HOME PAGE  |   CALENDARIO PASTORALE  |   AREA DOWNLOAD  |   LINK UTILI  |   ORARI MESSE  |   CONTATTI



linee pastorali
elezioni
adorazione
AGENDA
     25/04
     ore14.00
Giornata del Rosario Perpetuo
     27/04
     ore21.00
Presentazione del Grest
     02/05
     ore21.00
Pellegrinaggio cittadino alla Santa Casa
     03/05
     ore18.00
Incontro con Galli della Loggia
     04/05
     ore21.00
Presentazione del Grest a Caravaggio
   
Chiesa Cremonese
   Storia della diocesi
   Cronologia dei Vescovi
   Proprio diocesano
Vescovo
   Biografia
   Stemma
   Omelie
   Interventi
   Agenda
   Segreteria
Diocesi
   Curia vescovile
   Organismi consultivi
   Zone Pastorali e Parrocchie
   Santuari
   Istituzioni diocesane
   Aggregazioni ecclesiali
Persone
   Vescovi d'origine cremonese
   Sacerdoti diocesani
   Diaconi diocesani
Vita Consacrata
   Ist. Relig. Maschili
   Ist. Relig. Femminili
 
  Tribunale Ecclesiast.
Regionale Lombardo
  Casa della Comunicazione
  Centro Pastorale Diocesano
  Seminario Vescovile
  Ufficio Catechesi
  Ufficio Pastorale Familiare
  Ufficio Pastorale Scolastica
  Ufficio Pastorale Turismo
  Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici
  Monastero domenicano
  Monastero
della Visitazione
banner settimana santa 2014

MONASTERO DI SAN GIUSEPPE
Giovedì 1° maggio
apertura di chiostro e refettorio
del complesso di S. Sigismondo
Alle 11 la Messa solenne
con l'arcivescovo di Ravenna

Come è ormai consuetudine il 1° maggio, memoria liturgica di San Sigismondo, l'omonimo complesso situato a Cremona in piazza Bianca Maria Visconti, aprirà le proprie porte ai cremonesi e ai turisti. L’accesso al coro della chiesa, al chiostro e all’attiguo refettorio sarà possibile dalle ore 9 alle 10.30 e dalle 14 alle 17.30, con visite guidate ogni mezz’ora con partenza dall'ingresso del chiostro. Per quanto riguarda gli appuntamenti di carattere liturgico, alle 11 in chiesa si terrà la solenne Eucaristia presieduta da mons. Lorenzo Ghizzoni, arcivescovo di Ravenna-Cervia, amico di lunga data dalla comunità monastica guidata da madre Maria Caterina Aliani. Alle 18, il cappellano, don Daniele Piazzi, presiederà il canto dei Vespri.
 


ALLE 21 SU CREMONA1
Stasera al talk "La Piazza"
condotta da Giovanni Palisto
si parlerà del pellegrinaggio
degli adolescenti a Roma

 
Questa sera, alle ore 21, su Cremona1, durante il talk-show "La Piazza", si parlerà della canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, due Pontefici che, con il loro carisma e la loro profonda spiritualità, hanno segnato la storia non solo della Chiesa, ma dell'intera umanità. Il rito, che si terrà domenica 27 aprile, in piazza San Pietro richiamerà oltre un milione di persone. Alla trasmissione, condotta da Giovanni Palisto, parteciperanno anche don Paolo Arienti, presidente della Federazione Oratori Cremonesi e don Claudio Rasoli, direttore dell'ufficio diocesano per le comunicazioni sociali. I due sacerdoti faranno un bilancio del pellegrinaggio degli adolescenti a Roma che si è tenuto tra lunedì 21 e mercoledì 23 aprile, una trasferta che ha permesso agli duecento giovanissimi partecipanti di respirare l'attesa della città per questo evento che sarà certamente storico.
 


ZONA 1
Mercoledì 30 aprile
nella parrocchiale di Calcio
serata di preghiera e riflessione
per tutti gli insegnanti

 
Una serata di preghiera e riflessione per tutti gli insegnanti è promosso per mercoledì 30 aprile, alle 21, nella chiesa parrocchiale di Calcio. L’incontro, voluto dalla Commissione Catechesi della Zona Pastorale 1, è rivolta a quanti svolgono la propria professione nelle scuole del territorio o che qui vi risiedono. Lo schema della serata, che avrà come filo conduttore il brano evangelico del seminatore, richiama il logo del biennio pastorale 2012/2014 (dedicato proprio alla scuola): l’immagine di un germoglio che cresce.

Locandina (pdf)

 


ROMA - 23 APRILE
Con la professione di fede
nella basilica di S. Spirito
si è chiuso ufficialmente
il pellegrinaggio adolescenti

 
L'ultimo atto del pellegrinaggio diocesano degli adolescenti a Roma è stato vissuto alle 15.30 di mercoledì 23 aprile. Dopo l’esaltante mattinata passata insieme a Papa Francesco che ha invitato soprattutto i giovani a vivere con entusiasmo la fede in un Gesù vivo e ben presente nella vita, il gruppo cremonese si è ritrovato nella basilica di Santo Spirito in Sassia, a due passi dalla basilica vaticana, per la professione di fede. Poichè era quasi impossibile accedere in San Pietro per l’alto numero dei fedeli presenti in piazza, don Paolo Arienti, organizzatore del pellegrinaggio, ha optato per la chiesa che conserva la devozione alla Divina Misericordia, proprio a pochi giorni dalla festa patronale di domenica prossima, in concomitanza con la canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII.
 
 
 


29 APRILE A PIZZIGHETTONE
Verso il 1° maggio
All'oratorio di Pizzighettone
un incontro con Giovanni Fucili
direttore incubatore
imprese di Bergamo

 
Martedì 29 aprile, alle 21, presso l’oratorio San Luigi di Pizzighettone, la parrocchia di San Bassiano e il locale Circolo Acli invita giovani, responsabili del volontariato, amministratori e quanti vivono con interesse i mutamenti sociali in atto all’incontro con Giovanni Fucili, direttore incubatore imprese di Bergamo (coworking e nuovi lavori per giovani).
 


ALLE ORE 21
Domenica 27 aprile
nella chiesa del Cambonino
preghiera secondo lo stile
della comunità di Taizé

 
Il viaggio dell'estate scorso presso la comunità di Taizé in Francia di alcuni ragazzi della comunità di San Giuseppe in Cremona ha lasciato un segno profondo e non solo nel loro cuore. Infatti una volta tornati da questa esperienza di condivisione e di preghiera han sentito il desiderio di rivivere anche nella realtà parrocchiale quello che in grande si sperimenta nella comunità del piccolo paesino della Borgogna. Si sono quindi organizzati e han pensato di proporre una volta al mese un momento di preghierà sullo stile di Taizé. Il prossimo incontro si terrà domenica 27 aprile, alle 21, presso la chiesa parrocchiale del Cambonino. Una bella opportunità anche per chi, fino a qualche tempo fa, era già solito ritrovarsi in città per pregare secondo questa modalità.
 


MUSICA SACRA
Al via sabato la 10a edizione
della rassegna Canticum novum
Omaggio agli autori locali

 

Al via questo fine settimana la decima edizione della rassegna musicale “Canticum novum” promossa dall’Associazione “M. A. Ingegneri” con la Scuola diocesana di musica sacra “D. Caifa”. La rassegna del 2014 si preannuncia come un “Omaggio agli autori di musica sacra della diocesi di Cremona, dal XVI secolo ai nostri giorni” – come sottolinea il titolo della manifestazione – e si avvalso della fruttuosa collaborazione di molti cori diocesani che hanno adeguato i propri repertori inserendo musiche di autori locali. Primo appuntamento la sera di sabato 26 aprile a Commessaggio (MN) con “La Cappella delle laudi mariane” proposte dal Coro Monteverdi di Pizzighettone. Domenica 27 aprile (sempre alle 21) a Roggione il Coro Lingiardi di Mozzanica e la presentazione del cd dedicato a don Battista Restelli (in foto).

 


PUBBLICAZIONI NEC
Lunedì 28 aprile alle 17
a Cascina Moreni presentazione
di "Magichevolmente ... Nuove avventure per fata Caterina"
Il ricavato per il CAV di Cremona

 
Sarà presentato nel pomeriggio di lunedì 28 aprile “Magichevolmente … Nuove avventure per fata Caterina” il libro di Rossella Galletti edito dalla NEC-Nuova Editrice Cremonese. L’appuntamento è alle 17 a Casina Moreni: ad accogliere i bambini proprio fata Caterina insieme fate e folletti, usciti per l’occasione dalle storie del libro. Sarà possibile realizzare un dono per le mamme attraverso un semplice laboratorio creativo e visionare i lavori, pubblicati anche sul libro, delle scuole primarie di Brazzuoli e Beata Vergine e Canossa di Cremona. Il ricavato delle vendite andrà a sostegno del Centro di aiuto alla vita di Cremona.
 


3 MAGGIO - AL CENTRO PASTORALE
Ernesto Galli della Loggia
sullo Stato d'Israele
Terzo incontro in vista
del pellegrinaggio dei giovani

 
Il prof. Ernesto Galli della Loggia, docente universitario di storia contemporanea ed editorialista di punta del «Corriere della Sera», ha confermato la sua presenza sabato 3 maggio, alle ore 18, al Centro Pastorale diocesano. Il noto giornalista, ospite di molte trasmissionI televisive, interverrà al terzo incontro di preparazione al pellegrinaggio dei giovani in Terra Santa promosso da ODL (Oratori della Lombardia) dal 7 al 14 agosto. «Dopo un focus sul ruolo della donna nel mondo islamico e l’approfondimento sulla cultura e la religiosità del popolo ebraico – spiega don Paolo Arienti, responsabile di pastorale giovanile –, a Galli della Loggia chiederemo di illustrare il quadro storico e politico del Medio Oriente. In modo particolare il relatore approfondirà come è nato e si è sviluppato lo stato ebraico e quali conseguenze questa entità politica ha portato nel mondo musulmano».
 
I precedenti incontri:


PIANO TERRA - GREST 2014
Il 27 aprile e il 4 maggio
le serate per gli animatori
a Cremona e Caravaggio
On-line il flash mob da imparare

 
Non semplici spettatori, ma veri protagonisti, chiamati persino a cimentarsi in un flash mob che è già possibile imparare scaricando il video dal nostro portale. Si preannunciano così le due presentazioni del Grest 2014 pensate dalla Federazione Oratori Cremonesi per gli adolescenti che saranno chiamati a vivere l’estate da animatori. L’appuntamento è per la sera di domenica 27 aprile al Palazzetto dello sport di Cremona e la domenica successiva (4 maggio) all'oratorio di Caravaggio, in entrambi i casi inizio fissato alle 20.45. Special guest della serata cremonese sarà la band di Niccolò Agliardi, autore della colonna sonora della fortunatissima fiction di RaiUno “Braccialetti rossi”.

 Il flash mob da imparare per le serate del Grest (.mp4)

La presentazione del Grest ai responsabili

Lo speciale del nostro portale sul Grest 2014



20 APRILE - CATTEDRALE
Nel Pontificale di Pasqua
il Vescovo invoca con forza
più slancio in campo educativo:
«Troppi adulti come bambini»

 
Il messaggio contenuto nel mistero pasquale è chiaro: non si può custodire solo nel proprio cuore la scoperta della tomba vuota, è necessario condividerla con gli altri, annunziare a tutti che la morte è stata vinta una volta per tutte. Mons. Lafranconi durante il solenne Pontificale del mattino ha chiesto alla sua Chiesa di aprire le porte, di andare incontro alle persone, soprattutto ai giovani, senza paura per raccontare il più bel messaggio mai udito da che esiste l’umanità. La solenne Eucaristia è stata concelebrata dal vicario generale, mons. Mario Marchesi, dai delegati episcopali e dai canonici del Capitolo guidati dal presidente, mons. Giuseppe Perotti. All'inizio il presule ha asperso l'assemblea con l'acqua benedetta durante la veglia, quella stessa acqua che è servita a battezzare nove catecumeni. La celebrazione, trasmessa in diretta sul nostro portale e su Cremona1, si è conclusa con la benedizione apostolica cui è legata l'indulgenza plenaria. I canti sono stati proposti dal Coro della Cattedrale diretto da don Graziano Ghisolfi e accompagnati dal maestro Fausto Caporali al grande organo Mascioni, dal  maestro Marco Ruggeri al positivo e dal maestro Giovanni Grandi alla tromba. In prima fila il prefetto di Cremona Paola Picciafuochi.
 
 
Archivio della Settimana Santa 2014:


DA PASQUA A PENTECOSTE
Concessa da Papa Francesco
l'indulgenza plenaria
a quanti visiteranno
il santuario di Ariadello

 
Si celebra quest'anno il 350° anniversario della fondazione del Santuario di Ariadello di Soresina e per onorare degnamente questo anniversario, la parrocchia guidata da don Angelo Piccinelli, ha promosso un vero e proprio «Anno Mariano», inaugurato lo scorso 7 ottobre 2013 e che culminerà la seconda domenica di maggio quando si celebra la festa patronale del grazioso edificio sacro. Per l'occasione papa Francesco, su richiesta del Vescovo Dante, ha concesso l’indulgenza plenaria dal 20 aprile (S. Pasqua) all’8 giugno (Pentecoste).
 


RIFLESSIONE DI DON ARIENTI
Dalla sfida del «neknominate»
a quella delle citazioni di libri
Così anche i social network
veicolano la buona cultura

 
Si è scritto, ma soprattutto visto molto sulla «nek-nominate» che per settimane ha imperversato su facebook. Una moda passeggera, un segnale di pericolo, una delle tante cose giovani che contaminano anche gli adulti... Si diceva. In tanti hanno aderito, ma qualcuno ha saputo andare oltre: si sono lanciate mode alternative, sfidando il social ad essere una volta tanto spazio di buone notizie, belle perché segno di qualcuno che pensa e impiega bene il proprio tempo. Si è vista passare così una valanga di nominations alternative, a sfondo librario, dimostrazione che qualcuno, magari giovane o giovanissimo, ha qualcosa da dire. Cosa non banale, vista la nomea che certo mondo adulto appioppa ai più giovani, senza forse interrogarsi di quanto sta preparando e lasciando a chi verrà dopo.
 


27 APRILE AL MARISTELLA
Partita di calcio benefica
tra la Nazionale Italiana Preti
e la Rappresentativa Cremona
Ricavato agli alluvionati sardi

 
La Rappresentativa Cremona Calcio e la Nazionale Italiana Preti si sfideranno nel pomeriggio di domenica 27 aprile, alle 15.30, presso il centro sportivo Maristella per raccogliere fondi da destinare a una famiglia alluvionata della Sardegna: nonostante i mass-media non ne parlino quasi più, permanengo nell'isola le difficoltà e i problemi. L'iniziativa è stata promossa da don Davide Ferretti, parroco di Motta Baluffi e grande appassionato di calcio.
 
Nella foto la Seleçao Sacerdoti Calcio con don Ferretti e don Ghisoni


IL PUNTO DI MONS. BONAZZI
Con il prezioso contributo
della Fondazione Comunitaria
prosegue la catalogazione
dei beni storico-artistici
Interessate 44 parrocchie

 
Prosegue l'importante opera di catalogazione di beni storico-artistici di proprietà ecclesiastica della diocesi di Cremona, iniziata circa 15 anni fa. Il progetto, coordinato dall’Ufficio per i beni culturali, si avvale della collaborazione di quattro schedatrici che già avevano esperienza per la ricerca operata con l’amministrazione provinciale sui fondi regionali SIRBEC. Il proseguimento di questo progetto si è reso possibile per la disponibilità di fondi dell’ 8xmille della Chiesa Cattolica, completati da quelli messi a disposizione dalla diocesi. L’ultima fase di catalogazione è  stata realizzata con la disponibilità finanziaria della Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona, integrata dalla diocesi, per parrocchie site in provincia di Cremona.
 


I MISSIONARI CI SCRIVONO
Buone notizie da padre Brioni
saveriano in Sierra Leone:
«Dopo un anno di preparazione
il 4 maggio benedirò le nozze
di quattordici coppie
del villaggio di Marampa»

 
Buone notizie giungono da Makeni, in Sierra Leone, dove opera padre Luigi Brioni, missionario saveriano, originario di Villanova di Rivarolo del Re. Il religioso, nipote di quel mons. Brioni che fu abate di Casalmaggiore, scrive al nostro portale: «Personalmente sto bene, sono contento … anche se non senza croci. Ed il 4 maggio, dopo un anno di preparazione, benedirò insieme quattordici coppie di sposi a Marampa, un piccolo villaggio a 15 chilometri da Makeni … un evento che mi riempie il cuore e mi conferma che la perseveranza porta davvero i suoi frutti».
 


UNIVERSITA' DEL SACRO CUORE
Laurea per don Daniele Rossi
in Scienze dell'Educazione
Discussa una tesi
sul rapporto dei giovani
con i social network

 
Don Daniele Rossi, vicario di San Vittore Martire in Agnadello, nella mattinata di mercoledì 16 aprile si è brillantemente laureto in Scienze dell'Educazione presso la sede bresciana dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Il giovane sacerdote ha discusso una tesi dal titolo: «Media, giovani e problematiche educative». L'elaborato sviluppa il rapporto tra le nuove generazioni e i social network, evidenziando in modo particolare gli aspetti positivi anche in ambito pastorale. Don Rossi ha approfondito anche l'impegno di questi ultimi anni della Chiesa cattolica  nell'affascinante mondo digitale, nuova frontiera dell'evangelizzazione. Presidente della commissione esaminatrice era il prof. Pierpaolo Triani, che proprio nei giorni scorsi ha tenuto una interessante relazione alla due-giorni F.O.Cr. a Caravaggio. Complimenti a don Daniele per il brillante risultato!
 


INCONTRO ANNUALE
Il 25 aprile in Seminario
la giornata del Rosario perpetuo
Don D'Agostino (CDV):
«Pregare per le vocazioni
è un impegno di tutti»

 
Venerdì 25 aprile, in Seminario, a partire dalle ore 14, si terrà la tradizionale giornata annuale dei gruppi del "Rosario Perpetuo" e dei "Fortes in Fide", i cui membri quotidianamente pregano per le vocazioni sacerdotali. Il programma è, ormai, consolidato: dalle ore 14 i giovani studenti di teologia accoglieranno gli ospiti nel grande giardino, quindi alle 14.30 sarà recitato il Rosario per chiedere al Signore il dono di nuove vocazioni. Alle 15 è previsto un breve saluto di mons. Lafranconi, mentre alle 15.15 il Rettore del Seminario, don Enrico Trevisi, presiederà l'Eucaristia. A seguire un momento di familiarità e alle 17, nel salone Bolognini, sarà proposta una meditazione, fatta di immagini e di canti, dal titolo "Tu sei Pietro", vera e propria preparazione spirituale all'imminente canonizzazione dei Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. I canti della Messa e della successiva elevazione saranno proposti dal Corale «San Pio V» di Soncino diretta dal maestro Roberto Grazioli. A don Marco D'Agostino, responsabile del CDV, abbiamo rivolto alcune domande sulla giornata e sull'importanza del pregare per le vocazioni.
 


ALBINO (BERGAMO)
Corso residenziale
di formazione per operatori
di pastorale della salute
dal 16 al 27 giugno

 
È in programma dal 16 al 27 giugno ad Albino, nella Bergamasca, il corso residenziale di educazione pastorale clinica promosso dagli uffici di pastorale della salute delle diocesi lombarde. Il percorso formativo, della durata di 10 giornate, è rivolto a quanti (sacerdoti, religiosi, operatori pastorali o volontari) si dedicano alla cura delle persone malate, disabili, anziane fragili o in situazione di crisi: previsti momenti formativi e di tirocinio in ospedale

Scarica la brochure informativa (pdf)



11 APRILE
Concluso il corso
«La fabbrica della Scuola»
A disposizione un volume
che raccoglie le relazioni

 
Si è concluso nei giorni scorsi il corso di aggiornamento per insegnanti coordinato dall’Ufficio diocesano per la pastorale scolastica diretto da don Claudio Anselmi. L’incontro, svoltosi nel pomeriggio di venerdì 11 aprile al Centro Pastorale diocesano di Cremona alla presenza di oltre novanta insegnanti, è stato anche occasione per presentare il volumetto “La fabbrica della scuola” in cui sono raccolte gli atti del convegno diocesano che a ottobre aveva visto intervenire il professor Pier Cesare Rivoltella e gli interventi successivi della prof. Paola Bignardi e di don Romeo Cavedo. Copie del libretto, che è stato dedicato al maestro Mario Lodi, recentemente scomparso, sono a disposizione in Curia presso l’Ufficio scuola.
 
Nella foto il convegno diocesano col prof. Rivoltella e la copertina del volume


MOZAMBICO
Nuova terra di missione
per padre Andrea Facchetti:
il saveriano viadanese
da marzo è a Charre

 
Nuova destinazione in Mozambico per il missionario saveriano di origine viadanese padre Andrea Facchetti che, lasciata Chemba, dall’inizio di marzo si trova a Charre, dove gli è stato chiesto di integrare la comunità locale. Questa dovrebbe essere la sua destinazione definitiva, almeno per qualche anno.
 
In fotografia padre Facchetti insieme a pai Emilio (contadino e allevatore), la moglie Lucia e tre dei loro sette figli: Melo, Pedro e Maria


SAN PAOLO E PAOLINE
In libreria il secondo volume
dedicato agli adolescenti
di don Marco D'Agostino
"Posso fare ciò che voglio?"
dedicato alla libertà

 
È già in vendita nelle migliori librerie il secondo volume delle collana dedicata agli adolescenti curata da don Marco D'Agostino, sacerdote cremonese e vicerettore del Liceo classico-scientifico "Vida". Dopo il grande successo di «A Dio, cosa importa di me?» presentato lo scorso 31 marzo in Seminario, ecco «Posso fare ciò che voglio?» edito congiuntamente da San Paolo e Paoline.
 


14 APRILE IN EPISCOPIO
La consegna della veste bianca
alla seconda comunità
del Cammino Neocatecumenale
della parrocchia di S. Ilario

 
Dopo venticinque anni di Cammino Neocatecumenale i sessantasei membri della seconda comunità della parrocchia cittadina di Sant'Ilario hanno ricevuto da mons. Lafranconi la veste bianca durante una suggestiva celebrazione avvenuta nel tardo pomeriggio di lunedì 14 aprile, nella cappella di Santo Stefano del palazzo vescovile. Il «Cammino», nato nel 1964 dall'intuizione di Francisco (Kiko) Argüello e di Carmen Hernández, è un itinerario catechistico di riscoperta del proprio battesimo: attraverso tappe e scrutini i membri si appropriano del dono grande della figliolanza divina e la testimoniano nel mondo. Ad animare la liturgia vi erano i catechisti dell'équipe di Piacenza che hanno seguito fin dal suo sorgere questa comunità di cui fanno parte anche don Giacomo Ghidoni, collaboratore parrocchiale a Sospiro e don Silvio Aboletti, parroco di Cascine San Pietro a Cassano d'Adda.
 
Photogallery:      prima parte     seconda parte


EDITORIA DIOCESANA
Il numero pasquale
di "Chiesa in Cammino"
il periodico del Seminario
D'ora in poi sarà possibile
riceverlo via mail

 
È in distribuzione il numero pasquale di "Chiesa in Cammino", il periodico del Seminario Vescovile diretto da don Claudio Rasoli. Oltre agli auguri del rettore don Enrico Trevisi da segnalare un ampio reportage sulla celebrazione dei ministeri del lettorato e accolitato avvenuta domenica 9 marzo a Covo, un servizio sulla visita apostolica di mons. Luigi Martella, vescovo di Molfetta, e un intervento di don Paolo Fusar Imperatore sulle iniziative della Biblioteca di cui è direttore. Il paginone centrale, curato da don Bruno Bignami, docente di teologia morale e parroco di Picenengo, è dedicato alla povertà del sacerdote. Non manca la riflessione di don Marco D'Agostino, responsabile del Centro Diocesano Vocazioni e la rubrica dedicata ai sacerdoti deceduti in questo periodo, sono ricordati: don Angelo Vailati, mons. Giuseppe Bombeccari, don Palmiro Ghidetti e mons. Cesare Zaffanella. In ultima pagina la segnalazione di due eventi importanti: il 25 aprile la Giornata del "Rosario Perpetuo" e dei "Fortes in Fide" e il 14 giugno l'ordinazione sacerdotale di don Matteo Bottesini, diacono originario di Fontanella.
 


ORIGINARIA DI SAN MICHELE
Testimonianza di Chiara Rossi
giovane postulante
tra le suore Adoratrici:
«So a chi ho dato fiducia»

 
La crisi delle vocazioni, sia sacerdotali e sia religiose, si sente da diversi anni anche nella nostra diocesi, un tempo così ricca di consacrati. Eppure non mancano giovani che, controcorrente, decidono di lasciare tutto per seguire il Signore. Come gli apostoli lasciarono le loro reti per andare dietro il Maestro, così Chiara Rossi, 26enne di Cremona, ha smesso i panni di educatrice ed è entrata, per un periodo di prova, nelle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento di Rivolta d’Adda. La sua esperienza, nella comunità di Pachino, nell'estremo sud-est della Sicilia, è iniziata ormai da alcuni mesi.
 


SABATO 12 APRILE - CREMONA
Adorazione e confessioni
in Cattedrale fino alle 24
Al via il tempo di grazia
per assolvere dalla scomunica
per il grave peccato di aborto

 
Sabato 12 aprile, il primo giorno del tempo nel quale i tutti i sacerdoti possono assolvere dalla scomunica legata al grave peccato di aborto, mons. Dante Lafranconi ha condotto un'intensa adorazione eucaristica in Cattedrale durante la quale si è messo a disposizione per le confessioni. L'iniziativa, che si è svolta tra le 21 e le 24, era in sintonia con la «24 ore per il Signore», promossa a Roma tra il 27 e il 28 marzo dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione per porre al centro la grandezza del sacramento della Penitenza. Quell'evento ebbe un grande impatto mediatico poichè fu presieduto da Papa Francesco il quale, per primo, volle confessarsi da un semplice sacerdote. Una trentina le persone presenti all'adorazione, tra di essi numerosi sacerdoti della città, oltre al rettore-parroco mons. Ruggero Zucchelli e al presidente del Capitolo mons. Giuseppe Perotti. La facoltà della assoluzione della scomunica potrà essere esercitata fino al 27 aprile, domenica «in albis» o della «Divina Misericordia».

Photogallery dell'adorazione

 


VENERDì 11 APRILE
Bach grande protagonista
del concerto del Polifonico
nella Cattedrale di Cremona
Plauso del vescovo Lafranconi

 
«Per Bach la musica era religione, comporla il suo credo, suonarla una funzione religiosa». Con questa frase, Leonard Bernstein riassume l’importanza della fede nelle composizioni di Bach. Non deve allora stupire che il Polifonico, per l’ormai tradizionale concerto che apre la Settimana Santa, in Cattedrale, abbia scelto proprio due brani del compositore tedesco affiancate allo “Stabat Mater” del coevo Antonio Caldara. Pagine che, come ha sottolineato mons. Lafranconi - esprimono «Sentimenti profondi da riscoprire in questi giorni che andiamo ad iniziare».
 
 


10 APRILE A CARAVAGGIO
L'incontro dei vescovi lombardi
con mons. Nunzio Galantino
segretario generale CEI
Un dialogo ampio e cordiale

 
Giovedì 10 aprile, presso il Centro di Spiritualità del Santuario di Caravaggio (Bg) si è riunita la Conferenza Episcopale Lombarda presieduta dal card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano. Nella sessione pomeridiana dei lavori, i Vescovi delle dieci diocesi della nostra regione hanno accolto mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana, per un dialogo ampio e cordiale. Con questo incontro il presule ha concluso il programma di visite in tutte le regioni ecclesiastiche italiane.
 


10 APRILE - CREMONA
Tutti gli interventi
dei nove candidati sindaci
presenti all'incontro
promosso dalla zona sesta

 
Serata intensa e partecipata quella che giovedì 10 aprile, in una gremita sala Bonomelli del Centro pastorale diocesano, ha visto confrontarsi i candidati sindaco per Cremona. L’iniziata, una novità assoluta in questo genere, è stata voluta dalle parrocchie della città che, attraverso il Consiglio pastorale zonale e la Commissione di pastorale sociale, hanno predisposto due corpose domande su cui i candidati sindaco si sono confrontati. Sotto esame, partendo da una fotografia di Cremona, i progetti per aprire la città al futuro dando speranza ai giovani, e poi il ruolo della cultura e delle eccellenze locali nell’ottica di una realtà che deve essere sempre più europea. Ma si è parlato anche di famiglia, sussidiarietà e integrazione, senza tralasciare neppure i temi dell’ambiente. L'appuntamento è stato coordinato dall'ufficio diocesano per le comunicazioni sociali.
 
 


44 DIOCESI COINVOLTE
Gmg Cracovia 2016
al via la macchina organizzativa
Attesi due milioni di giovani
nella terra di Papa Wojtyla

 
Tutte le città e tutte le diocesi che, dal 1984, anno in cui è stata istituita per una felice intuizione di Giovanni Paolo II, sono state toccate dalla Giornata mondiale dei giovani (Gmg) ne sono uscite trasformate. Impossibile, infatti, ospitare una Gmg e uscirne indenni. Non solo dal punto di vista logistico, ma spirituale, pastorale e culturale. Ogni volta i giovani del mondo fanno fare un balzo in avanti alla nazione e alla città che li ospita: “È il loro immancabile dono”. Se poi questa città è Cracovia e la nazione è la Polonia, allora tutto ciò è doppiamente vero. Ne è convinto il cardinale Stanislaw Dziwisz, arcivescovo della città polacca designata ad ospitare la prossima edizione internazionale della Gmg, nel luglio 2016 (26-31).
 


GIUNTI ALTRI PROFUGHI
Don Pezzetti (Caritas):
«Manifestazioni fuori luogo
davanti a strutture dove
non vengono prese decisioni»

 
«Ognuno ha diritto di esprimere il proprio pensiero liberamente, ma francamente mi è sembrato fuori luogo il presidio di ieri sera contro l'arrivo dei profughi del Nord Africa davanti alla Casa dell'Accoglienza. Forse occorrerebbe manifestare in altri luoghi più idonei». È particolarmente dispiaciuto don Antonio Pezzetti, direttore di Caritas cremonese, del sit-in promosso dalla Lega Nord e che ha visto scendere in strada diversi militanti del Carroccio con cartelli molto eloquenti. «Il Tavolo coordinato della Prefetttura e a cui siedono tutti gli enti interessati alla sicurezza e all'accoglienza ha già fatto presente al governo le tante difficoltà che provocano questi arrivi: non c'è solo da allestire una prima accoglienza dignitosa, ma anche da gestire una presenza sul territorio che sarà sicuramente non breve e, in un contesto di così grave crisi economica, estremamente complicata».

Photogallery

 


QUARESIMA SUL WEB
On line la sesta preghiera
guidata dal vescovo Dante
Al centro la Passione di Matteo
In studio i seminaristi

 
Il Vangelo della passione di Matteo, proclamato in tutte le chiese la domenica delle Palme, è stato al centro della riflessione e della preghiera che il Vescovo Lafranconi ha guidato giovedì 10 aprile, alle 20.45, sul portale diocesano. Gli incontri quaresimali settimanali si sono conclusi guardando in modo particolare alla Settimana Santa e ai misteri centrali della fede cristiana: la morte e la risurrezione di Cristo. In questo ultimo appuntamento erano ospiti degli studi di Teleradio Cremona i giovani studenti del Seminario vescovile insieme al diacono don Matteo Bottesini che sarà ordinato sacerdote il prossimo 14 giugno.

Guarda la sesta puntata

Photogallery della sesta puntata

Preghiera delle Palme (pdf)

Archivio:



LA RIFLESSIONE
Sì della Regione al referendum
per riaprire le case chiuse
Davanzo (Caritas): «Più urgente
contrastare la crimilità»

 
Il Consiglio regionale lombardo ha chiesto formalmente un referendum per l'abrogazione parziale della legge Merlin che regola la prostituzione, in vista di una riapertura delle ’case chiuse’ auspicata dal centrodestra. È stato probabilmente decisivo (numeri alla mano, considerata la scelta finale del voto segreto chiesto da Umberto Ambrosoli) il sostegno annunciato dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, col Nuovo Centrodestra che ha votato invece contro come Pd e Patto Civico. Una scelta estremamente grave, che ci riporta indietro di molti anni. A tal proposito pubblichiamo una riflessione di don Roberto Davanzo, direttore della Caritas ambrosiana e delegato regionale delle Caritas Lombarde.

Ed ecco che ci risiamo. Con una periodicità quasi prevedibile sono tornati i detrattori della legge Merlin, quella che nel 1958 decise la soppressione delle «case chiuse», che stavano a significare la benedizione dello Stato nei confronti della prostituzione, il riconoscimento in carta da bollo che il corpo di una donna potesse essere oggetto di compravendita. Che insomma il maschio latino potesse immaginarsi legittimamente con la doppia faccia dell’uomo di casa, del marito, del padre da un lato, dello sciupafemmine, del trasgressore sessuale dall’altro.

 


FECONDAZIONE
La Consulta per l'eterologa
Gambino (docente di diritto):
«Interessi del nascituro
dopo i "diritti" degli adulti»

 
Il divieto di fecondazione eterologa è incostituzionale. Lo ha stabilito mercoledì 9 aprile, la Consulta, dichiarando l’illegittimità della norma della legge 40 che vieta il ricorso a un donatore esterno di gameti (ovociti o spermatozoi) nei casi di infertilità assoluta. «La Corte costituzionale, nell’odierna Camera di Consiglio - si legge nel comunicato di tre righe diffuso ieri dall’ufficio stampa - ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli articoli 4, comma 3, 9, commi 1 e 3, e 12, comma1, della Legge 19 febbraio 2004, n. 40, relativi al divieto di fecondazione eterologa medicalmente assistita». I giudici costituzionali hanno accolto i ricorsi presentati dai tribunali di Milano, Firenze e Catania. Alberto Gambino, ordinario di diritto privato e direttore del Dipartimento di scienze umane dell’Università europea di Roma mostra una seria preoccupazione.
 


MERCOLEDì 9 APRILE - CREMONA
Messa del Vescovo in carcere
I detenuti: «La terra ci rifiuta
e vuole che lo faccia anche Dio»
Benedetta una Via Crucis

 
Nel pomeriggio di mercoledì 9 aprile il vescovo Lafranconi è tornato nella Casa Circondariale di Cremona per celebrare la Messa pasquale con i detenuti della parte vecchia. Il giorno precedente, infatti, si era recato nel padiglione inaugurato solo cinque mesi fa e nella nuova cappella aveva celebrato l'Eucaristia con una quarantina di persone. L'appuntamento di mercoledì, invece, ha avuto luogo nel grande teatro alla presenza dell'autorità cittadine: oltre al direttore Ornella Bellezza - accompagnata dal comandante degli agenti Maria Teresa Filippone e dal suo vice Alessandra Onofri - erano presenti il sindaco di Cremona, prof. Oreste Perri e il suo capo di gabinetto, sen. Walter Montini. In prima fila anche le volontarie dell'associazione "Il Baule" che si impegna a distribuire indumenti e alcuni membri di Comunione e Liberazione, i quali, settimanalmente propongono, delle catechesi o animano nel canto l'Eucaristia festiva. Tra i più applauditi il pittore Graziano Bertoldi che da tempo tiene dei corsi di pittura: se a Natale l'artista cremonese insieme ad una dozzina di detenuti aveva realizzato una bella Annunciazione, questa volta si è cimentato in una via Crucis che sarà esposta dal 12 aprile al 13 maggio nel battistero della Cattedrale. Successivamente le quattordici tavole orneranno la cappella del nuovo padiglione. La Messa è stata concelebrata dai cappellani don Bosio e don Musa e dal vicedirettore di Caritas cremonese don Ghilardi. Il servizio all'altare è stato assicurato da Marco Ruggeri, diacono permanente e operatore Caritas nella casa circondariale.I canti sono stati eseguiti dal nuovo coro dei detenuti animato da alcuni membri di CL.
 
 
 


MARTEDì 8 APRILE - CREMONA
Via Crucis scuole paritarie
Il vescovo Lafranconi:
«L'accettazione della Croce
è segno di amore autentico»

 
Oltre mille persone hanno partecipato, nella serata di martedì 8 aprile, all'ormai tradizionale "Via Crucis" promossa per le vie del centro di Cremona dalle scuole paritarie "Sacra Famiglia" e "Beata Vergine". Presenti anche i piccoli alunni delle scuole dell'Infanzia "Sant'Angelo" di via Sabotino gestita dalla cooperativa Cittanova. Alle 20.30, in una gremitissima piazza Stradivari, mons. Dante Lafranconi, affiancato da don Davide Pezzali, vicario della Beata Vergine di Caravaggio e insegnante di religione alla Sacra Famiglia, ha dato inizio alla preghiera itinerante. Le cinque stazioni presentate a ragazzi e genitori sono state impreziosite da brani di scritti o discorsi dei Papa Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II che saranno canonizzati il prossimo 27 aprile in piazza San Pietro. Particolarmente suggestivi i canti offerti dal coro San Facio diretto da Barbara Leopizzi e accompagnato da un ensemble di fiati guidati dal docente di musica Giovanni Grandi.
 


CASALASCHI ALLA RIBALTA
Il coro "Joy Voices"
a "La Canzone di Noi"
sull'emittente TV2000
Centinaia di visite su youtube

 
L’ormai collaudato mix di bravura e simpatia ha caratterizzato l’esibizione televisiva del coro giovanile Joy Voices di Casalmaggiore in diretta lunedì 7 aprile sull'emittente nazionale TV2000 nell’ambito della trasmissione “La Canzone di Noi”, rassegna nazionale canora in onda ogni giorno alle 17.30.
 


NOTA DELLA F.O.Cr.
Norme sulla tutela dei minori
Precisazione del Ministero:
certificato non richiesto
a quanti operano da volontari

 
Nei giorni scorsi si è sollevato qualche domanda non banale in merito ad una normativa recentemente emanata dallo Stato. Essa prevede l’obbligo del certificato da richiedere al casellario giudiziale per maggiorenni che lavorano in modo continuativo con minori, nell’ambito della normativa contri gli abusi sui minori (decreto legislativo in materia di lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori, nr. 39 del 2014). La norma ha sollevato l’interrogativo se l’obbligo fosse esteso anche ai volontari delle Parrocchie e degli Oratori.
 


10 APRILE A SORESINA
All'ultimo quaresimale
l'attore Angelo Franchini
ha proposto lo spettacolo
"Il tremendo silenzio di Maria"

 
Il ciclo degli appuntamenti quaresimali nella parrocchia di Soresina nell’Anno Mariano si è chiuso, giovedì 10 aprile, nella chiesa del Buon Pastore in oratorio, con un momento artistico-teatrale: “Il tremendo silenzio di Maria”. Angelo Franchini, scrittore e attore di incontri teatrali ispirati al Vangelo, ha interpretato «il grido di preghiera e di poesia» che lui stesso, per primo, ha «gridato».

I precedenti incontri:

 



ZONE UNO E DUE
Concluso il percorso giovani
«Avrò cura di te»
A confronto le vocazioni
sacerdotale e matrimoniale

 
Domenica 6 aprile si è concluso il ciclo dei quattro incontri rivolti ai giovani delle zone 1 e 2 della diocesi dal titolo "Avrò cura di te... perchè sei un essere speciale". Tema della serata è stato il confronto tra la vocazione sacerdotale e quella matrimoniale. Sara Arcaini ha intervistato don Michele Rocchetti, prete dallo scorso giugno, e i coniugi Leoni Carlo e Roberta, sposi da ventisette anni.
 
 
Archivio:


GRECIA - DAL 31 MARZO AL 5 APRILE
Il reportage e le foto
del pellegrinaggio diocesano
sulle tracce di San Paolo
guidato dal vescovo Dante

 
Dal 31 marzo al 5 aprile si è svolto il pellegrinaggio diocesano in Grecia presieduto dal vescovo Lafranconi. In particolare sono stati visitati tre luoghi che hanno ricevuto il primo annuncio del Vangelo dall'apostolo Paolo: Salonicco - l'antica Tessalonica -, Atene e Corinto. Oggi le prime due sono città moderne dove i ricordi del tempo di Paolo sono assai modesti e dove i cristiani ortodossi custodiscono le antiche chiese bizantine, costruite al tempo della chiesa indivisa, mentre Corinto è un'area archeologica complessa ma molto importante.
 


BOZZOLO - 6 APRILE
Celebrazione eucaristica
del vescovo Luigi Bettazzi
nel 55° della scomparsa
di don Primo Mazzolari

 
Domenica 6 aprile la comunità di Bozzolo ha commemorato il suo parroco, don Primo Mazzolari, nel 55esimo anniversario della morte. Nel pomeriggio in chiesa parrocchiale il vescovo emerito di Ivrea, mons. Luigi Bettazzi, ha presieduto la solenne Eucaristia. L’appuntamento di domenica ha fatto seguito all’intensa giornata di sabato 5 caratterizzata, nella mattinata, dall’approfondimento del rapporto di don Primo con la Liturgia nel Convegno di studi tenutosi a Crema e, nel pomeriggio, dalla presentazione, presso il Centro pastorale diocesano, della biografia curata da don Bruno Bignami.

Omelia di mons. Bettazzi (mp3)          Photogallery

Foto gentilmente concesse dallo studio fotografico Agosta di Bozzolo

Archivio:



6 APRILE - MUSEO DEL VIOLINO
Presentato il progetto
«Una casa per le donne»
Coinvolgente concerto
dell'Orchestra dei Popoli

 
Non un semplice concerto, ma un viaggio entusiasmante nella cultura musicale di nazioni tanto diverse tra loro quanto accomunate dal desiderio di trasmettere l'amore per la vita. Questo ha offerto l'Orchestra dei Popoli durante la presentazione del nuovo progetto "Una casa per le donne" che si è tenuto nel meraviglioso auditorium "Giovanni Arvedi" del Museo del Violino di Cremona. La struttura che sarà aperta all'accoglienza di donne fragili troverà dimora nell'ex sede delle Oblate di Nostra Signora in via Ettore Sacchi 15. A presentare l'ambizioso progetto la coordinatrice, dottoressa Paola Bignardi, che è stata preceduta dai saluti del vescovo Lafranconi e del sindaco Oreste Perri. Davvero coinvolgente l'ensemble di 18 giovani musicisti - l'organico completo è di 60 - diretto dal maestro Alberto Serrapiglio che ha scelto un programma ambizioso, ma eseguito con grande maestria. L'intera serata sarà trasmessa nei prossimi giorni dall'emittente Cremona1 (canale digitale 211).
 
Audio:
 


DOMENICA 6 MARZO
Alla cascina Cambonino Vecchio
alla presenza del Vescovo
chiusi i festeggiamenti
per il 150° di padre Pasquali

 
Si sono conclusi nel pomeriggio di domenica 6 aprile i festeggiamenti promossi a Cremona per il 150esimo anniversario della nascita di padre Silvio Pasquali, missionario del PIME e fondatore in India della congregazione delle Suore Catechiste di Sant’Anna. L’ultimo appuntamento è stato nella Cascina Cambonino, dove nacque il 5 aprile 1864. Presente il vescovo Lafranconi che ha presieduto il Vespro, cui è seguita la visita alla mostra fotografica dedicata al padre.

Photogallery

Omelia del vescovo        Ringraziamento del parrocco

 
Archivio:


4 APRILE - LOCANDA TORRIANI
Penultimo Café teologico
con la dott. Mantovani
Al centro dell'attenzione
le pillole contraccetive

 
Cosa è giusto e cosa è sbagliato? La domanda fondamentale da porsi di fronte ad ogni scelta, ha guidato la dott.ssa Chiara Mantovani, perfezionata in bioetica, membro dei Consigli Nazionali di Scienza & Vita e dell'AMCI (Associazione Medici Cattolici Italiani) nella sua relazione dedicata alle pillole contraccettive durante il Cafè teologico di venerdì 4 aprile alla Locanda Torriani.
 
 
Archivio dei precedenti incontri:


BIBLIOTECA DEL SEMINARIO
Relazione di don Bonometti
su don Illemo Camelli
sacerdote, artista
e conservatore del Museo Civico

 
Sabato 5 aprile, presso la sala di lettura della Biblioteca del Seminario, si è svolto il quarto appuntamento della rassegna “Un tè in Biblioteca” promossa dall'Associazione “Amici BiMu”. È intervenuto lo storico dell'arte don Pietro Bonometti, rettore della chiesa di Santa Margherita e Pelagia, che ha presentato una relazione su Illemo Camelli, poliedrico sacerdote cremonese, figura emblematica del panorama artistico e culturale cittadino della prima metà del XX secolo.


SABATO 5 APRILE
A Casalbuttano i funerali
di don Pietro Guerreschi
Il Vescovo: «Un prete convinto
e contento della sua vocazione»

 
«Un prete convinto e contento della sua vocazione». È con queste parole che il vescovo Dante Lafranconi ha ricordato don Pietro Guerreschi, arciprete emerito di Casalbuttano (classe 1928 originario di San Bassano), deceduto lo scorso 3 aprile nella casa di riposo del paese. Le esequie si sono svolte nel pomeriggio di sabato 5 aprile nella chiesa parrocchiale, gremita di fedeli. Don Piero (come tutti lo chiamavano) arrivò nella parrocchia di S. Giorgio da sacerdote novello (vicario per 11 anni); poi tornò per altri 15 anni da parroco (dal 1988 al 2003). Nel 2010 era ritornato a Casalbuttano, ospite della casa di riposo del paese.

Omelia del vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery

 


IN VIA XI FEBBRAIO
Da domenica 13 aprile
apertura nei fine settimana
di S. Maria Maddalena
grazie ai volontari del Touring
Alle 18 concerto
delle voci bianchi
dell'istituto Monteverdi

 
Il Club di Territorio Touring di Cremona ha reso noto che la chiesa di S. Maria Maddalena di via XI Febbraio, sussidiaria di Sant'Imerio, grazie ai volontari Touring per il patrimonio culturale, verrà riaperta domenica 13 aprile, al pomeriggio, e potrà poi essere visitata nei fine settimana (dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18). Per l’occasione, alle ore 18, si esibirà in concerto il coro di voci bianche dell’Istituto Monteverdi di Cremona diretto da H. Raul Dominguez con ingresso libero e aperto a tutti.
 


2-3 APRILE - F.O.CR.
La sintesi della due-giorni
responsabili di oratorio
sulla pastorale vocazionale
al santuario di Caravaggio

 
Ricche e interessanti le relazioni che hanno animato la due giorni assistenti di oratorio organizzata come da tradizione dalla F.O.Cr., mercoledì 2 e giovedì 3 aprile. L’incontro residenziale si è tenuto nella cornice accogliente e decisamente adatta del Santuario di Caravaggio, nel suo centro di spiritualità, attrezzato e utile anche per consentire a tutti la partecipazione. Il focus tematico, scelto in collaborazione con il CDV, verteva sulla vocazione, la sua pertinenza in pastorale giovanile, la situazione attuale e le prospettive.

2 marzo: la prima giornata con il prof. Triani

Relazioni del 3 marzo (pdf)

Audio del 3 marzo:

 


30 MARZO - SENTINELLE IN PIEDI
200 persone a Casalmaggiore
manifestano a favore
della famiglia naturale:
«No ad ogni discriminazione»

 
Quella di Casalmaggiore è una delle quaranta piazze italiane in cui le «Sentinelle in Piedi», movimento apartitico e aconfessionale, hanno vegliato per la libertà di pensiero. Oltre 200 persone, giunte da tutto il Casalasco, ma anche dal Viadanese, si sono disposte in file di sette sul Listone, guardando al palazzo comunale. Prima dell'inizio della manifestazione, che consisteva nello stare in piedi e in silenzio, leggendo un libro e con un lumino accesso, il portavoce del movimento ha ricordato le motivazioni: «Ci opponiamo al disegno di legge Scalfarotto contro l'omofobia, in questo momento in discussione in Senato. Questa legge che è stata pubblicizzata con lo scopo di tutelare le persone omossessuali e transessuali da insulti e violenze e minacce in realtà ha lo scopo di imbavagliare bocche e coscienze affinchè nessuno si possa più opporre ad altri progetti come il matrimonio tra persone dello stesso sesso, la conseguente adozioni di bambini e pratiche come la maternità surrogata (utero in affitto). Lo stesso Scalfarotto afferma queste cose nel suo blog (23 settembre 2013)». La veglia si è svolta con grande tranquillità, non ci sono state proteste o provocazioni come è accaduto a Cremona. In mattinata un contro-raduno, promosso dall'Arcigay e altre associazioni, ha raccolto sempre in piazza Garibaldi un centinaio di persone che hanno manifestato seduti in maniera pacifica e rispettosa.
 
 
Archivio:


28 MARZO A BONEMERSE
«Uomo di educazione e carità»
Le esequie di mons. Zaffanella
celebrate dal Vescovo
In centinaia per l'ultimo saluto

 
Un uomo di educazione e di carità che nei suoi ventiquattro anni come fidei donum in Argentina ha sempre tenuto vivo l’anelito missionario nella sua Chiesa d’origine. Il vescovo Lafranconi ha così ricordato mons. Cesare Zaffanella, deceduto lo scorso 26 marzo per un male incurabile all’Ospedale di Cremona, durante le solenni esequie celebrate venerdì 28 marzo nella chiesa di Santa Maria Nascente a Bonemerse, dove il sacerdote defunto era parroco da neanche cinque anni. Centinaia le persone, sia della comunità sia del movimento di Comunione e Liberazione, che non hanno voluto mancare all’ultimo saluto di un padre, un amico, un confidente, un compagno di viaggio. In decine hanno dovuto seguire il rito dal sagrato grazie ad alcuni amplificatori installati per l’occasione. Una sessantina i sacerdoti concelebranti, tra di essi il vicario generale mons. Marchesi, i delegati episcopali mons. Barbieri e don Maglia, il vicario zonale don Censori e i compagni di ordinazione don Trabucchi, don Vago, don Ferrari e mons. Rini da molti anni collaboratore domenicale in parrocchia e che ha coordinato la celebrazione insieme al cerimoniere vescovile don Meani. Presenti il sindaco del paese, Luigi Guarneri, in fascia tricolore e il consigliere regionale Carlo Malvezzi. La schola Cantorum parrocchiale “Don Natale Bellani” rafforzata dai membri del Coro San Facio, ben diretti da Ilaria Geroldi e altrettanto ben accompagnati all’organo dal maestro Berettini, hanno offerto alcuni brani in polifonia, tra cui un singolare canto argentino dedicato alla Vergine Maria. Mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, ha fatto pervenire, attraverso il vescovo Dante, la propria partecipazione: con don Cesare, infatti, il presule pugliese ha condiviso molti anni di ministero in Sud America.
 

Photogallery:    parte 1     parte 2

Omelia di mons. Dante Lafranconi (mp3)

Testimonianza delle suore di Vitorchiano (mp3)

 


27 MARZO - CASALMORANO
Il Vescovo Dante in visita
alla Fondazione Sacro Cuore
per gli auguri pasquali
a ospiti e dipendenti

 
Nel pomeriggio di giovedì 27 marzo il vescovo Lafranconi ha fatto visita alla Fondazione Villa Sacro  Cuore - Coniugi Preyer di Casalmorano per gli auguri pasquali ai 111 ospiti e agli 82 dipendenti e per partecipare al Consiglio di amministrazione durante il quale è stato esaminato ed approvato il bilancio consultivo 2013. Il presule è stato accolto dal presidente Virgilio Galli, dal vice don Antonio Bandirali, arciprete di Casalmorano, dalla direttrice generale Giuseppina Galli e dalla direttrice sanitaria dottoressa Pierina Cedri. Presenti anche gli altri membri del CDA: mons. Marino Reduzzi, Andrea Azzini e Gabriele Cremaschi. Alla preghiera iniziale ha partecipato anche don Mario Bardelli, parroco in solido dell'unità pastorale che comprende anche le comunità di Barzaniga, Mirabello Ciria, Azzanello e Castelvisconti.

Photogallery della visita



26 MARZO - CORTILE FEDERICO II
Don Virginio Colmegna
allo «slot mob» di Cremona:
«Quella del gioco d'azzardo
è la terza azienda italiana»

 
Il dilagante e irrazionale affidarsi alla «dea fortuna» sta creando nuove vittime, povertà e dipendenze. Si rovinano famiglie, si riempiono i centri di cura dell'ASL, si arrichiscono le multinazionali del gioco d'azzardo e si crea un terreno fertile per l'azione criminale. In provincia di Cremona ogni anno si bruciano circa 350 milioni di euro in slot machine, videopoker e altri giochi simili. Secondo le ultime ricerche i più accaniti sono i giovani, le donne e gli anziani, alcuni di questi sono capaci di perdere, in una sola mattina, la pensione di un mese. Per dire basta a questo vero e proprio «gioco al massacro» mercoledì 26 marzo nel Cortile Federico II di Cremona è stato promosso uno «slot mob», una manifestazione che oltre a richiamare i rischi dell'azzardo, premia quegli esercizi pubblici che rifiutano di installare le famigerate slot.
 
 
Audio:
 


26 MARZO - ACLI PROVINCIALI
Il vescovo Infanti sui rischi
della mercificazione di beni vitali
Per ora vinta la battaglia
contro le dighe in Patagonia

 
È l'unico vescovo cattolico al mondo ad aver scritto una lettera pastorale in difesa dell'acqua pubblica e ad aver coinvolto l'intera sua diocesi in una serrata discussione sui beni comuni e sui rischi di una loro mercificazione. Mons. Luis Infanti de la Mora, pastore dell'Aysen, nella Patogonia cilena, mercoledì 26 marzo è tornato dopo tre anni a Cremona, per un incontro pubblico promosso nella sede provinciale delle ACLI cremonesi. Nel suo intervento ha riflettutto su come la valorizzazione dei beni comuni possa vincere la povertà. All'appuntamento, molto partecipato, ha presenziato anche il presidente provinciale Bruno Tagliati. All'assistende ecclesiastico, don Bruno Bignami, che recentemente è stato nella diocesi cilena di mons. Infanti, ospite del missionario di Cavatigozzi padre Giampaolo Civa, è toccato introdurre l'incontro.
 
Audio:


24 MARZO A CARAVAGGIO
Celebrata dal Vescovo Dante
la veglia dell'Annunciazione:
«I nostri "sì" reggono
solo se ci fidiamo di Dio»

 
L'Incarnazione, mistero che ha le sue radici nel disegno eterno della Trinità, coinvolge in pienezza la libertà di Maria, che è chiamata a dire il suo sì nella solitudine della sua responsabilità, fidandosi unicamente della promessa di Dio. Lo stesso accade agli uomini di ogni tempo: i grandi «sì» dell'esistenza, che non si possono delegare a nessun altro, si reggono soltamente se si appoggiano sul Signore. Questo il concetto fondamentale dell'omelia che mons. Lafranconi ha pronunciato martedì 24 marzo durante la veglia dell'Annunciazione celebrata con grande solennità al santuario di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio. La celebrazione, iniziata con il lucernario e proseguita con il suggestivo canto dell'Akathistos, è culminata con la recita dell'Angelus e la celebrazione eucaristica. A fianco del presule il rettore del complesso mariano don Gino Assensi, abile regista della liturgia, il vicario zonale don Marco Leggio, l'arciprete di Caravaggio mons. Angelo Lanzeni, i sacerdoti cooperatori del Santuario e diversi parroci e vicari del circondario. Buona la partecipazione dei fedeli, tra i quali spiccavano gli ospiti della comunità «La Nostra Casa» di Trezzano Rosa in provincia di Milano e un gruppo di Suore Adoratrici con la madre generale Isabella Vecchio. I canti sono stati proposti con grande maestria dall'Unione Corale «Don Domenico Vecchi» diretta da Giovanni Merisio e accompagnata al grande organo da Luca Legnani.
 
Photogallery:       prima parte       seconda parte
 
 


LITURGIA
Disponibile nelle librerie
il sussidio "Liturgia feriale.
Tempo pasquale" di Queriniana
a cura di don Daniele Piazzi

 
È già disponibile nelle librerie “Liturgia feriale. Tempo pasquale. Commenti e preghiere per il Presidente e il Lettore”, il sussidio per la liturgia feriale a cura del cremonese don Daniele Piazzi. Il testo, edito da Queriniana (formato 14,3 x 20,4 cm; 212 pagine) offre tutto ciò che è necessario sia al sacerdote che al lettore.

Altri sussidi liturgici a cura di don Piazzi



SANTUARIO DELLA FONTANA
Tempo di Quaresima:
on line l'ultima catechesi
di don Alberto Franzini
sul sesto comandamento

 
Le parrocchie della zona pastorale nona propongono per il tempo quaresimale un ciclo di catechesi per adulti e giovani sul decalogo biblico dal titolo: «Le Dieci Grandi Parole».  Gli incontri si tengono ogni lunedì, alle 21, al santuario della Fontana e sono tutti condotti da don Alberto Franzini, apprezzato teologo e arciprete  di Casalmaggiore. Il primo incontro si è tenuto lunedì 10 sul tema «Io sono il Signore Dio tuo... nella notte dell'etica urge riandare al Sinai», mentre lunedì 17 don Franzini ha riflettuto sul quarto comandamento: «Onora tuo padre e tua madre... ti hanno dato la vita». Lunedì 24 protagonista è stato il quinto comandamento: «Non uccidere», mentre lunedì 31 il settimo e l'ottavo: «Non rubare e non dire il falso... la verità vi farà liberi». Infine lunedì 7 l'attenzione si è posta sul sesto comandamento.
 


25 MARZO ALLA FONTANA
Festa patronale col Vescovo
L'annuncio del padre guardiano:
«Triduo pasquale celebrato
con la comunità parrocchiale»

 
Una «comunione sempre più profonda con il Signore e tra di noi». È questo l’auspicio espresso dal guardiano-rettore del Santuario della Madonna della Fontana di Casalmaggiore, padre Bruno Signori. Un indirizzo che si concretizzerà con la decisione dei frati del Santuario di condividere i momenti del Triduo pasquale insieme alla parrocchia di Casalmaggiore. L’annuncio ufficiale è stato dato al termine della solenne celebrazione che il vescovo Dante Lafranconi, nella mattinata di martedì 25 marzo, ha presieduto al Santuario di Casalmaggiore per la festa patronale dell’Annunciazione del Signore.

Photogallery

 


SABATO 22 MARZO
Benedetto dal vescovo Dante
il nuovo blocco operatorio
della casa di cura
Figlie di San Camillo di Cremona

 
«Scienza nuova e carità antica»: è con questo binomio, che connota l’attività delle Figlie di San Camillo, che la superiora generale dell’Istituto, madre Laura Biondo, ha salutato l’inaugurazione del nuovo blocco operatorio della casa di cura di via Fabio Filzi, a Cremona. Il taglio del nastro della nuova struttura, costata oltre 10milioni di euro e realizzata anche grazie a un contributo regionale, ha avuto luogo nella mattinata di sabato 22 marzo dopo la benedizione da parte del vescovo Dante Lafranconi.

Photogallery dell'inaugurazione

Interventi audio:

 


22 MARZO A CREMONA
Inaugurata la nuova moschea
L'imam Nabil Abdelazim:
«Dio non vuole la violenza»
Più vicini alla città

 
Una comunità che vuole radicarsi sul territorio, che chiede e che offre collaborazione e rispetto, che desidera in tutto e per tutto ottemperare alle leggi dello stato e costruire insieme il bene comune, bandendo ogni forma di violenza o intolleranza religiosa. Si sono presentati con gli abiti della festa i musulmani residenti a Cremona che nella mattinata di sabato 22 marzo hanno inaugurato ufficialmente il Centro culturale "La Speranza" in via San Bernardo, dove un tempo c'era un disco pub molto frequentato dagli adolescenti e dai giovani. Alla cerimonia sono intervenute le principali autorità del territorio: la viceprefetto Verrusio, gli assessori comunali Ceraso, Amore e Bordi, il questore Rossetto, il comandante provinciale dei Carabinieri Lenti. Presente anche la Chiesa cattolica con don Franco Morandi che ha rappresentato il vescovo Lafranconi, don Antonio Pezzetti, direttore della Caritas cremonese e don Pier Codazzi, responsabile dell'ufficio per il disagio giovanile. Don Mario Aldighieri ha presenziato come presidente del Tavolo Interreligioso. In prima fila il viceconsole del Regno del Marocco, il presidente del centro islamico Lahcen Maguini e l'imam Nabil Abdelazim.
 


OLTRE L'ORATORIO
La scommessa sui giovani
della Chiesa cremonese:
annunciare il Vangelo
partendo dalla vita concreta

 
Da diversi anni si è avviata in diocesi una rimodulazione della proposta indirizzata ai giovani. Si sa delle loro mutate condizioni: alta mobilità universitaria con forti spinte a uscire dai confini tradizionali, anche nazionali; inadeguatezza delle proposte generaliste che grosso modo appiattiscono sull’adolescenza e misconoscono esigenze specifiche; riduzione dell’appartenenza esplicita alla comunità e persistenza di domande di senso… E come è mutata (fino quasi a scomparire) la presenza della fascia giovanile in oratorio, così è mutata – o dovrebbe esserlo – l’attenzione a loro riservata.
 


18 MARZO IN SEMINARIO
Ricordato mons. Balossi
a dieci anni dalla scomparsa
Don Sergio Lodigiani:
«Fu sempre un uomo di dialogo»

 
A dieci anni dalla morte è ancora vivo il ricordo di mons. Erminio Balossi, indimenticato rettore del Seminario dal 1966 al 1984. E proprio nella cripta del grande stabile di via Milano, nella serata di martedì 18 marzo, è stata celebrata un'Eucaristia di suffragio per iniziativa del Seminario, degli scout adulti del gruppo Masci di Cremona e degli ex ragazzi dell'oratorio Silvio Pellico della Cattedrale che ebbero don Erminio generoso assistente dal 1953 al 1964. La liturgia è stata presieduta da don Sergio Lodigiani, vicerettore del Seminario dal 1965 al 1975 e quindi stretto collaboratore del defunto, e concelebrata dall'attuale rettore don Enrico Trevisi, dal direttore spirituale don Primo Margini, dall'economo diocesano mons. Carlo Abbiati e da don Giambattista Piacentini, don Roberto Rota, don Renato Onida e don Antonio Trabucchi.

Photogallery della celebrazione

Ascolta l'omelia di don Sergio Lodigiani



FORUM FAMIGLIE
Manuale di autodifesa
dall'aggressione gender
nelle scuole italiane
recepito dall'A.Ge. Cremona

 
Mentre avanza nelle scuole italiane l’offensiva dell’ideologia del “genere” con gli opuscoli “Educare alla diversità” e le diverse iniziative collegate, il Forum delle associazioni familiari dell’Umbria è corsa ai ripari e ha predisposto un manuale per genitori con figli da 0 a 18 anni, intitolandolo “Dodici strumenti di autodifesa dalla teoria del gender”. Indicazioni pratiche contro il rischio indottrinamento, come verificare i piani di offerta formativa prima dell’iscrizione scolastica, tenersi informati sui contenuti proposti, segnalare eventuali abusi al dirigente scolastico o addirittura denunciare, in alcuni casi, il verificarsi di veri e propri episodi di violenza privata nei confronti dei figli. Il documento è stato recepito dall'A.Ge. (Associazione Genitori) di Cremona e diffuso tra soci e simpatizzanti. Ecco i dodici punti!
 
 


TRIBUNALE ECCLESIASTICO
Intervista a don Massimo Calvi:
«Fragilità emotiva ed affettiva
tra le cause maggiori
della nullità dei matrimoni»

 
Nelle scorse settimane i vescovi lombardi, riuniti per la sessione invernale al santuario di Caravaggio, hanno esaminato l'attività del tribunale ecclesiastico regionale, il quale si occupa soprattutto di nullità matrimoniali. A don Massimo Calvi, vicario giudiziale della nostra diocesi, abbiamo posto alcune domande su questo tema che molto spesso si presta a cattive interpretazioni.
 


PASTORALE SANITARIA
Relazionarsi con gli anziani
All'oratorio di Bozzolo
al via un corso per volontari
attivi nelle case di riposo

 
Al via nel pomeriggio di lunedì 17 marzo, presso l’oratorio di Bozzolo, il corso, promosso dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute insieme alla sezione mantovana di Anteas (Associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà), rivolto a quanti svolgono servizio di volontariato a favore degli anziani nelle case di riposo. Un’occasione di formazione che in particolare coinvolgerà coloro che, a diverso titolo, offrono il loro tempo nei ricoveri di Bozzolo, Rivarolo Mantovano, Piadena e Cinga de’ Botti. Quattro gli appuntamenti in programma ogni lunedì pomeriggio sino al 7 aprile, incentrati in modo particolare sul tema della relazionalità.
 


15-16 MARZO
Esercizi spirituali giovani
all'eremo bresciano di Tignale
Sullo sfondo il prossimo
pellegrinaggio regionale
nella terra dove visse Gesù

 
Elena Bolognesi, della diocesi di Milano, ha accompagnato trenta giovani cremonesi nell'esperienza annuale degli esercizi spirituali. Magnifica cornice, orma tradizionale, l'eremo bresciano di Tignale, arroccato sulla riva ovest del lago di Garda, appena sopra Salò. Tre le meditazioni dettate da Elena tra sabato 15  e domenica 16 marzo, precedute dalle introduzioni di don Paolo Arienti della Focr sulla vita spirituale e in modo particolare sul 'diventare adulti', accogliendo la sfida che l'apostolo Paolo sembra lanciare nella prima lettera ai Corinti ('quand'ero bambino ragionavo da bambino... Ora divenuto adulto...').


15 MARZO - CENTRO PASTORALE
Le conclusioni di don Cavedo
alla «Fatica di Credere»
«Quell'io personale
che risiede nel nostro cervello»

 
Nel pomeriggio di sabato 15 marzo don Romeo Cavedo, teologo e biblista cremonese, ha tirato le conclusioni dell'impegnativo, ma esaltante percorso della "Fatica di credere" quest'anno dedicato all'idea di uomo che nasce dalle ultime scoperte neuroscientifiche. Dopo gli incontri con il prof. Oliverio dedicato al funzionamento del cervello, con il prof. Grion sul significato di coscienza e con il prof. Mordacci che ha tratteggiato una nuova antropologia a partire dal personalismo francese, il sacerdote cremonese ha riflettutto sul rapporto dell'uomo con Dio e in modo particolare su una nuova concezione di risurrezione.
 

Ascolta l'intervento di don Cavedo

 

I precedenti appuntamenti:



15 MARZO - CENTRO PASTORALE
Azione Cattolica diocesana
Eletta la nuova presidenza
che aiuterà Silvia Corbari
nel prossimo triennio

 
Nel pomeriggio di sabato 15 marzo si è riunito il nuovo Consiglio diocesano di Azione Cattolica per eleggere i componenti della Presidenza. Oltre alla presidente Silvia Corbari, nominata dal Vescovo Lafranconi con un decreto firmato il 7 marzo scorso, fanno parte di questo organo ristretto di governo dell'associazione: Luisa Tinelli e Massimo Cremonini Bianchi (vice presidenti settore adulti), Ilaria Macconi e Andrea Fusar Imperatore (vice presidenti settore giovani), Melania Fava (vice responsabile ACR). A questi si aggiungono gli assistenti don Giambattista Piacentini (unitario e adulti) e don Maurizio Lucini (giovani e ACR) e i membri del comitato per gli affari economici: Cesare Macconi, Gabriele Manfredini e Stella Genzini. Ancora da individuare la figura del responsabile ACR e della segretaria.

Notizie correlate:



14 MARZO - AL CENTRO PASTORALE
«La crisi ha peggiorato
le condizioni di lavoro
di molti immigrati»
Grido d'allarme di mons. Perego

 
«Partono per scappare dalla miseria. Poi tornano indietro con un decreto di espulsione. Ma ogni viaggio è una tortura. E ad ogni sosta, vengono sfruttati». È la storia di tanti migranti e della loro continua fuga: dall’Africa e dalla fame; dal Medio Oriente e dall’intolleranza religiosa; dalla Cina o dalla Corea e dal comunismo. Ma raggiunta l’Europa – una terra promessa – molti di loro non trovano ciò in cui avevano sperato. Anzi. Lo sfruttamento del lavoro migrante è una piaga destinata ad acuirsi. Alcuni paesi, da anni, la contrastano con determinazione. L’Italia, stretta nella morsa della crisi, troppo spesso sta a guardare. Ma il futuro è alle porte: ed è tempo di agire. Le idee sono tante: lo dimostra l’incontro tenutosi venerdì 14 marzo al Centro Pastrale  tra mons. Giancarlo Perego, direttore nazionale di «Migrantes» e Lorenzo Trucco, presidente nazionale dell’ASGI, associazione che da venticinque anni orienta i propri studi giuridici sulle materie legate all’immigrazione. A moderare la tavola rotonda Gigi Cappellini, dell'ACLI cremonesi, una delle realtà che hanno promosso l'appuntamento.
 
Audio:


DATI CHE FANNO RIFLETTERE
Rapporto sulla secolarizzazione:
Italia sempre meno religiosa
Il sociologo Franco Garelli:
«Oggi la fede è una scelta»

 
In Italia tramontano le vocazioni, diminuiscono i battesimi, i matrimoni religiosi sono sempre meno diffusi e il numero delle scuole cattoliche va riducendosi. Sono i risultati del IX Rapporto sulla secolarizzazione in Italia, curato dalla Fondazione Critica Liberale e dalla Cgil-Nuovi Diritti. Franco Garelli ordinario di sociologia all’Università di Torino, commentando i dati parla di un «cambio di passo» che può avere risvolti anche sorprendentemente positivi: «Nessun automatismo», la fede è sempre più questione «di scelta e non di etichette», ma la Chiesa è ancora una presenza rilevante nel nostro Paese, e il calo delle vocazioni può essere affrontato puntando sulla «qualità» della testimonianza, in una società in cui la domanda religiosa è molto più «selettiva» rispetto al passato. Senza contare l’«effetto Francesco», che ancora nessuna statistica ha rilevato...
 


11 MARZO - PALAZZO CITTANOVA
Folla per Costanza Miriano
che elogia la differenza
tra maschile e femminile:
«La Chiesa è oggi l'unica realtà
che dice la verità sull'uomo»

 
Chi si aspettava una “geremiade” sul declino della società o sulle lobby gay che mirano a imporre l’ideologia gender, è rimasto deluso. Costanza Miriano, giornalista di Rai Vaticano e autrice di libri di successo come «Sposati e sii sottomessa» e «Sposala e muori per lei», nella serata di martedì 11 marzo, ha parlato della grandezza del matrimonio cristiano, della salutare differenza tra maschio e femmina, del ruolo della donna nella famiglia. Oltre 250 persone - ma un centinaio sono rimasti fuori - hanno accolto l’invito dell’ufficio diocesano per la famiglia, del Centro Culturale S. Omobono, dell'Azione Cattolica, della Federazione Oratori Cremonesi e del Movimento della Vita riempiendo, in ogni ordine di posto, il grande salone di Palazzo Cittanova a Cremona.
 
 
Audio:
 
Dibattito:
 


REGIONE LOMBARDIA
Stabiliti criteri più rigidi
per accedere ai contributi
dei fondi «Nasko» e «Cresco»
a tutela della maternità

 
Sta suscitando diverse polemiche l’annuncio dell’assessore regionale alla famiglia, la leghista Maria Cristina Cantù, di voler rendere più rigidi i requisiti d’accesso ai fondi «Nasko» e «Cresco», introdotti nel 2010 a sostegno della donne che, pur in difficoltà economiche, non rinunciano a portare a termine la gravidanza. Tra i criteri di accesso che si vorrebbero introdurre c’è quello della residenza in Lombardia da almeno cinque anni, anziché uno come avviene ora.
 


LA RIFLESSIONE DI DON ALDIGHIERI
Le «nuove forme religiose»
presenti anche in diocesi
spingono a vivere la fede
con maggiore autenticità

 
Con l'espressione «nuove forme religiose» si definisce una serie di movimenti provenienti in parte dalle cosiddette «religioni storiche». L’espressione corregge la dicitura, purtroppo ancora usata, di «sette». Si può applicare il termine «setta», che ha una connotazione totalmente negativa, solo a quelle esperienze che vanno contro le norme e le leggi fondamentali dei diritti della persona e della società. In questo senso solo certi gruppi satanici possono essere denominati tali.
 


LIBRERIA PAOLINE
La presentazione del libro
"Tenacemente donne"
la co-autrice Caricato:
«Senza di noi la Chiesa
come potrebbe andare avanti?»

 
La presentazione del libro "Tenacemente donne", avvenuta sabato 8 marzo alla libreria Paoline di Cremona, è stata l'occasione per un'approfondita riflessione sul ruolo femminile all'interno della Chiesa, anche alla luce dei recenti pronunciamenti di Papa Francesco e del card. Kasper. Cristiana Caricato, nota vaticanista di TV2000, co-autrice del volume insieme alla collega del TG5 Alessandra Buzzetti, ha letteralmente incantato il pubblico raccontando l'incontro con le dodici donne protagoniste dei racconti: persone così diverse tra loro - dalla giornalista "glamour" Costanza Miriano alla missionaria tra le macerie di Haiti -, ma tutte accomunate da un profondo senso di maternità, di amore alla vita, di fede in Dio. Introdotta da don Claudio Rasoli, direttore dell'ufficio diocesano per le comunicazione, Caricato si è soffermata in modo particolare su alcune figure.
 

Photogallery della presentazione

 

I precedenti incontri alla libreria Paoline:

 



IL PUNTO
Tre motivi per cui la Chiesa
deve interessarsi di "politica"
La riflessione di don Franzini
parroco e teologo

 
È un’obiezione, o una domanda, che ricorre spesso oggi nel pubblico dibattito, anche nel nostro territorio: perché mai la Chiesa si interessa di politica? E su quali basi può legittimare i suoi interventi in campo sociale e politico? Non è forse altro il suo compito?
 


FACEBOOK E DINTORNI...
Il fenomeno "Neknominate"
spopola tra i giovani
Don Arienti: «Gli adulti sul web
tornino a raccontare il bello»

 
«Neknominate, è boom su Facebook. Cos'è? È un drink game nato in Australia e che si sta diffondendo a macchia d'olio anche in Italia, contagiando orde di adolescenti. In cosa consiste? In imprese alcoliche (rigorosamente alla goccia) filmate e condivise sul social network più famoso del pianeta Terra. L'utente sfida generalmente tre amici invitandoli a bere quanto concordato nelle successive 24/48 ore. Questa la chiave del successo: che un utente possa scegliere chi nominare e sfidare. Lo sfidante è "costretto" ad accettare il guanto di sfida: nel caso in cui si rifiutasse dovrebbe pagare da bere a chi ha lanciato la sfida. Il gioco innesca dunque un meccanismo mentale tanto caro ai giovani, quello della competizione». Queste le incisive spiegazioni di un quotidiano nazionale. Che dire? Qualcuno ha parlato di moda passeggera, qualcuno alza di più l’asticella dell’attenzione. Credo utili alcune riflessioni e in generale un approccio che tenti di comprendere e di lanciare messaggi differenti.
 


PIAZZA SAN PIETRO
Anche il comitato di Cremona
all'incontro del CSI
con Papa Francesco
il prossimo 7 giugno
Ecco le proposte di viaggio

 
Anche il CSI di Cremona parteciperà sabato 7 giugno, in piazza San Pietro, all'incontro di Papa Francesco con il mondo agonistico. Lo storico appuntamento è stato promosso per festeggiare il 70° di fondazione del Centro Sportivo Italiano:  la più antica associazione polisportiva attiva in Italia nacque, infatti, nel giugno 1944 su iniziativa della Gioventù Italiana di Azione Cattolica. Idealmente si volle proseguire l'esperienza della FASCI (Federazione delle Associazioni Sportive Cattoliche Italiane), creata nel 1906 e sciolta nel 1927 dal regime fascista. Il Comitato cremonese, guidato da Daniele Zanoni, propone alle società sportive due diversi pacchetti di viaggio.
 


ULTIMA CATECHESI DEL PAPA
«Il sacramento della penitenza?
Il più giovane dei sette,
perchè acerrimo nemico
dello scoraggiamento»
La riflessione di don Piccinelli

 
Nella sua ultima catechesi sul sacramento della «Confessione» il papa Francesco si rivela davvero «gesuitico»: nel senso che ha applicato il «discernimento degli spiriti» all'esperienza del peccato e della conversione, partendo dalla lettura delle emozioni umane, come suggeriscono gli “Esercizi spirituali” di S. Ignazio di Loyola. Poichè, secondo il metodo ignaziano, «non è il molto sapere che sazia e soddisfa l'anima, ma il sentire e il gustare interiormente» (EESS. 2c). E, ancora una volta, il pontefice catalizza l'attenzione dei credenti attorno ad un binomio, «misericordia... sempre», che appare, senza ombra di dubbio, la chiave di interpretazione del suo magistero e la strada privilegiata per annunciare la «gioia del Vangelo».
 


CREMONA
Lunedì 10 febbraio ha aperto
la Casa di riposo «Arvedi»
L'inaugurazione più avanti
Un numero per prenotare

 
Lunedì 10 febbraio ha aperto ufficialmente le porte la nuova “Casa di riposo Giovanni e Luciana Arvedi” di via Massarotti, a Cremona. Un progetto ambizioso che mira a rispondere alle variegate forme di bisogno della popolazione anziana tramite un sistema di servizi di assistenza che servirà l’intero territorio cremonese. Non casuale la data dell’apertura, alla vigilia della Giornata mondiale del malato.  L’inaugurazione della struttura, con tutti i crismi dell’ufficialità, avverrà, però, in un secondo momento.
 

La visita dei rappresentanti dell'ASL cremonese (12 dicembre 2013)



PASTORALE DEL TURISMO
Precisazioni di don Rota
rispetto alle norme
per l'organizzazione di gite,
escursioni e pellegrinaggi

 
La legge italiana regola, in virtù del federalismo, attraverso le leggi regionali l'attività turistica, alla quale sono soggette le parrocchie, gli oratori e ogni associazione o gruppo riconducibile alla realtà ecclesiale quando organizzano pellegrinaggi, viaggi, escursioni e soggiorni. La distinzione è d’obbligo per le caratteristiche e le finalità delle differenti iniziative. La legge a cui fare riferimento, per quanto riguarda l’aspetto turistico, è la LR 15 del 16 luglio 2007.

In foto don Rota con un gruppo di pellegrini



SCUOLA
Paritarie: contributo
all'educazione

Nel biennio che la Chiesa cremonese dedica alla scuola, un capitolo importante riguarda gli istituti cattolici o di ispirazione cristiana. Una presenza importante che nel corso dei secoli è stata assicurata dagli istituti religiosi e che ora vede protagonisti molti altri enti, tra i quali anche la diocesi.

26-30 GENNAIO
Viaggio in India
del Vescovo Dante

Si è concluso la sera di giovedì 30 gennaio 2014 il viaggio del Vescovo Lafranconi in India, in occasione dei festeggiamenti per i cento anni della Congregazione delle suore «Catechiste di Sant'Anna» e per i centocinquanta anni dalla nascita del loro fondatore, il cremonese padre Silvio Pasquali.

28 SETTEMBRE 2013
L'ordinazione
di don Bottesini

La vocazione al ministero ordinato come investimento di tutta la vita per realizzare la chiamata battesimale, la scelta di consacrazione intesa come professione di fede, l'adesione a Cristo da conservare in un cuore puro pronto però al combattimento e infine il diaconato vissuto nel segno del servizio ai poveri e alla Parola di Dio. Questi i concetti che mons. Lafranconi ha espresso sabato 28 settembre in Cattedrale durante l'ordinazione diaconale di don Matteo Bottesini, 32 anni, originario di Fontanella (Bg), studente di sesta teologia nel Seminario diocesano.

NELLE ZONE
Pastorale integrata:
tutti gli incontri

Ultimo incontro del Vescovo con i sacerdoti e gli operatori parrocchiali sulla pastorale integrata. Lunedì 30 settembre, all'auditorium civico di Viadana, il presule ha esposto le ragioni di una più ampia e organica collaborazione tra parrocchie ai fedeli della zona undicesima. Dopo la relazione del Vescovo è intervenuto il vicario zonale mons. Danini che ha tratteggiato il cammino compiuto dalle comunità parrocchiale del viadanese, quindi don Irvano Maglia ha comunicato i nomi dei membri dei Gruppi di Azione Pastorale e illustrato gli itinerari di formazione promossi dalla diocesi.

WWW.OTRINUOVI.IT
«Stento a crederci»:
le puntate

Con la puntata dal titolo “Ma tu preghi ancora?”, andata in onda domenica 10 novembre sul nostro portale, si è conclusa la proposta di “STento a crederci”, il ciclo di trasmissioni web mensili ideato per i giovani in occasione dell’Anno della Fede dagli uffici diocesani per la Pastorale giovanile e le Comunicazioni sociali in collaborazione con TeleRadio Cremona Cittanova.

ZONE UNO E DUE
Familiarizzazione
con la Scrittura

Per il terzo anno consecutivo le parrocchie delle zone I e II della diocesi propongono a catechisti e operatori pastorali un corso di familiarizzazione con la Sacra Scrittura, ovvero una sorta di introduzione alla lettura critica del testo sacro. Guiderà gli incontri don Maurizio Compiani, apprezzato docente di esegesi.

 

Diocesi on air
PAPI
 


MailingList

feed rss

facebook

Liturgia


Media
 
 
 
La Vita Cattolica Avvenire
 
In Evidenza

ATTIVITÀ DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
2012-2013
ANNUS FIDEI
Tutti gli eventi
NATALE 2013
Liturgie, incontri
e iniziative
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
COMUNICAZIONI SOCIALI
News e proposte
CARITA'
E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
FAMIGLIA
E VITA
Iniziative e proposte
MISSIONI ED ECUMENISMO
Dialogo interreligioso
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ARTE, MUSICA
E CULTURA
Eventi e appuntamenti
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
PERCORSO BIBLICO
di don Cavedo
SCUOLA
DELLA PAROLA
Le lectio a Cremona
GMG 2013
Tutto sul grande evento
COMUNICAZIONE
Suggerimenti per i
bollettini parrocchiali
VIAGGI E PELLEGRINAGGI
Mete di fede
CALENDARIO GIORNATE MONDIALI E NAZIONALI
Tutte le date e i messaggi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona