ANNUNCIAZIONE
IL 25 marzo in Cattedrale
l'insediamento dei tre
nuovi Canonici del Capitolo:
mons. Cibolini, Rini e Trabucchi

 
Si è svolto nella mattinata di mercoledì 25 marzo, solennità dell’Annunciazione del Signore, il rito di accoglienza nel Perinsigne Capitolo della Cattedrale di Cremona dei tre nuovi canonici nominati dal Vescovo lo scorso 10 marzo: mons. Attilio Cibolini, mons. Vincenzo Rini e mons. Antonio Trabucchi.

Photogallery:    Giuramento    Lodi    Messa

 


CASALMAGGIORE
Festa patronale con il Vescovo
al Santuario della Fontana
nella solennità dell'Annunciazione

 
Anche quest’anno in occasione della solennità dell’Annunciazione il vescovo Lafranconi ha presieduto l’Eucaristia presso il Santuario della Madonna della Fontana, a Casalmaggiore. Come sempre per il territorio casalasco, e non solo, è stato un appuntamento atteso.
 


VENERDì IN CATTEDRALE
Settimana Santa
il Concerto del Polifonico
con il Te Deum di Mozart
e la Missa in angustiis
di Franz Joseph Haydn

 
Sarà proposto la sera di venerdì 27 marzo, alle 21, in Cattedrale, il tradizione Concerto per la Settimana Santa del Coro Polifonico Cremonese con l’orchestra “L’Incanto Armonico”. L’evento, reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Arvedi-Buschini, e che vedrà la presenza del vescovo Lafranconi, sarà anche l’occasione per ricordare don Cesare Rossi, indimenticato parroco di Romanengo. In programma una pagina giovanile, ma di già matura creatività, di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), il Te Deum KV 141, e la Missa in angustiis Hob. XXII:11 (Nelsonmesse) di Franz Joseph Haydn (1732-1809). Direzione come sempre affidata al maestro Federico Mantovani.

Scarica la locandina

 


24 MARZO
Pacifica invasione dei bambini
delle scuole paritarie
per le strade di Cremona
per la consueta Via Crucis

 
Il vento, a tratti anche forte, e la pioggia, seppur leggera, non sono riusciti a rovinare il programma delle scuole paritarie di Cremona che nella serata di martedì 24 marzo si sono come tradizione date appuntamento nel cuore della città per vivere la Via Crucis. Un vero e proprio fiume di bambini, insieme a genitore e insegnanti, si è riversato per le vie del centro storico. Un intenso momento di spiritualità, ma anche una occasione di forte testimonianza.

Photogallery

 


SANTUARIO DI CARAVAGGIO
Il Vescovo Dante alla veglia
dell'Annunciazione del Signore:
«Assumendo la carne umana
Gesù ne rivela la sua dignità»

 
«L'obbedienza di Cristo e della Vergine sono la condizione essenziale per la realizzazione della riconciliazione di Dio con l'uomo. E in questo mistero grande gioca una parte importante il corpo. Assumendo la carne umana Gesù, infatti, ne rivela l'intima dignità». È questo uno dei passaggi più intensi dell'omelia che mons. Lafranconi ha pronunciato al Santuario di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio, la sera del 24 marzo, durante la veglia dell'Annunciazione. Un appuntamento ormai tradizionale per centinaia di persone e decine di sacerdoti, impreziosito dai canti dell'Unione Corale "Don Domenico Vecchi" diretta dal maestro Giovanni Merisio. Accanto al presule hanno concelebrato il rettore don Gino Assensi, l'arciprete di Caravaggio, mons. Angelo Lanzeni e diversi parroci e vicari della zona pastorale prima oltre naturalmente ai sacerdoti cooperatori del grande complesso mariano con in testa il pro-rettore don Antonio Aresi e l'emerito don Roberto Ziglioli.
 
 


ON-LINE TUTTI GLI INCONTRI
Conclusi da padre Piero Pisoni
i Quaresimali del Duomo
con testimonianza
della Vita consacrata

 
È stato padre Piero Pisoni, viceregionale del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) di Milano, a chiudere, nel pomeriggio di martedì 24 marzo in Duomo, il ciclo di incontri “Testimoni di vita consacrata”, l’iniziativa quaresimale proposta dalla Cattedrale nel contesto dell’anno dedicato alla Vita Consacrata. On-line l’audio della sua testimonianza su "Consacrati per la missione" e i precedenti incontri.

Testimoni di Vita Consacrata:

Musica e Teologia in Cattedrale:

 


PARROCCHIA DI CARAVAGGIO
Domenica con mons. Marini
l'inaugurazione della mostra
del pittore Graziano Bertoldi
dedicata a san Giovanni Paolo II

 
Sarà inaugurata domenica 29 marzo a Caravaggio, alla presenza dell’arcivescovo Piero Marini (già maestro delle cerimonie pontificie di Papa Wojtyla), la mostra del pittore cremonese Graziano Bertoldi su san Giovanni Paolo II, organizzata dalla Parrocchia Ss. Fermo e Rustico. L’iniziativa si colloca nel decennio della morte del Pontefice polacco, che ha segnato la storia dell’ultimo quarto del XX secolo e al quale la realtà caravaggina deve un tributo di riconoscenza e gratitudine per la sua storica visita al Santuario S. Maria del Fonte nel giugno 1992.
 


PARROCCHIA DI S. SIRO
Melazzini: «Di inguaribile
c'è solo la mia voglia di vivere»
A Soresina la testimonianza
del medico malato di SLA

 
È stato il professor Mario Melazzini, medico ammalato di SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), attualmente assessore regionale alle Attività produttive, ricerca e innovazione della Regione Lombardia, l’ospite del penultimo incontro quaresimale promosso dalla parrocchia di Soresina.

 Testimonianza del prof. Melazzini (mp3)

Photogallery dell'incontro

 


INIZIATIVE QUARESIMALI
Venerdì 27 marzo a Calvatone
Via Crucis con "luci e ombre"
con il gruppo adolescenti
dell'unità pastorale

 
Sarà una Via Crucis molto particolare, fatta di luci e ombre, riflessioni, suoni e silenzi, quella proposta la sera di venerdì 27 marzo, a partire dalle 20.30, nella chiesa parrocchiale di Calvatone. “Le mie mani ferite” il titolo della serata, preparata dal Gruppo adolescenti dell’Unità pastorale di Calvatone, Tornata e Romprezzagno.
 


DOMENICA 22 MARZO
A Romanengo grande folla
per la celebrazione d'ingresso
del parroco don Emilio Merisi
Messa presieduta dal Vescovo

 
Nessun programma pastorale da imporre, ma un cammino da intraprendere insieme, anzitutto per conoscersi, quindi per volersi bene e collaborare nella ricerca del bene. È così che don Emilio Merisi, nuovo parroco di Romanengo, si è presentato alla sua nuova comunità al termine della celebrazione di insediamento presieduta nel pomeriggio di domenica 22 marzo dal vescovo Lafranconi. Il pensiero di tutti è andato naturalmente ancora una volta al suo predecessore, don Cesare Rossi, scomparso lo scorso novembre.

Omelia del Vescovo (mp3)        Saluto del Parroco (mp3)

Photogallery:  parte 1    parte 2    parte 3     parte 4

 


ULTIMO INCONTRO NELLE ZONE
Il Vescovo ai catechisti:
«Procediamo decisamente
nella modalità catecumenale»
Poi un forte richiamo
a non svendere i Sacramenti

 
Si sono conclusi sabato 21 marzo gli incontri del Vescovo con i catechisti. Il terzo e ultimo appuntamento di revisione e verifica si è svolto all’oratorio Maffei di Casalmaggiore dove mons. Lafranconi ha incontrato gli operatori delle zone pastorali 9, 10 e 11, cioè quelle del Casalasco-Mantovano. Anche a loro ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento per l'impegno svolto, insieme all'incoraggiamento a proseguire con fiducia nella consapevolezza che non sempre è possibile vedere subito il frutto del seme gettato. Con altrettanta forza il Vescovo ha invitato a proseguire nel rinnovo del cammino di tipo catecumenale e a non «svendere» i Sacramenti.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

 


DAL 6 ALL'8 APRILE
Oltre duecento adolescenti
pellegrini a Roma
«sui passi della fede»
Mercoledì l'udienza col Papa

 
Saranno più di 200 gli adolescenti che nei giorni successivi alla Pasqua, dal 6 all’8 aprile, saranno nella Capitale per il pellegrinaggio diocesano promosso dalla Federazione Oratori Cremonesi. Un viaggio all’insegno della tradizione, ma non senza alcune novità. Filo conduttore della tre giorni il brano evangelico di Luca della cena di Emmaus (cfr. Lc 24): da qui lo slogan “Ad occhi aperti. A Roma sui passi della fede”.
 


CREMONA - 20 MARZO
Concluso dal prof. Zamagni
il corso socio-politico
Nella fraternità la speranza
per una nuova economia

 
Proprio i cattolici possono e devono fare la differenza in economia, mettendo quello che è loro più proprio: la fraternità. Questo il forte messaggio lanciato dal prof. Stefano Zamagni la sera di venerdì 20 marzo al Centro pastorale diocesano nell’incontro pubblico che ha segnato la conclusione del primo anno del corso biennale di alta formazione per l’impegno sociale e politico promosso da Diocesi di Cremona e Università Cattolica. All’efficienza e all’equità (proprie dell’economia politica) per uscire dalla crisi bisogna aggiungere, infatti, anche il criterio della reciprocità. È questa l’economia civile che, nata proprio in Italia a metà del Settecento, dopo secoli di oblio torna oggi come l'unica possibile soluzione alla crisi, rappresentando un concreto segno di speranza per l’economia.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

 


F.O.Cr.
On line tutte le relazioni
della "Due-giorni" assistenti
tenuta a Caravaggio
Presentata anche una ricerca
sugli oratori cremonesi

 
“Come padri” è stato lo slogan della tradizionale “Due Giorni assistenti di Oratorio e PG” che il 18 e il 19 marzo si è svolta presso il Centro di spiritualità del Santuario di Caravaggio. Accanto a momenti di approfondimento e confronto, anche la presentazione di due recenti pubblicazioni e l’anteprima dello spettacolo che sarà proposto alla veglia delle Palme.

Contributi audio (mp3):

 


RIUNIONE CEL A CARAVAGGIO
Lettera dei Vescovi lombardi
per il pellegrinaggio regionale
ad Assisi del prossimo ottobre
Sguardo al Convegno di Firenze
e all'incontro di lunedì alla CEI

 
Mercoledì 18 marzo 2015, presso il Centro di Spiritualità del Santuario di Caravaggio (Bg) si è riunita la Conferenza episcopale lombarda presieduta dal cardinale Angelo Scola. In vista della prossima riunione del Consiglio Episcopale Permanente della CEI, cui parteciperà il cardinale Scola, i vescovi lombardi si sono confrontati sulla recezione nelle Diocesi lombarde dell’Esortazione Apostolica di Papa Francesco Evangelii Gaudium e sulla preparazione al Convegno Ecclesiale di Firenze del novembre 2015 sul tema: “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

Lettera invito al pellegrinaggio di Assisi

 


ESTATE ORATORIANA
"Tutti a tavola": ecco lo slogan
del Grest edizione 2015
Ecco tutti gli strumenti
per educatori e animatori

 
“Tutti a tavola. Non di solo pane vivrà l'uomo”. È questo il titolo del Grest 2015, presentato ufficialmente, dopo le anticipazioni delle scorse settimane attraverso alcuni contributi formativi e di approfondimento, insieme ai materiali per responsabili e animatori. Il “mangiare”, dunque, sarà il tema che accompagnerà la prossima estate oratoriana. Evidente il collegamento con Expo.

L’inserto de Il Mosaico sul Grest 2015

Il messaggio del Vescovo agli animatori

Calendario degli incontri di presentazione e materali formativi

 


ZONA VI E AC
Con l'incontro a S. Pietro al Po
conclusa la Scuola della Parola
On line tutti i contributi audio

 
Si è conclusa il 19 marzo, con l’incontro nella chiesa di S. Pietro al Po, la Scuola della Parola promossa a Cremona dalla Zona pastorale VI in sinergia con l'Azione Cattolica. On-line tutti i contributi audio.

Archivio:

 


CHIESA DEI FRATI DI VIA BRESCIA
Il Vescovo Lafranconi celebra
la festa di San Giuseppe:
«Più che strategie pastorali
la Chiesa deve ritrovare
il "midollo" del Vangelo»

 
Saper leggere il disegno di Dio nelle vicende della vita, anche quando le situazioni appaiono incomprensibili. Questo l’auspicio espresso dal Vescovo nella Messa presieduta nella chiesa dei Frati Cappuccini di Cremona nella festa di san Giuseppe. Mons. Lafranconi ha invocato l’aiuto proprio del consorte di Maria (a cui la chiesa è intitolata) affidandogli non solo il discernimento personale, ma anche le famiglie in difficoltà e la Chiesa, in questo momento di cambiamenti e persecuzione.

Saluto di padre Ferrario         Omelia del vescovo Dante

Photogallery

 


CALCIO
Inaugurata dal vescovo Dante
la nuova sede della scuola Ikaros
Un istituto ben inserito
nel mondo del lavoro

 
Nei giorni scorsi si è tenuta a Calcio, in via Avis-Aido, l'inaugurazione della nuova sede scolastica di Fondazione Ikaros. Daniele Nembrini, fondatore di Fondazione Ikaros, ha fatto gli onori di casa dichiarando: «Diamo una nuova casa al nostro centro di formazione professionale di orientamento cattolico, una vita che rifiorisce tutti i giorni». L’affollata e composta cerimonia si è svolta dapprima all’ingresso della struttura: qui, sulle note della banda calcense, si sono succeduti i saluti delle autorità civili e religiose, poi il vescovo  Lafranconi, ha benedetto la struttura e tutti gli operatori (gli  studenti iscritti sono circa 600 provenienti da 27 Comuni). All'evento erano presenti gli stessi allievi e alle famiglie, i docenti, tutti i collaboratori e amici della Fondazione; non sono mancati alcuni dei 300 imprenditori che collaborano con Ikaros nella definizione dei profili in uscita degli studenti (iscritti nei percorsi di impresa, informatica, logistica, elettrico, acconciature, estetica e, da settembre, preparazione pasti).
 


CARCERE CITTADINO
Giovedì alle 16 la Messa
del Vescovo Dante
Un detenuto sarà cresimato
Continua la raccolta
di colombe e dolci pasquali

 
Sarà una liturgia molto particolare quella che il vescovo Lafranconi celebrerà in carcere giovedì 26 marzo: proprio in occasione del consueto momento di preparazione alla Pasqua, infatti, mons. Lafranconi conferirà il sacramento della Cresima a uno dei detenuti. Intanto è già partita la tradizionale raccolta di colombe pasquali promossa dalla Caritas.

La locandina della raccolta della Caritas

 


PROVVEDIMENTO DEL VESCOVO
Per il 10° anno consecutivo
concessa a tutti i preti
la facoltà di assolvere
dalla scomunica incorsa
per il peccato di aborto

 
Per il decimo anno consecutivo il vescovo Lafranconi, concede ai sacerdoti che nel tempo pasquale confesseranno nel territorio della diocesi, la facoltà di assolvere dalla scomunica incorsa per il grave peccato di aborto. Il decreto vescovile, datato giovedì 19 marzo, precisa i limiti temporali: da sabato 28 marzo, vigilia della domenica della Palme, fino al 12 aprile, domenica in Albis, detta anche della Divina Misericordia.
 


DECRETO VESCOVILE
Mons. Antonio Trabucchi
nominato direttore diocesano
dell'Associazione
"Apostolato della Preghiera"

 
Il Vescovo di Cremona, S. E. mons Dante Lafranconi, con decreto in data 11 marzo 2015, ha nominato mons. Antonio Trabucchi direttore diocesano dell’Associazione “Apostolato della preghiera” in sostituzione del compianto mons. Elio Testa. Mons. Antonio Trabucchi è nato il 17 gennaio 1944 a Sesto ed Uniti ed è stato ordinato sacerdote il 22 giugno 1968 mentre risiedeva a Cremona, nella parrocchia della Cattedrale. Collaboratore parrocchiale della parrocchia della Cattedrale, ha ricoperto il ruolo di mansionario del Capitolo, di cui lo scorso 10 marzo il vescovo Lafranconi l’ha nominato canonico.
 


17 MARZO IN CATTEDRALE
Messa del vescovo Dante
per militari e forze dell'ordine
con lo sguardo rivolto
alla Misericordia di Dio

 
Ha rivolto lo sguardo al Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco il vescovo Lafranconi durante la consueta celebrazione quaresimale per le forze armate e dell’ordine presieduta in Cattedrale nella mattinata di martedì 17 marzo. Davvero numerosi gli uomini e le donne in divisa che hanno gremito il Duomo, alla presenza della massime autorità del territorio.

Saluto di don Aldovini          Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery della celebrazione

 


PASTORALE GIOVANILE
Concluso a Bignano Gera d'Adda
BeLocal, il percorso per i giovani
delle zone pastorali 1 e 2
On-line i video degli incontri

 
Si è concluso domenica 15 marzo, con un intenso incontro presso Palazzo Visconti, a Brignano Gera d'Adda, il percorso BeLocal proposto ai giovani delle Zone pastorali 1 e 2 della diocesi. Ospiti della serata sono stati Giusy Brignoli e Francesco Marchetti. A introdurre il dialogo con loro è stata come sempre Sara Arcaini. Una serata volta a capire che cosa significa per i giovani abitare il lavoro o lo studio, esserne protagonisti e, alla luce della fede, vivere queste dimensioni così significative della vita.

Guarda il video dell'incontro

Archivio:



SOLIDARIETA'
Pomeriggio magico per i bimbi
accolti nelle strutture Caritas
e dalle Fondazioni Gozzoli
e Marenghi grazie al Kiwanis

 
Nel pomeriggio di lunedì 16 marzo il Kiwanis Club Cremona Onlus ha offerto ai bambini accolti nelle strutture della Caritas e delle Fondazioni Gozzoli e Marenghi un simpatico spettacolo di magia. A partire dalle ore 16.30 il teatro della Comunità Santa Rosa di via Bonomelli ha "vissuto" ancora grazie all’immancabile disponibilità delle suore che hanno poi colto l’occasione per presentare e festeggiare il ritorno della consorella Amelia, che si trovava in missione in Brasile.
 


16 MARZO A SAN FRANCESCO
Celebrato dal Vescovo Dante
il settimo anniversario
della morte di Chiara Lubich
la «Santa» della normalità

 
Dopo l'interessante incontro con il critico d'arte Mario Del Bello che sabato 14 marzo, al Centro Pastorale, ha spiegato il carisma di Chiara Lubich attraverso alcuni capolavori della pittura europea, i membri del Movimento dei Focolari di Cremona si sono nuovamente ritrovati, nella serata di lunedì 16 marzo, nella chiesa cittadina di San Francesco, per la celebrazione eucaristica nel settimo anniversario della scomparsa della loro fondatrice. La liturgia è stata presieduta dal vescovo Lafranconi e concelebrata dal parroco nonchè vicario zonale, don Giampaolo Maccagni, dal segretario-cerimoniere don Flavio Meani e da alcuni sacerdoti legati al Movimento: don Bernardino Orlandelli, don Franco Morandi e don Angelo Bravi. Nel saluto al Vescovo, Adele Miglioli di Piadena ha tratteggiata la figura della Lubich: «Sin dall’inizio della sua avventura spirituale era rimasta folgorata dalla luce di Gesù-Verità! Tanto da affermare: "È tensione della mia vita vivere sempre la Parola, essere la Parola, la Parola di Dio. L’amo tanto che desidererei arrivare al punto che se mi chiedessero: 'Ma tu chi sei ?', vorrei rispondere: 'Parola di Dio'"».
 
 
 
 


CREMONA - DOMENICA 15 MARZO
Messa del Vescovo a S. Imerio
per i 500 anni della nascita
di santa Teresa d'Avila
Mostra aperta fino a giovedì

 
Sarà visitabile sino a giovedì 19 marzo la mostra allestita a Cremona, presso la parrocchia di S. Imerio, su santa Teresa d’Avila. L’esposizione, organizzata dalla Fraternità cremonese del Movimento Carmelitano dello Scapolare in occasione dei 500 anni della nascita della Santa (28 marzo 1515), è stata inaugurata domenica 15 marzo dal vescovo Dante Lafranconi.

Photogallery

 


ASSOCIAZIONE M. A. INGEGNERI
Domenica 22 e 29 marzo
concerti alla Scuola diocesana
di musica sacra "Dante Caifa"
con "I pomeriggi diocesani"

 
“I pomeriggi diocesani” è lo slogan scelto dalla Scuola diocesana di musica sacra "don Dante Caifa" - Associazione "Marc'Antonio Ingegneri" per i concerti in programma le ultime due domeniche di marzo presso la sede di via Milano 5B. L’appuntamento è la domenica pomeriggio alle 17.30 con ingresso libero.

Scarica la locandina



CREMONA
Sabato 28 marzo alle ACLI
intervento di Mauro Ferrari
e Pasquale Pugliese sulla difesa
civile non armata e antiviolenta

 
Lo scorso gennaio, a Cremona, è stata scritta una pagina violenta di aggressione a persone e di devastazione urbana. Tutti i giorni però, migliaia di cremonesi scrivono pagine nonviolente di impegno civile per i diritti dei più deboli, per il bene comune e per una convivenza inclusiva. Con questa consapevolezza sabato 28 marzo, alle 18, presso la sede delle Acli provinciali, si terrà l’incontro “Un’altra difesa è possibile: Campagna per la difesa civile non armata e nonviolenta”. Intervengono il sociologo Mauro Ferrari (Amici di Emmaus) e Pasquale Pugliese, segretario del Movimento Nonviolento.
 


DIBATTITO SUL FINE-VITA
Intervista a don Lucini:
«Più opportuno lavorare
sull’umanizzazione delle cure
e sul rifiuto dell’accanimento
e dell’abbandono terapeutico»

 
Anche all’interno del Consiglio comunale di Cremona è entrato il dibattito sul tema del fine-vita. La mozione presentata dal capogruppo del Movimento 5 Stelle, Lucia Lanfredi, con la richiesta dell’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di volontà relative ai trattamenti sanitari (testamento biologico), sarà discussa in un’apposita commissione. Prendendo spunto da questa circostanza abbiamo posto alcune domande sul tema a don Maurizio Lucini, responsabile dell’Ufficio diocesano per la pastorale della salute.
 


CREMONA - UNIVERSITA' CATTOLICA
Nel 30esimo della SMEA
celebrato a Palazzo Ghisalberti
il Dies Academicus
con il ministro Maurizio Martina
Presente il vescovo Lafranconi

 
Festa di compleanno presso la sede cremonese dell’Università Cattolica: venerdì 13 marzo la solennità del “Dies Academicus 2014/2015” è stata la cornice ideale per ricordare i trent’anni di attività dell’Ateneo nella città del Torrazzo - forte dei suoi 374 iscritti, nonché dei 1.815 laureati e diplomati - e i trent’anni della Smea, l’Alta Scuola di Management ed Economia Agro-alimentare, che qui ha trovato sin dall’inizio (dal 1984) la propria naturale sistemazione. Una ricorrenza segnata anche presenza del ministro per le Politiche Agricole, Maurizio Martina. In sala, insieme a docenti e alunni, i rappresentanti del mondo economico e le autorità del territorio, compreso il vescovo Lafranconi.

Profilo della sede cremonese dell'Università Cattolica

L'intervento del Rettore         La lectio del prof. Canali

Messaggio CEI per la Giornata dell'Università Cattolica (19 aprile) 



GIUBILEO STRAORDINARIO
Papa Francesco ha annunciato
un «anno della misericordia»
Dall'8 dicembre 2015
al 20 novembre 2016

 
«Più è grande il peccato e maggiore dev’essere l’amore che la Chiesa esprime verso coloro che si convertono. Con quanto amore ci guarda Gesù, con quanto amore guarisce il nostro cuore peccatore, mai si spaventa dei nostri peccati»: lo ha detto papa Francesco venerdì 13 marzo, nel secondo anniversario dell’elezione a Pontefice, in occasione della liturgia penitenziale nella Basilica di San Pietro durante la «24 Ore per il Signore». Poi l’annuncio: «Ho pensato spesso a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della misericordia. È un cammino che inizia con una conversione spirituale. Per questo ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio». Sarà «un Anno Santo della Misericordia. Lo vogliamo vivere alla luce della parola del Signore: “Siate misericordiosi come il Padre”».
 


13 MARZO
Secondo anniversario
dell'elezione di Papa Francesco
Gli auguri della Chiesa italiana:
«Testimone e maestro di reale
vicinanza alla gente»

 
Ecco il testo del telegramma che la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana ha inviato a Papa Francesco per il secondo anniversario della sua elezione.

Santità,
             la felice ricorrenza del secondo anniversario della Sua elezione a Vescovo di Roma diventa occasione per stringerci attorno a Lei ed esprimerLe la gratitudine della Chiesa che è in Italia.  La ringraziamo per l’impegno appassionato e infaticabile che esprime a servizio del Vangelo: con la Sua parola e l’intera Sua vita ci è testimone e maestro di reale vicinanza alla gente, segno visibile e incoraggiante di una Chiesa che esce per incontrare il mondo, specialmente quello maggiormente bisognoso. Le rivolgiamo l’augurio più affettuoso di forza e luce per il Suo ministero, mentre Le rinnoviamo la vicinanza convinta e operosa alla Sua persona e al Suo magistero.  In ogni circostanza sappia di poter contare sulla preghiera costante di noi Pastori e delle nostre comunità cristiane.

Roma, 13 marzo 2015

La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana

 


10 MARZO
Il Vescovo compie 75 anni
Gli auguri più fervidi e filiali
dell'intera Chiesa cremonese

 
Oggi, martedì 10 marzo, il vescovo Dante compie 75 anni: il presule è nato, infatti, a Mandello del Lario (provincia di Lecco, ma diocesi di Como) nel 1940 da Albino e Giulia Bassini. Il presule ha anche tre fratelli: Giancarlo, Ermes e June, quest'ultima lo ha seguito sia a Savona e sia a Cremona. Dopo aver compiuto gli studi ginnasiali e teologici nel seminario diocesano, è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1964. Per completare il percorso teologico è stato inviato a Roma, dove ha conseguito la licenza in Storia ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana e il diploma di Teologia morale presso la Pontificia Accademia Alfonsiana. Il 7 dicembre 1991 è stato eletto vescovo di Savona-Noli, mentre il 25 gennaio 1992 è stato ordinato vescovo nella Cattedrale di Como. L'8 settembre 2001 Giovanni Paolo II l'ha destinato alla Chiesa di Cremona nella quale ha fatto il suo ingresso il 4 novembre dello stesso anno. A mons. Lafranconi gli auguri più fervidi.
 


CAPITOLO DELLA CATTEDRALE
Tre nuovi canonici
nominati dal Vescovo:
mons. Attilio Cibolini,
mons. Vincenzo Rini e mons. Antonio Trabucchi

 
Con decreto in data 10 marzo 2015 il vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, ha provveduto a nominare tre nuovi canonici della Cattedrale. Si tratta di don Attilio Cibolini, mons. Vincenzo Rini e don Antonio Trabucchi. Il capitolo della Cattedrale torna così al completo dei suoi membri, che sono, di diritto, quindici. Essi sono al servizio liturgico della Cattedrale, soprattutto attraverso la Liturgia delle ore quotidiana. I canonici assumono il titolo di “monsignore”.

In foto da sinistra: mons. Cibolini, mons. Rini e mons. Trabucchi

 


CENTRO PASTORALE DIOCESANO
Concluso dal prof. Grillo
il ciclo d'incontri
de "La fatica di credere"
On-line tutti gli interventi

 
La conclusione del ciclo “La fatica di credere” non poteva trovare relatore più appassionato ed accattivante. Il prof. Grillo, liturgista e docente al S. Anselmo di Roma, incalzato dalle domande di don Andrea Bastoni, ha infatti conquistato il pubblico riproponendo alcune questioni antropologiche di fondo legate al mondo della ritualità e della dimensione simbolica.

Audio della relazione:  parte 1   parte 2

Archivio:

 


DAL 26 FEBBRAIO AL 5 MARZO
Il racconto di don Rota
al termine del pellegrinaggio
in Terra Santa caratterizzato
dal gemellaggio con Ramallah
On-line tutto le foto del viaggio

 
Proponiamo la riflessione di don Roberto Rota (in foto il primo sulla destra), responsabile del Segretariato diocesano pellegrinaggi, in merito al pellegrinaggio in Terra Santa che una quarantina di cremonesi, insieme al vescovo Lafranconi, ha vissuto dal 26 febbraio al 5 marzo. Un viaggio che, in particolare, è stato caratterizzato dal gemellaggio con la parrocchia latina di Ramallah.

 Photogallery:    album 1     album 2

Archivio:



DOMENICA 8 MARZO
Il nuovo progetto dell'oratorio,
i cammini d'Iniziazione cristiana
e la Missione parrocchiale
nell'incontro del Vescovo
con la Parrocchia di Caravaggio

 
Nel pomeriggio di domenica 8 marzo il vescovo Dante Lafranconi ha incontrato la comunità parrocchiale di Caravaggio mettendo a tema diverse importanti argomenti. Dopo l’incontro in chiesa con le famiglie coinvolte nei percorsi di iniziazione cristiana, in teatro è stata presentata la bozza del progetto di rigenerazione dell’oratorio, dove al termine della giornata il Vescovo si è intrattenuto con i bambini e i ragazzi.

Photogallery

 


7 MARZO - VATICANO
L'incontro di Papa Francesco
con sessantamila ciellini:
«Debitore di don Giussani»
In piazza San Pietro
anche trecento cremonesi

 
Chiesa «in uscita» significa «respingere l’autoreferenzialità, in tutte le sue forme», «saper ascoltare chi non è come noi, imparando da tutti, con umiltà sincera». «Quando siamo schiavi dell’autoreferenzialità finiamo per coltivare una ‘spiritualità di etichetta’: ’Io sono CL’; e cadiamo nelle mille trappole che ci offre il compiacimento autoreferenziale, quel guardarci allo specchio che ci porta a disorientarci e a trasformarci in meri impresari di una ONG». Lo ha detto sabato 7 marzo Papa Francesco parlando agli oltre 60.000 membri di Comunione e liberazione (Cl) riuniti in Piazza San Pietro per l’udienza in occasione del 10° anniversario della morte del fondatore don Luigi Giussani, e a 60 anni dalla fondazione del movimento. Oltre 300 cremonesi, tra cui moltissimi ragazzi, guidati dal responsabile diocesano Paolo Mirri, hanno partecipato all'incontro che si è aperto con il saluto di don Julian Carron, successore di don Giussani alla guida del movimento.
 


VATICANO - 6 MARZO
Ricevute da papa Francesco
le famiglie neocatecumenali
Presenti anche i Merlini
dal 2011 missionari a Vienna

 
«Quanta solitudine, quanta sofferenza, quanta lontananza da Dio in tante periferie dell’Europa e dell’America e in tante città dell’Asia! Quanto bisogno ha l’uomo di oggi, in ogni latitudine, di sentire che Dio lo ama e che l’amore è possibile!». Lo ha detto venerdì 6 marzo Papa Francesco, parlando ai membri del Cammino neocatecumenale ricevuti in udienza insieme ai fondatori Kiko Argüello e Carmen Hernández. L'occasione è stata l'invio in missione di oltre 220 famiglie con 600 figli che si vanno ad aggiungere alle altre 1.100 con 4.600 figli sparse nei cinque continenti. E nell'aula Paolo VI c'era anche una famiglia cremonese, quella di Paolo e Chiara Merlini, che dal 2011 sono "missionari" nella parrocchia di San Benedikt a Vienna.
 


CREMONA - 6 MARZO
«Grande guerra, inutile strage»
Presentato a Palazzo Comunale
il libro "La Chiesa in Trincea"
di don Bruno Bignami
On-line tutti gli interventi

 
Una profonda analisi della Prima guerra mondiale non attraverso lo studio delle strategie militari o delle relazioni diplomatiche, ma leggendo nell’intimo di quanti hanno vissuto il dramma di quella tragedia. Un conflitto che ha cambiato la storia e la Chiesa, costretta a non rapportarsi più con un mondo che le era qualcosa di estraneo, ma a entrare nel mondo, anticipando così il Concilio Vaticano II. Una “Chiesa in trincea”, come evidenzia il titolo dell’ultimo libro del sacerdote cremonese don Bruno Bignami, presentato nel pomeriggio di venerdì 6 marzo nel Palazzo comunale di Cremona, e nel quale il primo conflitto mondiale, e il cambiamento della Chiesa di quegli anni, è letto attraverso le storie – a tratti cruenti – di alcuni sacerdoti.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

 


8 MARZO 2015
Nella festa della donna
Luisa Tinelli (Azione Cattolica):
«Quel genio femminile
indispensabile nella Chiesa»

 
La mimosa, fiore che annuncia la primavera e anticipa l’oro del frumento, riempirà le strade, le piazze, i locali nel giorno dell’8 marzo. La scelta tutta italiana di questo fiore come simbolo della giornata della donna avvenne nel lontano 1946, durante un congresso dell’U.D.I., proprio perché la sua fioritura è ai primi di marzo, mese che ha sempre visto dal 1908, seppur con date diverse, la celebrazione della donna.
 


CASA CIRCONDARIALE DI CREMONA
Nota della Caritas diocesana
e della Cappellania del Carcere
«La sfida è davvero difficile:
diventi un urgente impegno
di civiltà per tutta la città»

 
Di seguito pubblichiamo la nota redatta dalla Cappellania del Carcere di Cremona e dalla Caritas diocesana, da anni attiva nella struttura penitenziaria di Ca' del Ferro, in relazione dalla delicata situazione della Casa circondariale di Cremona.

Nei giorni scorsi gli organi di comunicazione hanno dato risalto a tutta una serie di gravi episodi avvenuti nel carcere cittadino, segno evidente di una situazione di fortissimo disagio. In effetti la situazione all'interno della Casa Circondariale di Cremona presenta un livello di criticità elevatissimo che rende veramente difficoltoso il lavoro di tutti gli operatori penitenziari e condizioni di vita problematiche per i detenuti. In una situazione di indiscutibile, pesante, difficoltà, crediamo però doveroso rimarcare alcuni aspetti che ci sembrano importanti, soprattutto perché alimentano molto concretamente la speranza che qualcosa possa cambiare non solo presto, ma anche nella direzione giusta.

In una foto di repertorio i cappellani don Musa (a sinistra) e don Ghisolfi
con la nuova direttrice Lusi e i vertici della polizia penitenziaria



FONDAZIONE MAZZOLARI
Il 12 aprile il card. Ravasi
a Bozzolo per la Messa
nel 56° anniversario
della morte di don Primo
Sabato 11 convegno sul tema
"La memoria della Resistenza"

 
Si avvicina l’anniversario della morte di don Primo Mazzolari, avvenuta il 12 aprile 1959. Bozzolo si sta preparando a un evento eccezionale: domenica 12 aprile, infatti, arriverà il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, che non ha mai nascosto il suo debito spirituale nei confronti della figura di don Mazzolari. L’evento sarà preceduto e preparato sabato 11 aprile da un Convegno di studi promosso dalla Fondazione “Don Primo Mazzolari” sul tema “La memoria della Resistenza”.

La locandina         La brochure

 


LA STRADA DEL DONO
La spesa solidale delle famiglie
si imbusta nei sacchetti
della Quaresima di Carità
Borsine disponibili in Caritas

 
“Fai la spesa di una settimana e donala a una famiglia in difficoltà”. È quanto la Quaresima di carità di quest’anno propone a tutte le persone e a tutte le famiglie. Un gesto concreto di solidarietà che assume evidenza anche grazie alle apposite borsine della spesa messe a disposizione della Diocesi e che le Parrocchie possono ritirare presso gli uffici di Caritas Cremonese. E intanto sta scaldando i motori il mezzo adibito alla raccolta dei generi alimentari donati negli oratori: un furgone che attraverso un momento di sensibilizzazione e testimonianza aiuterà anche i più piccoli a intraprendere “La strada del Dono”, come recita lo slogan della Quaresima di Carità 2015.

Il messaggio del Vescovo per la Quaresima di Carità 2015

Presentazione della Quaresima di Carità 2015

 


A 10 ANNI DALLA SCOMPARSA
Ricordato a S. Sigismondo
don Giuseppe Boroni Grazioli
Pubblicata una raccolta di scritti
a cura di Maria Disma Vezzosi

 
Il 22 febbraio 2005 moriva don Giuseppe Boroni Grazioli, sacerdote classe 1932 originario di Sabbioneta. A dieci anni dalla scomparsa, la sua figura è stata ricordata domenica 1° marzo a Cremona nella chiesa di S. Sigismondo, dove fu parroco per 17 anni. Insieme agli ex parrocchiani e alla monache domenicane, presenti anche molti appartenenti all’Azione Cattolica. In occasione di questo anniversario Maria Disma Vezzosi ha curato una raccolta dei suoi scritti, disponibile presso l’Azione Cattolica.
 


PASTORALE SCOLASTICA
On-line l'audio della relazione
tenuta dal prof. Triani
sulle alleanze educative

 
Sabato 21 febbraio all Centro Pastorale diocesano, ha avuto luogo, alla presenza di circa 150 persone, il secondo incontro del percorso di formazione per dirigenti, insegnanti, genitori ed educatori, promosso dall’Ufficio per la pastorale scolastica, familiare e giovanile dal Tavolo delle associazioni cattoliche che si occupano di scuola ed educazione. Relatore il prof. Pierpaolo Triani, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Titolo: “Generare frutti o produrre risultati?”.

La relazione del prof. Triani (mp3)

 La brochure del corso

Argomenti collegati:



DAL 27 FEBBRAIO AL 1° MARZO
A Tignale esercizi quaresimali
per i giovani sul tema del cibo
nell'esperienza di Gesù Cristo
e nella vita quotidiana di oggi

 
Si sono svolti dal 27 febbraio al 1° marzo, presso l’Eremo di Montecastello, a Tignale sul Garda, nel Bresciano, gli esercizi spirituali per giovani promossi dalla Federazione Oratori Cremonesi. Una quarantina i partecipanti, provenienti da alcuni oratori cittadini, così come da altri centri, soprattutto dalle zone pastorali uno, quattro e sette. “Sto alla porta e busso. Se uno mi apre, cenerò con lui ed egli con me” il tema approfondito dalla presidente diocesana dell’Azione Cattolica, Silvia Corbari. Filo conduttore, con un legame al tema dell’anno oratoriano e a Expo, il senso della convivialità e del ruolo del cibo come mediazione simbolica dell’agire di Cristo. Di seguito la testimonianza di uno dei giovani partecipanti.
 


MUSICA SACRA
Cantus Ecclesiae: in Quaresima
tourné del Coro Sicardo
Domenica tappa a Soresina
poi a Sospiro e Pontevico

 
Un itinerario musicale che attraversa i “tempi forti” dell’anno liturgico in compagnia della grande tradizione polifonica della Chiesa. È “Cantus Ecclesiae - L’anno liturgico nella tradizione polifonica”, il programma concertistico del Coro Sicardo di Cremona che, sotto la direzione del maestro Fulvio Rampi, durante le domeniche di Quaresima, oltre a svolgere il consueto servizio liturgico nella chiesa cittadina di S. Abbondio, sarà impegnato in alcuni concerti “fuori porta”: a Soresina, Sospiro e Pontevico.

La locandina dei concerti



CREMONA - 28 FEBBRAIO
Il vescovo Oscar Romero
e la sua opzione preferenziale
per i poveri: on-line
gli interventi del convegno

 
Si è svolto nel pomeriggio di sabato 28 febbraio presso la sede delle Acli cremonesi il consueto incontro promosso a Cremona alla fine di febbraio per ricordare la figura dell’arcivescovo di San Salvador, Oscar Arnolfo Romero Galdámez. Un appuntamento che quest’anno ha assunto un particolare significato visto che proprio nelle scorse settimana Papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto riguardante il suo martirio con la cerimonia di beatificazione che dovrebbe avvenire entro la fine del 2015 nel paese latinoamericano.

Gli interventi dei relatori (mp3):

 


CREMONA - 27 FEBBRAIO
La sfida del giusto rapporto
tra lavoro e cura dell'uomo
nelle parole di Luigino Bruni
Il lavoro per la sussistenza
e strumento di dialogo sociale

 
Lavoro come mezzo di sussistenza e dialogo sociale, che in tempo di crisi richiede un surplus di passione e impegno, impossibili da remunerare, ma anche un giusto rapporto tra lavoro e cura. Ha guardato al lavoro, nelle sue ambivalenti sfaccettature che, se considerate singolarmente, rischiano di diventare ideologie, l’economista Luigino Bruni, intervenuto il 27 febbraio a Cremone ospite delle Acli provinciali guidate da Bruno Tagliati.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

L'incontro del 13 febbraio con don Bignami



CARITAS DIOCESANA
Prestito della Speranza 3.0:
anche a Cremona la terza fase
del progetto di microcredito
promosso dalla CEI
in sinergia con Intesa Sanpaolo

 
Con l’inizio del mese di marzo prenderà avvio anche a Cremona il “Prestito della Speranza 3.0”: la terza fase del progetto nazionale di microcredito promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana per l’erogazione di finanziamenti per le famiglie in stato di vulnerabilità economica e sociale e le microimprese escluse dall’accesso al credito ordinario attraverso due distinte forme di credito. A gestire le richieste sarà, come in passato, il Centro d’ascolto della Caritas diocesana di via Stenico. L’istruttoria passerà quindi alle filiali del gruppo Intesa Sanpaolo aderenti al progetto.
 


CREMONA - TOGO
Grazie all'intraprendenza
degli studenti del liceo Vida
costruita una nuova
aula scolastica
all'orfanotrofio di Notsé

 
Un breve viaggio in Africa, e precisamente in Togo. Il montaggio di alcune foto e filmati. Il racconto e la testimonianza delle classi del Liceo Vida durante le ore di religione... Questa è stata la miccia che ha innescato attenzione, curiosità, simpatia nel Liceo Vida fino a decidere di mobilitarsi per un’opera concreta. La collaborazione è stata corale: gli studenti rappresentanti di Istituto che nel loro “programma elettorale” inserivano la volontà di impegnarsi in opere di solidarietà; la dirigente prof. Balzarini che individuava occasioni per sensibilizzare e coinvolgere l’intera comunità scolastica; don Marco D’Agostino e numerosi insegnanti che sapevano aggregare e suscitare simpatiche collaborazioni nelle varie classi. E poi i genitori che hanno corrisposto con generosità ed entusiasta partecipazione.
 

La "Fiera della solidarietà" del 6 gennaio

La nuova aula in fase di ultimazione

 



CREMONA
On-line le meditazioni
di mons. Alberto Franzini
agli esercizi spirituali
della zona pastorale sesta

 
On line l'audio delle tre meditazioni che mons. Alberto Franzini, parroco e canonico della Cattedrale, ha tenuto martedì 24, mercoledì 25 e giovedì 26 febbraio nella chiesa parrocchiale di San Francesco d'Assisi, nel quartiere Zaist, nell'ambito degli esercizi spirituali cittadini promossi, come di consueto all'inizio della Quaresima, da Azione Cattolica e Zona pastorale sesta.  “Esercizi di speranza” il tema scelto per l'edizione 2015.

Contributi audio (mp3):

 


CASALMORANO
L'unità pastorale insieme
a Comune, Casa di riposo
e Banca Cremonese
per un "Valore aggiunto"

 
“Valore aggiunto” per essere protagonisti e costruire occasioni per crescere. Sono questi gli obiettivi del progetto ideato dalle parrocchie dell’unità pastorale di Casalmorano in sinergia con il Comune, la Casa di riposo Villa S. Cuore e Banca Cremonese. Quattro realtà che si sono unite per promuovere un percorso che porti a riscoprire e valorizzare le potenzialità del territorio. In particolare attraverso incontri che permetteranno di conoscere meglio queste realtà e i loro obiettivi e ritrovare stimoli per condividere, promuovere e sostenere nuove iniziative. Primo appuntamento venerdì 27 febbraio, alle 21, presso la sala Dagani del Comune di Casalmorano.

La locandina        L'invito al primo incontro

 


EDIZIONI SAN PAOLO
Grandissimo successo
del libro «Spaccato in due»
già alla quarta ristampa
E sulle pagine di facebook
crescono le testimonianze

 
Il libro di Gianluca Firetti, «Spaccato in due. L’alfabeto di Gianluca» (Edizioni San Paolo, € 12) entra per la quarta volta in stamperia in meno di un mese. Avvenire di venerdì 20 febbraio, nella rubrica “I best seller della fede” lo metteva al primo posto. Non è entrato dal decimo. Ma subito in cima alla classifica. Eppure è una storia nostra, di periferia, senza un autore famoso. Non sono devoto dei numeri, ma una riflessione, credo, s’imponga. Evidentemente – come aveva detto il grande storico e letterato italiano, don Giuseppe de Luca «un libro, quando esce, è libero di andare dove vuole». E Gian sta facendo questo servizio alla Chiesa e alla nostra società. Va, si lascia comperare, non si nasconde nelle sue fragilità di giovane malato, di credente, di persona che si interroga e cerca una risposta.
 


PASTORALE GIOVANILE
Il vescovo Brambilla a TDS
sul tema del nutrimento
tra bisogno e relazione
Audio e testo dell'intervento

 
Ha entusiasmato e scaldato il cuore, con un linguaggio effervescente e mai banale, mons. Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara e “storico” docente di antropologia teologica. Nell’ambito del percorso Traiettorie di sguardi, in collaborazione con la Federazione Oratori Cremonesi, domenica 22 febbraio mons. Brambilla ha parlato a tantissimi giovani a Cremona, nella chiesa del Maristella.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

Il testo della relazione di mons. Brambilla (pdf)

 


VERSO CRACOVIA
Gmg 2016: il 4 ottobre al via
il cammino di preparazione
pensato per le diocesi italiane

 
Partirà il prossimo 4 ottobre, nella festa di san Francesco d’Assisi, il cammino delle diocesi italiane verso la prossima Giornata mondiale della gioventù, in programma a Cracovia, in Polonia, dal 25 al 31 luglio 2016. L’annuncio ufficiale, da parte del responsabile del Servizio nazionale per la Pastorale giovanile, don Michele Falabretti, al termine del XIV convegno di pastorale giovanile. Un cammino di preparazione necessario per evitare il rischio che la Gmg rimanga solo un grande evento posto ai margini della pastorale ordinaria.

Articoli correlati:



SENTINELLE DEL MATTINO
Al Cafè Teologico
il Medioevo sotto la lente
di Paolo Molinari
L'audio dell'incontro

 
Il Medioevo è stato al centro del quarto incontro del Café teologico, promosso venerdì 20 febbraio a Cremona, all’oratorio di S. Imerio, dalle Sentinelle del Mattino. "Il Medioevo è stato intollerante?" la domanda a cui ha cercato di rispondere lo storico e filosofo Paolo Molinari.

Contributi audio (mp3):

 


CICOGNOLO - 22 FEBBRAIO
Conferiti dal Vescovo i Ministeri
L'Accolitato al seminarista
Nicola Premoli di Covo
Il Lettorato a quattro candidati
al diaconato permanente
e a due religiosi togolesi

 
La prima domenica di Quaresima come consueto ha scandito una importante tappa nel cammino di preparazione al Diaconato e al Presbiterato: il conferimento dei ministeri del Lettorato e dell’Accolitato. La solenne celebrazione è stata presieduta dal vescovo Lafranconi nella chiesa parrocchiale di Cicognolo nel pomeriggio del 22 febbraio. Ben sette i canditati. Uno solo si sta preparando al sacerdozio al servizio della Chiesa cremonese: Nicola Premoli, seminarista di IV Teologia, originario di Covo. Per lui il ministero dell’Accolitato. Dei sei lettori, due sono religiosi togolesi, residenti proprio a Cicognolo, che stanno studiando in vista dell’ordinazione presbiterale; gli altri quattro sono adulti in formazione per il diaconato permanente.

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery:   parte 1   parte 2   parte 3   parte 4

 


VENERDì 20 FEBBRAIO
Celebrazione comune
di inizio Quaresima
per la zona pastorale terza
nella chiesa di Romanengo

 
Una profonda e partecipata lettura del messaggio di papa Francesco per la Quaresima 2015 ha riunito, venerdì 20 febbraio, nell’ampia chiesa di Romanengo le parrocchie della zona terza all’inizio del percorso quaresimale. Una celebrazione semplice, basata sulla meditazione di alcuni brevi testi biblici, iniziata con la memoria del battesimo e proseguita con la lettura integrale del messaggio “Rinfrancate i vostri cuori”. Una opportunità per condividere - fra parrocchie e comunità in cammino - le sollecitazioni che vengono offerte dalla Chiesa universale, per accoglierle in spirito di vera comunione, per lasciarsi coinvolgere nell’unico linguaggio di rinnovamento e di misericordia che il tempo quaresimale propone, e per vincere quel grande peccato dei nostri giorni che è l’indifferenza, come spesso ci viene richiamato nel messaggio di papa Francesco.
 
Contributi audio della monaca di clausura di Soresina:


CREMONA - 19 FEBBRAIO
A Palazzo Cittanova
la presentazione del libro
"Vita di Don Giussani"
alla presenza di Luciano Violante
On-line foto e audio

 
È nella suggestiva cornice di Palazzo Cittanova che la sera di giovedì 19 febbraio è stato presentato anche a Cremona il libro di Alberto Savorana “Vita di Don Giussani”. Oltre all’autore è intervenuto l'on. Luciano Violante, presidente emerito della Camera dei Deputati.

 Messa in suffragio di don Giussani (16 febbraio in Cattedrale)

 


VIADANA - 19 FEBBRAIO 2015
L'incontro del vescovo Dante
con i Consigli parrocchiali
di Castello e San Pietro
La sfida: «Progettare insieme
una pastorale unitaria»

 
«Progettare insieme una pastorale unitaria»: è il mandato che il vescovo Dante Lafranconi ha consegnato ai Consigli parrocchiali di Castello e S. Pietro, riunitisi congiuntamente giovedì 19 febbraio, quattro mesi dopo l'ingresso del nuovo parroco don Antonio Censori (in foto accanto al Vescovo) e l'unificazione delle due comunità viadanesi.
 


QUARESIMA IN ZONA 1
Dal 23 al 25 febbraio
esercizi spirituali proposti
in tutte le parrocchie
Il 26 conclusione unitaria
al Santuario di Caravaggio

 
Inizieranno lunedì 23 febbraio gli esercizi spirituali promossi della Zona pastorale 1 con una modalità che alterna momenti di approfondimento nelle diverse parrocchie e una conclusione unica per l’intera zona giovedì 26 febbraio alle 21 presso il Santuario di Caravaggio (in foto). “Vivere il proprio Battesimo” è lo slogan che farà da filo conduttore alla proposta.
 


TERZO RAPPORTO
Fallite le strategie europee
per la dimunizione della povertà
Nel nostro Paese è a rischio
una persona su tre
Raddoppiate dalla Caritas
le iniziative anticrisi

 
In Europa una persona su quattro è a rischio povertà (24,5%). In Italia quasi uno su tre (28,4%), in linea con lo standard dei 7 Paesi “deboli” dell’Ue (Italia, Portogallo, Spagna, Grecia, Irlanda, Romania e Cipro). L’Italia ha anche il triste primato dei giovani tra i 15 e i 24 anni che non studiano né lavorano, i cosiddetti Neet dall’acronimo inglese. In una giornata densa di cifre - anche l’Istat ha lanciato giovedì 19 febbraio l’allarme sul 23,4% delle famiglie italiane in disagio economico - Caritas Europa, insieme a Caritas italiana, ha presentato  a Roma il terzo rapporto sulla crisi in Europa, indagando i dati in 7 Paesi “deboli”. Ne emerge una panoramica sconfortante: le strategie europee che dovevano portare a una diminuzione della povertà entro il 2020 hanno fallito, perché l’impatto della crisi, le politiche di austerity e i tagli al sociale imposti dai governi hanno aumentato la povertà e le disuguaglianze sociali. Quasi come dire, paradossalmente, che i poveri hanno ancor più arricchito i ricchi. La rete Caritas - che in Italia ha dovuto raddoppiare le iniziative anticrisi - chiede quindi all’Europa di invertire la rotta, suggerendo tutta una serie di misure concrete. Nel rapporto si evidenzia la crescita delle persone gravemente indigenti, la disoccupazione giovanile, le famiglie in cui non si lavora come si dovrebbe (aumentano lavori precari e part time), i giovani che non studiano né lavoro, la dispersione scolastica, l’impossibilità di pagare le cure mediche.
 


MERCOLEDì DELLE CENERI
Il Vescovo apre la Quaresima
con un forte invito a riscoprire
la preghiera in famiglia
e a vivere con sobrietà

 
«La riconciliazione si realizza perchè Dio ci viene incontro», mons. Lafranconi ha aperto la sua omelia nella Messa del mercoledì delle Ceneri sottolineando che la Quaresima prima di essere tempo di impegno è un vero e proprio momento di grazia che mostra la benevolenza e la tenerezza del Signore verso l'umanità. Il presule ha presieduto la solenne e austera celebrazione in Cattedrale, alle ore 18, attorniato dal vicario generale, mons. Mario Marchesi, dal presidente del Capitolo mons. Giuseppe Perotti, dai canonici e dai superiori del Seminario. I canti assembleari sono stati guidati da don Graziano Ghisolfi e accompagnati al grande organo dal maestro Fausto Caporali. I seminaristi diocesani hanno prestato il servizio liturgico con il diacono don Alessandro Bertoni che il prossimo giugno sarà ordinato sacerdote.
 
 


19-21 GIUGNO CON LA F.O.Cr.
In via di definizione
il pellegrinaggio dei giovani
a Torino con Papa Francesco
per l'Ostensione della Sindone

 
Sarà una Giornata della gioventù in miniatura, ma c'è da scommettere che saranno migliaia le ragazze e i ragazzi italiani che parteciperanno all'incontro con Papa Francesco dal 19 al 21 giugno a Torino, in occasione dell'ostensione della Sacra Sindone e dei duecento anni della nascita di San Giovanni Bosco. Anche la diocesi di Cremona, attraverso la Federazione Oratori e l'ufficio di pastorale giovanile, invita i suoi giovani a questo intenso momento di preghiera e di festa, che permetterà di respirare nuovamente l'universalità della fede. Don Paolo Arienti e il suo staff hanno già predisposto un programma di massima della trasferta nel capoluogo piemontese.
 


SANTUARIO DI CARAVAGGIO
Grazie a Fond. Bergamasca
riaperto il cantiere
dei «Portici del Rosario»
per la posa dei mosaici
di Trento Longaretti

 
Stanno procedendo con alacrità i lavori nel santuario di S. Maria del Fonte presso Caravaggio per completare i «Portici del Rosario», un ambizioso progetto iniziato negli scorsi anni e poi sospeso per mancanza di fondi. L'intervento, realizzato grazie ai contributi della Fondazione Bergamasca, prevede la realizzazione di un percorso di preghiera sotto i portici del lato ovest del Santuario, quelli che stanno davanti alla facciata della basilica. Per poter installare i venti pannelli raffiguranti i misteri del Rosario, disegnati da Trento Longaretti e realizzati dal mosaicista Italo Peresson, dovrà essere completato il rifacimento degli intonaci, a seguito del quale saranno collocati i mosaici. Questi sono già pronti da alcuni anni e attendono di essere esposti una volta terminati i lavori.
 


LAUREATO CON 110 E LODE
Il vicedirettore della Caritas
don Maurizio Ghilardi
dottore magistrale
in Progettazione pedagogica
nei Servizi per minori

 
Laurea magistrale in Progettazione pedagogica nei Servizi per minori per il vicedirettore di Caritas Cremonese, don Maurizio Ghilardi. Il sacerdote bergamasco ha ottenuto una valutazione di 110 e lode dopo aver discusso, lo scorso 12 febbraio, la testi intitolata “L’uso delle tecnologie digitalizzate in contesto migratorio: dal linguaggio del capo tribù a Facebook, passando dalla globalizzazione”.
 


15 FEBBRAIO - CASA ACCOGLIENZA
Serata in ricordo dei morti
nell'ennesima tragedia del mare
con il racconto di un profugo
Il Vescovo: «Le migrazioni
opportunità di incontro per una umanità nuova»

 
Serata di ricordo e riflessione dopo l’ennesima tragedia del mare nella serata di domenica 15 febbraio presso la Casa dell’Accoglienza di Cremona. All’evento, promosso da Caritas Cremonese e Segretariato diocesano Migrantes, è intervenuto anche il vescovo Dante Lafranconi. Presente, a nome dell’Amministrazione comunale di Cremona, l’assessore alla Cittadinanza Rosita Viola e i rappresentanti di diverse associazioni del territorio, oltre a tutti gli ospiti della struttura d’accoglienza della Caritas.

Photogallery

 


NOMINA
Scelto dal vescovo Dante
il parroco di Romanengo
È don Emilio Merisi
finora guida di Commessaggio

 
Durante le celebrazioni eucaristiche di domenica 15 febbraio è stata annunciata la nomina di don Emilio Merisi, finora parroco di Sant'Albino Vescovo in Commessaggio, a guida spirituale della comunità di San Biagio in Romanengo, vacante dopo la scomparsa di don Cesare Rossi avvenuta lo scorso novembre in maniera improvvisa. Finora la parrocchia, di oltre 3.000 abitanti, è stata retta da don Antonio Bandirali, parroco dell'unità pastorale di Casalmorano e vicario della zona pastorale terza.
 


ZONA PASTORALE DECIMA
Aperti da don Bighi gli incontri
dedicati ai 10 Comandamenti
On-line l'audio della relazione

 
È stato don Daniele Bighi, parroco di Rivalta sul Mincio, in diocesi di Mantova, ad aprire mercoledì 11 febbraio all'oratorio di Spineda il percorso “Io sono il Signore Dio tuo” dedicato ai dieci comandamenti. A promuoverlo l’Azione Cattolica della Zona pastorale decima in collaborazione con la locale commissione di pastorale giovanile. “Parole da mangiare. Le dieci parole della Bibbia” il titolo della relazione di don Bighi.

La relazione di don Daniele Bighi (mp3)

 


GIORNATA DEL MALATO
Messa del Vescovo a Calcio:
«La sofferenza non toglie
alla persona la dignità umana»
Poi la visita alla Fondazione
don Carlo Zanoncello

 
La dignità di una persona non può diminuire nel momento della sofferenza. Lo ha affermato con forza il vescovo Lafranconi esprimendo preoccupazione per la proposta di rendere legale la richiesta d’eutanasia che sta prendendo piede in alcune nazioni europee. L’occasione è stata la celebrazione diocesana della Giornata del malato che mons. Lafranconi ha presieduto nel pomeriggio di mercoledì 11 febbraio a Calcio. Il pensiero è andato a tutti gli ammalati e al parroco don Massimo Morselli, ma anche al prezioso servizio di tanti volontari. Dopo la Messa il Vescovo ha visitato gli ospiti della locale casa di riposo.

Saluto di don Leggio (mp3)        Omelia di mons. Lafranconi (mp3)

Photogallery:

 


RIVOLTA D'ADDA
"Se non così ... come?"
alla scoperta del carisma
dell'Istituto religioso fondato
dal beato Francesco Spinelli:
servizio, dono e adorazione

 
Un percorso in tre tappe sulle orme del carisma delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento. È così che nella serata di sabato 7 febbraio, a Rivolta d’Adda, si è caratterizzata la decima edizione del “Se non così…come?”, iniziativa per i giovani promossa proprio dalle Suore fondate dal beato Spinelli. Sottofondo della proposta di quest’anno “il CentRo per Uno”, alla scoperta di Dio che si fa “centro” della vita di ciascuno donando il “centuplo”. Il percorso prevedeva tre tappe, proprio sulle orme del carisma delle Suore Adoratrici, che aderiscono al progetto d’amore del Signore attraverso l’adorazione di Gesù Eucaristia e il servizio agli ultimi.

Photogallery



BENI CULTURALI
L'Armadio del Platina
traslocherà nella Sala Cremona
della Pinacoteca, che sarà dotata
di impianto di raffrescamento

 
L’Armadio del Platina, di proprietà del Perinsigne Capitolo della Cattedrale, dagli anni ’50 in deposito presso il Museo Civico di Cremona, lascerà presto la Sala del Quattrocento della Pinacoteca, caratterizzata da una situazione microclimatica non adatta, per la Sala Cremona che, per decisione della Giunta comunale di Cremona, sarà dotata di un impianto di raffrescamento.
 


AL CENTRO PASTORALE
22milioni di profughi ambientali
Ma saliranno a 250milioni
nel 2050 secondo l'Onu
La relazione di mons. Perego

 
«Lavorare insieme per un futuro migliore per tutti». Con questa indicazione mons. Gian Carlo Perego, direttore della Fondazione Migrantes, ha chiuso il suo intervento sul tema delle migrazioni “ambientali”. L'incontro, tenutosi venerdì 6 febbraio presso il Centro pastorale diocesano di Cremona e moderato da Carla Bellani, è stato inserito all'interno del percorso “Nutrire il pianeta e nutrire la pace”, volto a evidenziare e analizzare le problematiche concrete relative all'alimentazione.

Intervento di mons. Perego (mp3)        Slide della relazione (ppt)

 


RIVOLTA D'ADDA
Venerdì 6 febbraio il Vescovo
in vista dalle Suore Adoratrici
per la festa del beato Spinelli
Giovedì la Giornata sacerdotale

 
Giornata ricca di significato venerdì 6 febbraio a Rivolta d’Adda. L’occasione è stata la festa del fondatore delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento, il beato Francesco Spinelli, alla presenza del vescovo Dante Lafranconi che prima ha fatto visita alle suore anziane a Casa S. Maria e poi ha presieduto l’Eucaristia nella chiesa di Casa madre.

Omelia del Vescovo (mp3)        Photogallery

 


DOMENICA 8 FEBBRAIO
Celebrata anche a Cremona
alla Casa dell'Accoglienza
la prima Giornata internazionale
contro la tratta di persone

 
È stata celebrata anche a Cremona la prima Giornata internazionale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone. L’appuntamento è stato presso la Casa dell’Accoglienza la sera di domenica 8 febbraio, giorno in cui la Chiesa ricorda santa Bakhita, ex giovane schiava sudanese, che nel proprio percorso di vita è passata dalla schiavitù alla libertà.
 


DOMENICA 8 FEBBRAIO
Il giornalista di Avvenire
Diego Motta ospite di BeLocal
al Centro civico di Cassano
sul tema "Abitare la società"

 
Si è svolto domenica 8 febbraio, presso il Centro civico di Cassano d'Adda, il terzo incontro del ciclo di conferenze intitolato BeLocal. Il tema centrale della serata è stato “Abitare la società”, un invito a riflettere riguardo a come i giovani d'oggi possano porsi nell'ambiente sociale in cui vivono e nella storia contemporanea. Per affrontare l'argomento è stato invitato come ospite Diego Motta, giornalista di Avvenire, che in passato ha collaborato anche con La Stampa e Sole 24 Ore.

Guarda il video

 


CREMONA - 8 FEBBRAIO
Festa patronale di S. Agata
con il pensiero ai martiri di oggi
e l'invito del vescovo Dante
a vincere l'indifferenza

 
La festa patronale di sant’Agata, celebrata dal Vescovo la mattina di domenica 8 febbraio nell’omonima chiesa cittadina di corso Garibaldi, è stata per il Vescovo occasione per ricordare quanti ancora oggi vivono il martirio a causa della propria fede. Da qui l’invito a vincere l’indifferenza per la situazione di questi fratelli e a vivere una testimonianza più coraggiosa e gioiosa nelle situazioni di tutti i giorni.

Omelia del Vescovo         Photogallery

 


QUARESIMA DI CARITA' 2015
"La strada del dono":
raccolta di generi alimentari
per quanti sono nel bisogno
Coinvolti oratori e famiglie
Messaggio del Vescovo

 
“La strada del dono” è l’evocativo slogan scelto per l’edizione 2015 della “Quaresima di Carità”, la tradizionale iniziativa di solidarietà promossa dalla Caritas diocesana in preparazione alla Pasqua. Un tempo che per la Chiesa cremonese è sempre caratterizzato da un gesto di solidarietà a favore di particolari situazioni di disagio presenti sul territorio diocesano. La proposta di quest’anno, dato l’approssimarsi di Expo e in piena continuità con il tema dell’Anno oratoriano “Buono come il pane”, intende offrire l’occasione per dare valore al cibo. Una riflessione che, nel tempo della Quaresima, parrocchie, oratori e famiglie sono chiamati a concretizzare attraverso una raccolta di generi alimentari a sostegno dei bisogni di famiglie, ragazzi e anziani in difficoltà. In occasione della presentazione è stato reso noto il messaggio che il Vescovo ha indirizzato alla Diocesi per la Quaresima di Carità 2015.

In foto da sinistra: Mussetola, don Arienti, mons. Lafranconi, don Pezzetti e don Cibolini

Contributi audio (mp3):

Lettera sintetica di presentazione (pdf)



TRIBUNALE ECCLESIASTICO
Diploma di avvocato rotale
per don Paolo Carraro
già vicecancelliere della Curia
e notaio del Tribunale

 
Diploma di avvocato rotale per don Paolo Carraro. Il vicecancelliere della Curia e notaio del Tribunale, oltre che docente di Complementi di Diritto canonico all'Istituto superiore di Scienze religiose di Crema-Cremona-Lodi, ha conseguito il diploma nella sessione autunnale del corso di Studio rotale insieme ad altri quattro candidati.
 


EDIZIONI NEC
Già disponibile in Curia
la nuova guida ufficiale
della diocesi di Cremona
curata da mons. Reduzzi

 
Con l’inizio di febbraio è disponibile, presso la Curia vescovile, l’edizione 2015 della Guida ufficiale della diocesi di Cremona. L’utile strumento informativo che permettere di conoscere le realtà diocesane (e non solo) con i relativi recapiti, parrocchie e sacerdoti. Il volume, edito da NEC, è stato come sempre curato da mons. Marino Reduzzi, cancelliere vescovile e responsabile dell'Ufficio studi e documentazioni.
 


3 FEBBRAIO A ROBECCO D'OGLIO
Il vescovo Dante celebra
la festa di San Biagio
Forte invito a ricordare
ogni giorno i martiri di oggi

 
Un forte e chiaro invito a pregare tutti i giorni per i cristiani perseguitati in tante parti del mondo, ma anche uno sprone ad accogliere la croce nella propria esistenza nella consapevolezza che chi «perderà la propria vita la salverà». Su questi due aspetti si è soffermato il vescovo Lafranconi durante l'omelia nella festa patronale di San Biagio celebrata martedì 3 febbraio nella chiesa parrocchiale di Robecco d'Oglio. A concelebrare il solenne rito l'arciprete, don Giuseppe Allevi, il collaboratore don Mario Olivi, don Giuseppe Ghisolfi, originario del paese e don Giorgio Cerutti, parroco dal 1999 al 2007 e attualmente collaboratore a Casalbuttano. La schola cantorum diretta da Aleksander Qyteza ha impreziosito la celebrazione che è iniziata con l'omaggio del cero al santo da parte del sindaco Marco Romeo Pipperi e che è terminata con la benedizione della gola.
 


ZONE PRIMA E SECONDA
On line l'audio dell'intervento
di don Alessio Albertini
sul valore dell'educare
in una società del tutto e subito

 
Nei giorni scorsi,  nell'aula magna del nuovo oratorio di San Tarcisio a Covo, don Alessio Albertini, assistente nazionale del CSI nonchè fratello del noto campione rossonero Demetrio, ha tenuto un incontro sul valore dell'educare attraverso lo sport in questa società del "tutto subito a costo zero e senza sacrifici". La serata di riflessione aperta ad educatori, allenatori, dirigenti sportivi e genitori è stata promossa dalle zone pastorali prima e seconda con la collaborazione delle società sportive di Antegnate, Covo, Mozzanica, Caravaggio e Fontanella. «È stato un bellissimo incontro - commenta il vicario della zona prima don Leggio - partecipato da oltre 230 persone. Le speranze è che le suggestioni educative offerta da don Albertini siano presto riprese e messe in atto da ogni singola società».
 
 


31 GENNAIO - CASTELLEONE
Educatori appassionati
che mirano alla santità
La Messa del Vescovo Dante
nella festa di S. Giovanni Bosco

 
Sabato 31 gennaio, memoria di san Giovanni Bosco, il vescovo Lafranconi, in occasione del bicentenario della nascita del sacerdote piemontese, ha accolto l’invito dei membri della comunità di Castelleone di celebrare con loro la Messa vespertina. A Castelleone, a Fiesco e in altri paesi del circondario  è ancora vivo il ricordo dell’attività educativa e del bene seminato dai salesiani dell’istituto Tommaselli,  conosciuto ai più con il nome di Abbadia, attivo dal 1959 al 2000. Il debito di riconoscenza verso i salesiani per la loro opera presso i ragazzi e le loro famiglie è stato ricordato dal saluto di uno degli ex allievi, il quale ha sottolineato che, grazie all’entusiasmo e all’impegno dei salesiani, gli ex allievi riescono ancora a tradurre nel quotidiano quanto hanno imparato alla scuola di don Bosco.
 


2 FEBBRAIO - SEMINARIO
Il Vescovo ai consacrati:
 «La vostra presenza svela
l'opera costante di Dio
nei confronti di ogni uomo»

 
Ha assunto un significato tutto particolare quest’anno la Giornata mondiale di preghiera per la vita consacrata, che a livello diocesano è stata caratterizzata dal tradizionale incontro del Vescovo con i religiose e le religiose. L’appuntamento del 2 febbraio, per la festa della Presentazione di Gesù al tempio, è all’interno dell’Anno che papa Francesco ha voluto dedicare proprio alla Vita Consacrata.

Omelia del Vescovo (mp3)          Photogallery

 


CREMONA - 1° FEBBRAIO
Per la Giornata della vita
al Cittanova Paola Bonzi
anima del CAV Mangiagalli
In 30 anni nati 17.585 bimbi

 
“Un giorno dopo l'altro, un bambino dopo l'altro”. E in 30 anni di attività il Centro di aiuto alla vita della clinica Luigi Mangiagalli di Milano ha strappato all’aborto 17.585 bambini. Ci tiene che il conto sia preciso Paola Marozzi Bonzi, anima del CAV milanese premiata con l’Ambrogino d’oro e che nel pomeriggio di domenica 1° febbraio è intervenuta a Cremona nel consueto incontro promosso in occasione della Giornata nazionale della vita. Lei che per ogni bambino che viene alla luce con soddisfazione afferma: «Oggi è nata una mamma!».

Photogallery

Contributi audio:

 


31 GENNAIO - SEMINARIO
Mons. Lafranconi: «Celebriamo
la Giornata nazionale della vita
con la solidarietà per la vita»
Premio Garini a "Il Girasole"

 
«Celebriamo la Giornata della vita diffondendo la solidarietà per la vita». Così ha esortato il vescovo Dante durante la veglia di preghiera e testimonianza che la sera di sabato 31 gennaio si è svolta presso il Seminario di Cremona. Un impegno che lascia «spazio per tutta la nostra fantasia» per «condividere nella profondità del cuore e nella concretezza delle opere il segno del dono di Dio». A chiudere la serata la consegna del premio intitolato alla memoria di Mariolina Garini, destinato quest’anno all'associazione di famiglie affidatarie di Cremona “Il Girasole”.

Photogallery della veglia          Omelia del Vescovo (mp3)

Articoli correlati:

 


CATTEDRALE
Lo stato di salute del Torrazzo
dopo la caduta di frammenti
Il punto di mons. Bonazzi:
«Verifiche confortanti»

 
Ha destato l’attenzione dei cittadini nella giornata di venerdì 30 gennaio lo stato di salute del Torrazzo, considerata la lunga striscia di divieto di passaggio lungo Largo Boccaccino, a motivo della caduta di un frammento di cotto segnalato da una persona all’Ufficio di Protezione Civile del Comune di Cremona attorno alle ore 10.
 


PASTORALE GIOVANILE
Dopo gli incontri di verifica
il vescovo Dante scrive
agli operatori parrocchiali:
«Voi costruite il futuro»
Il bilancio di don Arienti

 
«Dedicare tempo, energie, cre­atività, passione nella pastorale giovanile mira a preparare la continuità della comunità cristiana per gli anni a venire. E così si costruisce quell’anello della Tradizione che salda il passato al futuro». Questo uno dei passaggi centrali della lettera che mons. Lafranconi ha scritto agli oltre quattrocento operatori parrocchiali della pastorale giovanile al termine degli incontri di verifica nelle interzone. «Chi verrà dopo di noi - prosegue il presule - potrà godere di quel patrimonio prezioso che è la memoria di Gesù Cristo, di cui noi andiamo fieri. Per questo il nostro servizio pastorale richiede da noi una preparazione spirituale e culturale, un atteggiamento di umiltà e di fiducia, una speranza paziente che il seme sparso cada sulla buona terra. E continueremo a spargerlo al di là dei risultati che possiamo vedere». Da parte sua don Paolo Arienti, direttore dell'ufficio di pastorale giovanile, traccia un bilancio degli incontri: «La pastorale giovanile verificata in queste ore - scrive il sacerdote - ha ricordato quello che dovremmo sempre ricordare: siamo Chiesa, con le sue luci e le sue ombre; ci affidiamo nella fede e al tempo stesso la fede ci chiede di cambiare, di plasmarci secondo Cristo, di vedere davvero nella Chiesa, anche tra preti, dei fratelli. Ed allora assumeranno un altro sapore gli incontri, le proposte, i luoghi di confronto…». On line il numero di febbraio de «Il Mosaico» dedicato interamente agli incontri di verifica sulla pastorale giovanile.
 

 Tutti gli incontri:

 


LA MANIFESTAZIONE DI SABATO 24
Il vescovo «La violenza non è mai
espressione di libertà»
Paola Bignardi: «Ritrovare
il senso di comunità»

 
Di seguito la nota ufficiale del vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, in merito alla manifestazione antifascista di sabato 24 gennaio a Cremona.

La nostra Città è stata profondamente ferita dagli avvenimenti di sabato scorso. Una manifestazione che si presumeva e si sperava pacifica – come devono essere tutte le manifestazioni in una società che voglia dirsi civile e democratica – si è trasformata, secondo un disegno preventivamente architettato, in azioni di insensata violenza, che non si possono accettare e che vanno decisamente condannate.



SCUOLA
Tempo di iscrizioni:
di religione si deve parlare
e la si deve insegnare

 
All’interno del dibattito pubblico sulla “Buona scuola” indetto dal governo, anche l’Insegnamento della Religione Cattolica (IRC) è stato uno dei temi particolarmente sentito: sia da chi lo sostiene sia da chi lo vorrebbe eliminare. Si impongono pertanto, in questo periodo di iscrizioni scolastiche, dove nel rispetto della libertà di coscienza la famiglia o lo studente sono chiamati ad esprimere la scelta in merito all’IRC, alcune sottolineature.

  



SAN BASSANO - 29 GENNAIO
Inaugurata dal vescovo Dante
la nuova unità abitativa
per giovani-adulti autistici
dell'Istituto Vismara-De Petri

 
Nel pomeriggio di giovedì 22 gennaio il vescovo Lafranconi ha benedetto, presso l’Istituto Vismara-De Petri di San Bassano, la nuova unità abitativa per autistici. L’inaugurazione ha avuto luogo in un intenso pomeriggio che ha permesso di conoscere più da vicino questo innovativo progetto di assistenza prima con un convegno, poi attraverso la visita alla nuova struttura, infine con uno spettacolo teatrale.

Photogallery

 


ALLA CASCINA MORENI
Famiglia Buona Novella:
da lunedì 9 febbraio
un nuovo corso per aver cura
della propria coppia

 
Una serie di otto incontri per migliorare il clima in famiglia e avere una relazione più appagante con il proprio coniuge. È questo l’obiettivo di “Avere cura del rapporto di coppia” un percorso ormai consolidato dell’associazione “Famiglia Buona Novella” che partirà il prossimo 9 febbraio presso la Cascina Moreni di via Pennelli a Cremona e che si terrà ogni quindici giorni, il lunedì sera.
 


SORESINA - 23 GENNAIO
Al monastero della Visitazione
nella festa del santo patrono
il vescovo Dante: «Ritorni
il fascino di amare il Signore»

 
«Ritorni il fascino di amare il Signore in pienezza, nelle piccole cose così come in quelle grandi». Questo l’auspicio e la grazia espressi dal vescovo Lafranconi guardando alla figura e all’esempio di san Francesco di Sales, «perché dal clima spirituale delle nostre comunità cristiane possano nascere ancora vocazioni alla vita consacrata, come testimonianza della gioia e della pienezza con cui intendiamo rispondere al Signore sulla strada del Vangelo». L’occasione è stata la Messa presieduta nel pomeriggio di venerdì 23 gennaio a Soresina, nella chiesa del monastero della Visitazione (congregazione fondata proprio da san Francesco di Sales). Una celebrazione che si è svolta nel contesto dell’Anno della vita consacrata.

Photogallery della celebrazione

Omelia del vescovo (mp3)         Saluto del parroco (mp3)

 


CREMONA - 23 GENNAIO
«Notizie secondo verità»
Il Vescovo ai giornalisti
nella festa del loro patrono
Intervento del direttore dell'Eco
On-line l'audio degli interventi

 
Si è svolto nella mattinata di venerdì 23 gennaio presso il Centro pastorale diocesano di Cremona il consueto incontro del vescovo Dante Lafranconi con gli operatori della comunicazione operanti in diocesi. L’occasione è stata la festa di san Francesco di Sales (24 gennaio), il patrono dei giornalisti. Ospite illustre Giorgio Gandola, direttore de L'Eco di Bergamo, il quotidiano locale più diffuso d'Italia con una media di 45mila copie vendute. Tema scelto quest'anno è stato "Comunicare nel rispetto della persona": «una riflessione che purtroppo si è caricata di una triste, tragica attualità dopo i fatti di Parigi, ma che era già stata scelta in precedenza», come ha sottolineato in sede di presentazione dell'incontro il direttore dell'Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali, don Attilio Cibolini.

Photogallery

Contributi audio (mp3):



ANNO PASTORALE 2014/2015
Da restituire al più presto
i questionari relativi
alla catechesi catecumenale
e a quella tradizionale

 
Conformemente al desiderio del Vescovo di compiere, in quest’anno pastorale, una verifica di quanto si svolge in Diocesi nel campo della evangelizzazione e catechesi, è stata confezionata e inviata alle comunità parrocchiali una scheda statistica, sia della Iniziazione cristiana catecumenale sia della Iniziazione cristiana tradizionale. L’obiettivo della rilevazione è la necessità di disporre oggettivamente di alcuni dati fondamentali della situazione pastorale, a questo riguardo, su tutto il territorio diocesano per le considerazioni opportune del Vescovo stesso.
 


TEATRO FERRINI - SANT'AGATA
Cammino Neocatecumenale
Al via lunedì 26 gennaio
gli incontri di catechesi
per riscoprire la fede

 
Prenderanno il via lunedì 26 gennaio, alle ore 21, nel teatro Ferrini dell'unità pastorale di Sant'Agata-Sant'Ilario (corso Garibaldi 121 a Cremona) le catechesi per adulti e giovani promosse dal Cammino Neocatecumenale. Gli incontri, che dureranno alcune settimane, si terranno ogni lunedì e ogni giovedì: «Si tratta di una preziosa opportunità - spiega Giovanni Pedrinazzi, uno dei responsabili dell'iniziativa - per risvegliare una fede ormai sopita da anni, ma anche trovare risposte agli interrogativi essenziali della vita: perchè la morte di una persona cara? perchè la sofferenza e la malattia? qual è il destino dell'uomo?». E così prosegue: «Abbiamo volutamente scelto una sede laica, un teatro appunto, per mettere a proprio agio chi è sempre stato lontano o nel corso degli anni si è allontanato dalla Chiesa. In questo modo vogliamo mostrare un'attenzione particolare a quelle periferie esistenziali tanto care a Papa Francesco».
 


AVVISO
Rinviata la presentazione
del libro di don Bruno Bignami
"La Chiesa in trincea"
prevista sabato in Comune

 
È stata rinviata la presentazione del libro di don Bruno Bignami "La Chiesa in trincea", programmata per sabato pomeriggio in Comune. Lo slittamento a motivo della concomitanza con la manifestazione che il 24 gennaio si svolgerà a Cremona con conseguenti ripercussioni viabilistiche. L’incontro, che era previsto alle 17.30 presso la sala dei quadri di Palazzo Comunale, sarà riprogrammato nella seconda metà di febbraio.
 


F.O.Cr.
"Ad occhi aperti": adolescenti
in pellegrinaggio a Roma
dopo Pasqua dal 6 all'8 aprile
Già aperte le iscrizioni

 
Sarà proposto anche quest’anno, nei giorni successivi alla Pasqua, il pellegrinaggio diocesano a Roma per i ragazzi di 14/15 anni. “Ad occhi aperti” lo slogan scelto dalla Federazione Oratori Cremonesi per questa nuova edizione in agenda dal 6 all’8 aprile con tre differenti programmi di alloggio. Già aperte le iscrizioni.

In foto gli adolescenti all'udienza generale lo scorso anno

Scarica la locandina del pellegrinaggio

Scarica il pieghevole con le tre proposte



CREMONA - 19 GENNAIO
A S. Agata veglia ecumenica
all'inzio delle Settimana
per l'unità dei cristiani
Sabato appuntamento
presso la chiesa Avventista

 
Nell’ambito della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18 al 25 gennaio) la sera di lunedì 19 gennaio a Cremona si è svolta la tradizionale veglia ecumenica presieduta dai rappresentati delle Chiese cristiane presenti in città, che hanno proposto una riflessione a partire dal brano evangelico di Giovanni dell’incontro tra Gesù e la samaritana al pozzo che caratterizza la Settimana 2015, dal titolo “Dammi un po’ d’acqua da bere”.

Photogallery

Contributi audio:

 


19 GENNAIO - VILLA PASQUALI
Le esequie di don Riccardi
nella chiesa del Bibiena:
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Schietto, cordiale e ironico»

 
L'hanno portato a spalla fino al cimitero, come si faceva una volta, quasi per prolungare il momento del distacco, ultimo e definitivo. In questo modo la comunità di Villa Pasquali ha voluto salutare don Pietro Riccardi, l'antico parroco divenuto collaboratore parrocchiale dopo la nascita dell'unità pastorale, al termine del rito esequiale presieduto dal vescovo Lafranconi. Deceduto improvvisamente nella sua casa nella notte tra il 16 e il 17 gennaio, l'anziano sacerdote è stato salutato cristianamente nella chiesa del Bibiena nel pomeriggio di lunedì 19 gennaio. Oltre al presule hanno concelebrato il parroco don Samuela Riva, il vicario don Davide Schiavon, il vicario zonale don Luigi Pisani e il vicario generale mons. Mario Marchesi oltre ad una quindici di altri sacerdoti. La corale «Pane di vita nuova» diretta e accompagnata da Enrico Rossi ha impreziosità la liturgia alla quale hanno partecipato molti fedeli. In prima fila il sindaco di Sabbioneta Aldo Vincenzi e il suo vice Luigi Barili. Presente anche la superiora generale delle Figlie di Maria Missionarie suor Fiorenza Amato.

Ascolta l'omelia di mons. Lafranconi

Photogallery della celebrazione

 


CASALMAGGIORE - 18 GENNAIO
Nella Giornata del migrante
il Vescovo invita al dialogo:
«Necessari e urgenti rapporti
reciproci di stima e fraternità»

 
È un forte invito al dialogo quello che il vescovo Lafranconi ha espresso domenica 18 gennaio nel Duomo di Casalmaggiore in occasione della celebrazione diocesana per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Dialogo che per il Presule deve tradursi in accoglienza e in percorsi concreti di integrazione, inseparabili da un atteggiamento di condivisione; l’unica strada per una fraternità universale. Nelle parole di mons. Lafranconi anche un richiamo all’attualità, con la disapprovazione per quella satira che mira a colpire le convinzione altrui. La scelta di celebrare a Casalmaggiore la Giornata del migrante 2015 è dovuta a un duplice anniversario: i 25 anni di attività della Casa dell'accoglienza "S. Giovanni Bosco" di Casalmaggiore e il ricordo del suo fondatore, mons. Paolo Antonini, a 5 anni dalla morte.

Photogallery:   parte 1     parte 2

Contributi audio (mp3):

Articoli correlati:

 


VENERDI' 16 GENNAIO
A Cremona, Caravaggio
e Viadana il secondo incontro
sulla visione della sessualità

 
Da un lato il tema della sessualità, analizzata dal punto di vista etico e morale e nei suoi riflessi pastorali. Dall’altro quello dell’educazione, dell’accompagnamento delle giovani generazioni, con tanti spunti pratici, focalizzando l’attenzione sia su chi è oggetto che chi è soggetto dell’azione educativa. Dopo l’incontro biblico-psicologico del 9 gennaio, venerdì 16 è proseguito analizzando il binomio morale-educativo il percorso, promosso dal Centro pastorale diocesano in sinergia con i consultori di ispirazione cristiana presenti in diocesi, incentrato sulla visione cristiana della sessualità in chiave educativa. Come già per il precedente incontro tre momenti in contemporanea nei diversi punti della diocesi: a Cremona (in foto), Caravaggio e Viadana.

Gli incontri biblico-psicologici del 9 gennaio



CARITAS CREMONESE
«La lucerna nella nebbia»
Percorsi di formazione
per comunità parrocchiali
riguardo al tema dell'AIDS
In provincia contagi in crescita

 
Si intitola “La lucerna nella nebbia” il progetto di Caritas Cremonese che intende fare un po’ di luce (la lucerna è quella del Vangelo) rispetto alla tematica Hiv/Aids sul territorio diocesano (spesso avvolto nella nebbia). La Chiesa cremonese, attraverso la Caritas e la Casa della Speranza, vive ormai da più di un decennio il servizio alle persone con AIDS conclamato. L'idea che anima il progetto – nato da una proposta di Caritas Italiana – è proprio quella di non pensare più alla Casa della Speranza come una realtà isolata, ma come esperienza utile e che molto può fare in termini di formazione e prevenzione. La prima annualità si concentrerà sulle comunità parrocchiali.  

La brochure informativa

 


A TORINO DAL 19 AL 24 GIUGNO
Ostensione della Sindone
per il bicentenario
della nascita di don Bosco:
pellegrinaggio il 16 maggio
e tre-giorni dedicata ai giovani
per la visita del Papa

 
Tra il 19 aprile e il 24 giugno si terrà a Torino, in occasione della chiusura del bicentenario della nascita di S. Giovanni Bosco, una ostensione straordinaria della Sacra Sindone. A livello diocesano sono due le proposte che daranno l’opportunità di venerare il prezioso lino che, secondo la tradizione, avvolse il corpo di Gesù dopo la deposizione dalla Croce. Il 16 maggio vi sarà il pellegrinaggio promosso dal Segretariato diocesano pellegrinaggi, che sarà anche occasione per visitare i luoghi del Santo dei giovani. La seconda opportunità, coordinata dall’Ufficio per la pastorale giovanile, è dal 19 al 21 giugno in una speciale tre-giorni tutta dedicata ai giovani in concomitanza con la visita a Torino di Papa Francesco.
 


BOSCHETTO
Ricordo di don Mazzolari
nel 125esimo della nascita
e nel 60° di "Tu non uccidere"
L'intervento del prof. Albertini

 
Martedì 13 gennaio, nel 125° annivesario della nascita, nella parrocchia natia del Boschetto, a Cremona, è stato ricordato don Primo Mazzolari, uno dei più insigni sacerdoti cremonesi. La commemorazione si è svolta anche in un’altra coincidenza: il sessantesimo del libro «Tu non uccidere», uno dei testi più intensi e attuali del parroco di Bozzolo.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

 


AC E ZONA PRIMA
Tre incontri dedicati
all'Evangelii Gaudium
di Papa Francesco

 
«Lasciamoci prendere dalla gioia del Vangelo» è questo il titolo del breve percorso di catechesi che l'Azione Cattolica e la zona pastorale prima promuovono tra gennaio e febbraio. Al centro della riflessione l'esortazione apostolica Evangelii Gaudium di Papa Francesco. Domenica 18 gennaio all'oratorio di Caravaggio, alle ore 15, la prof. Chiara Ghezzi terrà una relazione sul tema: «Tutto il popolo di Dio annuncia il Vangelo». Seguirà la testimonianza di Ada Ferrari. Domenica 25 gennaio, all'oratorio di Fornovo San Giovanni, toccherà al prof. Antonio Ariberti approfondire il tema: «La dimensione sociale dell'Evangelii Gaudium». Seguirà la testimonianza di Enrico Manfredini. Infine domenica 8 febbraio, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Santo Stefano a Mozzanica don Maurizio Lucini, assistente dei giovani di AC, proporrà una lectio divina dal titolo «Tornarono pieni di gioia» sul brano di Luca 10, 17-24.
 


CREMONA - 13 GENNAIO
Il Vescovo Dante celebra
la festa di Sant'Ilario:
«Troppi cristiani ondeggianti
che non approfondiscono
la fede nella catechesi»

 
Dall’opera “I Sinodi” di sant’Ilario al Sinodo sulla famiglia il passaggio è stato quasi scontato per il vescovo Dante che nel pomeriggio di martedì 13 gennaio ha presieduto l’Eucaristia nella chiesa di via Garibotti, a Cremona, in occasione della festa patronale. Proprio al vescovo di Poitiers mons. Lafranconi si è ispirato per tracciare il cammino della Chiesa di questi tempi: un cammino condiviso di ricerca della verità, portato avanti da cristiani che approfondiscono il dato di fede nella catechesi invece di seguire le voci di corridoio, per non correre il rischio di essere «cristiani ondeggianti – ha detto citando san Paolo - esposti a ogni vento di dottrina, incapaci o timorosi di una adesione piena, vera e cordiale».

Omelia del Vescovo (mp3)        Photogallery della celebrazione



SUORE ADORATRICI
Deceduta nella casa di riposo
"S. Maria" di Rivolta d'Adda
suor Maria Romanò,
la prima centenaria dell'Istituto
fondato dal beato Spinelli

 
È morta nella mattinata di domenica 11 gennaio, a Rivolta d’Adda, presso la casa di riposo “S. Maria” delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento, suor Maria Romanò: prima centenaria nella storia dell'Istituto, aveva raggiunto il traguardo di un secolo di vita lo scorso 29 agosto. La religiosa è deceduta dopo un peggioramento generale delle sue condizioni di salute, ma mantenendo sempre una grande lucidità e una straordinaria serenità.
 


DOPO I FATTI DI CHARLIE HEBDO
Don Mario Aldighieri
esperto del mondo islamico:
«Dai musulmani cremonesi
la condanna ferma e totale
di ogni gesto di violenza»

 
Milioni di persone nel mondo hanno manifestato ieri e nei giorni scorsi contro il fondamentalismo islamico. A Parigi oltre cinquanta capi di stato o di governo hanno marciato insieme al presidente Holland per ribadire il valore della libertà e della democrazia nel ricordo delle persone trucidate nella redazione di Charlie Hebdo, giornale satirico reo di aver pubblicato vignette offensive su Allah e il profeta Maometto. A don Mario Aldighieri, esperto del mondo musulmano - è autore del libro "Chi ha paura dell'Islam?" edito dalla NEC - abbiamo rivolto alcune domande.
 
Sullo stesso argomento:


FAMIGLIA BUONA NOVELLA
L'11 gennaio a Cascina Moreni
le promesse davanti al Vescovo
di sei coppie della Fraternità

 
«Nella famiglia si concentra l’amore dell'uomo e di Dio». E ancora: «La famiglia è notizia bella dell’umanità». Così il vescovo Lafranconi a Cascina Moreni, la struttura di via Pennelli, a Cremona, dove ha sede l’Associazione “Famiglia Buona Novella”. L’occasione è stata la Messa durante la quale sei coppie di sposi hanno aderito ufficialmente alla “Fraternità Famiglia Buona Novella”. Altre tre, invece, sono state ammesse al cammino triennale in vista della loro adesione alla Fraternità.

Photogallery

Contributi audio (mp3):

Presentazione della Fraternità Famiglia Buona Novella

 



CENTRO ITALIANO FEMMINILE
La grande sfida di educare
alla differenza nella differenza:
nel mese di febbraio
corso di formazione

 
Corso di formazione sul tema dell’educazione di genere per figure educative, professionali e del volontariato, il prossimo febbraio presso il Centro pastorale diocesano di Cremona. A promuoverlo il Centro Italiano Femminile (C.I.F.) in sinergia con Azione Cattolica, Consultorio Ucipem, Federazione Oratori Cremonesi e Cooperativa Iride.

Scarica la brochure

 


TRC E FOCR
"C'è di più": l'oratorio
si racconta in tv
In questo fine settimana
la puntata sul doposcuola

 
In onda questo fine settimana, all’interno del Giorno del Signore, il settimanale televisivo della Diocesi, una nuova puntata di “C’è di più. Venite e vedrete”, la rubrica proposta dal centro di produzione televisivo diocesano in sinergia con la Federazione oratori cremonesi per presentare l’oratorio oggi. Al centro della terza puntata il doposcuola.

La puntata del Giorno dei Signore dell'11 gennaio

Archivio delle puntate di “C’è di più”:



CREMONA - 6 GENNAIO
Secondi Vespri dell'Epifania
nella chiesa di S. Sigismondo
Riflessione del Vescovo
sull'importanza dei religiosi

 
Secondi Vespri dell’Epifania come tradizione presieduti dal vescovo Dante nella chiesa monastica di S. Sigismondo, a Cremona. Mons. Lafranconi, prendendo spunto dalla coincidenza tra il settimo anniversario della posa della clausura papale sul complesso domenicano di largo Bianca Maria Visconti e l’Anno della Vita Consacrata indetto da Papa Francesco, ha riflettuto sulla preziosità dei consacrati, guardando in particolare al loro impegno spirituale e di testimonianza. E citando Papa Francesco ha anche sottolineato l’importante opera per il riscatto della dignità delle persone schiavizzate dalla tratta.

Omelia del Vescovo (mp3)        Photogallery

Intervista alla madre priora

 


CARITAS CREMONESE
Emergenza freddo:
raccolta straordinaria di coperte
per il Rifugio notturno
e per chi è senza riscaldamento

 
Raccolta straordinaria di coperte da parte della Caritas diocesana per riuscire a far fronte alla tante situazioni di necessità che con l’arrivo dell’inverno e del freddo in queste settimane si sono moltiplicate. Materiale necessario a rispondere alle esigenze del Rifugio notturno di viale Trento e Trieste, ma anche essenziale per quelle famiglie che sono costrette a vivere senza riscaldamento. Nei giorni scorsi una donazione di indumenti da un club di servizio del territorio.

In foto l'ingresso e l'interno del Rifugio notturno della Caritas 
e la delegazione del Lions Club Cremona Europea con don Pezzetti

 


5 GENNAIO
Mons. Scampa in Cattedrale:
«Evangelizzazione
e liberazione umana
facce della stessa medaglia»

 
Nel tardo pomeriggio di sabato 5 gennaio è stato ricordato in Cattedrale il dodicesimo anniversario dell'ordinazione episcopale di mons. Carmelo Scampa, originario di Scandolara Ripa d'Oglio, e dal 2003 pastore della Chiesa di  São Luís de Montes Belos in Brasile.
 
 


1° GENNAIO
Il Vescovo in Cattedrale:
«Dalla globalizzazione dell'indifferenza
a quella della solidarietà»

 
Passare dalla globalizzazione dell’indifferenza a quella della solidarietà, con una fratellanza che riesca a superare le molte forme di schiavitù ancora in atto nel mondo. Questo il messaggio lanciato nel pomeriggio di giovedì 1° gennaio dal vescovo Dante in Cattedrale durante la Messa della solennità di Maria Madre di Dio. Molti i richiami al messaggio di Papa Francesco per la 48esima Giornata mondiale della pace, dal titolo “Non più schiavi, ma fratelli”.

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery

 


31 DICEMBRE
Il Vescovo alla veglia per la pace
nella chiesa di Sant'Ilario:
«Cristiani coraggiosi testimoni
della fraternità universale»

 
Anche quest'anno, come ormai è tradizione, l'ultima sera dell'anno nella chiesa di sant'Ilario si è svolta la veglia per la pace presieduta dal vescovo Dante. Si è trattato di un momento semplice e discretamente partecipato, occasione preziosa per chiedere al Signore un dono, quello della pace appunto, oggi particolarmente sentito.  I testi della veglia hanno portato i presenti a riflettere sul tema della fraternità, cuore pulsante del messaggio che papa Francesco ha indirizzato al mondo intero per la Giornata della pace, voluta da papa Paolo VI 48 anni fa.

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

 


26 DICEMBRE
Al casale Bonardi di Quattrocase
suggestivo presepio vivente
con oltre un centinaio di persone
coinvolte tra attori e allestitori

 
Suggestivo presepio vivente nel pomeriggio di venerdì 26 dicembre a Quattrocase, frazione di Casalmaggiore, presso il casale Bonardi. Oltre un centinaio le persone coinvolte: una 90ina i figuranti, circa 20 quanti si sono occupati dell'allestimento. Prima rappresentazione alle 16, replicata alle 17.30, con i visitatori che si sono potuti ritrovare nella Betlemme che 2mila anni ha visto nascere Gesù.
 


31 DICEMBRE A SANT'AGOSTINO
Te Deum del Vescovo Dante:
«La famiglia sfidata
da individualismo, violenza,
altre forme di convivenza
e carenza educativa»

 
Accompagnare il Sinodo dei vescovi sulla famiglia con la preghiera, la riflessione e lo studio anche per non cadere nella tentazione di pensare che questo evento che troverà il suo culmine nell’ottobre 2015 possa portare «confusione» nella tradizione e nella prassi della Chiesa. Mons. Lafranconi nella tradizionale Messa di ringraziamento di fine anno nella parrocchia cittadina di Sant’Agostino ha parlato in modo particolare della famiglia e delle sfide che la minacciano: individualismo, riconoscimento legislativo di altre forme convivenza, violenza domestica, incapacità educativa. Il presule ha invitato ad approfondire i risultati del Sinodo straordinario dell’ottobre scorso non basandosi semplicemente sui mass-media che molto spesso evidenziano le polemiche o gli aspetti più secondari, ma che non vanno mai all’essenziale. Nella seconda parte dell’omelia il vescovo Dante ha condannato fortemente le violenze del Califfato islamico e ha additato gli «innumerevoli martiri cristiani» come esempi e intercessori per tutto il popolo cristiano. Con mons. Lafranconi hanno concelebrato i membri della nuova èquipe presbiterale che ha la responsabilità pastorale delle comunità di Sant’Agostino e San Pietro: il parroco don Stefano Moruzzi, i collaboratori don Giuseppe Ferri, don Roberto Musa e don Pieraltero Ziglioli. Presente anche mons. Ruggero Zucchelli, Procuratore per l’Ente Cattedrale e residente in Sant’Agostino. Ha servito all’altare il diacono permanente Franco Margini. I canti sono stati proposti dalla corale parrocchiale guidata e accompagnata all’organo dal maestro Isidoro Gusberti.
 

Guarda la photogallery

 


INIZIAZIONE CRISTIANA
A gennaio e febbraio il corso
per gli accompagnatori con
il modulo D (fase esistenziale)
in tre punti della diocesi
Sospeso il modulo E (4 gennaio)

 
Con l’inizio del 2015 riprendono gli incontri formativi rivolti agli accompagnatori dei percorsi di Iniziazione cristiana per ragazzi. Il progetto, elaborato in modo organico a partire dal 2010, prevede sei moduli formativi che illustrano passo passo il progetto diocesano con le relative Guide e Quaderni attivi. Nei mesi di gennaio e febbraio, alternando lezioni video e momenti di laboratorio interzonali, sarà affrontato il modulo D (Verso i sacramenti – Fase esistenziale). È stato sospeso, invece, l’incontro del 4 gennaio a Mozzanica relativo al modulo E (Quaresima della elezione).

Scarica il programma del corso



LUNEDI' 29 DICEMBRE
A Vicoboneghisio le esequie
di don Oidio Marinoni
presiedute dal vescovo Dante:
«Esempio di semplicità di vita»

 
Sacerdote semplice e appassionato della Chiesa. È così che il vescovo Lafranconi ha ricordato don Oidio Marinoni, deceduto il giorno di S. Stefano. Avrebbe compiuto 84 anni il prossimo 16 gennaio. Le esequie sono state celebrate nel pomeriggio di lunedì 29 dicembre nella chiesa parrocchiale di Vicoboneghisio, dove risiedeva con i familiari. Ricordando il rammarico di don Oidio per l’impossibilità di recitare il breviario a causa della malattia, il Vescovo ha chiesto a lui di intercedere per le vocazioni sacerdotali «necessarie per il servizio di questa Chiesa».

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery

 


PONTIFICALE DI NATALE
Il Vescovo: «Gesù è la Luce
che guida la nostra vita
e salva la nostra dignità»

 
«Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo (…). Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto». È in particolare su questo passaggio del Prologo di Giovanni che il vescovo Lafranconi si è soffermato nell’omelia del solenne pontificale del giorno di Natale, presieduto alle 11 in Cattedrale. Tanti i richiami all’attualità, casi concreti in cui è espressa l’ostilità prima di tutto contro Dio e quanti credono in lui; ma anche nei confronti dell’uomo e della sua dignità. Una dignità, quella umana, che non è dovuta solo alle leggi, ma è garantita dal rapporto con Dio, «Luce che non solo guida la nostra vita, ma che salva la nostra dignità».

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

La Messa della notte in Cattedrale

 


NATALE 2014
Gli auguri del vescovo Dante:
«Solo in Dio possiamo costruire
relazioni sincere e affidabili»

 
Pubblichiamo il messaggio per il S. Natale 2014 che il vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, ha indirizzato all'intera diocesi attraverso i mezzi della comunicazione sociale.

C’è un’aspirazione profonda nel cuore di ogni uomo, anzi un bisogno radicato nella sua natura stessa, che diventa ancor più impellente in un contesto sociale dove si fanno sempre più evidenti i segni di un individualismo quasi narcisistico. È il bisogno/aspirazione a vivere relazioni sincere, affidabili.

 


CREMONA - 23 DICEMBRE
Il vescovo Dante Lafranconi
alla prima festa di Natale
della casa di riposo Arvedi
tra poesie e canti degli ospiti

 
Primo Natale all’interno della casa di riposo “Giovanni e Luciana Arvedi” di via Massarotti 49, a Cremona, nell’ex clinica “La Pace”. La struttura sanitaria, aperta dal 10 febbraio scorso e inaugurata ufficialmente il 21 giugno, è ormai entrata a pieno regime già dall’estate, tanto da registrare, in alcuni periodi, il “tutto esaurito”. Il clima di festa di queste settimane è stato pienamente espresso nel pomeriggio di martedì 23 dicembre quando gli ospiti, insieme ai propri familiari e ai dipendenti, hanno vissuto un momento di allegria tutto incentrato sul Natale. Presente il vescovo Dante Lafranconi e il cav. Giovanni Arvedi.

Photogallery

 


NATALE IN SIERRA LEONE
La forte lettera di padre Brioni
a fianco della popolazione
minacciata dall'Ebola:
«Grazie a Papa Francesco
per la sua vicinanza»

 
«La situazione dell’Ebola in Sierra Leone il 24 dicembre, rimane ancora molto tragica, nonostante le speranze. Ieri il Paese ha contato ancora 45 morti di questo virus, che purtroppo la gente porta ancora in giro nonostante tutte le raccomandazioni e precauzioni». Inizia così la drammatica lettera che padre Luigi Brioni, missionario saveriano cremonese, ha inviato ai parenti e amici a poche ore dal Natale. Si associa alle sue parole anche padre Vittorio Bongiovanni, che opera nella stessa diocesi di Makeni, e che è, anch'egli, al fianco della popolazione nonostante i tanti rischi. «Sono molte le Organizzazioni internazionali (compreso la nostra Emergency) - racconta il religioso - che aiutano sia per la prevenzioni, sia per la cura, sia per l’assistenza coloro che sono in quarantena o gli orfani che hanno perso genitori e famiglie intere. La Chiesa Cattolica è molto presente nella Nazione con una capillare informazione sui pericoli dell’Ebola e sulle necessarie attenzioni da osservare da parte di tutti. Poi i sacerdoti e religiosi si danno da fare per assicurare a tutti coloro che sono in quarantena nelle loro zone il conforto del Signore insieme a cibo e soldi. La settimana scorsa pure Papa Francesco ha mandato nelle zone colpite dall’Ebola il card. Turkson per assicurare la sua paterna solidarietà e per darci anche una mano finanziaria».
 


DOMENICA 21 DICEMBRE
In Cattedrale concerto di Natale
tra musica e momenti di teatro
riflettendo sul dramma del male
da cui Dio libera l'uomo
mandando il Figlio sulla terra

 
Concerto di Natale abbastanza inedito quello che è stato presentato la sera di domenica 21 dicembre in Cattedrale. I canti proposti dal Coro della Cattedrale, diretto dal maestro don Graziano Ghisolfi e con all’organo Mascioni il maestro Fausto Caporali, sono stati inframezzati, infatti, da momenti di teatro, proposti dall’attore cremonese Alfonso Alpi, ideatore e interprete del progetto teatrale intitolato “La pietà dell’Angelo”.

Photogallery

 


SORESINA - 21 DICEMBRE
Il Vescovo al monastero
nella quarta di Avvento:
«Con Maria Dio mostra quanto
ha a cuore la dignità umana»

 
Domenica 21 dicembre, mons. Dante Lafranconi, ha celebrato l'Eucarestia con la comunità delle monache di clausura del monastero della Visitazione di Soresina. Un incontro ormai consueto a pochi giorni dal Natale che quest'anno ha visto la partecipazione oltre che di don Angelo Piccinelli, parroco di San Siro, anche di don Giuseppe Quirighetti, sacerdote cremonese attualmente addetto di Nunziatura in Madagascar. Mons. Lafranconi nell'omelia ha spiegato come il cammino d'Avvento offra la possibilità «di spaziare sul disegno di Dio che da sempre mira a mostrare l'amore di Dio e la sua volontà di salvezza per ogni uomo». Un disegno continuamente supportato da un promessa che si realizza nella storia e che trova piena attuazione in «Maria, la Madre del Salvatore».
 


20 DICEMBRE
Grande entusiasmo
al concerto dei «CreMaggiore»
promosso dall'Unitalsi
a Palazzo Cittanova

 
«Il Concerto di Natale dell'Unitalsi è stato veramente scoppiettante e frizzante, come una coppa di spumante, non solo per la giovane età dei musicisti che facevano parte dell'Ensemble CreMaggiore, ma anche per la scelta dei brani, da quelli dei Queen e dei Coldplay a quelli più classici del Natale», queste le parole di Fiorenza, ragazza disabile da qualche anno legata all'associazione e presente all'evento che si è tenuto sabato 20 dicembre a Palazzo Cittanova.
 


VENERDI' 19 DICEMBRE
Il sogno di un nuovo carcere
riempiendo il tempo presente
Mons. Lafranconi in visita
anche nel nuovo padiglione
insieme al Vescovo di Crema

 
Ha subito diverse modifiche il programma della visita dei vescovi di Cremona e Crema alla Casa circondariale di Cremona nel pomeriggio di venerdì 19 dicembre. Il clima era ben diverso dal giorno precedente, quando mons. Lafranconi ha incontrato gli operatori del carcere e i detenuti della vecchia sezione. L’intera comunità di Ca’ del Ferro, infatti, è stata profondamente scossa dal lutto che ha colpito uno dei sovrintendenti della Penitenziaria.

Omelia del vescovo Dante Lafranconi (mp3)

Photogallery

 
La visita in carcere di giovedì 18 dicembre



VILLA PASQUALI
L'appello della comunità
a quanti amano l'arte
per salvare la chiesa
progettata dal Bibiena
Da restaurare l'abside e la zona presbiterale

 
È un vero e proprio appello a quanti «amano l'arte ai massimi livelli» quello lanciato dalla comunità cristiana di Villa Pasquali, frazione di Sabbioneta, per la chiesa parrocchiale fortemente danneggiata dal terremoto del 2012 e bisognosa di massicci e costosi restauri. L'intento è quello di riportare «alla bellezza originaria» un vero gioiello artistico opera di Antonio Galli Bibiena, membro di una famiglia di architetti-scenografi, che hanno lavorato soprattutto per la Corte Imperiale di Vienna, ed hanno lasciato testimonianze architettoniche stupefacenti.


SABATO 20 DICEMBRE
Alla Casa dell'Accoglienza
accolta la «Luce di Betlemme»
da cristiani e musulmani
che desiderano la pace

 
Nella chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’olio donato a turno da tutte le nazioni cristiane della Terra. La «Luce della Pace», ovvero quella lanterna che viene accesa nella grotta di Betlemme ogni anno e che fa il giro del mondo, come segno di fratellanza tra tutte le persone, senza distinzione di religione, aspetto e pensiero è giunta anche a Cremona. Partecipare a questo evento significa che questa società vuole migliorare. La «Luce della Pace» non ha solo un significato religioso, ma traduce in sé molti valori civili, etici, morali accettati anche da chi non pensa di condividere una fede. Con questi sentimenti e atteggiamenti il gruppo MASCI di Cremona ha organizzato, insieme con la Caritas Cremonese, la serata di preghiera nel cortile della Casa dell’Accoglienza, alla presenza e anche grazie al contributo di altre comunità cristiane e non: il Pastore Franco Evangelisti della Chiesa Avventista del Settimo Giorno di Cremona, la Pastora Joylin Galapon della Chiesa Metodista Valdese di Cremona e l’Imam del Centro Culturale Islamico di Cremona.
 


BONEMERSE
Il forte grido di allarme
di Avveduto e Simi
sui cristiani di Terra Santa
costretti a fuggire
a causa delle persecuzioni

 
Interessante e toccante l’incontro sui cristiani in Medio Oriente avvenuto nei giorni scorsi nella chiesa parrocchiale di Bonemerse gremita di persone, ad opera del gruppo culturale parrocchiale. A presentare la situazione si sono avvicendati due giornalisti: Andrea Avveduto, da poco rientrato dopo tre anni vissuti a Gerusalemme, ha presentato la situazione globale del Medio Oriente, con particolare riferimento alle primavere arabe e alla Terra Santa,  Maria Acqua Simi, redattrice di esteri del Giornale del Popolo di Lugano e inviata speciale in Iraq, ha contestualizzato la complessa situazione dei profughi nel Kurdistan iracheno.
 


ZONE PASTORALI 1 E 2
Domenica 14 dicembre a Calcio
lo spettacolo su padre Puglisi
di Christian Di Domenico
ha inaugurato "BeLocal"
il percorso pensato per i giovani

 
Nel 2013 "Chiedimisesonofelice" (la felicità), nel 2014 "Avrò cura di te" (le relazioni). L’edizione 2015 del percorso per i giovani delle zone pastorali 1 e 2 guarda invece al tema dell’abitare con "BeLocal". Il primo appuntamento è stato domenica 14 dicembre a Calcio lo spettacolo "U Parrinu. La mia storia con padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia" di e con Christian Di Domenico.
 


LUTTO
La scomparsa di padre Occhio
salesiano di Gallignano
Una vita spesa per il Vangelo
tra Stati Uniti e Canada

 
Nei giorni scorso è deceduto a Toronto, in Canada, padre Giuseppe Occhio, missionario salesiano originario di Gallignano, frazione di Soncino. Aveva 91 anni, la maggior parte dei quali vissuti nell'America del Nord, prima negli Stati Uniti e poi in Canada. Per sua volontà è stata sepolto a Montreal, accanto ad altri missionari della sua stessa Congregazione.
 


CREMONA - 16 DICEMBRE
«Nessuno in panchina»
Natale dello sportivo
con l'invito del Vescovo
a valorizzare i propri talenti
in un gioco di squadra

 
«Nessuno deve stare in panchina»: tutti devono giocarsi i propri talenti, valorizzandoli con la buona volontà e l’intraprendenza, ma anche facendo squadra. È questo l’augurio che il vescovo Lafranconi ha rivolto agli sportivi in occasione del tradizionale incontro promosso dal CSI in vista del Natale. Ai giovani il Vescovo, che ha ribadito il ruolo educativo dello sport, ha chiesto di non trovare nell’attività agonistica un pretesto per trascurare la cultura.

Photogallery della veglia

Contributi audio (mp3):


CREMONA
Laboratorio di presepi sabato
nell’ambito della mostra allestita
fino all'11 gennaio dagli Alpini

 
Singolare iniziativa, nel pomeriggio di sabato 20 dicembre (dalle 15 alle 18), nell’ambito della mostra di presepi allestita a Cremona presso la sede dell’Associazione Nazionale Alpini di via Realdo Colombo 2. Si tratta del laboratorio per bambini “Crea il tuo presepe”. Per partecipare alla proposta, adatta a ogni età, è necessario iscriversi.
 


PRESIDENTE TAGLIATI
Appello delle Acli cremonesi
a favore di chi fatica
a pagare bollette e affitti:
«Non criminalizzare i poveri»

 
Trovare una risposta dignitosa per la vita delle persone in difficoltà e, nello stesso tempo, garantire i diritti di base a tutti senza creare «scarti umani». È questo l’appello delle ACLI cremonesi che, attraverso il presidente Bruno Tagliati, evidenziano con preoccupazione l’emergere un sentimento di ostilità verso chi non riesce a far fronte a bollette ed affitti. In altre parola la «criminalizzazione» dei poveri.
 


ZONA PASTORALE 8
Al via "Generazione 2.0",
il percorso per adolescenti
Riflessione sulla comunicazione
con lo psicologo De Angeli
e laboratori d'animazione

 
Si è aperto domenica 14 dicembre, presso l’oratorio di Sospiro, il percorso zonale per adolescenti “Generazione 2.0”. La serata, che si è svolta dalle 18 alle 22, ha visto coinvolti circa 40 adolescenti degli oratori della zona pastorale ottava.
 


PASTORALE GIOVANILE
In FOCr aperte le iscrizioni
al pellegrinaggio in Terra Santa
rinviato la scorsa estate
Sarà dal 6 al 13 agosto

 
Sarà riproposto dal 6 al 13 agosto prossimi il pellegrinaggio dei giovani della Lombardia in Israele proposto da ODL (Oratori delle diocesi lombarde) e a cui ha aderito la Federazione Oratori Cremonesi. Il viaggio, inizialmente in programma la scorsa estate, era stato rinviato a motivo di quanto stava avvenendo in Terra Santa. Oltre a quanti avevano già aderito alla proposta, le iscrizioni per tutti i giovani e i gruppi d’oratorio rimangono aperte sino al 6 aprile, versando un acconto di 200 euro.
 


CREMONA
Inaugurata a S. Pietro al Po
la mostra documentaria
sui 950 anni della chiesa
Il testo più antico è del 1081

 

È stata inaugurata nel pomeriggio di martedì 16 dicembre all’interno del refettorio di San Pietro al Po, in via Cesari, a Cremona, la mostra documentaria “San Pietro al Po: 950 anni di storia, arte e fede (1064- 2014)”. L’esposizione, che ripropone alcuni documenti dell’archivio parrocchiale insieme ad altri recuperati nel fondo notarile dell’archivio di Stato e in quello diocesano, è un ideale percorso attraverso i secoli alla scoperta di questo tesoro di arte e fede.

Photogallery dell'inaugurazione

 


BILANCIO RACCOLTA CARITAS
Regalo di S. Lucia a 100 bambini
grazie alla generosità di singoli
e comunità parrocchiali
E arriverà anche Babbo Natale

 
È grazie alla generosità di tanti che la mattina di Santa Lucia cento bambini hanno avuto la bella sorpresa di un regalo: l’unico. È questo il bilancio dell’iniziativa di solidarietà lanciata nelle scorse settimana dalla Caritas diocesana per aiutare i nuclei famigliari più in difficoltà. Parecchio il materiale raccolto negli uffici di via Stenico tanto che sarà possibile dare una mano anche a Babbo Natale.
 


DOMENICA 14 DICEMBRE
A Cremona l'Unitalsi lombarda
Messa del Vescovo in Duomo:
«Testimoni di consolazione»
Nella Giornata del Seminario
forte invito alla preghiera

 
Da un lato l’augurio all’Unitalsi, presente in Cattedrale con i Consigli delle 23 sottosezioni lombarde, di «adempiere sempre alla missione di donare pace nello spirito e consolazione del cuore». Dall’altro il riferimento alla Giornata diocesana del Seminario, con l’invito a pregare per i giovani in cammino verso il sacerdozio perché siano umili testimoni del Signore. Questi gli aspetti sui quali domenica 14 dicembre in Cattedrale il vescovo Dante Lafranconi ha focalizzato l’attenzione. Al termine della messa la consegna di quattro medaglie dell’Unitalsi.

Photogallery della celebrazione

 


SABATO 13 DICEMBRE
Pienamente riuscito
il ritiro d'Avvento
dei giovani della città
guidato da don Elio Culpo

 
Oltre sessanta i giovani cremonesi che hanno partecipato al ritiro di Avvento promosso dalla zona pastorale cittadina. Diversi gli oratori rappresentati. Molti gli universitari e anche qualche giovane alle prime esperienze lavorative. Sabato 13 dicembre l'oratorio di San Pietro - ancora in fase di ristrutturazione - è stato culla di una splendida meditazione. Don Elio Culpo, prete della nostra Diocesi, ha trasportato i ragazzi nelle prime pagine del Vangelo, in compagnia di Maria e di Giuseppe, dei Pastori e dei Magi. Loro come noi, uomini e donne coinvolti nella Storia. Protagonisti. Coinvolti per Grazia. Capaci di cogliere l'occasione di esistere.
 


SAN VINCENZO DE' PAOLI
Eugenia Rozzi Bassignani
nuova presidente diocesana
Primo obiettivo metodi uniformi
per tutte le Conferenze

 
Passaggio di testimone in rosa per la Società S. Vincenzo de’ Paoli diocesana. Dopo tre mandati triennali, il massimo consentito per statuto, Angela Pluderi Carli ha lasciato il ruolo di presidente a Eugenia Rozzi Bassignani, di Castelverde, una vita nella S. Vincenzo: prima nella propria parrocchia poi a livello centrale, dove da diversi anni ricopriva il ruolo di vicepresidente. Tra i primi obiettivi quello di incontrare i volontari di tutte le conferenze sparse sul territorio diocesano e continuare il cammino intrapreso in questi anni con una maggiore uniformità per gli interventi sul territorio.

In foto Eugenia Rozzi Bassignani (a sinistra) con Angela Pluderi Carli

 


NOMINA
Don Marino Dalè nominato
assistente spirituale del Gruppo
del Corpo Italiano di Soccorso
dell'Ordine di Malta di Cremona

 
Don Marino Dalè, dal 2006 parroco di Gombito e San Latino, è stato nominato assistente spirituale del Gruppo CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta) di Cremona. La nomina, per il quinquennio 13 ottobre 2014 – 12 ottobre 2019, è stata ufficializzata dall’assistente spirituale nazionale dell’Ordine di Malta Italia, ottenuto il nulla osta da parte del vescovo Lafranconi.
 


VERSO IL SINODO DEL 2015
Il cammino sulla famiglia
prosegue con 46 domande
per un'ampia consultazione

 
Resi noti della Segreteria generale del Sinodo dei Vescovi i “Lineamenta”, il primo dei documenti in vista della XIV Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei Vescovi che avrà luogo nell’ottobre 2015 sul tema "La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo". Il documento, come indicato dal Papa Francesco nel discorso conclusivo della III Assemblea Straordinaria del 18 ottobre scorso (in foto), è costituito essenzialmente dalla “Relatio Synodi” redatta dalla stessa Assemblea. Tuttavia, per facilitare la recezione del documento sinodale e l’approfondimento dei temi trattati, la "Relatio" è accompagnata da 46 domande che aiuteranno a continuare il cammino sinodale già iniziato e a preparare il successivo “Instrumentum laboris” della prossima Assemblea Ordinaria.

Il testo integrale dei Lineamenta



LIEVITO PER PANE
Domenica 14 dicembre
sarà la Giornata del Seminario
Messaggio del vescovo Dante

 
Domenica 14 dicembre, terza di Avvento, si celebra la "Giornata diocesana del Seminario". "Lievito per Pane" lo slogan scelto per l’edizione 2014, con un richiamo immediato all’anno oratoriano: da un lato per sancire una proficua collaborazione tra la pastorale giovanile e quella vocazionale; dall’altro per offrire a tutti, soprattutto ai giovani, un unico grande messaggio. L’immagine del lievito è stata ripresa anche dal vescovo Lafranconi che, nel proprio messaggio per la Giornata, focalizza l’attenzione sull’essere lievito nel mondo e nella chiesa.

Il messaggio del vescovo Lafranconi (pdf)

La preghiera per le vocazioni (pdf)

Sussidio per la Giornata del Seminario (doc)



7 DICEMBRE IN SEMINARIO
L'incontro del Vescovo Dante
con i sette catecumeni
che nella veglia pasquale
diventeranno cristiani

 
Domenica 7 dicembre il vescovo Dante ha incontrato, nel  seminario di Cremona, sette adulti che hanno chiesto di poter  ricevere il battesimo, nella veglia di Pasqua del 2015. Con i catecumeni erano presenti   parenti e   catechisti che li stanno accompagnando nel cammino di preparazione. Come già avvenuto  gli anni scorsi, in momenti analoghi, l’incontro è stato segnato da un’intensa e commossa partecipazione;  essa sgorga dal riconoscimento che non è stato un caso quello che ci ha fatto  convenire da parti del mondo lontane e disparate: persone fino a ieri sconosciute si ritrovano fratelli e amici,  proprio per una misteriosa ma reale e potente chiamata a condividere la stessa  fede nel Cristo Signore delle nostre storie.
 


CREMONA
Esposta in piazza del Duomo
la bandiera di La Manif Pour Tous
Tappe in molte città italiane
per dire il diritto a nascere
e crescere nella famiglia naturale

 
Nel pomeriggio di domenica 7 dicembre ha fatto tappa a Cremona la bandiera di 600mq con il simbolo della famiglia di La Manif Pour Tous. Lo stendardo, che, partito dalla Francia, sta facendo il giro delle maggiori città italiane, è stata spiegata nel primo pomeriggio in piazza del Duomo. Tramite l’esposizione del proprio logo, La Manif Pour Tous intende ribadire il diritto di ogni bambino a nascere, crescere ed essere educato nella famiglia naturale, quale fondata sull’unione di un uomo e una donna.
 


CREMONA - S. PIETRO AL PO
Dopo 30 anni riecco l'oratorio
"Pei nostri fanciulli"
Ristrutturato l'edificio
ora l'attenzione agli spazi gioco

 
Tolte le impalcature, i cremonesi hanno potuto rivedere l’oratorio “Pei nostri fanciulli” di via Giordano al termine dei lavori di restauro. Conclusi gli interventi sull’immobile della parrocchia di S. Pietro al Po, che sarà dedicata a San Giovanni Bosco, l’attenzione va ora al cortile interno che, opportunamente ampliato, vedrà la realizzazione dei campi da gioco. L’inaugurazione ufficiale avverrà nei prossimi mesi.
 


SALERNO EDITRICE
Intervista del Sir a don Bignami
sul suo ultimo libro dedicato
ai cappellani militari
della prima guerra mondiale

 
Il Sir, l'agenzia stampa della Conferenza Episcopale Italiana, ha pubblicato una lunga intervista a don Bruno Bignami, sacerdote cremonese, autore del libro «La Chiesa in trincea. I preti nella grande guerra» che sarà ufficialmente presentato a Roma il 6 dicembre. La pubblichiamo integralmente.
 
La guerra, ogni guerra, uccide, ferisce, distrugge. E divide. Separa gli uomini e i popoli tra loro. Giunge persino a divedere le comunità credenti, a insinuare nelle persone di fede l’idea secondo cui per “difendere la patria” la violenza sia il giusto mezzo risolutivo. Così, nel centenario della prima guerra mondiale (1914-1918), si sta riflettendo in tutta Europa su origini e conseguenze del conflitto; dalle ricerche storiche si conferma fra l’altro la convinzione che le confessioni cristiane siano state in quei frangenti, consapevolmente o meno, elementi “acceleratori” dello scontro, anziché fautrici di pace. Don Bruno Bignami, cremonese, docente di teologia, alle spalle diversi volumi a carattere storico, presidente della Fondazione Don Mazzolari (sacerdote lombardo interventista nel 1914 e poi autore di “Tu non uccidere”, manifesto del pacifismo cattolico) è autore de “La Chiesa in trincea. I preti nella grande guerra” (Salerno Editrice).
 


NATALE DI SOLIDARIETA'
Raccolta di pandori e panettoni
per le famiglie in difficoltà
I dati della Caritas
della povertà in diocesi

 
L'anno scorso la raccolta della Caritas di pandori e panettoni fu un grande successo: negli uffici di via Stenico giunsero, infatti, 450 dolci natalizi: 310 furono consegnati a famiglie in difficoltà economica, il resto ai detenuti della casa circondariale di via Palosca. Quest'anno gli operatori guidati da don Antonio Pezzetti fanno nuovamente appello alla generosità dei cremonesi: chissà se il Natale 2014 vedrà superare il record precedente?
 


CREMONA, CREMA E LODI
Istituto di Scienze Religiose
aperto l'anno accademico
Crescono gli iscritti
In 45 sono in attesa
di sostenere l'esame di laurea

 
Nel pomeriggio di martedì 2 dicembre presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose (ISSR) di Crema il nuovo vescovo di Lodi, mons. Maurizio Malvestiti, ha celebrato la Messa di inizio anno accademico insieme ai confratelli Lafranconi di Cremona e Cantoni di Crema. L’occasione di un nuovo cammino universitario è preziosa per fare il punto della situazione. Dal settembre 2007, anno dell’inizio delle attività accademiche, a oggi si è assistito a una crescita degli iscritti. In quello 2014-15 si contano 77 studenti ordinari, più 45 studenti ordinari in attesa di esame di laurea e qualche decina di uditori. Già dieci studenti hanno concluso il curriculum con la laurea quinquennale (due cremonesi). I docenti, appartenenti alle tre diocesi di Crema, Cremona e Lodi, sono 38, una decina dei quali laici. Per quanto riguarda la diocesi di Cremona sono iscritti 14 ordinari nel triennio, 14 nel biennio di specializzazione e 11 uditori. I fuori corso in attesa della laurea triennale sono 10, mentre quelli che stanno preparando la laurea quinquiennale sono 3.
 
Nella foto un recente esame di laurea


3 DICEMBRE
Folla alle esequie di don Rossi
nella chiesa di Romanengo
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Compito del prete è mostrare
il volto misericordioso di Dio»

 
L'imponente chiesa di San Biagio a Romanengo ha faticato a contenere le centinaia di persone che mercoledì 3 dicembre hanno voluto dare l'ultimo saluto al parroco don Cesare Rossi, scomparso improvvisamente all'inizio della settimana all'ospedale di Verona dove era ricoverato per un intervento chirurgico. In prima fila il sindaco Attilio Polla e i primi cittadini di San Giovanni in Croce, Pierguido Asinari, e di Offanengo, Gianni Rossoni. Al completo i rappresentanti delle associazioni del paese con i labari che svettavano dietro il gonfalone del Comune listato a lutto. Circa un centinaio i sacerdoti presenti, così tanti che alcuni hanno trovato posto in coro insieme ai membri della schola cantorum parrocchiale che ha animato la celebrazione. Accanto al vescovo Dante hanno preso posto il vicario generale, mons. Mario Marchesi, e il vicario zonale don Antonio Bandirali che la sera prima aveva presieduto una veglia funebre animata dai giovani dell'oratorio. Non mancavano i sacerdoti originari del paese: mons. Giansante e don Paolo Fusar Imperatore. Oltre ai fedeli di Romanengo erano presenti anche rappresentanze delle comunità dove don Cesare ha prestato servizio, qualcuno è giunto perfino da Carpi dove il sacerdote defunto è stato dal 2002 al 2004. Don Rossi, che ha donato le cornee, è stato sepolto nella cappella dei sacerdoti, nel cimitero locale. Molti i bambini e i ragazzi che hanno seguito con grande attenzione e molto commozione la solenne celebrazione.
 

Ascolta l'omelia del Vescovo     Ascolta le preghiere dei ragazzi

 


UFFICIO DI PASTORALE SOCIALE
Precisazione di Mussetola
riguardo l'intervento
della signora Lanfredi
all'incontro del Vescovo
con politici e amministratori

 
«A proposito dell’incontro di domenica 30 novembre del vescovo Lafranconi con i rappresentanti del mondo politico, sociale ed economico della Diocesi desidero fare alcune precisazioni». Così inizia il breve comunicato di Sante Mussetola, responsabile dell’ufficio diocesano di pastorale sociale, con il quale puntualizza come sono andate le cose durante il dibattito che si è concluso con le proteste della signora Lanfredi del Movimento 5 Stelle.
 


CARAVAGGIO
L'incontro di preghiera
per i catechisti
delle zone prima e seconda
all'inizio dell'Avvento

 
Intenso e significativo appuntamento di preghiera per i catechisti delle zone prima e seconda, lunedì 1 dicembre, nella chiesa parrocchiale di Caravaggio all’inizio del cammino di Avvento. Molte le parrocchie delle due zone intervenute, oltre che con i catechisti, anche con i loro sacerdoti. Presenti anche i due vicari zonali don Marco Leggio (zona prima) e mons. Giansante Fusar Imperatore (zona seconda) - che ha presieduto la celebrazione - oltre  a don Antonio Facchinetti, responsabile dell’ufficio catechistico diocesano e a don Luigi Mantia, coordinatore della commissione catechesi. Due le tracce-guida della riflessione: il brano del Vangelo di Luca che racconta la conversione di Zaccheo, e il documento della CEI «Incontriamo Gesù» sugli  orientamenti dell’annuncio e la catechesi in Italia che è stato consegnato a tutti i presenti. Il testo della preghiera, suddiviso in tre momenti, si è sviluppato attraverso le fasi dell’annuncio: la ricerca («Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là»),  l’incontro che cambia la vita («Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo»),  la testimonianza («Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto»).
 


ADORATRICI
Cento giovani cremonesi
in cammino nella notte
da Rivolta a Caravaggio
con i coetanei consacrati
per iniziare bene l'Avvento

 
«Facciamo strada… dove è di casa l’Amore!». È questo il titolo dato al pellegrinaggio notturno per i giovani delle zone prima e seconda della diocesi di Cremona che si è svolto sabato 29 novembre da Rivolta d'Adda al Santuario mariano di Caravaggio. Un pellegrinaggio per inaugurare un altro cammino altrettanto impegnativo, quello dell’Avvento, un itinerario di fede che chiede di mettersi in gioco, di avere il coraggio di vivere l’attesa, di saper «farsi casa» per accogliere e custodire Cristo, Parola che si fa carne, fratello dell’uomo d’oggi.
 


LUNEDì 8 DICEMBRE
La festa dell'adesione
dell'Azione Cattolica
La presidente Corbari:
«Il nostro sì a Dio e alla Chiesa»

 
L’Azione Cattolica rinnova, nella festa dell’8 dicembre, il proprio impegno e la propria adesione. Una festa che è ormai entrata nella tradizione associativa e che viene vissuta nell’ambito principale di vita dell’AC: la parrocchia. L’associazione è presente in circa 70 parrocchie della diocesi, in tutte le zone, con numeri e partecipazione diversa in relazione alle dimensioni delle parrocchie stesse e alle esperienze associative, per quasi 2.500 aderenti complessivi.
 
Nella foto un gruppo di adulti di AC


CREMONA - 30 NOVEMBRE
Targa per la qualità energetica
della nuova chiesa del Maris
consegnata dal sindaco
nel pomeriggio di musica
organizzato per i benefattori

 
Pomeriggio di festa, domenica 30 novembre, nella nuova chiesa del Maristella a Cremona dove la Parrocchia Immacolta Concezione, con un momento di elevazione spirituale, ha voluto ringraziare tutti i benefattori, le associazioni e le fondazioni che hanno contribuito alla realizzazione del nuovo edificio di culto. Nell’occasione consegnato dal sindaco di Cremona un riconoscimento di qualità energetica.
 


1° DICEMBRE
Il Vescovo Dante in visita
alla Casa della Speranza
Un'occasione per spronare
ad una efficace prevenzione
e a una vicinanza agli ospiti

 
Il vescovo Lafranconi, in occasione della Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS e alla nuove infezioni da HIV celebrata lunedì 1° dicembre, ha portato il suo saluto e ha presieduto la preghiera con gli ospiti, il personale, le religiose, i sacerdoti, i volontari e tutti gli amici della Casa della Speranza. Graditissima la presenza del Sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, dei rappresentanti dell’ASL e del SERT di Cremona, della Cooperativa di Bessimo, della Fondazione Comunitaria, del Reparto Infettivi dell’ospedale, dei bambini e genitori della Casa d’Oro, degli amici della Tenda di Cristo di Rivarolo del Re, della Comunità San Francesco di Marzalengo, Presenti anche il consigliere regionale Carlo Malvezzi, il dott. Giuseppe Carnevale e l'ex assessore comunale Luigi Amore oltre a tante persone di cuore, che pur non rappresentando istituzioni o associazioni, sono sempre state vicine all’opera segno della Caritas diocesana che dal 2001 accoglie persone AIDS conclamate.
 
 
 


AGGIORNAMENTO DEI SACERDOTI
A Caravaggio "La risorsa
educativa della liturgia"
al centro della tre-giorni
di formazione del clero
On-line tutti i contributi audio

 
Si è svolta dal 26 al 28 novembre, presso il Centro di spiritualità del Santuario di Caravaggio, il corso residenziale per il clero cremonese. Al centro della riflessione "La risorsa educativa della liturgia".
 
Contributi audio (mp3):


NUOVA PUBBLICAZIONE
Presentate dal ministro
Dario Franceschini
le Linee guida per la tutela
dei beni culturali ecclesiastici
On-line il documento

 
Giovedì 27 novembre sono state presentate dal ministro per i Beni e le attività culturali e il Turismo, on. Dario Franceschini, le “Linee guida per la tutela dei beni culturali ecclesiastici”. Si tratta di una pubblicazione realizzata dal Comando di Tutela del patrimonio culturale dei Carabinieri in collaborazione con l’Ufficio nazionale per i Beni culturali ecclesiastici, già discussa a livello di Consulta nazionale dello scorso mese di settembre, a cui ha preso parte anche mons. Achille Bonazzi.

Linee guida per la tutela dei beni culturali ecclesiastici (pdf)



VENERDI' 28 NOVEMBRE
Il falegname di Nazareth
sacramento del cristiano di oggi
Al Centro pastorale presentato
il libro di don Mario Aldighieri

 
È stato presentato nel pomeriggio di venerdì 28 novembre al Centro pastorale diocesano di Cremona il libro di don Mario Aldighieri “Il falegname di Nazareth. Padre su questa terra per amore” (Gabrielli Editori). Una figura non molto considerata dalla tradizione religiosa popolare che il sacerdote cremonese ha voluto valorizzare togliendo dallo sfondo di un quadro familiare in cui quella di san Giuseppe è stata presenza preziosa. 

Dialogo tra don Donati Fogliazza e don Aldighieri (mp3)

Photogallery dell'incontro

 


UNITA' PASTORALE PIZZIGHETTONE
All'oratorio del Roggione
intervento di don Bruno Bignami
sui temi dell'etica ecologica
Nel 2015 due incontri sul cibo

 
Tre incontri per riflettere sul tema del cibo e della sovranità alimentare nel mondo globalizzato a Pizzighettone, con lo sguardo rivolto a Approda anche a Expo 2015, dal titolo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. La proposta è dell’unità pastorale pizzighettonese in collaborazione con la con S. Vincenzo e i Circoli Acli di Pizzighettone e Regona. Primo appuntamento la sera di mercoledì 26  novembre a Roggione con una riflessione sull’ecologica a cura di don Bignami.
 


AVVENTO DI FRATERNITA' 2014
Sostegno alle famiglie cristiane
nei campi profughi di Erbil,
nel Kurdistan iracheno

 
Sarà indirizzata a sostenere le famiglie cristiane rifugiate nei campi profughi di Erbil, nel Kurdistan iracheno, l’edizione 2014 dell’Avvento di Fraternità, la tradizionale iniziativa solidale promossa nel periodo di preparazione al Natale da Caritas Cremonese e Ufficio missionario diocesano. Anche la Chiesa cremonese risponde così all’appello lanciato da CEI e Caritas Italiana per sostenere le comunità cristiane irachene rifugiate in Kurdistan dopo gli attacchi dell’Isis e ancora bisognose di tutto.

La locandina:   formato A4    formato A3

 


DOMENICA 23 IN SEMINARIO
Il Vescovo agli operatori
della pastorale familiare
«In una cultura non amica
testimoniare bellezza e novità
della famiglia cristiana»

 
Si è svolto nel pomeriggio di domenica 23 novembre, presso il Seminario di Cremona, il terzo incontro interzonale del Vescovo con gli operatori della pastorale familiare. L’appuntamento nel salone Bonomelli è stato per le zone pastorali 6, 7 e 8. Nella riflessione di mons. Lafranconi, che ha preso spunto dal fatto che dei 69 divorzi del 2012 60 riguardano coppie sposate in chiesa, l’importanza dei percorsi di preparazione al matrimonio, così come dell’accompagnamento delle coppie di sposi novelli, in particolare tramite le esperienze dei Gruppi famiglia e delle Domus ecclesiae, realtà per le quali il Vescovo ha chiesto agli aderenti di AC di farsi promotori. L’attenzione poi è andata alla formazione delle coppie guida, con la significativa proposta di Folgaria. Sotto la lente, insieme al prezioso operato del Consultorio e del Centro di aiuto alla vita, anche il Forum delle Associazioni Famigliari e l’Associazione famiglie numerose, occasioni «in una cultura che non è amica della famiglia, di testimoniare la bellezza e la novità della famiglia cristiana».

Contributi audio (mp3):

 


DIBATTITO
Emiliani (Forum Famiglie):
«La ragione basta
per capire la differenza
tra matrimonio etero
e altre forme affettive»

 
Ogni giorno la famiglia naturale fondata sul matrimonio fra uomo e donna viene minacciata da provvedimenti ed iniziative che, a vario titolo, rischiano di minarne il fondamento istituzionale. Dal divorzio breve, addirittura immediato se verrà realizzato senza il periodo della separazione, al palese indottrinamento ideologico della scuola, dalla mancata rimodulazione del bonus fiscale in base ai carichi familiari alla trascrizione dei matrimoni omosessuali contratti all'estero: tutto sembra finalizzato ad indebolire l'insuperabile originalità della prima società naturale.
 


9-13 NOVEMBRE 2015
Ad un anno dall'apertura
diffusa dalla CEI
la traccia di preparazione
del Convegno di Firenze

 
Declinare cinque verbi - uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare - per ritrovare il “gusto per l’umano”. Comprendere i segni dei tempi “per illuminare il buio dello smarrimento antropologico contemporaneo con una luce”, che è il “di più” dello sguardo cristiano, in un mondo in cui “tutto sembra liquefarsi in un brodo di equivalenze”. In tempi di “nubi minacciose”, quelle di una crisi che “ha appesantito la dinamica sociale e culturale del Paese”, la Chiesa italiana si prepara al Convegno di Firenze (9-13 novembre 2015) con una Traccia improntata all’urgenza “di mettersi attivamente e insieme in movimento”, indicando però all’uomo di oggi una “direzione da intraprendere”, in un’epoca segnata dalla “carenza di bussole”. Lo stile ecclesiale è quello proposto e testimoniato da Papa Francesco con la sua “Chiesa in uscita”: quella che al Convegno di Verona, nel 2006, i vescovi hanno definito “Chiesa missionaria”, chiamata a spendersi per la persona nei diversi ambiti di vita.
 


SABATO 22 NOVEMBRE
Messa del vescovo Dante
all'Opera Pia di Castelverde
Inaugurati i nuovi servizi:
nella RSD piscina riabilitativa
e laboratorio Snoezelen

 
Ha assunto un significato del tutto particolare quest’anno la solennità di Cristo Re alla Fondazione Opera Pia SS. Redentore di Castelverde. La tradizionale giornata di festa, anticipata alla vigilia, è coincisa, infatti, con l’inaugurazione della nuova palazzina realizzata accanto alla struttura S. Giuseppe, in cui si trova la RSD (Residenza sanitaria per disabili). A benedire i locali il vescovo Lafranconi che ha poi visitato la piscina e l’innovativa sala Snoezelen al piano terra e i laboratori allestiti al primo e al secondo piano. Un ambizioso progetto costato circa 900mila euro. Il pomeriggio di sabato 22 novembre era iniziato con la Messa del Vescovo nella cappella della casa di riposo e la visita ai reparti.

Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery:      Messa      Visita ai reparti      Inaugurazione

 


ANNO DELLA VITA CONSACRATA
Il Vescovo alle religiose:
«Nella società individualista
siete segno di comunione»
Invito alla contemplazione
con l'Adorazione a S. Girolamo

 
Recuperare lo stile della contemplazione, riscoprendo il dono dei consigli evangelici e offrendo con la propria testimonianza di vita uno slancio per tutti i cristiani e per l’intera società. È l’invito e l’augurio che il vescovo Lafranconi ha rivolto alle religiose e ai religiosi della diocesi all’avvio dell’Anno della Vita Consacrata, che si aprirà ufficialmente il prossimo 30 novembre, nella prima domenica di Avvento. L’occasione è stato l’incontro di preghiera svoltosi nel pomeriggio di venerdì 21 novembre nella chiesa dei Frati Cappuccini di via Brescia, a Cremona. Una preghiera non a caso avvenuta davanti all’Eucarestia, in adorazione. E proprio guardando al Santissimo, mons. Lafranconi ha chiesto una presenza adorante a San Girolamo, che da qualche anno, proprio per volontà del Vescovo, è stata individuata come chiesa cittadina dell’adorazione.

Omelia del Vescovo (mp3)              Photogallery della celebrazione

 


EDITORIA
«Credo la vita eterna»
Il nuovo libro scritto
da Giuseppe Martinenghi
Utile testo di formazione
per operatori sanitari

 
“Credo la vita eterna. Aiutare alla speranza cristiana” è il nuovo libro del soresinese Giuseppe Martinenghi che, dopo aver scritto riguardo alla malattia, ora intende affrontare nella sua radicalità il tema della speranza cristiana e della vita eterna. Il testo, così come il precedente (“Curate le piaghe e consolate il mio popolo”, in cui viene affrontato il tema del dolore, con spunti di spiritualità intrecciati all’esperienza umana accanto agli ultimi e ai sofferenti) servirà anche per l’approfondimento nei corsi promossi dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute per i ministri della consolazione.
 


VISITAZIONE
Le date del gruppo di preghiera
denominato "La dieci"
presso il monastero di Soresina
Nuovo incontro il 23 novembre

 
Il nome è davvero strano: «La dieci»! Eppure il senso dell'iniziativa è straordinario. Il numero si riferisce a quei «dieci giusti» che, secondo la Bibbia, Abramo si propone di trovare per ottenere da Dio la salvezza della città di Sodoma: «Se ci saranno almeno dieci giusti... distruggerai ugualmente la città?». Ebbene, il Monastero della Visitazione di Soresina, una domenica pomeriggio al mese, raccoglie quanti, come i «dieci giusti» di Abramo, intercedono per ottenere da Dio la salvezza... dei giovani.
 


RIVOLTA D'ADDA
Nella chiesa di Casa Madre
la professione temporanea
di suor Giorgia e suor Roberta
tra le Suore Adoratrici

 
Nel pomeriggio di domenica 16 novembre, nella chiesa di Casa Madre delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento, a Rivolta d’Adda, suor Giorgia Da Pozzo e suor Roberta Valeri hanno vestito il velo facendo la loro prima professione temporanea. Una nuova e importante tappa nel cammino di totale consacrazione al Signore iniziato quattro anni fa, quando le due giovani si sono accostate all’Istituto fondato dal beato Francesco Spinelli.
 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Precisazioni di mons. Bonazzi
in merito alle condizioni
del prezioso armadio
di Giovanni Maria Platina

 
Pubblichiamo un intervento di mons. Achille Bonazzi, responsabile dell'Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici, in merito alle condizioni dell’Armadio di Giovanni Maria Platina. 

Da circa una settimana è rimbalzata sui mezzi d’informazione cremonesi la notizia – purtroppo rispondente a verità – delle preoccupanti condizioni dell’Armadio di Giovanni Maria Platina di proprietà del Capitolo della Cattedrale e conservato nella sala del Quattrocento del Museo Civico. Ritengo di dover esprimere non tanto un’interpretazione soggettiva, ma la realtà dei fatti, poiché componente del Capitolo e responsabile dell’Ufficio dei Beni culturali ecclesiastici, sollecitato da alcune affermazioni poste all’inizio degli articoli.

 


PROVVEDIMENTI VESCOVILI
Don Gian Pietro Rossetti
nuovo collaboratore parrocchiale
della parrocchia di Caravaggio

 
Nelle celebrazioni eucaristiche di domenica 16 novembre è stato annunciata la nomina di don Gian Pietro Rossetti a collaboratore parrocchiale della parrocchia "Santi Fermo e Rustico" in Caravaggio. Il sacerdote, sino ad oggi parroco in solido dell'unità pastorale del Boschetto-Migliaro, a Cremona, originario proprio di Caravaggio, è stato chiamato dal Vescovo a svolgere il proprio ministero nella popolosa parrocchia di oltre 14mila abitanti. Don Rossetti sarà chiamato a collaborare con il gruppo di sacerdoti guidato dal parroco don Angelo Lanzeni e composto anche dal vicario don Umberto Zanaboni e dal collaboratore parrocchiale don Giandomenico Pandini.
 


AL CENTRO PASTORALE
Cibo e democrazia gli ingredienti
per poter nutrire la pace
Venerdì 14 novembre l'incontro
con Daniela Negri di Nonsolonoi

 
Tra i momenti di riflessioni promossi nell'ambito della Settimana della Carità, la sera di venerdì 14 novembre al Centro pastorale diocesano di Cremona Daniela Negri, della cooperativa Nonsolonoi, è intervenuta su “Cibo e democrazia: disequilibri del commercio internazionale e potere dei consumatori”.
 


A PALAZZO COMUNALE
Il Rapporto italiani nel mondo
presentato da mons. Perego
nel consueto appuntamento
della Settimana della Carità
Ricordato il vescovo Bonomelli

 
Non è un paese per giovani, Cremona, e questo è noto: la città più vecchia della Lombardia, una delle più vecchie d’Italia e dell’intera Europa. Una città che muore. Ma anche una città che si svuota, stando al “Rapporto Italiani nel Mondo” presentato dal direttore nazionale di Migrantes, il cremonese mons. Giancarlo Perego, la mattina di sabato 15 novembre nella sala dei Quadri del Palazzo del Comune.

Photogallery

 


DOMENICA 16 NOVEMBRE
All'insegna della comunione
l'ingresso di don Cesare Castelli
a San Martino in Beliseto
nel giorno della festa patronale

 
A San Martino in Beliseto quest’anno la festa patronale ha assunto un significato del tutto particolare: è coincisa, infatti, con l’insediamento del nuovo parroco, don Cesare Castelli. La celebrazione d’ingresso è stata presieduta dal vescovo Lafranconi nella mattinata di domenica 16 novembre. L’auspicio di una sempre maggiore collaborazione tra le frazioni di Castelverde, espresso dal sindaco, è stato richiamato anche dal Vescovo nell’omelia con l’invito a una comunione sempre più forte. Una sinergia che dovrà avvenire in primo luogo tra le parrocchie di S. Martino e Marzalengo che, pur rimanendo giuridicamente distinte, sono state affidate alla guida di un unico parroco: don Castelli.

Omelia di mons. Lafranconi (mp3)            Saluto di don Castelli (mp3)

Photogallery:   parte 1   parte 2   parte 3

 
Gli altri ingressi:


15 NOVEMBRE
Presentato a Cascina Moreni
il progetto di accoglienza
per padri separati
che vivono in difficoltà

 
Una separazione tra coniugi o un divorzio, nonostante quello che l’opinione pubblica possa raccontare a se stessa, sono sempre motivo di sofferenza, rappresentano una forma di lutto, generano comunque situazioni così nuove e spesso così complesse nei confronti delle quali non tutti gli ex-coniugi riescono a farvi fronte. Sappiamo che esistono situazioni limite dove l’allontanamento tra coniugi è l’unica medicina possibile, ma non rappresentano la maggioranza dei casi. Così succede sempre più di frequente che la figura abitualmente ritenuta forte nella famiglia si trova ad essere la più fragile e la meno tutelata: i padri.
 
 
Audio:

 



14 NOVEMBRE - CATTEDRALE
Le esequie di mons. Placchi
celebrate dal Vescovo Dante:
«Un prete allo stesso tempo
libero e obbediente»

 
Sono state celebrate all'indomani della solennità di Sant'Omobono le esequie di mons. Stelio Placchi, uno dei sacerdoti più anziani del presbiterio. Originario di Belforte era stato ordinato sacerdote nel 1943 e nel corso degli anni aveva ricoperto incarichi sempre più importanti: fu successore di Mazzolari a Bozzolo, poi arciprete di Caravaggio e quindi canonico della Cattedrale, officiale di Curia e infine vicario episcopale per la vita consacrata. Negli ultimi anni si era ritirato all'Istituto San Giuseppe di via Altobello Melone, amorevolmente accudito dalle suore Carmelitane del Divin Cuore di Gesù fino alla sua morte avvenuta presso la clinica «Ancelle della Carità» di Cremona nel pomeriggio di mercoledì 12 novembre. I funerali, celebrati in Cattedrale, sono stati presieduti dal vescovo Lafranconi attorniato dal Capitolo della Cattedrale e da una ventina di sacerdoti. Tra di essi l'attuale parroco di Bozzolo don Gianni Maccalli e quello di Caravaggio mons. Angelo Lanzeni. Terminato il rito, il feretro è stato portato nella chiesa di Belforte dove alle 15 è stata impartita una benedizione, quindi la tumulazione nel cimitero locale.
 
 
 


VENERDI' 14 NOVEMBRE
A Persichello i funerali
di don Achille Marenghi
presieduti dal vescovo Dante

 
È nella chiesa di Persichello che nel pomeriggio di venerdì 14 novembre sono stati celebrati i funerali di don Achille Marenghi, originario del paese, deceduto mercoledì 12 novembre. A presiedere le esequie il vescovo Lafranconi, affiancato dal vicario generale, mons. Mario Marchesi, e da don Wieslaw Olfier, vicario episcopale e moderatore della Curia di Firenze, diocesi nella quale il defunto era incardinato.

Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery

 


GIOVEDI' 13 NOVEMBRE
Migranti e rifugiati: accoglienza
non fa rima con emergenza
A Pizzighettone incontro
con mons. Giancarlo Perego

 
Giovedì 13 novembre il salone del Centro culturale di via Garibaldi, a Pizzighettone, era gremito. Numerose, infatti, sono state le persone accorse per ascoltare mons. Giancarlo Perego, sacerdote cremonese da anni impegnato per conto della Conferenza Episcopale Italiana sul fronte dell'immigrazione. "Migranti e rifugiati - Accoglienza non fa rima con emergenza" il tema proposto alla riflessione dei presenti. Un capitolo certamente molto "caldo", sia nella politica nazionale che europea, affrontato con competenza dal direttore generale della Fondazione Migrantes che ha illustrato alcune falle e "colpevoli omissioni" nei dati forniti dai media.
 


13 NOVEMBRE - CATTEDRALE
Pontificale di S. Omobono:
Il vescovo all'omelia:
«Si eviti di indebolire
la famiglia creando figure
che la scalzano socialmente»

 
Cattedrale gremitissima di sacerdoti e di fedeli per la festa patronale di Sant’Omobono che quest’anno è stata impreziosita dalla preghiera dell’intera Chiesa cremonese per il Vescovo Dante che quest’anno celebra il 50° di ordinazione sacerdotale. È stato il vicario generale, mons. Mario Marchesi, all’inizio della liturgia a ricordare il fausto anniversario e a ringraziare il presule per la sua dedizione pastorale in questi tredici anni di servizio episcopale a Cremona. In prima fila le massime autorità del territorio, tra di esse il prefetto Picciafuochi, il questore Rossetto, il nuovo presidente della Provincia Carlo Vezzini e il sindaco Gianluca Galimberti con il vice Maura Ruggeri e altri componenti della Giunta e del Consiglio Comunale. Proprio il primo cittadino, in fascia tricolore, prima della Messa, alla presenza del Vescovo e dell’intero Perinsigne Capitolo della Cattedrale ha proceduto alla tradizionale offerta dei tre ceri a Sant’Omobono dinanzi all’urna conservate in Cripta. Nell’omelia mons. Lafranconi ha centrato la sua attenzione sulla famiglia: «Sento il dovere di richiamare l’attenzione di tutti, ma soprattutto di chi è cristiano, perché si eviti di indebolire ulteriormente la famiglia creando nuove figure che finiscono per scalzare culturalmente e socialmente questo nucleo portante della persona e della società». Subito dopo il Pontificale mons. Lafranconi ha visitato la Casa dell’Accoglienza e le Cucine Benefiche dove ha pranzato con gli ospiti e le autorità.

Ascolta il saluto del vicario generale

Ascolta l'omelia di mons. Lafranconi

Photogallery:

 


DOMENICA 16 NOVEMBRE
Festa diocesana di Avvenire
Il messaggio del Vescovo Dante:
«Leggerlo non è un optional»

 
Domenica 16 novembre si celebra la quarta Festa diocesana di Avvenire. Nell’occasione in molte parrocchie sarà effettuata una diffusione straordinaria e gratuita del giornale. In occasione della Giornata, il vescovo Lafranconi ha inviato a sacerdoti e fedeli un messaggio in cui raccomanda la conoscenza, il sostegno e la diffusione del quotidiano cattolico che, oggi più che mai, può svolgere un’importante ruolo non solo di informazione, ma anche di formazione. «Sostenere Avvenire – sottolinea il Vescovo – è un impegno da cristiani».
 


LETTERA ALLA REDAZIONE
«Cinque anni di attività
del portale diocesano
Un grazie a don Claudio
per quello che ha fatto»

 
Abbiamo ricevuto questa lettera da don Marco D'Agostino, vicerettore del Seminario, che volentieri pubblichiamo.
 
Sabato 15 novembre prossimo don Claudio Rasoli diventa parroco di Paderno Ponchielli. In questi ultimi cinque anni è stato lui a dare forza, corpo e utilità al portale www.diocesidicremona.it. In poco tempo è divenuto uno strumento indispensabile per la liturgia e la pastorale (chi non ha scaricato gli schemi liturgici per l’eucarestia festiva di don Daniele Piazzi) o non si è servito di altri sussidi che il sito ha proposto? Chi non ha verificato avvisi, date, ore perché ce n’eravamo dimenticato o non ha seguito, in diretta streaming, le celebrazioni dalla Cattedrale, riascoltando gli mp3 di meditazioni, conferenze, omelie e incontri del Vescovo? Per tutto questo vorrei condividere tre riflessioni.
 


GIOVEDì 13 NOVEMBRE
Ammissione agli ordini sacri
per fra Richard e fra Justin
religiosi provenienti dal Togo
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Meglio pochi preti, ma santi»

 
La bella giornata di festa dedicata a Sant'Omobono, patrono della città e della diocesi di Cremona, coronata anche da qualche sprazzo di sole, si è conclusa alle 17 in Cattedrale con il canto dei Secondi Vespri Pontificali e l'ammissione agli ordini del diaconato e del presbiterato di fra Richard Kossi Aglah e fra Justin Messanvi, membri dei Missionari di Gesù e di Maria, l’associazione religiosa fondata dal sacerdote togolese don Emanuele Daye e dal 2011 studenti presso il nostro Seminario.


Photogallery

 


VENERDI' 7 NOVEMBRE
Messa del Vescovo a Lodi
nella festa del beato Grossi:
«Figura che interpella i preti
a riportare il Vangelo
nel tessuto della vita»

 
Venerdì 7 novembre, presso la cappella della Casa Madre delle Figlie dell’Oratorio, a Lodi, il vescovo Lafranconi ha presieduto la solenne celebrazione in memoria del beato fondatore, il sacerdote cremonese Vincenzo Grossi. Numerose le religiose, i sacerdoti - anche cremonesi - e i fedeli che ogni anno si riuniscono per celebrare la memoria del Beato, indicato da Papa Paolo VI come modello esemplare per tutti i sacerdoti.
 


11 NOVEMBRE
Partito dal teatro del carcere
il percorso culturale
ideato da F.O.Cr. e Cappellani
In scena la storia di figli e padri

 
Il sipario si è aperto alle 17.30 presso il teatro della casa circondariale di Cremona. In scena  "Come una conchiglia di montagna", in anteprima assoluta nell'ambito di "Belli dentro!", proposta di eventi di incontro, confronto e riflessione offerti dalla F.O.Cr. e dai cappellani ai detenuti di Ca' del Ferro. Lo spettacolo è frutto di una elaborazione di Mattia Cabrini e Marco Rossetti, con il contributo musicale di Giacomo Ruggeri.
 


CENTRO SPORTIVO ITALIANO
La seconda serata formativa
per allenatori e dirigenti
Intervento del prof. Mauri
sulle competenze delle società

 
La seconda serata per dirigenti e allenatori del Csi (martedì 11 novembre) ha visto il felice ritorno a Cremona del prof. Roberto Mauri, psicologo del team formativo nazionale. Presente un centinaio di adulti impegnati nel tessuto concreto dello sport cremonese.  Dopo l'intervento dello scorso anno sulla persona e la sua centralità nella proposta sportiva Csi, Mauri ha centrato la riflessione sulle competenze strutturali della società sportiva, individuando un percorso in quattro passaggi. Il relatore ha espressamente dichiarato che i  passaggi non sono facoltativi, ma si richiamano e reclamano reciprocamente.
 


SETTIMANA DELLA CARITA'
La veglia di preghiera
nella chiesa dei Cappuccini
su «pace e giustizia sociale»
Intervento di padre Natali

 
Il filo conduttore scelto per la veglia di preghiera celebrata martedì 11 novembre, all’interno della Settimana della Carità è stato: «Pace e giustizia sociale». Nella chiesa dei Frati Cappuccini di via Brescia, padre Costanzo Natali ha suggerito la riflessione che è seguita alla lettura delle Beatitudini tratte dal Vangelo di Matteo.
 


SCUOLA DI MUSICA SACRA
Con il concerto in Cattedrale
di Giancarlo Parodi al Mascioni
chiusa la prima edizione
del Festival organistico Merula

 
A detta di pubblico e addetti ai lavori, è stato un concerto fuori dal comune quello tenuto la sera di domenica 9 novembre in Cattedrale da Giancaro Parodi. Il concerto, che ha concluso ufficialmente la prima edizione del Festival Organistico Internazionale “Tarquinio Merula”, organizzato dalla Scuola diocesana di musica sacra “Dante Caifa” con il sostegno della Fondazione Arvedi-Buschini, è stato occasione per festeggiare il trentennale dell'edificazione del grand'organo Mascioni alla vigilia delle festa patronale di sant’Omobono.
 


9 NOVEMBRE - PERSICO
Inaugurata l'azienda agricola
della cooperativa Nazareth
Un progetto innovativo
di agricoltura biologica

 
Grande partecipazione, nel pomeriggio di domenica 9 novembre, alla presentazione dell'azienda agricola della cooperativa sociale «Nazareth», in occasione della Giornata del Ringraziamento per i frutti della terra. I primi ad arrivare nella piazzetta antistante la chiesa parrocchiale di Persico sono stati gli agricoltori della zona alla guida dei loro trattori, invitati ad essere presenti per la preghiera e la benedizione delle macchine agricole.
 
 


10 NOVEMBRE
La prolusione di Bagnasco
apre l'assemblea straordinaria
dei Vescovi italiani ad Assisi:
«Prete non è solista del bene»

 
Persone “capaci di scendere nella notte” dei propri compagni di viaggio senza rimanere preda del buio e perdersi. Di accogliere e “toccare” le ferite dei viandanti senza lasciarsi disintegrare. Di “accompagnare” le storie degli uomini e delle donne tenendo sempre presente i propri limiti e confidando nell’aiuto della grazia. È un identikit dai tratti squisitamente relazionali, quella del sacerdote. A tracciarla è il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, nella prolusione con cui nel pomeriggio di lunedì 10 novembre, ad Assisi, ha aperto la 67ª Assemblea dei vescovi italiani. Al centro dell’assise straordinaria il tema della vita e della formazione dei presbiteri. In una cultura che “parla di rapporti ma respinge i legami”, i vescovi italiani vogliono mettersi “idealmente attorno al tavolo di casa” per riflettere sui contorni di una “formazione qualificata” del sacerdote: “con realismo, accettando le gioie e i limiti che anche le famiglie vivono nel loro interno”. E di famiglia il card. Bagnasco ha parlato nella parte iniziale e finale della prolusione: “È irresponsabile indebolirla”. Non sono mancati riferimenti a temi di stretta attualità, come il lavoro - con la categoria sempre più numerosa dei “rassegnati al non lavoro” e la globalizzazione che rischia di “arricchire i ricchi e impoverire i poveri” -, la cultura e la scuola, sempre più tentata dalla “sirena tecnologica”. Infine, un appello a “rifondare la politica”, attraverso un’opera di ricostruzione simile a quella del Dopoguerra: allora, però, si trattava di ricostruire partendo dalle macerie materiali, oggi ci sono le “macerie dell’alfabeto umano”.
 


PROVVEDIMENTI
Don Ferretti nuovo parroco
di Scandolara e Castelponzone
Manterrà Motta e Solarolo
Don Genzini sarà collaboratore

 
Mons. Dante Lafranconi ha nominato don Davide Ferretti parroco delle comunità di Scandolara Ravara e Castelponzone vacanti per il trasferimento di don Adriano Veluti a Costa Sant'Abramo. Don Ferretti manterrà la guida pastorale delle comunità di Motta Baluffi e di Solarolo Monasterolo. Collaboratore delle quattro comunità è stato nominato don Marco Genzini, fino a pochi mesi fa sacerdote «fidei donum» in Ecuador.
 


8 NOVEMBRE - CENTRO PASTORALE
«Carità pilastro fondamentale
nell'iniziazione cristiana»
L'incontro del Vescovo Dante
con chi opera con i poveri

 
«L'attenzione caritativa deve essere un pilastro fondamentale dei cammini di iniziazione cristiana tanto per i ragazzi che per i genitori», è questo uno dei passaggi fondamentali della relazione che il Vescovo Lafranconi ha tenuto sabato 8 novembre al Centro pastorale diocesano durante l'incontro con gli operatori pastorali che nelle parrocchie e in diocesi si dedicano alla solidarietà. La mattinata di riflessione e confronto ha aperto la «Settimana della Carità» promossa dalla Caritas cremonese diretta da don Antonio Pezzetti. Tra le proposte formative per l'anno 2014/2015 degli incontri zonali sull'esortazione apostolica "Evangelii Gaudium" di Papa Francesco e sui temi dell'Expo 2015 come il diritto al cibo, lo spreco di alimenti, le storture del mondo finanziario, la questione della pace e della fraternità fra i popoli. A ciascuno partecipante è stato omaggiato il quaderno «Crisi economica e Caritas lombarde. Progetti, storie e interventi» nel quale sono state raccolte le buone prassi sperimentate nei vari territori della regione.
 
 
 
 


2 NOVEMBRE
La preghiera al cimitero:
«La speranza dei giusti
è piena di immortalità»
E il Vescovo cita Reyhaneh
la giovane impiccata in Iran

 
«La vera morte non è quella che pone termine alla vita terrena, ma quella che San Francesco definiva “seconda” e che allontana da Dio per sempre». Mons. Lafranconi nella tradizionale preghiera al Cimitero di Cremona nel pomeriggio del 2 novembre, commemorazione di tutti i fedeli defunti, ha impostato la sua riflessione sul passo del libro della Sapienza che afferma che la speranza dei giusti «è piena di immortalità», mentre il destino degli empi, di coloro cioè che hanno vissuto la loro esistenza nel segno dell’egoismo e del proprio piacere personale, è di totale sconfitta. Moltissimi i cremonesi che approfittando dalla giornata festiva e di un pomeriggio tiepido hanno partecipato al rito: in prima fila il sindaco Gianluca Galimberti in fascia tricolore. Diversi i sacerdoti della città presenti in camice e stola viola, tra di essi il cappellano del cimitero don Oreste Mori e il vicario zonale don Giampaolo Maccagni. I canti sono stati diretti da don Graziano Ghisolfi e accompagnati all'organo da Michele Bolzoni.

Ascolta l'omelia del Vescovo Lafranconi

Guarda la photogallery

 


VERSO EXPO 2015
On line l'intervento
di Andrea Baranes di Banca Etica
sulle speculazioni della finanza
sui prodotti agricoli

 
La finanza  dovrebbe essere orientata a servizio dell’economia reale, ad ampliare le possibilità delle donne e degli uomini del pianeta nel migliorare i propri livelli di vita e, se usata correttamente, può promuovere lo sviluppo integrale dell’uomo. Invece, strumenti finanziari come i derivati, nati con lo scopo di stabilizzare i mercati e facilitare la compravendita di merci, sono diventati un mezzo per speculare anche su prodotti essenziali come i generi alimentari facendone, così, lievitare il prezzo. È successo nel 2008 quando massicce e improvise speculazioni su grano, mais, e riso hanno provocato una repentina impennata nei prezzi di questi beni con gravi conseguenze specialmente nei paesi più poveri: stime Onu parlano di 100 milioni di affamati in più. È questo uno dei più importanti passaggi dell'intervento che Andrea Baranes, presidente della «Fondazione Culturale Responsabilità Etica» di Banca Etica, ha tenuto mercoledì 29 ottobre nella sala Zanoni di Cremona. Invitato dalle Acli e da altre realtà del terzo settore, Baranes ha tenuto una relazione dal titolo «Sulla fame non si specula». Si è trattato del terzo appuntamento di un preciso percorso di formazione e sensibilizzazione in vista di Expo 2015.

Ascolta l'intervento di Baranes

Il percorso tra settembe e febbraio sui temi di Expo 2015



NUOVE ESPERIENZE
Itinerari pre-matrimoniali
nella zona pastorale dieci:
dalle lezioni frontali
a incontri «familiari»

 
Sono sempre meno giovani i novelli sposi e sempre di più quelli che arrivano al fatidico «sì» dopo un periodo di convivenza. Proprio da questa consapevolezza è mutata la fisionomia dei corsi prematrimoniali proposti nella zona pastorale decima: archiviata l’esperienza delle lezioni tenute da esperti, già dallo scorso anno è stata sperimentata una dimensione maggiormente domestica, a cominciare dalla location degli incontri. Una modalità che da gennaio sarà riproposta con un carattere sempre più organico.
 


29 OTTOBRE
On line il terzo incontro
di don Bruno Bignami
dedicato al pensiero
e alle opere di Mazzolari

 
La Fondazione Mazzolari ha proposto un ciclo di tre incontri per conoscere e approfondire la figura del famoso parroco di Bozzolo da parte di guide turistiche, volontari della Fondazione stessa, studiosi e appassionati di questa figura di prete cremonese. Tutte le relazioni sono tenute dal presidente don Bruno Bignami presso la sala polivalente di via Matteotti 5 di Bozzolo.

Ascolta il primo incontro dell'8 ottobre

Ascolta il secondo incontro del 15 ottobre

Ascolta il terzo incontro del 29 ottobre

 


MESE MISSIONARIO
Gli "Amici del Brasile"
approdano anche in Congo
nel 20esimo di fondazione
L'annuncio ufficiale
al Giorno del Signore

 
Da quasi 40 anni in Brasile per sostenere l’educazione delle giovani generazioni e, negli ultimi tempi, anche per la formazione degli insegnanti. Una missione tenuta viva dall’Associazione “Amici del Brasile”, nata su ispirazione di don Arnaldo Peternazzi, “fidei donum” in quelle terre dal 1975 al 1987. Nel ventennale dell’associazione una importante novità: l’avvio di una missione anche in Africa, nella Repubblica Democratica del Congo. Proprio questi progetti sono al centro della puntata del “Giorno del Signore” in onda tra sabato 1 e domenica 2 novembre.

 

 


OTTOBRE MISSIONARIO
Il racconto di padre Borghesi
saveriano in Amazzonia
L'11 ottobre scorso
ha festeggiato il 45°
di ordinazione sacerdotale

 
A pochi giorni dalla chiusura del mese missionario giunge alla nostra redazione una lunga mail di padre Giuseppe Borghesi, originario di Scandolara Ravara, che proprio l'11 ottobre scorso ha festeggiato 45 anni di sacerdozio. «Ho 72 anni - scrive il religiose - e da 54 faccio parte della Congregazione Saveriana. Prima di entrare nella famiglia di mons. Conforti ho frequentato il seminario diocesano. Sono stati sette anni molti belli, pieni di allegria e grande entusiasmo: li ricordo sempre con molta nostalgia. È tra le camerate di quel grande stabile di via Milano che è nata la voglia di raggiungere nazioni lontane dove Gesù non era ancora stato annunciato».

Archivio:



24 OTTOBRE
Don Bruno Bignami relatore
al Salone del Gusto di Torino
sull'agricoltura familiare
minacciata dalle multinazionali

 
C’era un pezzo di diocesi di Cremona al Salone del gusto di Torino nell’edizione che si è appena chiusa. Da una parte la ditta viadanese Palm di Primo Barzoni si è distinta per il suo marchio che produce bancali nel rispetto ecologico della filiera del legno; dall’altra don Bruno Bignami presente al tavolo dei relatori della conferenza internazionale che si è tenuta venerdì 24 ottobre alle ore 12 presso la sala rossa della Fiera del Lingotto. L’intervento del sacerdote cremonese, teologo morale e presidente della Fondazione Mazzolari di Bozzolo, ha dato il via ad un ampio dibattito sul tema della giornata dell’alimentazione 2014, dedicato per l’appunto all’agricoltura familiare, che nel mondo oggi produce l’85% delle derrate alimentari. A introdurre i lavori nell’aula gremita di persone provenienti da ogni parte del mondo è stato il leader e fondatore del movimento Slow food, Carlo Petrini. L’ideatore della fiera Terra Madre ha espresso il sogno di una sorta di «foodstock del cibo» capace di vedere i giovani come protagonisti della produzione e della lavorazione delle materie prime legate al cibo.

 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Presenze oltre le aspettative
al convegno del 27 ottobre
per professionisti e sacerdoti
Sotto la lente l'iter dei progetti

 
L’incontro che lunedì 27 ottobre si è tenuto presso il Centro pastorale diocesano di Cremona, rivolto sia ai sacerdoti che ai professionisti (restauratori, architetti, geometri, ingegneri) che operano nel settore dei beni culturali, ha visto una partecipazione al di là delle attese. Infatti il numero dei presenti è stato di circa centoventi persone, alcune delle quali costrette a presenziare senza la possibilità di sedersi. L’occasione dell’incontro è scaturita da una necessità concreta: realizzare tra professionisti, parroci e Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici un rapporto di più stretta interazione così che sia facilitato il rilascio della dichiarazione di congruità per l’iter di autorizzazione da parte delle competenti Soprintendenze.

Photogallery

 


FEDERAZIONE ORATORI
Due proposte per giovani
Sei agili schede su temi
fondamentali della fede
e serate di lectio divina

 
Due nuove iniziative di forte connotato spirituale sono state predisposte dalla Federazione Oratori Cremonesi per i giovani. Anzitutto sono state pubblicate sei agili schede (in formato digitale e cartaceo) che trattano di sei temi fondamentali dell'esperienza cristiana: confessione, vocazione, preghiera, Messa, Parola e guida spirituale.
 


MUSICA E TEOLOGIA
Cattedrale gremita venerdì sera
per il concerto della Ruggiero
On-line la prolusione
di mons. Alberto Franzini

 
Musica e teologia in Cattedrale. Non ci poteva essere titolo più azzeccato per la serata di venerdì 24 ottobre nel duomo di Cremona. La stupenda voce di Antonella Ruggiero, cantante che si è fatta conoscere al grande pubblico ai tempi dei Matia Bazar, accompagnata dalle note del Mascioni sapientemente suonato dal maestro Fausto Caporali ha emozionato il numerosissimo pubblico presente, catturato anche dalla profonda riflessione offerta a metà concerto da mons. Alberto Franzini. Seconda parte musicale con il Coro della Cattedrale e il Quartetto Bazzini.

Saluto di mons. Franzini          Prolusione di mons. Franzini

Photogallery:   parte 1     parte 2     parte 3

 


PROPOSTA DELL'UNITALSI
Il modulo formativo
per i giovani degli oratori
in vista dei pellegrinaggi
di Loreto e di Lourdes

 
Da qualche tempo l’Unitalsi, conscia delle potenzialità spirituali ed educative delle sue proposte, invita gli oratori a prendere in seria considerazione la possibilità di far partecipare i loro ragazzi ai pellegrinaggi regionali di Loreto (nel mese di maggio 2015) e a Lourdes (ai primi di agosto 2015). Non una semplice vacanza o un viaggio da pellegrino, ma un’esperienza da vivere in prima persona come volontario a fianco degli ammalati e degli anziani.
 
 
 


24 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«Un libro che percorre la storia
della Chiesa e della società»
Presentato dal prof. Galimberti
il libro di Massimo Marcocchi

 
«Un libro che non solo percorre la storia della Chiesa di questi ultimi cinquant'anni, ma dell'intero nostro Paese». Inizia con parole piene di commozione e di riconoscenza il sindaco Gianluca Galimberti la presentazione del libro «Laici dopo il Concilio» (edito da Morcelliana) del prof. Massimo Marcocchi, storico del Cristianesimo, figura di punta del laicato cattolico e «amico e maestro» del primo cittadino di Cremona. L'incontro, promosso dall'ufficio per le comunicazioni sociali, da diocesidicremona.it e dalla libreria Paoline e moderato da don Claudio Rasoli si è tenuto venerdì 24 ottobre al Centro Pastorale e ha visto la partecipazione di un buon gruppo di persone. Nelle prime file anche il prof. Marcocchi che al termine dell'intervento di Galimberti ha voluto ringraziare dell'evento, salutare i tanti amici presenti e sottolineare che il volumetto - una raccolta di scritti di varie epoche - non vuol essere un «cahier de doléance» intriso di pessimismo, ma costituire piuttosto un invito alla riflessione, alla discussione e alla speranza. Marcocchi ha voluto ricordare in modo particolare Giovanni Battista Montini, uno dei suoi «maestri» più citati nel testo e, ora, finalmente e giustamente, «Beato».
 
 
 


RIVOLTA D'ADDA
Percorsi per i giovani
delle Suore Adoratrici
Tra le novità un itinerario
per fidanzati e giovani coppie

 
Con il nuovo anno pastorale riprendono i cammini per giovani proposti su tutto il territorio diocesano dalle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento che proprio presso la Casa Madre di Rivolta d’Adda hanno aperto una nuova struttura (Comunità accoglienza) per quanti desiderano conoscere maggiormente la spiritualità dell'istituto, condividendo con le suore tempi di preghiera, servizio e fraternità. Tra le novità di quest’anno anche un  percorso per fidanzati e giovani coppie. Nel ricco calendario di “Il centRo x Uno” (slogan scelto per l’edizione 2014/2015) non mancano naturalmente le ormai tradizionali opportunità di spiritualità, formazione e servizio, con anche la possibilità di un’esperienza missionaria in Africa.
 


25 OTTOBRE - IN SEMINARIO
Il Vescovo agli operatori
della pastorale della salute:
«La malattia è provocazione
ma anche grande opportunità»

 
Oltre trecento persone, molte delle quali ministri straordinari della Comunione, hanno partecipato sabato 25 ottobre, in Seminario, all'incontro del Vescovo con gli operatori della pastorale della salute. Alle 15 il presule, affiancato dal responsabile di questo settore don Maurizio Lucini, ha offerto una meditazione sul senso della malattia e sul ruolo e identità di quanti, mandati dalla Chiesa, fanno visita agli ammalati. Successivamente il presule ha presieduto i Vespri e ha istituito 208 ministri straordinari della Comunione (145 laici e 63 religiosi) dei quali 31 nuovi (13 laici e 18 religiose). In totale i ministri che operano in diocesi sono 304 (216 laici e 89 religiose). Il mandato dura tre anni e ogni volta deve essere rinnovato.
 
 
 


23 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«La Chiesa di Papa Francesco?
Gioiosa e sempre in uscita»
L'Evangelii Gaudium
spiegata da don Marco Sozzi

 
Un'esortazione apostolica programmatica e dalle conseguenze importanti che spinge tutte le comunità cristiana sparse sulla terra a passare dalla «semplice amministrazione» ad «uno stato permanente di missione». Questa è l'Evangelii Gaudium di papa Francesco presentata da don Marco Sozzi, officiale del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, durante l'incontro di giovedì 23 ottobre al Centro Pastorale diocesano. A pochi giorni dalla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale la serata ha voluto essere occasione per ritrovare piste di riflessione e di azione missionaria a partire dal magistero del Pontefice argentino.
 
 
 


AC E ZONA VII
«Prove di uscita»
Percorso per adulti e giovani
Al via il 26 ottobre
all'oratorio di Vescovato
con don Paolo Arienti

 
Stimolati dall'invito di papa Francesco ad oltrepassare il proprio recinto ecclesiale per andare incontro agli uomini di oggi, l'Azione Cattolica cremonese e la zona pastorale settima promuovono una serie di incontri di formazione per adulti e giovani caratterizzati dal suggestivo ed eloquente slogan: «Prove di uscita». Primo appuntamento sarà domenica 26 ottobre alle 15.30 presso l'oratorio di Vescovato: don Paolo Arienti, docente di teologia e responsabile dell'ufficio di pastorale giovanile, terrà una riflessione dal titolo «Rimanere, andare, gioire: una Chiesa in uscita che evangelizza».
 


CONCLUSA LA PRIMA TAPPA
Il Sinodo sulla famiglia
rilancia una Chiesa
che non teme di confrontarsi
con le sfide del mondo d'oggi

 
«Ora abbiamo ancora un anno per maturare, con vero discernimento spirituale, le idee proposte e trovare soluzioni concrete a tante difficoltà e innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare; a dare risposte ai tanti scoraggiamenti che circondano e soffocano le famiglie». Con queste parole il Papa ha concluso il suo intenso e appassionato discorso - l’unico, dopo le parole pronunciate in apertura - al termine del Sinodo straordinario sulla famiglia. Salutato da cinque minuti di applausi, a conclusione di due settimane di lavoro, Francesco ha ricordato ai padri sinodali che c’è ancora un anno - da qui alla celebrazione del Sinodo ordinario sulla famiglia (4-25 ottobre 2015) – per lavorare sulla “Relatio Synodi”, il documento finale di questa prima tappa del percorso sinodale, che è stata votata nel suo complesso dalla maggioranza dei 181 padri sinodali presenti, con qualche astensione.
 


INTERVISTA
Nel 1970 don Tonino Bini
fu consacrato da Paolo VI:
«Esser ordinati da un beato?
Richiede un impegno maggiore»

 
Il giorno della beatificazione di Papa Paolo VI è stato molto speciale per don Tonino Bini, sacerdote mantovano classe 1942 (è originario di Cividale) oggi in servizio presso il Santuario di Caravaggio, che proprio da Papa Montini fu ordinato sacerdote il 17 maggio 1970. Un fatto allora inaspettato che oggi assume un valore ancor più particolare. Ne abbiamo parlato proprio con don Tonino.
 


18 OTTOBRE - CATTEDRALE
Veglia missionaria in Duomo
Letto un drammatico messaggio
di padre Vittorio Bongiovanni:
«Nonostante il virus dell'Ebola
non abbandoniamo la gente»

 
C’è una missione da compiere in terre lontane, in quelle periferie del mondo che nessuno vuole frequentare e c’è una missione da svolgere nelle strade della propria vita quotidiana, fra quelle «periferie esistenziali» che conducono l’uomo alla marginalità e alla disperazione. Si è giocato su questi due aspetti la veglia di preghiera in preparazione alla Giornata missionaria mondiale che il vescovo Lafranconi ha presieduto sabato 18 ottobre in Cattedrale. Oltre al presule ha preso la parola, per una testimonianza, padre Matteo Rebecchi, da 15 anni in Indonesia. Fino al 2006 il suo impegno pastorale è stato nelle isole Mentawai, a Sumatra Occidentale; quindi il trasferimento a Jakarta, dove ora è impegnato in una casa di formazione per i saveriani indonesiani e nel dialogo interreligioso. Drammatica la testimonianza di padre Vittorio Bongiovanni – letta dalla cognata -: il religioso bozzolese insieme a padre Brioni e altri 29 confratelli saveriani si trova in Sierra Leone dove si sta espandendo in maniera preoccupante il virus dell’Ebola. La veglia è stata animata con il canto dalle corali di Cingia de' Botti e Motta Baluffi dirette da Filippo Marsella e accompagnate all'organo da Pier Paolo Vigolini.

Photogallery della serata

Audio:

 


CONVEGNO SCHOLAE CANTORUM
«Un canto di lode che nasce
dal silenzio di contemplazione»
L'invito del Vescovo ai cantori
con il grazie per il loro servizio

 
«Tanto quanto amate il canto amate anche il silenzio». È un vera e propria richiesta quella che il vescovo Lafranconi ha rivolto ai cantori riuniti nel pomeriggio di sabato 18 ottobre nella chiesa di San Sigismondo per l’annuale convegno diocesano delle scholae cantorum. «Silenzio» che per il Presule significa canti sommessi in determinati momenti della celebrazione, per una vera sintonia con la liturgia; ma anche silenzio di preghiera. «Vi prego, vi supplico – ha detto il Vescovo - aiutateci a pregare bene!». Ad aprire il pomeriggio la relazione di mons. Giuseppe Liberto, direttore emerito della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”. Al termine del canto dei Primi Vespri presieduti dal Vescovo a tutti i partecipanti è stato offerto il libretto della “Messa breve per assemblea, coro e organo” composta dal cremonese Federico Mantovani.

Relazione di mons. Liberto            Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery

 


PROPOSTA DIOCESANA
«Quando vedo te»
Il percorso dei giovani
dell'Azione Cattolica
Primo incontro il 26 ottobre
a Sant'Agata-Sant'Ilario

 
«Quando vedo te». Questo il titolo del percorso che anche quest’anno l’Azione Cattolica vuole proporre ai giovani di tutta la Diocesi. Visto l’interesse di chi ha partecipato gli anni precedenti, si è pronti a partire con un percorso formativo coraggioso per offrire un momento di crescita, non solo personale, ma comunitaria, anche perché questa modalità acquista valore aggiunto per ogni persona che sceglie di mettersi in gioco e partecipare.
 


15 OTTOBRE - PALAZZO CITTANOVA
La denuncia di Mario Adinolfi:
«C'è una deriva culturale
che tende a ridurre
la persona a semplice merce»

 
Palazzo Cittanova affollato, nella serata di mercoledì 15 ottobre, per l'incontro con Mario Adinolfi, ex parlamentare del Partito Democratico, blogger di successo e fondatore di «Voglio la mamma», circoli sparsi in tutto Italia che mirano a contrastare, con le armi del confronto e della testimonianza, i matrimoni e le adozioni omosessuali, il triste fenomeno dell'utero in affitto, l'aborto e l'eutanasia. Adinolfi, ospite del circolo "Voglio la mamma" di Cremona-Mantova, del Centro culturale Sant'Omobono, del Movimento per la Vita e dell'ufficio diocesano di pastorale familiare, è stato introdotto dal giornalista cremonese Cristiano Guarneri che ha evidenziato la necessità di una battaglia culturale per aiutare le persone a riscoprire il vero senso della vita e della dignità dell'uomo.
 
Audio:
 
 


ZONE 1 E 2
Lunedì 20 ottobre
al santuario di Caravaggio
parte il percorso biblico
condotto da don Compiani
sul libro dell'Apocalisse

 
Prenderà il via lunedì 20 ottobre a Caravaggio il corso di familiarizzazione con la Sacra Scrittura promosso dalle Commissioni catechesi delle zone pastorali prima e seconda. Il percorso, che si articolerà tra ottobre e novembre con quattro incontro comuni e due nelle interzone, è rivolto in particolare a catechisti e operatori pastorali, giovani e adulti. Relatore il biblista cremonese don Maurizio Compiani, che a fine maggio guiderà il pellegrinaggio in Terra Santa proposto proprio ai partecipanti del corso.
 


11 OTTOBRE - SEMINARIO
Il convegno «Io amo la scuola»
Silvano Petrosino:
«Educare significa aiutare
ad allargare gli orizzonti»

 
«Per molti insegnanti, entrare in classe ogni mattina per aiutare ogni ragazzo a crescere è più uno scopo di vita che una professione. È per questo che guardo con estremo interesse le tematiche affrontate oggi, così interessanti quanto fondamentali per ognuno di noi». È con un sincero augurio di buon lavoro che il Provveditore agli Studi di Cremona Francesca Bianchessi ha aperto sabato 11 ottobre nel Seminario di via Milano il convegno «Io amo la scuola» dedicato ad insegnanti ed educatori promosso dagli uffici diocesani per la pastorale giovanile, familiare e scolastica.

Photogallery del convegno

Contributi audio (mp3):

 


ZONA PASTORALE III
Al via la Scuola di preghiera
per giovani 18/30enni
e la Scuola della Parola
promossa dall'Azione Cattolica

 
Due cammini di spiritualità al via con il mese di ottobre nella zona pastorale terza. Venerdì 10 ottobre all’oratorio Sirino di Soresina prenderà avvio la “Scuola di preghiera” per 18/30enni; martedì 14 la proposta itinerante di lectio divina per giovani e adulti con la “Scuola della Parola” promossa dall'Azione Cattolica.

Locandina della Scuola di preghiera      Locandina della Scuola della Parola

 


27 SETTEMBRE IN CATTEDRALE
Don Bertoni ordinato diacono
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Come Cristo sarai per sempre
servo umile e obbediente»

 
Servizio generoso al popolo cristiano e obbedienza piena alla volontà di Dio e al proprio Vescovo, celibato come segno di una consegna definitiva al Signore e umiltà come filo conduttore del proprio ministero nella Chiesa. Sono queste le caratteristiche del diacono che mons. Dante Lafranconi ha rimarcato durante la solenne ordinazione di don Alessandro Bertoni, classe 1977, originario di Roggione di Pizzighettone. La liturgia, concelebrata da una cinquantina di sacerdoti, si è svolta sabato 27 settembre in una Cattedrale gremita di fedeli, provenienti soprattutto dalla comunità di origine di don Alessandro, ma anche da quelle dove ha svolto il proprio servizio pastorale durante gli anni di formazione. Presenti anche alcuni fedeli di Vicomoscano, Casalbellotto, Fossa Caprara e Quattrocase: le quattro parrocchie dove don Bertoni eserciterà il proprio servizio diaconale fino al 13 giugno quando sarà ordinato sacerdote. I canti sono stati proposti dal Coro della Cattedrale insieme alla Schora cantorum di Roggione diretti dal maestro don Graziano Ghisolfi e accompagnati all’organo dal maestro Fausto Caporali.

Omelia del Vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery:

 


ASS. FAMIGLIA BUONA NOVELLA
Anche a Cremona una scuola
di «Counselling Professionale»
Presentazione ufficiale
il 4 ottobre a Cascina Moreni

 
Il prossimo gennaio prenderà il via a Cremona una nuova proposta formativa, rivolta a quanti operano nel campo delle relazioni sociali (insegnanti, educatori, operatori sociali e sanitari). Si tratta della «Scuola di Counselling Professionale Sintema», un’esperienza nata a Bergamo 8 anni fa e che approda in diocesi grazie all’Associazione «Famiglia Buona Novella». Per far conoscere meglio questa singolare iniziativa, la mattina di sabato 4 ottobre, si terrà un «open day» presso Cascina Fabio Moreni, in via Pennelli 5 a Cremona.
 
Le iscrizioni sono aperte fino al 30 novembre 2014.  Per richiedere telefonare al numero 338 6276786, o scrivere all'indirizzo info@famigliabuonanovella.it. Informazioni dettagliate si possono su www.sintema.it.


CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI
Da settembre in Seminario
i percorsi di discernimento
Ideato un nuovo itinerario
per gli adolescenti

 
Riprendono con qualche novità le iniziative proposte dal Centro diocesano vocazioni, guidato da don Marco d’Agostino, per aiutare ragazzi e giovani a vivere un cammino di verifica e discernimento sulla propria vita. Accanto ai percorsi “Corri avanti” per i 18enni, “Chi cerca è trovato” per i giovani e “Svitati per Dio” per gli adolescenti, quest’anno vi sarà anche la possibilità di un ulteriore “Cammino vocazionale adolescenti”. Non manca poi la proposta mensile di adorazione a S. Girolamo.
 


NOTA DI DON ROBERTO ROTA
Forte appello a continuare
ad andare in Terra Santa
anche per sostenere i cristiani
A marzo col vescovo Dante
il pellegrinaggio diocesano

 
Pubblichiamo integralmente una nota di don Roberto Rota, responsabile del Segretariato diocesano pellegrinaggi, sull'importanza di continuare a partecipare a viaggi in Terra Santa. Oltre ad essere un importante aiuto spirituale e anche una imprescindibile forma di sussistenza per le popolazioni locali, soprattutto cristiane, che sempre più stanno diminuendo. Proprio dal 26 febbraio al 5 marzo 2015 la Chiesa cremonese, con il suo vescovo Dante, si farà pellegrina nei luoghi in cui il Figlio di Dio si è fatto uomo.

La situazione del Medio Oriente è da sempre precaria: i paesi che lo compongono sono a prevalenza arabi ma con sostanziali e profonde differenziazioni sia religiose sia politiche: alcuni schierati con l'Occidente (come l'Arabia Saudita e la Giordania), altri contrapposti a motivi di intricate vicende storiche, economiche e sociali, che spesso sfociano in guerre sanguinose, come quella che si sta combattendo in Siria e di cui nessuno oggi parla più.

 


I DATI 2013/2014
Oltre l'84% degli studenti
segue l'ora di religione
Don Anselmi (ufficio scuola):
«Puntiamo a fare laboratori
di cultura e umanità»

 
Saranno 172 gli insegnanti di religione (di questi 45 sacerdoti) che il prossimo anno scolastico opereranno nelle scuole – statali e paritarie – presenti sul territorio diocesano. Un servizio culturale fondamentale anche a fronte del numero degli alunni che si avvalgono dell’ora di religione: 38.751 tra bambini e ragazzi. Minima la flessione registrata tra il 2013 e il 2014: il calo è stato dell’1%. E proprio in questi giorni l'ufficio diocesano di pastorale scolastica, diretto da don Claudio Anselmi, sta procedendo alle nomine dei docenti, anche attraverso degli incontri personali attraverso i quali ricordare gli aspetti fondamentali del proprio servizio alla scuola e alla comunità cristiana.
 


SABATO 14 GIUGNO - CATTEDRALE
Don Bottesini ordinato prete
Il vescovo Dante nell'omelia:
«Ministro di misericordia
e segno di comunione»

 
Ministro di misericordia e servo della comunione. Su questi due fulcri essenziali don Matteo Bottesini, giovane diacono di Fontanella, dovrà costruire la propria identità sacerdotale. L’invito è venuto dal vescovo Lafranconi durante la liturgia di ordinazione che si è svolta nel pomeriggio di ieri in una Cattedrale colma di fedeli, soprattutto giovani. Presenti una cinquantina di sacerdoti, tra di essi il vicario generale mons. Mario Marchesi, i superiori del Seminario (il rettore don Trevisi, il direttore spirituale don Margini e il vicerettore don D'Agostino) e il parroco della comunità di origine, don Libero Salini, visibilmente emozionato. I seminaristi diocesani, compagni di don Matteo per un tratto significativo di cammino, hanno assicurato il servizio liturgico sotto l'abile regia del cerimoniere vescovile don Flavio Meani. L'intero rito è stato tramesso in diretta su Cremona1 e sul nostro portale grazie alla sinergia tra Teleradio Cremona e l'ufficio diocesano per le comunicazioni sociali.
 

Photogellery:   parte1   parte2   parte3   parte4   parte5

LA PRIMA MESSA A FONTANELLA

 


SOSTEGNO ALLA CHIESA
Nella parrocchie volontari
che sensibilizzino sull'8xmille
Ecco le destinazioni
dei contributi del 2013

 
Tempo di crisi e di risorse che si assottigliano, eppure aumentano le offerte per il sostentamento dei sacerdoti: ben il 3,7%. Il dato è emerso in un recente convegno tenuto a Bari e durante il quale si è fatto il punto sulla generosità degli italiani verso la comunità ecclesiale. «Dopo un lungo periodo di diffidenza e di distacco - afferma don Massimo Calvi, responsabile del servizio diocesano per il sostegno economico alla Chiesa – i fedeli si stanno riavvicinando ai loro pastori e questo è certamente dovuto anche all’impegno di trasparenza e di essenzialità portato avanti da Papa Francesco». Ma sono ancora tante le cose che gli italiani non sanno (o non hanno capito) su questo argomento: da qui l’idea di individuare degli operatori volontari che nelle parrocchie possa aiutare a fare chiarezza. A cominciare dal fatto che porre la propria firma nella casella dell’8xmille non comporta alcun aumento delle imposte.

La ripartizione in diocesi dei contributi dell'8xmille per il 2013



IL PUNTO
Nuove forme religiose
presenti in diocesi

Con «nuove forme religiose» si definisce una serie di movimenti provenienti in parte dalle cosiddette «religioni storiche». L’espressione corregge la dicitura, purtroppo ancora usata, di «sette». Si può applicare il termine «setta», che ha una connotazione negativa, solo a quelle esperienze che vanno contro le norme e le leggi fondamentali dei diritti della persona e della società. In questo senso solo certi gruppi satanici possono essere denominati tali.

TURISMO
Nuove norme per gite
e pellegrinaggi

La legge italiana regola, in virtù del federalismo, attraverso le leggi regionali l'attività turistica, alla quale sono soggette le parrocchie, gli oratori e ogni associazione o gruppo riconducibile alla realtà ecclesiale quando organizzano pellegrinaggi, viaggi, escursioni e soggiorni. La distinzione è d’obbligo per le caratteristiche e le finalità delle differenti iniziative. La normativa a cui fare riferimento, per quanto riguarda l’aspetto turistico, è la legge regionale 15 del 16 luglio 2007.

SCUOLA
Paritarie: contributo
all'educazione

Nel biennio che la Chiesa cremonese dedica alla scuola, un capitolo importante riguarda gli istituti cattolici o di ispirazione cristiana. Una presenza importante che nel corso dei secoli è stata assicurata dagli istituti religiosi e che ora vede protagonisti molti altri enti, tra i quali anche la diocesi.

TRIBUNALE
L'intervista a
don Massimo Calvi

I vescovi lombardi, riuniti per la sessione invernale al santuario di Caravaggio, hanno esaminato l'attività del tribunale ecclesiastico regionale, il quale si occupa soprattutto di nullità matrimoniali. A don Massimo Calvi, vicario giudiziale della nostra diocesi, abbiamo posto alcune domande su questo tema.

PASTORALE GIOVANILE
SU WWW.OTRINUOVI.IT

«Stento a crederci»:
On-line tutte le trasmissioni

Con la puntata dal titolo “Ma tu preghi ancora?”, andata in onda il 10 novembre sul nostro portale, si è conclusa la proposta di “STento a crederci”, il ciclo di trasmissioni web mensili ideato per i giovani in occasione dell’Anno della Fede da Focr, Ucs e Trc.

LA RIFLESSIONE
DI DON FRANZINI

Perché la Chiesa deve interessarsi di "politica"
È un’obiezione, o una domanda, che ricorre spesso oggi nel pubblico dibattito, anche nel nostro territorio: perché mai la Chiesa si interessa di politica? E su quali basi può legittimare i suoi interventi in campo sociale e politico? Non è forse altro il suo compito?

 

convegno firenze
redazioneportale@diocesidicremona.it


MailingList

feed rss

facebook

Liturgia


Media
 
 
 
La Vita Cattolica Avvenire
 
In Evidenza

ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
CALENDARIO GIORNATE MONDIALI E NAZIONALI
Tutte le date e i messaggi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona
dvd conte