Sabato i seminaristi lombardi in udienza dal Papa

Sabato mattina Messa presieduta dal Segretario di Stato card. Parolin nella Basilica di San Pietro, al termine l'udienza con Francesco nella Sala Clementina.
image_pdfimage_print

Nell’ambito della canonizzazione di Paolo VI (che l’11 novembre 1965 inaugurò la nuova sede del Pontificio Seminario Lombardo, a Roma, il Santo Padre Francesco incontra i seminaristi lombardi. Oltre al gruppo cremonese, saranno presenti i seminaristi di Milano, Brescia, Bergamo, Como, Crema, Lodi, Mantova, Pavia, Vigevano e Lugano, insieme anche a quanti studiano presso il Pontificio Seminario Lombardo e il Seminario del Pime.

Circa 520 i presenti, di cui 307 seminaristi, 8 religiosi/e, 28 laici, 35 diaconi, 128 preti e 14 vescovi.

La delegazione cremonese, oltre ai seminaristi e ai sacerdoti educatori con il rettore don Marco d’Agostino, vedrà la presenza del vescovo Antonio Napolioni, del vescovo emerito Dante Lafranconi, del vicario generale don Massimo Calvi e del segretario episcopale don Flavio Meani.

Due i momenti centrali della giornata: alle 9 la Messa nella Basilica di San Pietro, presieduta dal Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, presso l’Altare della Cattedra; al termine della celebrazione, alle 11, i seminaristi saranno ricevuti in udienza da papa Francesco nella Sala Clementina.

La canonizzazione di Paolo VI si svolgerà domenica 14 ottobre in piazza S. Pietro insieme don Francesco Spinelli, il fondatore delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento di Rivolta d’Adda, e altri sei servi di Dio, tra cui il vescovo martire di San Salvador Oscar Romeo.

Facebooktwittermail