Gatti di calza anche al Maristella!

image_pdfimage_print

 

Venerdì 16 febbraio i ragazzi di seconda e terza media della parrocchia del Maristella si sono presentati all’incontro di catechismo con uno (o più) calzini in mano… come era stato chiesto dalle loro catechiste Michela e Gabriella. E così, per la prima volta, Basilio si è presentato ad un gruppo di ragazzi di dodici e tredici anni, uscendo dagli schemi che prevedono che le fiabe si raccontino solo ai bambini.

Le fiabe si possono leggere e raccontare a persone di qualsiasi età e in ogni periodo della vita si coglie in esse un significato, una sfumatura, un “accento” più o meno marcato su una frase piuttosto che sull’altra…

              

Basilio stavolta, prima di iniziare il suo racconto, ha voluto soffermarsi un attimo sul messaggio che il Vescovo Antonio ha scritto per questa Quaresima; il buon vicinato richiede uno sguardo attento agli altri, un pò come quello che ha la signora Mirella (vera protagonista della storia di Basilio) e nessuno di noi può dire di non essere in grado di avere questo sguardo dentro di sè. A volte bisogna solo allenare gli occhi ed il cuore…

Ovviamente, dopo le parole, si è passati ai fatti e in men che non si dica anche dalle mani di questi ragazzi sono nati dei gatti di calza molto particolari, perchè alcuni rispecchiano le caratteristiche che tanto piacciono agli adolescenti: piercing, orecchini, rasta….e anche i calzini neri hanno preso vita!!!!