HOME PAGE  |   CALENDARIO PASTORALE  |   AREA DOWNLOAD  |   LINK UTILI  |   ORARI MESSE  |   CONTATTI



ANNO PASTORALE 2015
adorazione
AGENDA
     30/11
     ore09.30
Incontro del Vescovo con i politici
     30/11
     ore15.30
Incontro operatori pastorali familiare zona uno e due
   
Chiesa Cremonese
   Storia della diocesi
   Cronologia dei Vescovi
   Proprio diocesano
Vescovo
   Biografia
   Stemma
   Omelie
   Interventi
   Agenda
   Segreteria
Diocesi
   Curia vescovile
   Organismi consultivi
   Zone Pastorali e Parrocchie
   Santuari
   Istituzioni diocesane
   Aggregazioni ecclesiali
Persone
   Vescovi d'origine cremonese
   Sacerdoti diocesani
   Diaconi diocesani
Vita Consacrata
   Ist. Relig. Maschili
   Ist. Relig. Femminili
 
  Tribunale Ecclesiast.
Regionale Lombardo
  Casa della Comunicazione
  Centro Pastorale Diocesano
  Seminario Vescovile
  Ufficio Catechesi
  Ufficio Pastorale Familiare
  Ufficio Pastorale Scolastica
  Ufficio Pastorale
della Salute
  Ufficio Pastorale
del Turismo
  Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici
  Monastero Domenicano
  Monastero
della Visitazione
29 NOVEMBRE
Torna la Colletta alimentare
Sul territorio cremonese
una cinquantina i market
davanti ai quali si potrà donare

Torna sabato 29 novembre la Giornata nazionale della Colletta alimentare con l’appello a donare alimenti a lunga conservazione che saranno distribuiti a quasi 9mila strutture caritative sparse in tutta Italia. Un aiuto indirizzato a oltre 1.950.000 persone povere che vedrà in prima linea anche il territorio cremonese con 50 supermercati aderenti.

In foto alcuni volontari durante la Colletta straordinaria di giugno

 


CAFE' TEOLOGICO
Venerdì sera a S. Imerio
Luciano Benassi sul Big Bang:
origine del mondo che
non contraddice la Creazione

 
Guarda al “Big Bang” e all’origine dell’universo il secondo incontro del “Café teologico”, in agenda la sera di venerdì 28 novembre (ore 21.15) presso l’oratorio di S. Imerio, a Cremona (via Aporti 22). Ospite della serata – dal titolo “Esiste un progetto intelligente?” – Luciano Benassi, che aiuterà a chiarire come le teorie sull'origine del mondo non contraddicano l'intervento creatore divino.

Archivio:



ZONE PASTORALI 1 E 2
Lunedì 1° dicembre alle 21
nella parrocchiale di Caravaggio
preghiera per i catechisti
all'inizio dell'Avvento

 
“Incontriamo Gesù”. È questo lo slogan dell’incontro di preghiera rivolto a tutti i catechisti delle zone pastorali 1 e 2 all'inizio dell'Avvento. L’appuntamento è la sera di lunedì 1° dicembre, alle 21, nella chiesa parrocchiale di Caravaggio. Questo momento di preghiera riservato ai catechisti, proposto per la seconda volta, avrà come filo conduttore il documento della CEI "Incontriamo Gesù" sui nuovi orientamenti della catechesti, testo che sarà consegnato a tutti i partecipanti.

Scarica la locandina

 


UNITA' PASTORALE PIZZIGHETTONE
Stasera all'oratorio del Roggione
intervento di don Bruno Bignami
sui temi dell'etica ecologica
Nel 2005 due incontri sul cibo

 
Tre incontri per riflettere sul tema del cibo e della sovranità alimentare nel mondo globalizzato a Pizzighettone, con lo sguardo rivolto a Approda anche a Expo 2015, dal titolo “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. La proposta è dell’unità pastorale pizzighettonese in collaborazione con la con S. Vincenzo e i Circoli Acli di Pizzighettone e Regona. Primo appuntamento la sera di mercoledì 26  novembre a Roggione con una riflessione sull’ecologica a cura di don Bignami.
 


CREMONA
Domenica pomeriggio alle 16
della nuova chiesa del Maris
concerto del coro Voz Latina
per ringraziare tutti i benefattori

 
Per ringraziare benefattori, associazioni e fondazioni che hanno contribuito alla realizzazione della nuova chiesa del Maristella, la comunità parrocchiale dell’Immacolata Concezione, invita tutti al concerto che il coro Vox Latina proporrà proprio all’interno della nuova chiesa di via Agreste nel pomeriggio di domenica 30 novembre (ore 16). Nell’occasione sarà scoperta una targa in ricordo della consacrazione e sarà consegnato un riconoscimento della qualità energetica da parte del Comune di Cremona.

La locandina del concerto

 


DOMENICA 23 NOVEMBRE
Festa del Ringraziamento
con benedizione di animali
e mezzi agricoli a Romanengo
A seguire festa in oratorio

 
«Dio non si presenta come colui che deve essere onorato dall’uomo, ma come colui che lo serve! Il suo servire consiste nel prendersi cura di noi, della nostra vita, perché lui è vita». È il centro dell’omelia tenuta da don Cesare Rossi, parroco di Romanengo, durante la celebrazione solenne di domenica 23 novembre. Nella solennità di Cristo Re dell’Universo, durante la Messa delle 10.30, è stata celebrata anche la festa del ringraziamento, fortemente sentita dai fedeli. Presente anche l’AVIS che ricordava i propri defunti.
 


EDITORIA
Mercoledì 26 novembre
esce "La Chiesa in trincea"
di don Bruno Bignami
Sul Corriere della Sera
la presentazione di Paolo Mieli

 
Esce mercoledì 26 novembre il nuovo libro di don Bruno Bignami: “La Chiesa in trincea. I preti nella grande guerra” (Salerno Editrice). Alla vigilia della pubblicazione, un’ampia analisi del testo è offerta sul Corriere della Sera che, nella sezione Cultura&Spettacoli, vi dedica due pagine a cura di Paolo Mieli. Il volume sarà presentato ufficialmente a Roma il prossimo 6 dicembre nell’ambito della fiera nazionale della piccola e media editoria. A Cremona, invece, la presentazione del libro è in agenda il 24 gennaio.
 


DAL 27 NOVEMBRE AL 6 DICEMBRE
Al via il «Banco Editoriale»
alla libreria Paoline
Si potranno donare volumi
che saranno poi distribuiti
a persone malate o bisognose

 
Dal 27 novembre al 6 dicembre in tutte le librerie «Paoline» - anche in quella di via Decia a Cremona -  si terrà il «Banco editoriale». Si tratta di un’iniziativa di solidarietà che si ispira al più famoso «Banco Alimentare» e che consiste nell’acquisto di libri che saranno poi donati ad associazioni di volontariato o a sostegno di realtà disagiate. Entrando alle Paoline nel suddetto periodo, si potranno acquistare libri da lasciare in libreria, che saranno consegnati alla Fiagop (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica), e quindi a tutte le associazioni a lei federate. La casa editrice s’impegna a donare direttamente alla Fiagop, in più, un numero di libri pari a quelli già raccolti attraverso l’acquisto dei singoli utenti (utenti che godranno, inoltre, di uno sconto del 10 per cento).
 


«CHI CERCA È TROVATO»
Il 29 e 30 novembre in Seminario
il primo dei due incontri
di carattere vocazionale
per giovani dai 18 ai 30 anni

 
Riprendono in Seminario gli incontri  "Chi cerca è trovato". Con inizio alle ore 17.30 e conclusione col pranzo del giorno dopo, sabato 29  e domenica 30 novembre, in Seminario, il primo dei due appuntamenti vocazionali per giovani (l'altro sarà il primo sabato/domenica di Quaresima). Un occasione per riflettere, pregare, condividere la Parola di Dio, in modo particolare il Vangelo di Marco che ci accompagnerà nel nuovo anno liturgico. L'incontro sarà guidato da don Marco D'Agostino e prevede due momenti di ascolto della Parola, un tempo di Adorazione e condivisione della Parola, la celebrazione eucaristica. È una semplice occasione - rivolta ai giovani dai 18 ai 30 anni - per confrontarsi, nel silenzio e nella preghiera, con Dio e rispondere con generosità a quanto ci chiede.
 


AVVENTO DI FRATERNITA' 2014
Sostegno alle famiglie cristiane
nei campi profughi di Erbil,
nel Kurdistan iracheno

 
Sarà indirizzata a sostenere le famiglie cristiane rifugiate nei campi profughi di Erbil, nel Kurdistan iracheno, l’edizione 2014 dell’Avvento di Fraternità, la tradizionale iniziativa solidale promossa nel periodo di preparazione al Natale da Caritas Cremonese e Ufficio missionario diocesano. Anche la Chiesa cremonese risponde così all’appello lanciato da CEI e Caritas Italiana per sostenere le comunità cristiane irachene rifugiate in Kurdistan dopo gli attacchi dell’Isis e ancora bisognose di tutto.

La locandina:   formato A4    formato A3

 


ZONA VI E AC
On line l'incontro
della «Scuola della Parola»
di giovedì 20 novembre
nella chiesa di Cristo Re

 
On line l'incontro di giovedì 20 novembre a Cristo Re della «Scuola della Parola» promosso da zona VI e Azione Cattolica. Ad animare la serata Marco Tebaldi.
 
 


AL CENTRO PASTORALE
«Il falegname di Nazareth»
Venerdì 28 novembre
la presentazione
del nuovo libro
di don Mario Aldighieri

 
Sarà presentato nel pomeriggio di venerdì 28 novembre, alle 18, presso il Centro pastorale diocesano di Cremona, il nuovo libro del sacerdote cremonese don Mario Aldighieri: “Il falegname di Nazareth. Padre su questa terra per amore” (Gabrielli Editori). A illustrare il volume sarà lo stesso autore.
 


25 AL 30 NOVEMBRE - CHAPLIN
Arriva anche a Cremona il film
"Cristiada" di Dean Wright
sulle persecuzioni dei cristiani
negli anni '20 in Messico

 
Approda anche a Cremona “Cristiada", il film prodotto dal messicano Pablo José Barroso (munifico imprenditore convertito alla causa dell’evangelizzazione tramite il cinema) e dedicato alla persecuzione dei cattolici messicani negli anni Venti, che ebbe come conseguenza la cosiddetta “Guerra dei Cristeros”: uomini e donne di ogni estrazione sociale decisero, infatti, di imbracciare le armi per difendere la libertà, le proprie famiglie e il futuro del loro paese. A proporre la pellicola il Cinema Chaplin di via Antiche Fornaci (zona Hotel Ibis) da martedì 25 novembre. Fino a venerdì proiezione alle 21, sabato 29 e domenica 30  nel pomeriggio, alle 16.

Trailer del film

 


9-13 NOVEMBRE 2015
Ad un anno dall'apertura
diffusa dalla CEI
la traccia di preparazione
del Convegno di Firenze

 
Declinare cinque verbi - uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare - per ritrovare il “gusto per l’umano”. Comprendere i segni dei tempi “per illuminare il buio dello smarrimento antropologico contemporaneo con una luce”, che è il “di più” dello sguardo cristiano, in un mondo in cui “tutto sembra liquefarsi in un brodo di equivalenze”. In tempi di “nubi minacciose”, quelle di una crisi che “ha appesantito la dinamica sociale e culturale del Paese”, la Chiesa italiana si prepara al Convegno di Firenze (9-13 novembre 2015) con una Traccia improntata all’urgenza “di mettersi attivamente e insieme in movimento”, indicando però all’uomo di oggi una “direzione da intraprendere”, in un’epoca segnata dalla “carenza di bussole”. Lo stile ecclesiale è quello proposto e testimoniato da Papa Francesco con la sua “Chiesa in uscita”: quella che al Convegno di Verona, nel 2006, i vescovi hanno definito “Chiesa missionaria”, chiamata a spendersi per la persona nei diversi ambiti di vita.
 


DOMENICA 23 IN SEMINARIO
Il Vescovo agli operatori
della pastorale familiare
«In una cultura non amica
testimoniare bellezza e novità
della famiglia cristiana»

 
Si è svolto nel pomeriggio di domenica 23 novembre, presso il Seminario di Cremona, il terzo incontro interzonale del Vescovo con gli operatori della pastorale familiare. L’appuntamento nel salone Bonomelli è stato per le zone pastorali 6, 7 e 8. Nella riflessione di mons. Lafranconi, che ha preso spunto dal fatto che dei 69 divorzi del 2012 60 riguardano coppie sposate in chiesa, l’importanza dei percorsi di preparazione al matrimonio, così come dell’accompagnamento delle coppie di sposi novelli, in particolare tramite le esperienze dei Gruppi famiglia e delle Domus ecclesiae, realtà per le quali il Vescovo ha chiesto agli aderenti di AC di farsi promotori. L’attenzione poi è andata alla formazione delle coppie guida, con la significativa proposta di Folgaria. Sotto la lente, insieme al prezioso operato del Consultorio e del Centro di aiuto alla vita, anche il Forum delle Associazioni Famigliari e l’Associazione famiglie numerose, occasioni «in una cultura che non è amica della famiglia, di testimoniare la bellezza e la novità della famiglia cristiana».

Contributi audio (mp3):

 


DIBATTITO
Emiliani (Forum Famiglie):
«La ragione basta
per capire la differenza
tra matrimonio etero
e altre forme affettive»

 
Ogni giorno la famiglia naturale fondata sul matrimonio fra uomo e donna viene minacciata da provvedimenti ed iniziative che, a vario titolo, rischiano di minarne il fondamento istituzionale. Dal divorzio breve, addirittura immediato se verrà realizzato senza il periodo della separazione, al palese indottrinamento ideologico della scuola, dalla mancata rimodulazione del bonus fiscale in base ai carichi familiari alla trascrizione dei matrimoni omosessuali contratti all'estero: tutto sembra finalizzato ad indebolire l'insuperabile originalità della prima società naturale.
 


DOMENICA 23 NOVEMBRE
Messa del Vescovo a Pescarolo
a un mese dall'annuncio
della nuova unità pastorale
«Consapevoli e riconoscenti
della grazia ricevuta»

 
A poco più di un mese dall’incontro con le comunità di Pescarolo e Pieve Terzagni, durante il quale era stata annunciata ufficialmente l’unità pastorale con le parrocchie di Vescovato, Ca' de Stefani, Gabbioneta e Binanuova, la mattina di domenica 23 novembre il vescovo Lafranconi è tornato a Pescarolo per presiedere l’Eucaristia nella parrocchiale di S. Andrea. Una celebrazione che in un certo senso ha anticipato la festa patronale della domenica successiva, segnando a tutti gli effetti l’avvio del nuovo cammino pastorale.

Saluto del parroco         Omelia del Vescovo

Photogallery

 


SABATO 22 NOVEMBRE
Messa del vescovo Dante
all'Opera Pia di Castelverde
Inaugurati i nuovi servizi:
nella RSD piscina riabilitativa
e laboratorio Snoezelen

 
Ha assunto un significato del tutto particolare quest’anno la solennità di Cristo Re alla Fondazione Opera Pia SS. Redentore di Castelverde. La tradizionale giornata di festa, anticipata alla vigilia, è coincisa, infatti, con l’inaugurazione della nuova palazzina realizzata accanto alla struttura S. Giuseppe, in cui si trova la RSD (Residenza sanitaria per disabili). A benedire i locali il vescovo Lafranconi che ha poi visitato la piscina e l’innovativa sala Snoezelen al piano terra e i laboratori allestiti al primo e al secondo piano. Un ambizioso progetto costato circa 900mila euro. Il pomeriggio di sabato 22 novembre era iniziato con la Messa del Vescovo nella cappella della casa di riposo e la visita ai reparti.

Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery:      Messa      Visita ai reparti      Inaugurazione

 


ANNO DELLA VITA CONSACRATA
Il Vescovo alle religiose:
«Nella società individualista
siete segno di comunione»
Invito alla contemplazione
con l'Adorazione a S. Girolamo

 
Recuperare lo stile della contemplazione, riscoprendo il dono dei consigli evangelici e offrendo con la propria testimonianza di vita uno slancio per tutti i cristiani e per l’intera società. È l’invito e l’augurio che il vescovo Lafranconi ha rivolto alle religiose e ai religiosi della diocesi all’avvio dell’Anno della Vita Consacrata, che si aprirà ufficialmente il prossimo 30 novembre, nella prima domenica di Avvento. L’occasione è stato l’incontro di preghiera svoltosi nel pomeriggio di venerdì 21 novembre nella chiesa dei Frati Cappuccini di via Brescia, a Cremona. Una preghiera non a caso avvenuta davanti all’Eucarestia, in adorazione. E proprio guardando al Santissimo, mons. Lafranconi ha chiesto una presenza adorante a San Girolamo, che da qualche anno, proprio per volontà del Vescovo, è stata individuata come chiesa cittadina dell’adorazione.

Omelia del Vescovo (mp3)              Photogallery della celebrazione

 


21 NOVEMBRE - SAN LUCA
Celebrata dal Vescovo Dante
la festa della "Virgo Fidelis"
patrona dei Carabinieri:
«Fedeltà è rimanere se stessi
pur nei mutamenti sociali»

 
«La fedeltà non è una mera ripetizione di gesti, ma l'essere continuamente se stessi pur nei mutamenti storici e sociali». È un messaggio di grande incoraggiamento oltre che di gratitudine quello che mons. Lafranconi ha lasciato giovedì 21 novembre durante la Messa per la festa patronale dei Carabinieri. Nella chiesa di San Luca la "Virgo Fidelis" è stata onorata con tutti i crismi della solennità: presenti le massime cariche del territorio con in testa il prefetto Picciafuochi, il questore Rossetto, i Carabinieri in congedo, le Benemerite, i rappresentanti dell'associazioni combattentistiche, della Croce Rosse, della Protezione civile e di altre realtà di volontariato. Al termine della celebrazione ha preso la parola il comandante provinciale, colonnello Cesare Lenti, che dopo i ringraziamenti di rito ha salutato con particolare calore la sorella dell'appuntato scelto Giovanni Sali, originario di Gombito, carabiniere di quartiere a Lodi, ucciso in servizio il 3 novembre 2012. Lenti ha anche ricordato il 73° anniversario della battaglia di Culqualber, nella quale morirono molti Carabinieri e per la quale l'Arma ebbe la seconda medaglia d'oro al valor militare. All'Eucaristia, animata da un coro di amici dei Carabinieri (organista Luigi Copercini e voce solista Mina Rossetti), hanno partecipato don Andrea Aldovini, cappellano del Decimo Reggimento Genio Guastatori di stanza alla caserma ‘Col di Lana’ e il segretario vescovile don Flavio Meani.
 


VIA STENICO 3
Caritas cremonese rilancia
la raccolta di Santa Lucia
per rendere felici i bimbi
vittime della crisi economica

 
Un tempo c’era il rito della letterina a santa Lucia: abbozzata, scritta, corretta e ricorretta; e magari corredata anche da un bel disegno. Sino alla sera del 12 dicembre quando, controllando bene l’orologio, bisognava preparare qualcosa per alleviare le fatiche della Santa e del suo asinello. Cose d’altri tempi. Tradizioni che si perdono. Ma per colpa soprattutto della crisi, che vede colpita dalla spending review anche la santa preferita dai bambini. Con questa consapevolezza, anche quest’anno, Caritas Cremonese lancia la “Raccolta di Santa Lucia”.
 


EDITORIA
«Credo la vita eterna»
Il nuovo libro scritto
da Giuseppe Martinenghi
Utile testo di formazione
per operatori sanitari

 
“Credo la vita eterna. Aiutare alla speranza cristiana” è il nuovo libro del soresinese Giuseppe Martinenghi che, dopo aver scritto riguardo alla malattia, ora intende affrontare nella sua radicalità il tema della speranza cristiana e della vita eterna. Il testo, così come il precedente (“Curate le piaghe e consolate il mio popolo”, in cui viene affrontato il tema del dolore, con spunti di spiritualità intrecciati all’esperienza umana accanto agli ultimi e ai sofferenti) servirà anche per l’approfondimento nei corsi promossi dall’Ufficio diocesano per la pastorale della salute per i ministri della consolazione.
 


30 NOVEMBRE
La questione sociale
e quella antropologica
al centro dell'incontro
tra il Vescovo e i politici

 
Come è ormai consuetudine, la prima domenica di Avvento sarà occasione di incontro e confronto tra il vescovo Lafranconi e gli esponenti del mondo politico, amministrativo, economico, sociale e lavorativo della diocesi. Proprio in questi giorni sono in distribuzione gli inviti. L’appuntamento è per la mattina di domenica 30 novembre presso il Centro pastorale diocesano di Cremona, in via S. Antonio del Fuoco 9A. “La questione sociale è questione antropologica” il tema che sarà sviluppato dal Vescovo.

In foto l'incontro dello scorso anno

 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Precisazioni di mons. Bonazzi
in merito alle condizioni
del prezioso armadio
di Giovanni Maria Platina

 
Pubblichiamo un intervento di mons. Achille Bonazzi, responsabile dell'Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici, in merito alle condizioni dell’Armadio di Giovanni Maria Platina. 

Da circa una settimana è rimbalzata sui mezzi d’informazione cremonesi la notizia – purtroppo rispondente a verità – delle preoccupanti condizioni dell’Armadio di Giovanni Maria Platina di proprietà del Capitolo della Cattedrale e conservato nella sala del Quattrocento del Museo Civico. Ritengo di dover esprimere non tanto un’interpretazione soggettiva, ma la realtà dei fatti, poiché componente del Capitolo e responsabile dell’Ufficio dei Beni culturali ecclesiastici, sollecitato da alcune affermazioni poste all’inizio degli articoli.

 


RIVOLTA D'ADDA
Nella chiesa di Casa Madre
la professione temporanea
di suor Giorgia e suor Roberta
tra le Suore Adoratrici

 
Nel pomeriggio di domenica 16 novembre, nella chiesa di Casa Madre delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento, a Rivolta d’Adda, suor Giorgia Da Pozzo e suor Roberta Valeri hanno vestito il velo facendo la loro prima professione temporanea. Una nuova e importante tappa nel cammino di totale consacrazione al Signore iniziato quattro anni fa, quando le due giovani si sono accostate all’Istituto fondato dal beato Francesco Spinelli.
 


MUSICA SACRA
Scuola di canto gregoriano
da gennaio a Sant'Abbondio
con l'Associazione Teleion
Lezioni del maestro Rampi

 
È stata presentata ufficialmente lunedì 17 novembre, con una conferenza stampa svolta nella sagrestia della chiesa parrocchiale di Sant’Abbondio, a Cremona, la nuova scuola di canto gregoriano promossa dall'Associazione Teleion di Poggio Rusco (MN). I corsi, che si terranno mensilmente il sabato pomeriggio presso i locali adiacenti la chiesa di S. Abbondio, sono rivolti in modo particolare ai direttori di coro, agli organisti e ai cantori. L’obiettivo affrontare in modo sistematico e rigoroso le antiche fonti manoscritte del Canto Gregoriano.

In foto da sinistra: Pedrazzi, Galimberti, Rampi, Buzzavi e don Foglia

 


VISITAZIONE
Le date del gruppo di preghiera
denominato "La dieci"
presso il monastero di Soresina
Nuovo incontro il 23 novembre

 
Il nome è davvero strano: «La dieci»! Eppure il senso dell'iniziativa è straordinario. Il numero si riferisce a quei «dieci giusti» che, secondo la Bibbia, Abramo si propone di trovare per ottenere da Dio la salvezza della città di Sodoma: «Se ci saranno almeno dieci giusti... distruggerai ugualmente la città?». Ebbene, il Monastero della Visitazione di Soresina, una domenica pomeriggio al mese, raccoglie quanti, come i «dieci giusti» di Abramo, intercedono per ottenere da Dio la salvezza... dei giovani.
 


SABATO 29 NOVEMBRE - ZONE 1 E 2
Giovani in pellegrinaggio
di notte da Rivolta a Caravaggio
Il cammino d'Avvento inizia
insieme ai religiosi alla vigilia
dell'Anno della vita consacrata

 
Per i giovani delle zone pastorali 1 e 2 il cammino d’Avvento quest’anno inizierà letteralmente mettendosi in strada. “Facciamo strada … dove è di casa l’amore” è il titolo di questa proposta che coinvolgerà le parrocchie e i gruppi scout del territorio: un pellegrinaggio notturno da Rivolta d’Adda al Santuario di Caravaggio, in programma sabato 29 novembre a partire dalle 20.30. La serata coinvolgerà anche i religiosi e le religiose delle cinque Congregazioni presenti nell’interzona, data la coincidenza con l’avvio dell’Anno dedicato alla Vita consacrata.

Scarica la locandina

 


PROVVEDIMENTI VESCOVILI
Don Gian Pietro Rossetti
nuovo collaboratore parrocchiale
della parrocchia di Caravaggio

 
Nelle celebrazioni eucaristiche di domenica 16 novembre è stato annunciata la nomina di don Gian Pietro Rossetti a collaboratore parrocchiale della parrocchia "Santi Fermo e Rustico" in Caravaggio. Il sacerdote, sino ad oggi parroco in solido dell'unità pastorale del Boschetto-Migliaro, a Cremona, originario proprio di Caravaggio, è stato chiamato dal Vescovo a svolgere il proprio ministero nella popolosa parrocchia di oltre 14mila abitanti. Don Rossetti sarà chiamato a collaborare con il gruppo di sacerdoti guidato dal parroco don Angelo Lanzeni e composto anche dal vicario don Umberto Zanaboni e dal collaboratore parrocchiale don Giandomenico Pandini.
 


A PALAZZO COMUNALE
Il Rapporto italiani nel mondo
presentato da mons. Perego
nel consueto appuntamento
della Settimana della Carità
Ricordato il vescovo Bonomelli

 
Non è un paese per giovani, Cremona, e questo è noto: la città più vecchia della Lombardia, una delle più vecchie d’Italia e dell’intera Europa. Una città che muore. Ma anche una città che si svuota, stando al “Rapporto Italiani nel Mondo” presentato dal direttore nazionale di Migrantes, il cremonese mons. Giancarlo Perego, la mattina di sabato 15 novembre nella sala dei Quadri del Palazzo del Comune.

Photogallery

 


AL CENTRO PASTORALE
Cibo e democrazia gli ingredienti
per poter nutrire la pace
Venerdì 14 novembre l'incontro
con Daniela Negri di Nonsolonoi

 
Tra i momenti di riflessioni promossi nell'ambito della Settimana della Carità, la sera di venerdì 14 novembre al Centro pastorale diocesano di Cremona Daniela Negri, della cooperativa Nonsolonoi, è intervenuta su “Cibo e democrazia: disequilibri del commercio internazionale e potere dei consumatori”.
 


DOMENICA 16 NOVEMBRE
All'insegna della comunione
l'ingresso di don Cesare Castelli
a San Martino in Beliseto
nel giorno della festa patronale

 
A San Martino in Beliseto quest’anno la festa patronale ha assunto un significato del tutto particolare: è coincisa, infatti, con l’insediamento del nuovo parroco, don Cesare Castelli. La celebrazione d’ingresso è stata presieduta dal vescovo Lafranconi nella mattinata di domenica 16 novembre. L’auspicio di una sempre maggiore collaborazione tra le frazioni di Castelverde, espresso dal sindaco, è stato richiamato anche dal Vescovo nell’omelia con l’invito a una comunione sempre più forte. Una sinergia che dovrà avvenire in primo luogo tra le parrocchie di S. Martino e Marzalengo che, pur rimanendo giuridicamente distinte, sono state affidate alla guida di un unico parroco: don Castelli.

Omelia di mons. Lafranconi (mp3)            Saluto di don Castelli (mp3)

Photogallery:   parte 1   parte 2   parte 3

 
Gli altri ingressi:


SABATO 15 NOVEMBRE
Il festoso insediamento
a Paderno Ponchielli
del nuovo arciprete
don Claudio Rasoli

 
La cura della liturgia, l’intensificazione della formazione cristiana (soprattutto degli adulti) e la maturazione di una intensa vita comunitaria che non resti imprigionata al campanile, ma che si apra convintamente a una dimensione zonale e diocesana. Sono questi i primi obiettivi che il nuovo arciprete di Paderno Ponchielli, don Claudio Rasoli, ha indicato alla propria comunità nel giorno del suo insediamento. La celebrazione d’ingresso, presieduta dal Vescovo, si è svolta nel pomeriggio di sabato 15 novembre. Una trentina i sacerdoti concelebranti. Presente anche una folta delegazione dell’Unitalsi cremonese, di cui il nuovo parroco è consigliere aggiunto e delegato, in particolar modo, dell'aspetto comunicativo, lui che dal 2009 è stato direttore dell’Ufficio diocesano per le comunicazioni sociali con la responsabilità (che continuerà a mantenere) del nostro portale.

Omelia di mons. Lafranconi (mp3)          Saluto di don Rasoli (mp3)

Photogallery:  parte 1   parte 2   parte 3   parte 4   parte 5

 


SU YUOTUBE
On-line il solenne pontificale
del 13 novembre in Cattedrale
per la solennità patronale

 
È possibile rivedere il solenne pontificale che il vescovo Lafranconi ha presieduto in Cattedrale giovedì 13 novembre in occasione della solennità di sant'Omobono, patrono della città e della diocesi di Cremona. La trasmissione, che è stata trasmessa in diretta sul nostro portale, è stata curata dal centro di produzione televisivo diocesano diretto da Attilio Cibolini. Il lungo filo diretto con la Cattedrale era iniziato alle 10 con uno stralcio del film su sant'Omobono, l'arrivo in Duomo della delegazione dell'Amministrazione comunale e l'omaggio dei ceri nella cripta dove sono conservate le spoglie del Patrono. Per vedere il video cliccare qui.
 


15 NOVEMBRE
Presentato a Cascina Moreni
il progetto di accoglienza
per padri separati
che vivono in difficoltà

 
Una separazione tra coniugi o un divorzio, nonostante quello che l’opinione pubblica possa raccontare a se stessa, sono sempre motivo di sofferenza, rappresentano una forma di lutto, generano comunque situazioni così nuove e spesso così complesse nei confronti delle quali non tutti gli ex-coniugi riescono a farvi fronte. Sappiamo che esistono situazioni limite dove l’allontanamento tra coniugi è l’unica medicina possibile, ma non rappresentano la maggioranza dei casi. Così succede sempre più di frequente che la figura abitualmente ritenuta forte nella famiglia si trova ad essere la più fragile e la meno tutelata: i padri.
 
 
Audio:

 



DOMENICA 16 NOVEMBRE
Festa diocesana di Avvenire
Il messaggio del Vescovo Dante:
«Leggerlo non è un optional»

 
Domenica 16 novembre si celebra la quarta Festa diocesana di Avvenire. Nell’occasione in molte parrocchie sarà effettuata una diffusione straordinaria e gratuita del giornale. In occasione della Giornata, il vescovo Lafranconi ha inviato a sacerdoti e fedeli un messaggio in cui raccomanda la conoscenza, il sostegno e la diffusione del quotidiano cattolico che, oggi più che mai, può svolgere un’importante ruolo non solo di informazione, ma anche di formazione. «Sostenere Avvenire – sottolinea il Vescovo – è un impegno da cristiani».
 


GIOVEDI' 13 NOVEMBRE
Migranti e rifugiati: accoglienza
non fa rima con emergenza
A Pizzighettone incontro
con mons. Giancarlo Perego

 
Giovedì 13 novembre il salone del Centro culturale di via Garibaldi, a Pizzighettone, era gremito. Numerose, infatti, sono state le persone accorse per ascoltare mons. Giancarlo Perego, sacerdote cremonese da anni impegnato per conto della Conferenza Episcopale Italiana sul fronte dell'immigrazione. "Migranti e rifugiati - Accoglienza non fa rima con emergenza" il tema proposto alla riflessione dei presenti. Un capitolo certamente molto "caldo", sia nella politica nazionale che europea, affrontato con competenza dal direttore generale della Fondazione Migrantes che ha illustrato alcune falle e "colpevoli omissioni" nei dati forniti dai media.
 


14 NOVEMBRE - CATTEDRALE
Le esequie di mons. Placchi
celebrate dal Vescovo Dante:
«Un prete allo stesso tempo
libero e obbediente»

 
Sono state celebrate all'indomani della solennità di Sant'Omobono le esequie di mons. Stelio Placchi, uno dei sacerdoti più anziani del presbiterio. Originario di Belforte era stato ordinato sacerdote nel 1943 e nel corso degli anni aveva ricoperto incarichi sempre più importanti: fu successore di Mazzolari a Bozzolo, poi arciprete di Caravaggio e quindi canonico della Cattedrale, officiale di Curia e infine vicario episcopale per la vita consacrata. Negli ultimi anni si era ritirato all'Istituto San Giuseppe di via Altobello Melone, amorevolmente accudito dalle suore Carmelitane del Divin Cuore di Gesù fino alla sua morte avvenuta presso la clinica «Ancelle della Carità» di Cremona nel pomeriggio di mercoledì 12 novembre. I funerali, celebrati in Cattedrale, sono stati presieduti dal vescovo Lafranconi attorniato dal Capitolo della Cattedrale e da una ventina di sacerdoti. Tra di essi l'attuale parroco di Bozzolo don Gianni Maccalli e quello di Caravaggio mons. Angelo Lanzeni. Terminato il rito, il feretro è stato portato nella chiesa di Belforte dove alle 15 è stata impartita una benedizione, quindi la tumulazione nel cimitero locale.
 
 
 


VENERDI' 14 NOVEMBRE
A Persichello i funerali
di don Achille Marenghi
presieduti dal vescovo Dante

 
È nella chiesa di Persichello che nel pomeriggio di venerdì 14 novembre sono stati celebrati i funerali di don Achille Marenghi, originario del paese, deceduto mercoledì 12 novembre. A presiedere le esequie il vescovo Lafranconi, affiancato dal vicario generale, mons. Mario Marchesi, e da don Wieslaw Olfier, vicario episcopale e moderatore della Curia di Firenze, diocesi nella quale il defunto era incardinato.

Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery

 


GIOVEDì 13 NOVEMBRE
Ammissione agli ordini sacri
per fra Richard e fra Justin
religiosi provenienti dal Togo
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Meglio pochi preti, ma santi»

 
La bella giornata di festa dedicata a Sant'Omobono, patrono della città e della diocesi di Cremona, coronata anche da qualche sprazzo di sole, si è conclusa alle 17 in Cattedrale con il canto dei Secondi Vespri Pontificali e l'ammissione agli ordini del diaconato e del presbiterato di fra Richard Kossi Aglah e fra Justin Messanvi, membri dei Missionari di Gesù e di Maria, l’associazione religiosa fondata dal sacerdote togolese don Emanuele Daye e dal 2011 studenti presso il nostro Seminario.


Photogallery

 


13 NOVEMBRE - CATTEDRALE
Pontificale di S. Omobono:
Il vescovo all'omelia:
«Si eviti di indebolire
la famiglia creando figure
che la scalzano socialmente»

 
Cattedrale gremitissima di sacerdoti e di fedeli per la festa patronale di Sant’Omobono che quest’anno è stata impreziosita dalla preghiera dell’intera Chiesa cremonese per il Vescovo Dante che quest’anno celebra il 50° di ordinazione sacerdotale. È stato il vicario generale, mons. Mario Marchesi, all’inizio della liturgia a ricordare il fausto anniversario e a ringraziare il presule per la sua dedizione pastorale in questi tredici anni di servizio episcopale a Cremona. In prima fila le massime autorità del territorio, tra di esse il prefetto Picciafuochi, il questore Rossetto, il nuovo presidente della Provincia Carlo Vezzini e il sindaco Gianluca Galimberti con il vice Maura Ruggeri e altri componenti della Giunta e del Consiglio Comunale. Proprio il primo cittadino, in fascia tricolore, prima della Messa, alla presenza del Vescovo e dell’intero Perinsigne Capitolo della Cattedrale ha proceduto alla tradizionale offerta dei tre ceri a Sant’Omobono dinanzi all’urna conservate in Cripta. Nell’omelia mons. Lafranconi ha centrato la sua attenzione sulla famiglia: «Sento il dovere di richiamare l’attenzione di tutti, ma soprattutto di chi è cristiano, perché si eviti di indebolire ulteriormente la famiglia creando nuove figure che finiscono per scalzare culturalmente e socialmente questo nucleo portante della persona e della società». Subito dopo il Pontificale mons. Lafranconi ha visitato la Casa dell’Accoglienza e le Cucine Benefiche dove ha pranzato con gli ospiti e le autorità.

Ascolta il saluto del vicario generale

Ascolta l'omelia di mons. Lafranconi

Photogallery:

 


LETTERA ALLA REDAZIONE
«Cinque anni di attività
del portale diocesano
Un grazie a don Claudio
per quello che ha fatto»

 
Abbiamo ricevuto questa lettera da don Marco D'Agostino, vicerettore del Seminario, che volentieri pubblichiamo.
 
Sabato 15 novembre prossimo don Claudio Rasoli diventa parroco di Paderno Ponchielli. In questi ultimi cinque anni è stato lui a dare forza, corpo e utilità al portale www.diocesidicremona.it. In poco tempo è divenuto uno strumento indispensabile per la liturgia e la pastorale (chi non ha scaricato gli schemi liturgici per l’eucarestia festiva di don Daniele Piazzi) o non si è servito di altri sussidi che il sito ha proposto? Chi non ha verificato avvisi, date, ore perché ce n’eravamo dimenticato o non ha seguito, in diretta streaming, le celebrazioni dalla Cattedrale, riascoltando gli mp3 di meditazioni, conferenze, omelie e incontri del Vescovo? Per tutto questo vorrei condividere tre riflessioni.
 


DOMENICA 9 NOVEMBRE
Successo di generosità
per la "mensa di san Martino"
sperimentata nella secolare
sagra di S. Martino dall'Argine

 
Circa 200 commensali e oltre mille euro di ricavato che saranno devoluti a enti di carità. È questo il bilancio della "mensa di San Martino", il “nuovo” pranzo promosso in occasione della fiera di San Martino e Sant'Omobono che, da oltre 500 anni, anima dal punto di vista culturale, spirituale e aggregativo il comune di San Martino dall'Argine. Una iniziativa di solidarietà apprezzata da tutto il paese, così come dalle persone giunte dal circondario, e destinata a diventare un appuntamento fisso anche delle prossime edizioni.
 


CENTRO SPORTIVO ITALIANO
La seconda serata formativa
per allenatori e dirigenti
Intervento del prof. Mauri
sulle competenze delle società

 
La seconda serata per dirigenti e allenatori del Csi (martedì 11 novembre) ha visto il felice ritorno a Cremona del prof. Roberto Mauri, psicologo del team formativo nazionale. Presente un centinaio di adulti impegnati nel tessuto concreto dello sport cremonese.  Dopo l'intervento dello scorso anno sulla persona e la sua centralità nella proposta sportiva Csi, Mauri ha centrato la riflessione sulle competenze strutturali della società sportiva, individuando un percorso in quattro passaggi. Il relatore ha espressamente dichiarato che i  passaggi non sono facoltativi, ma si richiamano e reclamano reciprocamente.
 


11 NOVEMBRE
Partito dal teatro del carcere
il percorso culturale
ideato da F.O.Cr. e Cappellani
In scena la storia di figli e padri

 
Il sipario si è aperto alle 17.30 presso il teatro della casa circondariale di Cremona. In scena  "Come una conchiglia di montagna", in anteprima assoluta nell'ambito di "Belli dentro!", proposta di eventi di incontro, confronto e riflessione offerti dalla F.O.Cr. e dai cappellani ai detenuti di Ca' del Ferro. Lo spettacolo è frutto di una elaborazione di Mattia Cabrini e Marco Rossetti, con il contributo musicale di Giacomo Ruggeri.
 


DAL MANTOVANO
Costituita anche a Viadana
l'Associazione Genitori
Tra gli scopi favorire
il dialogo fra agenzie educative

 
È stata costituita a Viadana l’A.Ge. che aderisce all’«Associazione Italiana Genitori A.Ge. onlus», da cui ha assunto lo statuto generale, le linee programmatiche e le direttive a carattere nazionale. L’A.Ge di Viadana è un’associazione di ispirazione cattolica aperta a tutti (anche ai non genitori), che è nata dall’esigenza di alcune famiglie desiderose di aiutare i propri figli nel difficile percorso della crescita: sia essa culturale, fisica, psicologica e civile.
 


SETTIMANA DELLA CARITA'
La veglia di preghiera
nella chiesa dei Cappuccini
su «pace e giustizia sociale»
Intervento di padre Natali

 
Il filo conduttore scelto per la veglia di preghiera celebrata martedì 11 novembre, all’interno della Settimana della Carità è stato: «Pace e giustizia sociale». Nella chiesa dei Frati Cappuccini di via Brescia, padre Costanzo Natali ha suggerito la riflessione che è seguita alla lettura delle Beatitudini tratte dal Vangelo di Matteo.
 


SCUOLA DI MUSICA SACRA
Con il concerto in Cattedrale
di Giancarlo Parodi al Mascioni
chiusa la prima edizione
del Festival organistico Merula

 
A detta di pubblico e addetti ai lavori, è stato un concerto fuori dal comune quello tenuto la sera di domenica 9 novembre in Cattedrale da Giancaro Parodi. Il concerto, che ha concluso ufficialmente la prima edizione del Festival Organistico Internazionale “Tarquinio Merula”, organizzato dalla Scuola diocesana di musica sacra “Dante Caifa” con il sostegno della Fondazione Arvedi-Buschini, è stato occasione per festeggiare il trentennale dell'edificazione del grand'organo Mascioni alla vigilia delle festa patronale di sant’Omobono.
 


10 NOVEMBRE
La prolusione di Bagnasco
apre l'assemblea straordinaria
dei Vescovi italiani ad Assisi:
«Prete non è solista del bene»

 
Persone “capaci di scendere nella notte” dei propri compagni di viaggio senza rimanere preda del buio e perdersi. Di accogliere e “toccare” le ferite dei viandanti senza lasciarsi disintegrare. Di “accompagnare” le storie degli uomini e delle donne tenendo sempre presente i propri limiti e confidando nell’aiuto della grazia. È un identikit dai tratti squisitamente relazionali, quella del sacerdote. A tracciarla è il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, nella prolusione con cui nel pomeriggio di lunedì 10 novembre, ad Assisi, ha aperto la 67ª Assemblea dei vescovi italiani. Al centro dell’assise straordinaria il tema della vita e della formazione dei presbiteri. In una cultura che “parla di rapporti ma respinge i legami”, i vescovi italiani vogliono mettersi “idealmente attorno al tavolo di casa” per riflettere sui contorni di una “formazione qualificata” del sacerdote: “con realismo, accettando le gioie e i limiti che anche le famiglie vivono nel loro interno”. E di famiglia il card. Bagnasco ha parlato nella parte iniziale e finale della prolusione: “È irresponsabile indebolirla”. Non sono mancati riferimenti a temi di stretta attualità, come il lavoro - con la categoria sempre più numerosa dei “rassegnati al non lavoro” e la globalizzazione che rischia di “arricchire i ricchi e impoverire i poveri” -, la cultura e la scuola, sempre più tentata dalla “sirena tecnologica”. Infine, un appello a “rifondare la politica”, attraverso un’opera di ricostruzione simile a quella del Dopoguerra: allora, però, si trattava di ricostruire partendo dalle macerie materiali, oggi ci sono le “macerie dell’alfabeto umano”.
 


9 NOVEMBRE - PERSICO
Inaugurata l'azienda agricola
della cooperativa Nazareth
Un progetto innovativo
di agricoltura biologica

 
Grande partecipazione, nel pomeriggio di domenica 9 novembre, alla presentazione dell'azienda agricola della cooperativa sociale «Nazareth», in occasione della Giornata del Ringraziamento per i frutti della terra. I primi ad arrivare nella piazzetta antistante la chiesa parrocchiale di Persico sono stati gli agricoltori della zona alla guida dei loro trattori, invitati ad essere presenti per la preghiera e la benedizione delle macchine agricole.
 
 


VENERDI' 7 NOVEMBRE
Messa del Vescovo a Lodi
nella festa del beato Grossi:
«Figura che interpella i preti
a riportare il Vangelo
nel tessuto della vita»

 
Venerdì 7 novembre, presso la cappella della Casa Madre delle Figlie dell’Oratorio, a Lodi, il vescovo Lafranconi ha presieduto la solenne celebrazione in memoria del beato fondatore, il sacerdote cremonese Vincenzo Grossi. Numerose le religiose, i sacerdoti - anche cremonesi - e i fedeli che ogni anno si riuniscono per celebrare la memoria del Beato, indicato da Papa Paolo VI come modello esemplare per tutti i sacerdoti.
 


PROVVEDIMENTI
Don Ferretti nuovo parroco
di Scandolara e Castelponzone
Manterrà Motta e Solarolo
Don Genzini sarà collaboratore

 
Mons. Dante Lafranconi ha nominato don Davide Ferretti parroco delle comunità di Scandolara Ravara e Castelponzone vacanti per il trasferimento di don Adriano Veluti a Costa Sant'Abramo. Don Ferretti manterrà la guida pastorale delle comunità di Motta Baluffi e di Solarolo Monasterolo. Collaboratore delle quattro comunità è stato nominato don Marco Genzini, fino a pochi mesi fa sacerdote «fidei donum» in Ecuador.
 


PER LA FESTA PATRONALE
In distribuzione gratuita
nella sagrestia del Duomo
il CD dei Cantori gregoriani
«Gaude et laetare, Cremona»
Gli uffici medioevali
di S. Imerio e S. Omobono

 
In occasione della solennità patronale di Sant'Omobono il gruppo vocale «Cantori gregoriani» diretti dal maestro Fulvio Rampi, mette a disposizione, a titolo gratuito, una cinquantina di copie del CD «Gaude et laetare, Cremona. Gli uffici medioevali dei santi patroni Imerio e Omobono». L'opera, presentata nel 2011 in Sant'Abbondio in occasione del 25° di costituzione del sodalizione di voci virili conosciuto in tutto il mondo per competenza e professionalità, può essere richiesta al parroco del massimo tempio cittadino, mons. Alberto Franzini.
 


8 NOVEMBRE - CENTRO PASTORALE
«Carità pilastro fondamentale
nell'iniziazione cristiana»
L'incontro del Vescovo Dante
con chi opera con i poveri

 
«L'attenzione caritativa deve essere un pilastro fondamentale dei cammini di iniziazione cristiana tanto per i ragazzi che per i genitori», è questo uno dei passaggi fondamentali della relazione che il Vescovo Lafranconi ha tenuto sabato 8 novembre al Centro pastorale diocesano durante l'incontro con gli operatori pastorali che nelle parrocchie e in diocesi si dedicano alla solidarietà. La mattinata di riflessione e confronto ha aperto la «Settimana della Carità» promossa dalla Caritas cremonese diretta da don Antonio Pezzetti. Tra le proposte formative per l'anno 2014/2015 degli incontri zonali sull'esortazione apostolica "Evangelii Gaudium" di Papa Francesco e sui temi dell'Expo 2015 come il diritto al cibo, lo spreco di alimenti, le storture del mondo finanziario, la questione della pace e della fraternità fra i popoli. A ciascuno partecipante è stato omaggiato il quaderno «Crisi economica e Caritas lombarde. Progetti, storie e interventi» nel quale sono state raccolte le buone prassi sperimentate nei vari territori della regione.
 
 
 
 


1° FEBBRAIO 2015
Messaggio dei vescovi italiani
per la Giornata della vita 2015
«Verso nuovo e creative forme
di generosità per i più deboli»

 
«Quando una famiglia si apre ad accogliere una nuova creatura, sperimenta nella carne del proprio figlio ‘la forza rivoluzionaria della tenerezza’ e in quella casa risplende un bagliore nuovo non solo per la famiglia, ma per l’intera società», ma «il preoccupante declino demografico che stiamo vivendo è segno che soffriamo l’eclissi di questa luce». Parte da questa triste constatazione il messaggio del Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana per la 37ª Giornata nazionale per la vita (1° febbraio 2015), intitolato “Solidali per la vita”. Infatti, osservano i vescovi, «la denatalità avrà effetti devastanti sul futuro: i bambini che nascono oggi, sempre meno, si ritroveranno ad essere come la punta di una piramide sociale rovesciata, portando su di loro il peso schiacciante delle generazioni precedenti». Di fronte a questi scenari, «incalzante, dunque, diventa la domanda: che mondo lasceremo ai figli, ma anche a quali figli lasceremo il mondo?». Il messaggio ricorda che «il triste fenomeno dell’aborto è una delle cause di questa situazione, impedendo ogni anno a oltre centomila esseri umani di vedere la luce e di portare un prezioso contributo all’Italia».
 


«AIUTO ALLA CHIESA CHE SOFFRE»
Persecuzioni a causa della fede
Situazione peggiorata
e i cristiani sono i più esposti
Anche in Europa Occidentale
segnali molto preoccupanti

 
Non cessano nel mondo le persecuzioni e le violenze a causa della fede. Anzi la situazione sta peggiorando, il rispetto della libertà religiosa continua a diminuire e i cristiani si confermano ancora una volta il gruppo religioso maggiormente perseguitato. È una fotografia a tinte fosche quella scattata dal Comitato di redazione del Rapporto sulla Libertà Religiosa nel Mondo della Fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre. Un lavoro che ha coinvolto 20 specialisti di tutto il mondo ed è stato presentato martedì 4 novembre a Roma. Il Rapporto ha analizzato in 196 Paesi le violazioni subite dai fedeli di ogni credo e non solo dai cristiani. È emerso, purtroppo, che nel periodo compreso tra l’ottobre 2012 e il giugno 2014, dei 196 Paesi analizzati, in ben 116 si registra un preoccupante disprezzo per la libertà religiosa, ovvero quasi il 60%. Ma non è tutto. La situazione va peggiorando: nel giro di due anni, il Rapporto evidenzia condizioni di peggioramento in 55 Paesi, cioè nel 28% dei Paesi analizzati. In pratica solo in 6 Paesi si è registrato un lieve miglioramento della situazione.
 


NUTRIRE IL PIANETA
Anche nel Casalasco-mantovano
un ciclo di quattro incontri
dedicati ai temi dell'Expo 2015
Primo appuntamento
il 7 novembre a Piadena

 
Quattro appuntamenti nel casalasco-mantovano dedicati al tema dell'Expo 2015. «Nutrire il pianeta è nutrire la pace» è lo slogan scelto per questo itinerario formativo promosso da Acli, zona pastorale decima, Banca Etica, Filiera Corta Solidale e altre sigle del terzo settore. «Lo scopo di questa iniziativa - spiegano i promotori - è quello di aprire una riflessione responsabile e attuale su alcune questioni relative al diritto al cibo e alla sovranità alimentare dei popoli e degli Stati nel mondo globalizzato: questioni cruciali per gli 842 milioni di affamati al mondo, per quanti non riescono ad accedere ad un cibo sufficiente e adeguato ed anche per il miliardo e mezzo di obesi o vicini all’obesità, l’altra faccia della mala gestione delle risorse alimentari».
 


PREGHIERA E MEDITAZIONE
Già disponibili in F.O.Cr.
i sussidi per l'Avvento
rivolti a famiglie, giovani,
adolescenti e ragazzi

 
Il tempo forte dell'Avvento è ormai alle porte e la Federazione Oratori Cremonesi, guidata da don Paolo Arienti, è già pronta a distribuire i sussidi di riflessione e di preghiera per famiglie, ragazzi, adolescenti e giovani. Tutte e quattro le proposte, molto agili e dalla grafica assai accattivante, hanno come filo conduttore il cammino della comunità nella speranza dell'attesa, speranza sostenuta dalla certezza di una promessa che non sarà mai delusa. Concetti ben spiegati dal vescovo Dante nel suo messaggio che apre il sussidio per la famiglia: «L'Avvento - scrive il presule - è proprio il tempo della speranza, da condividere e da credere. È speranza dare il massimo per l'educazione dei figli; è speranza sostenere i nostri anziani nell'ultima stagione della loro vita; è speranza puntare su stili di vita improntati alla gratuità: è possibile anche tra famiglie rifiutare la sola logica del guadagno, il solo volto della chiusura e dell'arroganza».
 


2 NOVEMBRE
La preghiera al cimitero:
«La speranza dei giusti
è piena di immortalità»
E il Vescovo cita Reyhaneh
la giovane impiccata in Iran

 
«La vera morte non è quella che pone termine alla vita terrena, ma quella che San Francesco definiva “seconda” e che allontana da Dio per sempre». Mons. Lafranconi nella tradizionale preghiera al Cimitero di Cremona nel pomeriggio del 2 novembre, commemorazione di tutti i fedeli defunti, ha impostato la sua riflessione sul passo del libro della Sapienza che afferma che la speranza dei giusti «è piena di immortalità», mentre il destino degli empi, di coloro cioè che hanno vissuto la loro esistenza nel segno dell’egoismo e del proprio piacere personale, è di totale sconfitta. Moltissimi i cremonesi che approfittando dalla giornata festiva e di un pomeriggio tiepido hanno partecipato al rito: in prima fila il sindaco Gianluca Galimberti in fascia tricolore. Diversi i sacerdoti della città presenti in camice e stola viola, tra di essi il cappellano del cimitero don Oreste Mori e il vicario zonale don Giampaolo Maccagni. I canti sono stati diretti da don Graziano Ghisolfi e accompagnati all'organo da Michele Bolzoni.

Ascolta l'omelia del Vescovo Lafranconi

Guarda la photogallery

 


2 NOVEMBRE - CATTEDRALE
«La risurrezione è l'aspetto
più bello della fede cristiana»
La Messa del Vescovo Dante
nel giorno dei «defunti»

 
Nel giorno solenne del ricordo dei defunti, durante il quale sembrano regnare la mestizia e la nostalgia e i sacerdoti si rivestono dell’austero colore viola, mons. Lafranconi ha rinnovato nuovamente la fede della Chiesa nella risurrezione di Cristo, il Dio che si è fatto uomo e ha condiviso tutto con l’uomo: la vita e la morte. «Dobbiamo sempre guardare alla morte in trasparenza all’evento della risurrezione – ha spiegato il vescovo Dante -. Se dimentichiamo questa dimensione, non possiamo dirci cristiani. Perdiamo l’aspetto più bello, significativo e importante della nostra fede». Parole di speranza che sono risuonate domenica 2 novembre, commemorazione di tutti i fedeli defunti, durante la celebrazione eucaristica in Cattedrale. Accanto al presule il rettore-parroco del massimo tempio cittadino mons. Alberto Franzini, il procuratore dell’Ente Cattedrale mons. Ruggero Zucchelli e diversi canonici del Capitolo. Il Coro della Cattedrale, diretto da don Graziano Ghisolfi e accompagnato all’organo dal maestro Fausto Caporali, ha assicurato l’animazione musicale.
 
 


1° NOVEMBRE
Il Pontificale in Cattedrale
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«I santi hanno avuto
il coraggio della trasgressione»

 
La santità come misura alta della vita cristiana, come chiamata che riguarda tutti i battezzati, come un desiderio che deve animare ogni istante della vita e che deve portare anche a un atteggiamento trasgressivo nei confronti della logica del mondo troppo accomandante e mediocre. Questi i tratti salienti dell’omelia che mons. Dante Lafranconi ha pronunciato durante il Pontificale nella solennità di Tutti i Santi, presieduto in Cattedrale nella mattinata di sabato 1° novembre. Accanto al presule il rettore-parroco, mons. Alberto Franzini, il procuratore per l’Ente Cattedrale mons. Ruggero Zucchelli, l’economo diocesano mons. Carlo Abbiati, il canonico mons. Luigi Gerevini e il collaboratore della parrocchia della Cattedrale don Antonio Trabucchi. I canti sono stati proposti dal Coro della Cattedrale diretto da don Graziano Ghisolfi  e accompagnato all’organo dal maestro Fausto Caporali.
 
 


VERSO EXPO 2015
On line l'intervento
di Andrea Baranes di Banca Etica
sulle speculazioni della finanza
sui prodotti agricoli

 
La finanza  dovrebbe essere orientata a servizio dell’economia reale, ad ampliare le possibilità delle donne e degli uomini del pianeta nel migliorare i propri livelli di vita e, se usata correttamente, può promuovere lo sviluppo integrale dell’uomo. Invece, strumenti finanziari come i derivati, nati con lo scopo di stabilizzare i mercati e facilitare la compravendita di merci, sono diventati un mezzo per speculare anche su prodotti essenziali come i generi alimentari facendone, così, lievitare il prezzo. È successo nel 2008 quando massicce e improvise speculazioni su grano, mais, e riso hanno provocato una repentina impennata nei prezzi di questi beni con gravi conseguenze specialmente nei paesi più poveri: stime Onu parlano di 100 milioni di affamati in più. È questo uno dei più importanti passaggi dell'intervento che Andrea Baranes, presidente della «Fondazione Culturale Responsabilità Etica» di Banca Etica, ha tenuto mercoledì 29 ottobre nella sala Zanoni di Cremona. Invitato dalle Acli e da altre realtà del terzo settore, Baranes ha tenuto una relazione dal titolo «Sulla fame non si specula». Si è trattato del terzo appuntamento di un preciso percorso di formazione e sensibilizzazione in vista di Expo 2015.

Ascolta l'intervento di Baranes

Il percorso tra settembe e febbraio sui temi di Expo 2015



NUOVE ESPERIENZE
Itinerari pre-matrimoniali
nella zona pastorale dieci:
dalle lezioni frontali
a incontri «familiari»

 
Sono sempre meno giovani i novelli sposi e sempre di più quelli che arrivano al fatidico «sì» dopo un periodo di convivenza. Proprio da questa consapevolezza è mutata la fisionomia dei corsi prematrimoniali proposti nella zona pastorale decima: archiviata l’esperienza delle lezioni tenute da esperti, già dallo scorso anno è stata sperimentata una dimensione maggiormente domestica, a cominciare dalla location degli incontri. Una modalità che da gennaio sarà riproposta con un carattere sempre più organico.
 


MESE MISSIONARIO
Gli "Amici del Brasile"
approdano anche in Congo
nel 20esimo di fondazione
L'annuncio ufficiale
al Giorno del Signore

 
Da quasi 40 anni in Brasile per sostenere l’educazione delle giovani generazioni e, negli ultimi tempi, anche per la formazione degli insegnanti. Una missione tenuta viva dall’Associazione “Amici del Brasile”, nata su ispirazione di don Arnaldo Peternazzi, “fidei donum” in quelle terre dal 1975 al 1987. Nel ventennale dell’associazione una importante novità: l’avvio di una missione anche in Africa, nella Repubblica Democratica del Congo. Proprio questi progetti sono al centro della puntata del “Giorno del Signore” in onda tra sabato 1 e domenica 2 novembre.

 

 


26-28 NOVEMBRE - CARAVAGGIO
La «tre-giorni» di formazione
per i sacerdoti cremonesi
Focus su «La risorsa
educativa della liturgia»

 
Si terrà dal 26 al 28 novembre presso il Centro di Spiritualità del Santuario di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio il corso residenziale per il clero cremonese. Quest'anno è stato scelto il tema: «La risorsa educativa della liturgia».
 


29 OTTOBRE
On line il terzo incontro
di don Bruno Bignami
dedicato al pensiero
e alle opere di Mazzolari

 
La Fondazione Mazzolari ha proposto un ciclo di tre incontri per conoscere e approfondire la figura del famoso parroco di Bozzolo da parte di guide turistiche, volontari della Fondazione stessa, studiosi e appassionati di questa figura di prete cremonese. Tutte le relazioni sono tenute dal presidente don Bruno Bignami presso la sala polivalente di via Matteotti 5 di Bozzolo.

Ascolta il primo incontro dell'8 ottobre

Ascolta il secondo incontro del 15 ottobre

Ascolta il terzo incontro del 29 ottobre

 


OTTOBRE MISSIONARIO
Il racconto di padre Borghesi
saveriano in Amazzonia
L'11 ottobre scorso
ha festeggiato il 45°
di ordinazione sacerdotale

 
A pochi giorni dalla chiusura del mese missionario giunge alla nostra redazione una lunga mail di padre Giuseppe Borghesi, originario di Scandolara Ravara, che proprio l'11 ottobre scorso ha festeggiato 45 anni di sacerdozio. «Ho 72 anni - scrive il religiose - e da 54 faccio parte della Congregazione Saveriana. Prima di entrare nella famiglia di mons. Conforti ho frequentato il seminario diocesano. Sono stati sette anni molti belli, pieni di allegria e grande entusiasmo: li ricordo sempre con molta nostalgia. È tra le camerate di quel grande stabile di via Milano che è nata la voglia di raggiungere nazioni lontane dove Gesù non era ancora stato annunciato».

Archivio:



AC ZONA DIECI
Tre incontri sulla donna
in ambito biblico e teologico
Primo incontro il 17 ottobre
con la prof. Paola Bignardi

 
Tre serata, nella zona pastorale decima, promosse dall'Azione Cattolica, per approfondire l'identità femminile sia in ambito biblico sia teologico. «La si chiamerà donna» il tema di fondo del percorso che ha avuto inizio venerdì 17 ottobre, alle 21, all'oratorio di Spineda con la prof. Paola Bignardi, ex presidente nazionale di Azione Cattolica, che ha trattato il tema: «Il carisma femminile nella Chiesa». Giovedì 6 novembre, all'oratorio di Bozzolo, sarà la volta della prof. Ilaria Vellani, docente di filosofia presso la facolta teologica dell'Emilia Romagna, che approfondirà: «Il pensiero femminile oggi». Infine venerdì 24 novembre, alle 21, all'oratorio di Spineda, la biblista prof. Antonella Anghinoni terrà una conferenza dal titolo: «La donna nella Scritutta: ritratto biblico».
 


BENI CULTURALI ECCLESIASTICI
Presenze oltre le aspettative
al convegno del 27 ottobre
per professionisti e sacerdoti
Sotto la lente l'iter dei progetti

 
L’incontro che lunedì 27 ottobre si è tenuto presso il Centro pastorale diocesano di Cremona, rivolto sia ai sacerdoti che ai professionisti (restauratori, architetti, geometri, ingegneri) che operano nel settore dei beni culturali, ha visto una partecipazione al di là delle attese. Infatti il numero dei presenti è stato di circa centoventi persone, alcune delle quali costrette a presenziare senza la possibilità di sedersi. L’occasione dell’incontro è scaturita da una necessità concreta: realizzare tra professionisti, parroci e Ufficio diocesano per i Beni culturali ecclesiastici un rapporto di più stretta interazione così che sia facilitato il rilascio della dichiarazione di congruità per l’iter di autorizzazione da parte delle competenti Soprintendenze.

Photogallery

 


15 OTTOBRE - PALAZZO CITTANOVA
La denuncia di Mario Adinolfi:
«C'è una deriva culturale
che tende a ridurre
la persona a semplice merce»

 
Palazzo Cittanova affollato, nella serata di mercoledì 15 ottobre, per l'incontro con Mario Adinolfi, ex parlamentare del Partito Democratico, blogger di successo e fondatore di «Voglio la mamma», circoli sparsi in tutto Italia che mirano a contrastare, con le armi del confronto e della testimonianza, i matrimoni e le adozioni omosessuali, il triste fenomeno dell'utero in affitto, l'aborto e l'eutanasia. Adinolfi, ospite del circolo "Voglio la mamma" di Cremona-Mantova, del Centro culturale Sant'Omobono, del Movimento per la Vita e dell'ufficio diocesano di pastorale familiare, è stato introdotto dal giornalista cremonese Cristiano Guarneri che ha evidenziato la necessità di una battaglia culturale per aiutare le persone a riscoprire il vero senso della vita e della dignità dell'uomo.
 
Audio:
 
 


24 OTTOBRE
Don Bruno Bignami relatore
al Salone del Gusto di Torino
sull'agricoltura familiare
minacciata dalle multinazionali

 
C’era un pezzo di diocesi di Cremona al Salone del gusto di Torino nell’edizione che si è appena chiusa. Da una parte la ditta viadanese Palm di Primo Barzoni si è distinta per il suo marchio che produce bancali nel rispetto ecologico della filiera del legno; dall’altra don Bruno Bignami presente al tavolo dei relatori della conferenza internazionale che si è tenuta venerdì 24 ottobre alle ore 12 presso la sala rossa della Fiera del Lingotto. L’intervento del sacerdote cremonese, teologo morale e presidente della Fondazione Mazzolari di Bozzolo, ha dato il via ad un ampio dibattito sul tema della giornata dell’alimentazione 2014, dedicato per l’appunto all’agricoltura familiare, che nel mondo oggi produce l’85% delle derrate alimentari. A introdurre i lavori nell’aula gremita di persone provenienti da ogni parte del mondo è stato il leader e fondatore del movimento Slow food, Carlo Petrini. L’ideatore della fiera Terra Madre ha espresso il sogno di una sorta di «foodstock del cibo» capace di vedere i giovani come protagonisti della produzione e della lavorazione delle materie prime legate al cibo.

 


DOMENICA 26 OTTOBRE
Al Bosco ex Parmigiano
il card. Giovanni Basttista Re
per il 150° della parrocchiale
Incontro con le autorità locali

 
Le celebrazioni per il 150° anniversario di erezione e consacrazione della chiesa parrocchiale di Bosco ex Parmigiano hanno avuto il loro momento più solenne e significativo domenica 26 ottobre con la presenza del cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi e della Pontificia commissione per l'America Latina. È stata una giornata di grande festa per la comunità di San Gioacchino guidata da don Alberto Mangili.
 
 


FEDERAZIONE ORATORI
Due proposte per giovani
Sei agili schede su temi
fondamentali della fede
e serate di lectio divina

 
Due nuove iniziative di forte connotato spirituale sono state predisposte dalla Federazione Oratori Cremonesi per i giovani. Anzitutto sono state pubblicate sei agili schede (in formato digitale e cartaceo) che trattano di sei temi fondamentali dell'esperienza cristiana: confessione, vocazione, preghiera, Messa, Parola e guida spirituale.
 


24 - 26 OTTOBRE
Convegno nazionale a Salerno
sulla precarietà giovanile
Il bilancio di Mattia Cabrini
tra i partecipanti ai lavori
in rappresentanza di Cremona

 
Leggere la precarietà, lasciarsi convertire da essa e individuare strategie per rendere i laici autori di un cambiamento autentico nella società. Questi sono stati i passaggi che hanno guidato l'itinerario del convegno CEI dal titolo "Nella Precarietà, la Speranza" tenutosi a Salerno dal 24 al 26 ottobre 2014. La prima particolarità è data dal fatto che il convegno è nato dalla collaborazione di tre commissioni episcopali: per i problemi sociali e il lavoro, per la famiglia e i giovani, e per il laicato. «Una sinergia - ha spiegato il card. Bagnasco nel suo messaggio augurale - che si spera possa essere replicata anche a livello locale».  All'evento erano presenti 400 delegati pastorali provenienti da 118 diocesi italiane, tra cui 7 vescovi e 80 sacerdoti. Per la diocesi di Cremona ha partecipato Mattia Cabrini in rappresentanza dell'ufficio diocesano per la pastorale giovanile. Pubblichiamo un suo interveto che sintetizza i lavori.
 


ZONE 1 E 2
Lunedì 20 ottobre
al santuario di Caravaggio
parte il percorso biblico
condotto da don Compiani
sul libro dell'Apocalisse

 
Prenderà il via lunedì 20 ottobre a Caravaggio il corso di familiarizzazione con la Sacra Scrittura promosso dalle Commissioni catechesi delle zone pastorali prima e seconda. Il percorso, che si articolerà tra ottobre e novembre con quattro incontro comuni e due nelle interzone, è rivolto in particolare a catechisti e operatori pastorali, giovani e adulti. Relatore il biblista cremonese don Maurizio Compiani, che a fine maggio guiderà il pellegrinaggio in Terra Santa proposto proprio ai partecipanti del corso.
 


25 OTTOBRE - SALA PUERARI
Il pensierio di Bonomelli
sul rapporto Chiesa-mondo
On line gli interventi
del convegno di studi

 
Sabato 25 ottobre nella sala Puerari del museo civico di Cremona si è tenuta la seconda giornata di studi dedicata alla memoria del vescovo Bonomelli: volutamente un luogo “civico” per trattare i temi bonomelliani più laici, ossia il suo rapporto con il mondo all’interno del complesso e teso rapporto che Chiesa e Stato italiano dopo la presa di Porta Pia. Bonomelli viene eletto vescovo proprio l’anno successivo, quando la fine del potere temporale dei papi portò al non expedit e ad una stagione difficile nei rapporti con il mondo: sono queste le prospettive che hanno guidato le tre relazioni. Al convegno, moderatore dal giornalista de "La Provincia" Giampiero Goffi, ha partecipato anche il Vescovo Lafranconi che, all'inizio, ha portato il suo saluto.

Photogallery

 


24 OTTOBRE
«Castità non è castrazione»
Café teologico a S. Imerio
Intervento del prof. Spimpolo
sui rapporti pre-matrimoniali

 
Al primo incontro del Café teologico, nella serata di venerdì 24 ottobre, presso l’oratorio cittadino di Sant’Imerio, il dott. Giuseppe Spimpolo, laureato in filosofia e insegnante, ha intrattenuto i giovani  presenti rispondendo alla domanda scottante: «I rapporti prematrimoniali aiutano la coppia?». In pratica quando due ragazzi si amano, vivono una relazione importante e pensano di sposarsi per costruire una famiglia insieme, quanto può influire sulla loro relazione avere rapporti sessuali?
 
Audio:
 


11 OTTOBRE - SEMINARIO
Il convegno «Io amo la scuola»
Silvano Petrosino:
«Educare significa aiutare
ad allargare gli orizzonti»

 
«Per molti insegnanti, entrare in classe ogni mattina per aiutare ogni ragazzo a crescere è più uno scopo di vita che una professione. È per questo che guardo con estremo interesse le tematiche affrontate oggi, così interessanti quanto fondamentali per ognuno di noi». È con un sincero augurio di buon lavoro che il Provveditore agli Studi di Cremona Francesca Bianchessi ha aperto sabato 11 ottobre nel Seminario di via Milano il convegno «Io amo la scuola» dedicato ad insegnanti ed educatori promosso dagli uffici diocesani per la pastorale giovanile, familiare e scolastica.

Photogallery del convegno

Contributi audio (mp3):

 


PROPOSTA DELL'UNITALSI
Il modulo formativo
per i giovani degli oratori
in vista dei pellegrinaggi
di Loreto e di Lourdes

 
Da qualche tempo l’Unitalsi, conscia delle potenzialità spirituali ed educative delle sue proposte, invita gli oratori a prendere in seria considerazione la possibilità di far partecipare i loro ragazzi ai pellegrinaggi regionali di Loreto (nel mese di maggio 2015) e a Lourdes (ai primi di agosto 2015). Non una semplice vacanza o un viaggio da pellegrino, ma un’esperienza da vivere in prima persona come volontario a fianco degli ammalati e degli anziani.
 
 
 


25 OTTOBRE - IN SEMINARIO
Il Vescovo agli operatori
della pastorale della salute:
«La malattia è provocazione
ma anche grande opportunità»

 
Oltre trecento persone, molte delle quali ministri straordinari della Comunione, hanno partecipato sabato 25 ottobre, in Seminario, all'incontro del Vescovo con gli operatori della pastorale della salute. Alle 15 il presule, affiancato dal responsabile di questo settore don Maurizio Lucini, ha offerto una meditazione sul senso della malattia e sul ruolo e identità di quanti, mandati dalla Chiesa, fanno visita agli ammalati. Successivamente il presule ha presieduto i Vespri e ha istituito 208 ministri straordinari della Comunione (145 laici e 63 religiosi) dei quali 31 nuovi (13 laici e 18 religiose). In totale i ministri che operano in diocesi sono 304 (216 laici e 89 religiose). Il mandato dura tre anni e ogni volta deve essere rinnovato.
 
 
 


MUSICA E TEOLOGIA
Cattedrale gremita venerdì sera
per il concerto della Ruggiero
On-line la prolusione
di mons. Alberto Franzini

 
Musica e teologia in Cattedrale. Non ci poteva essere titolo più azzeccato per la serata di venerdì 24 ottobre nel duomo di Cremona. La stupenda voce di Antonella Ruggiero, cantante che si è fatta conoscere al grande pubblico ai tempi dei Matia Bazar, accompagnata dalle note del Mascioni sapientemente suonato dal maestro Fausto Caporali ha emozionato il numerosissimo pubblico presente, catturato anche dalla profonda riflessione offerta a metà concerto da mons. Alberto Franzini. Seconda parte musicale con il Coro della Cattedrale e il Quartetto Bazzini.

Saluto di mons. Franzini          Prolusione di mons. Franzini

Photogallery:   parte 1     parte 2     parte 3

 


24 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«Un libro che percorre la storia
della Chiesa e della società»
Presentato dal prof. Galimberti
il libro di Massimo Marcocchi

 
«Un libro che non solo percorre la storia della Chiesa di questi ultimi cinquant'anni, ma dell'intero nostro Paese». Inizia con parole piene di commozione e di riconoscenza il sindaco Gianluca Galimberti la presentazione del libro «Laici dopo il Concilio» (edito da Morcelliana) del prof. Massimo Marcocchi, storico del Cristianesimo, figura di punta del laicato cattolico e «amico e maestro» del primo cittadino di Cremona. L'incontro, promosso dall'ufficio per le comunicazioni sociali, da diocesidicremona.it e dalla libreria Paoline e moderato da don Claudio Rasoli si è tenuto venerdì 24 ottobre al Centro Pastorale e ha visto la partecipazione di un buon gruppo di persone. Nelle prime file anche il prof. Marcocchi che al termine dell'intervento di Galimberti ha voluto ringraziare dell'evento, salutare i tanti amici presenti e sottolineare che il volumetto - una raccolta di scritti di varie epoche - non vuol essere un «cahier de doléance» intriso di pessimismo, ma costituire piuttosto un invito alla riflessione, alla discussione e alla speranza. Marcocchi ha voluto ricordare in modo particolare Giovanni Battista Montini, uno dei suoi «maestri» più citati nel testo e, ora, finalmente e giustamente, «Beato».
 
 
 


RIVOLTA D'ADDA
Percorsi per i giovani
delle Suore Adoratrici
Tra le novità un itinerario
per fidanzati e giovani coppie

 
Con il nuovo anno pastorale riprendono i cammini per giovani proposti su tutto il territorio diocesano dalle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento che proprio presso la Casa Madre di Rivolta d’Adda hanno aperto una nuova struttura (Comunità accoglienza) per quanti desiderano conoscere maggiormente la spiritualità dell'istituto, condividendo con le suore tempi di preghiera, servizio e fraternità. Tra le novità di quest’anno anche un  percorso per fidanzati e giovani coppie. Nel ricco calendario di “Il centRo x Uno” (slogan scelto per l’edizione 2014/2015) non mancano naturalmente le ormai tradizionali opportunità di spiritualità, formazione e servizio, con anche la possibilità di un’esperienza missionaria in Africa.
 


23 OTTOBRE - CENTRO PASTORALE
«La Chiesa di Papa Francesco?
Gioiosa e sempre in uscita»
L'Evangelii Gaudium
spiegata da don Marco Sozzi

 
Un'esortazione apostolica programmatica e dalle conseguenze importanti che spinge tutte le comunità cristiana sparse sulla terra a passare dalla «semplice amministrazione» ad «uno stato permanente di missione». Questa è l'Evangelii Gaudium di papa Francesco presentata da don Marco Sozzi, officiale del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, durante l'incontro di giovedì 23 ottobre al Centro Pastorale diocesano. A pochi giorni dalla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale la serata ha voluto essere occasione per ritrovare piste di riflessione e di azione missionaria a partire dal magistero del Pontefice argentino.
 
 
 


AC E ZONA VII
«Prove di uscita»
Percorso per adulti e giovani
Al via il 26 ottobre
all'oratorio di Vescovato
con don Paolo Arienti

 
Stimolati dall'invito di papa Francesco ad oltrepassare il proprio recinto ecclesiale per andare incontro agli uomini di oggi, l'Azione Cattolica cremonese e la zona pastorale settima promuovono una serie di incontri di formazione per adulti e giovani caratterizzati dal suggestivo ed eloquente slogan: «Prove di uscita». Primo appuntamento sarà domenica 26 ottobre alle 15.30 presso l'oratorio di Vescovato: don Paolo Arienti, docente di teologia e responsabile dell'ufficio di pastorale giovanile, terrà una riflessione dal titolo «Rimanere, andare, gioire: una Chiesa in uscita che evangelizza».
 


INTERVISTA
Nel 1970 don Tonino Bini
fu consacrato da Paolo VI:
«Esser ordinati da un beato?
Richiede un impegno maggiore»

 
Il giorno della beatificazione di Papa Paolo VI è stato molto speciale per don Tonino Bini, sacerdote mantovano classe 1942 (è originario di Cividale) oggi in servizio presso il Santuario di Caravaggio, che proprio da Papa Montini fu ordinato sacerdote il 17 maggio 1970. Un fatto allora inaspettato che oggi assume un valore ancor più particolare. Ne abbiamo parlato proprio con don Tonino.
 


NOTA DI DON ROBERTO ROTA
Forte appello a continuare
ad andare in Terra Santa
anche per sostenere i cristiani
A marzo col vescovo Dante
il pellegrinaggio diocesano

 
Pubblichiamo integralmente una nota di don Roberto Rota, responsabile del Segretariato diocesano pellegrinaggi, sull'importanza di continuare a partecipare a viaggi in Terra Santa. Oltre ad essere un importante aiuto spirituale e anche una imprescindibile forma di sussistenza per le popolazioni locali, soprattutto cristiane, che sempre più stanno diminuendo. Proprio dal 26 febbraio al 5 marzo 2015 la Chiesa cremonese, con il suo vescovo Dante, si farà pellegrina nei luoghi in cui il Figlio di Dio si è fatto uomo.

La situazione del Medio Oriente è da sempre precaria: i paesi che lo compongono sono a prevalenza arabi ma con sostanziali e profonde differenziazioni sia religiose sia politiche: alcuni schierati con l'Occidente (come l'Arabia Saudita e la Giordania), altri contrapposti a motivi di intricate vicende storiche, economiche e sociali, che spesso sfociano in guerre sanguinose, come quella che si sta combattendo in Siria e di cui nessuno oggi parla più.

 


CONCLUSA LA PRIMA TAPPA
Il Sinodo sulla famiglia
rilancia una Chiesa
che non teme di confrontarsi
con le sfide del mondo d'oggi

 
«Ora abbiamo ancora un anno per maturare, con vero discernimento spirituale, le idee proposte e trovare soluzioni concrete a tante difficoltà e innumerevoli sfide che le famiglie devono affrontare; a dare risposte ai tanti scoraggiamenti che circondano e soffocano le famiglie». Con queste parole il Papa ha concluso il suo intenso e appassionato discorso - l’unico, dopo le parole pronunciate in apertura - al termine del Sinodo straordinario sulla famiglia. Salutato da cinque minuti di applausi, a conclusione di due settimane di lavoro, Francesco ha ricordato ai padri sinodali che c’è ancora un anno - da qui alla celebrazione del Sinodo ordinario sulla famiglia (4-25 ottobre 2015) – per lavorare sulla “Relatio Synodi”, il documento finale di questa prima tappa del percorso sinodale, che è stata votata nel suo complesso dalla maggioranza dei 181 padri sinodali presenti, con qualche astensione.
 


18 OTTOBRE - CATTEDRALE
Veglia missionaria in Duomo
Letto un drammatico messaggio
di padre Vittorio Bongiovanni:
«Nonostante il virus dell'Ebola
non abbandoniamo la gente»

 
C’è una missione da compiere in terre lontane, in quelle periferie del mondo che nessuno vuole frequentare e c’è una missione da svolgere nelle strade della propria vita quotidiana, fra quelle «periferie esistenziali» che conducono l’uomo alla marginalità e alla disperazione. Si è giocato su questi due aspetti la veglia di preghiera in preparazione alla Giornata missionaria mondiale che il vescovo Lafranconi ha presieduto sabato 18 ottobre in Cattedrale. Oltre al presule ha preso la parola, per una testimonianza, padre Matteo Rebecchi, da 15 anni in Indonesia. Fino al 2006 il suo impegno pastorale è stato nelle isole Mentawai, a Sumatra Occidentale; quindi il trasferimento a Jakarta, dove ora è impegnato in una casa di formazione per i saveriani indonesiani e nel dialogo interreligioso. Drammatica la testimonianza di padre Vittorio Bongiovanni – letta dalla cognata -: il religioso bozzolese insieme a padre Brioni e altri 29 confratelli saveriani si trova in Sierra Leone dove si sta espandendo in maniera preoccupante il virus dell’Ebola. La veglia è stata animata con il canto dalle corali di Cingia de' Botti e Motta Baluffi dirette da Filippo Marsella e accompagnate all'organo da Pier Paolo Vigolini.

Photogallery della serata

Audio:

 


CONVEGNO SCHOLAE CANTORUM
«Un canto di lode che nasce
dal silenzio di contemplazione»
L'invito del Vescovo ai cantori
con il grazie per il loro servizio

 
«Tanto quanto amate il canto amate anche il silenzio». È un vera e propria richiesta quella che il vescovo Lafranconi ha rivolto ai cantori riuniti nel pomeriggio di sabato 18 ottobre nella chiesa di San Sigismondo per l’annuale convegno diocesano delle scholae cantorum. «Silenzio» che per il Presule significa canti sommessi in determinati momenti della celebrazione, per una vera sintonia con la liturgia; ma anche silenzio di preghiera. «Vi prego, vi supplico – ha detto il Vescovo - aiutateci a pregare bene!». Ad aprire il pomeriggio la relazione di mons. Giuseppe Liberto, direttore emerito della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”. Al termine del canto dei Primi Vespri presieduti dal Vescovo a tutti i partecipanti è stato offerto il libretto della “Messa breve per assemblea, coro e organo” composta dal cremonese Federico Mantovani.

Relazione di mons. Liberto            Omelia del vescovo Lafranconi

Photogallery

 


ZONA PASTORALE III
Al via la Scuola di preghiera
per giovani 18/30enni
e la Scuola della Parola
promossa dall'Azione Cattolica

 
Due cammini di spiritualità al via con il mese di ottobre nella zona pastorale terza. Venerdì 10 ottobre all’oratorio Sirino di Soresina prenderà avvio la “Scuola di preghiera” per 18/30enni; martedì 14 la proposta itinerante di lectio divina per giovani e adulti con la “Scuola della Parola” promossa dall'Azione Cattolica.

Locandina della Scuola di preghiera      Locandina della Scuola della Parola

 


PROPOSTA DIOCESANA
«Quando vedo te»
Il percorso dei giovani
dell'Azione Cattolica
Primo incontro il 26 ottobre
a Sant'Agata-Sant'Ilario

 
«Quando vedo te». Questo il titolo del percorso che anche quest’anno l’Azione Cattolica vuole proporre ai giovani di tutta la Diocesi. Visto l’interesse di chi ha partecipato gli anni precedenti, si è pronti a partire con un percorso formativo coraggioso per offrire un momento di crescita, non solo personale, ma comunitaria, anche perché questa modalità acquista valore aggiunto per ogni persona che sceglie di mettersi in gioco e partecipare.
 


CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI
Da settembre in Seminario
i percorsi di discernimento
Ideato un nuovo itinerario
per gli adolescenti

 
Riprendono con qualche novità le iniziative proposte dal Centro diocesano vocazioni, guidato da don Marco d’Agostino, per aiutare ragazzi e giovani a vivere un cammino di verifica e discernimento sulla propria vita. Accanto ai percorsi “Corri avanti” per i 18enni, “Chi cerca è trovato” per i giovani e “Svitati per Dio” per gli adolescenti, quest’anno vi sarà anche la possibilità di un ulteriore “Cammino vocazionale adolescenti”. Non manca poi la proposta mensile di adorazione a S. Girolamo.
 


27 SETTEMBRE IN CATTEDRALE
Don Bertoni ordinato diacono
Il Vescovo Dante nell'omelia:
«Come Cristo sarai per sempre
servo umile e obbediente»

 
Servizio generoso al popolo cristiano e obbedienza piena alla volontà di Dio e al proprio Vescovo, celibato come segno di una consegna definitiva al Signore e umiltà come filo conduttore del proprio ministero nella Chiesa. Sono queste le caratteristiche del diacono che mons. Dante Lafranconi ha rimarcato durante la solenne ordinazione di don Alessandro Bertoni, classe 1977, originario di Roggione di Pizzighettone. La liturgia, concelebrata da una cinquantina di sacerdoti, si è svolta sabato 27 settembre in una Cattedrale gremita di fedeli, provenienti soprattutto dalla comunità di origine di don Alessandro, ma anche da quelle dove ha svolto il proprio servizio pastorale durante gli anni di formazione. Presenti anche alcuni fedeli di Vicomoscano, Casalbellotto, Fossa Caprara e Quattrocase: le quattro parrocchie dove don Bertoni eserciterà il proprio servizio diaconale fino al 13 giugno quando sarà ordinato sacerdote. I canti sono stati proposti dal Coro della Cattedrale insieme alla Schora cantorum di Roggione diretti dal maestro don Graziano Ghisolfi e accompagnati all’organo dal maestro Fausto Caporali.

Omelia del Vescovo Lafranconi (mp3)

Photogallery:

 


MARTEDì 14 OTTOBRE
L'incontro del vescovo coi fedeli
di Pescarolo e Pieve Terzagni
Le due comunità entrano
nell'unità pastorale di Vescovato

 
Dopo la partenza di don Francesco Castellini, le due comunità parrocchiali di Sant'Andrea Apostolo in Pescarolo e San Giovanni Decollato in Pieve Terzagni entreranno a far parte dell'unità pastorale che già comprende Vescovato, Ca' de Stefani, Binanuova e Gabbioneta. L'annuncio ufficiale è stato dato dal vescovo Dante durante un affollato incontro nella chiesa del Lazzaretto a Pescarolo, tenuto la sera di martedì 14 ottobre. Il presule, accompagnato dal delegato per la pastorale don Irvano Maglia e dal vicario della zona settima don Claudio Rubagotti, era attorniato dai sacerdoti che compongono l'èquipe presbiterale della nuova grande unità pastorale e che fanno vita in comune nella casa parrocchiale di Vescovato: il moderatore mons. Attilio Arcagni, i parroci in solido don Paolo Maria Tomasi e don Paolo Arienti, il vicario don Marco Bosio e il collaboratore don Bernardino Orlandelli. Prima dell'intervento chiarificatore di mons. Lafranconi ha preso la parola Enea Casali, rappresentante delle due piccole comunità, per illustrare la situazione pastorale.
 
 


ASS. FAMIGLIA BUONA NOVELLA
Anche a Cremona una scuola
di «Counselling Professionale»
Presentazione ufficiale
il 4 ottobre a Cascina Moreni

 
Il prossimo gennaio prenderà il via a Cremona una nuova proposta formativa, rivolta a quanti operano nel campo delle relazioni sociali (insegnanti, educatori, operatori sociali e sanitari). Si tratta della «Scuola di Counselling Professionale Sintema», un’esperienza nata a Bergamo 8 anni fa e che approda in diocesi grazie all’Associazione «Famiglia Buona Novella». Per far conoscere meglio questa singolare iniziativa, la mattina di sabato 4 ottobre, si terrà un «open day» presso Cascina Fabio Moreni, in via Pennelli 5 a Cremona.
 
Le iscrizioni sono aperte fino al 30 novembre 2014.  Per richiedere telefonare al numero 338 6276786, o scrivere all'indirizzo info@famigliabuonanovella.it. Informazioni dettagliate si possono su www.sintema.it.


I DATI 2013/2014
Oltre l'84% degli studenti
segue l'ora di religione
Don Anselmi (ufficio scuola):
«Puntiamo a fare laboratori
di cultura e umanità»

 
Saranno 172 gli insegnanti di religione (di questi 45 sacerdoti) che il prossimo anno scolastico opereranno nelle scuole – statali e paritarie – presenti sul territorio diocesano. Un servizio culturale fondamentale anche a fronte del numero degli alunni che si avvalgono dell’ora di religione: 38.751 tra bambini e ragazzi. Minima la flessione registrata tra il 2013 e il 2014: il calo è stato dell’1%. E proprio in questi giorni l'ufficio diocesano di pastorale scolastica, diretto da don Claudio Anselmi, sta procedendo alle nomine dei docenti, anche attraverso degli incontri personali attraverso i quali ricordare gli aspetti fondamentali del proprio servizio alla scuola e alla comunità cristiana.
 


SABATO 14 GIUGNO - CATTEDRALE
Don Bottesini ordinato prete
Il vescovo Dante nell'omelia:
«Ministro di misericordia
e segno di comunione»

 
Ministro di misericordia e servo della comunione. Su questi due fulcri essenziali don Matteo Bottesini, giovane diacono di Fontanella, dovrà costruire la propria identità sacerdotale. L’invito è venuto dal vescovo Lafranconi durante la liturgia di ordinazione che si è svolta nel pomeriggio di ieri in una Cattedrale colma di fedeli, soprattutto giovani. Presenti una cinquantina di sacerdoti, tra di essi il vicario generale mons. Mario Marchesi, i superiori del Seminario (il rettore don Trevisi, il direttore spirituale don Margini e il vicerettore don D'Agostino) e il parroco della comunità di origine, don Libero Salini, visibilmente emozionato. I seminaristi diocesani, compagni di don Matteo per un tratto significativo di cammino, hanno assicurato il servizio liturgico sotto l'abile regia del cerimoniere vescovile don Flavio Meani. L'intero rito è stato tramesso in diretta su Cremona1 e sul nostro portale grazie alla sinergia tra Teleradio Cremona e l'ufficio diocesano per le comunicazioni sociali.
 

Photogellery:   parte1   parte2   parte3   parte4   parte5

LA PRIMA MESSA A FONTANELLA

 


SOSTEGNO ALLA CHIESA
Nella parrocchie volontari
che sensibilizzino sull'8xmille
Ecco le destinazioni
dei contributi del 2013

 
Tempo di crisi e di risorse che si assottigliano, eppure aumentano le offerte per il sostentamento dei sacerdoti: ben il 3,7%. Il dato è emerso in un recente convegno tenuto a Bari e durante il quale si è fatto il punto sulla generosità degli italiani verso la comunità ecclesiale. «Dopo un lungo periodo di diffidenza e di distacco - afferma don Massimo Calvi, responsabile del servizio diocesano per il sostegno economico alla Chiesa – i fedeli si stanno riavvicinando ai loro pastori e questo è certamente dovuto anche all’impegno di trasparenza e di essenzialità portato avanti da Papa Francesco». Ma sono ancora tante le cose che gli italiani non sanno (o non hanno capito) su questo argomento: da qui l’idea di individuare degli operatori volontari che nelle parrocchie possa aiutare a fare chiarezza. A cominciare dal fatto che porre la propria firma nella casella dell’8xmille non comporta alcun aumento delle imposte.

La ripartizione in diocesi dei contributi dell'8xmille per il 2013



IL PUNTO
Nuove forme religiose
presenti in diocesi

Con «nuove forme religiose» si definisce una serie di movimenti provenienti in parte dalle cosiddette «religioni storiche». L’espressione corregge la dicitura, purtroppo ancora usata, di «sette». Si può applicare il termine «setta», che ha una connotazione negativa, solo a quelle esperienze che vanno contro le norme e le leggi fondamentali dei diritti della persona e della società. In questo senso solo certi gruppi satanici possono essere denominati tali.

TURISMO
Nuove norme per gite
e pellegrinaggi

La legge italiana regola, in virtù del federalismo, attraverso le leggi regionali l'attività turistica, alla quale sono soggette le parrocchie, gli oratori e ogni associazione o gruppo riconducibile alla realtà ecclesiale quando organizzano pellegrinaggi, viaggi, escursioni e soggiorni. La distinzione è d’obbligo per le caratteristiche e le finalità delle differenti iniziative. La normativa a cui fare riferimento, per quanto riguarda l’aspetto turistico, è la legge regionale 15 del 16 luglio 2007.

SCUOLA
Paritarie: contributo
all'educazione

Nel biennio che la Chiesa cremonese dedica alla scuola, un capitolo importante riguarda gli istituti cattolici o di ispirazione cristiana. Una presenza importante che nel corso dei secoli è stata assicurata dagli istituti religiosi e che ora vede protagonisti molti altri enti, tra i quali anche la diocesi.

TRIBUNALE
L'intervista a
don Massimo Calvi

I vescovi lombardi, riuniti per la sessione invernale al santuario di Caravaggio, hanno esaminato l'attività del tribunale ecclesiastico regionale, il quale si occupa soprattutto di nullità matrimoniali. A don Massimo Calvi, vicario giudiziale della nostra diocesi, abbiamo posto alcune domande su questo tema.

PASTORALE GIOVANILE
SU WWW.OTRINUOVI.IT

«Stento a crederci»:
On-line tutte le trasmissioni

Con la puntata dal titolo “Ma tu preghi ancora?”, andata in onda il 10 novembre sul nostro portale, si è conclusa la proposta di “STento a crederci”, il ciclo di trasmissioni web mensili ideato per i giovani in occasione dell’Anno della Fede da Focr, Ucs e Trc.

LA RIFLESSIONE
DI DON FRANZINI

Perché la Chiesa deve interessarsi di "politica"
È un’obiezione, o una domanda, che ricorre spesso oggi nel pubblico dibattito, anche nel nostro territorio: perché mai la Chiesa si interessa di politica? E su quali basi può legittimare i suoi interventi in campo sociale e politico? Non è forse altro il suo compito?

 

libro aldighieri
redazioneportale@diocesidicremona.it
dvd conte
PAPI


MailingList

feed rss

facebook

Liturgia


Media
 
 
 
La Vita Cattolica Avvenire
 
In Evidenza

ATTIVITA'
DEL VESCOVO
Dante Lafranconi
FORMAZIONE E CATECHESI
Corsi e sussidi
ANIMAZIONE LITURGICA
Corsi e sussidi
CLERO DIOCESANO
Nomine ed eventi
CORSO BIBLICO
DI DON CAVEDO
Dio o religione?
FORMAZIONE SOCIO-POLITICA
I materiali del corso
VITA CONSACRATA
Religiose e religiosi
ESTATE 2014
Iniziative e proposte
durante le vacanze
LINEE PASTORALI
Speciale
biennio 2012/2014
CARITA' E VOLONTARIATO
Proposte ed eventi
PASTORALE GIOVANILE
Formazione ed eventi
AGGREGAZIONI ECCLESIALI
Proposte ed eventi
CALENDARIO GIORNATE MONDIALI E NAZIONALI
Tutte le date e i messaggi
ARCHIVIO
Materiali, documenti e ricordi

 
Cattedrale di Cremona
Santuario di Caravaggio
TRC - Teleradio Cremona Cittanova
NEC - Nuova Editrice Cremonese
La Vita Cattolica
Caritas Cremonese
FOCr - Federazione Oratori Cremonesi
ISSR - Istituto Superiore Scienze Religiose
delle Diocesi di Crema, Cremona e Lodi
Scuola diocesana di musica sacra
Case vacanze
ACLI Cremona
UNITALSI Cremona